Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Eccomi!

tempioazzurrotempioazzurro Neofita
modificato 19 November in Mi presento
Ciao a tutti! Ho deciso (finalmente) di iscrivermi al forum dopo settimane passate a frequentarlo come "ospite".

Ho 28 anni e attualmente sono in fase di diagnosi. Fino a circa 4 mesi fa non sapevo dell'esistenza di questo forum e, ironicamente, le mie nozioni in materia di disturbo dello spettro autistico erano piuttosto scarse...e non ho neanche mai visto Rain Man! ;)

Dire che sono arrivata su questo "pianeta" quasi per caso non è un'esagerazione. Verso la fine di agosto stavo navigando su Facebook abbastanza distrattamente, quando un post, pubblicato da una pagina straniera in cui vengono raccontate storie di varie persone incontrate per caso in strada, ha attirato la mia attenzione. Ho letto rapidamente le prime righe della storia di un ragazzo oggetto del post in questione, e mi sono imbattuta nelle parole "autismo ad alto funzionamento", termini che prima di allora non avevo mai letto associati insieme. Raramente riesco a tenere a freno le dita quando trovo qualche parola o argomento che non conosco, e ho subito deciso che volevo, anzi dovevo, saperne di più e ho iniziato a fare ricerche su Google.

E' stato come se improvvisamente qualcuno avesse acceso la luce, senza che io mi fossi resa conto di avere vissuto al buio per 28 anni. Con il passare delle ore, dei giorni, delle settimane, ho iniziato a vedere tutta la mia vita scorrere al contrario come la pellicola di un film. Ricordi e immagini rimasti sepolti per anni, cose che credevo non essere mai esistite o andate perse per sempre, improvvisamente galleggiavano in maniera nitida nella mia mente come se la risposta a tutto fosse sempre stata lì, davanti ai miei occhi. Il motivo del mio profondo sconvolgimento è semplice: mi si è manifestata davanti agli occhi l'ipotesi concreta che tutti i problemi che avevo avuto fino a quel momento, e le terapie seguite per affrontarli, erano molto probabilmente sbagliate. Non avevi mai, forse, neanche sfiorato il nocciolo della questione.

Non ho mai pensato crescendo di poter avere un disturbo dello spettro autistico. Ho sempre saputo, dentro di me, che qualcosa non andava, che spesso mi sembrava ci fosse un sottilissimo vetro a separare me dagli altri, ma ho sempre vissuto nella convinzione che il problema fosse nella mia testa. E nessuna delle persone che ho conosciuto nella mia vita, dai miei genitori, ai miei parenti, ai professori e compagni di scuola, allo psicologo prima e alla psicanalista dopo che mi hanno seguita per anni, ha mai esternato l’ipotesi che questa potesse essere la mia casistica. Ho fatto i test online, come sicuramente molti di voi, per colmare la mia curiosità ma cercando di non suggestionarmi. I risultati positivi di tutti i test mi hanno spinta a volerne sapere di più e a cercare la mia diagnosi. Sono consapevole che a 28 anni non posso rivoluzionare la mia vita e non mi aspetto di distruggere dalle fondamenta la persona che sono diventata, ma il mio sogno sarebbe finalmente iniziare a vivere meglio, ridurre per quanto possibile il mio stato di sofferenza. Lentamente sto iniziando a prendere consapevolezza di quante strategie di adattamento ho usato nella mia vita per stare al passo con il resto del mondo, e di quanto io abbia interiorizzato il mio disagio, reprimendolo continuamente, finché da quando sono entrata nel mondo del lavoro e ho iniziato ad avere delle vere responsabilità e a dover rendere conto delle mie azioni, è sfociato in un disturbo d’ansia pervasivo e a tratti quasi paralizzante. E’ come se negli ultimi anni della mia vita avessi iniziato a riempirmi di crepe su cui continuo a mettere cerotti per cercare di non fare fuoriuscire tutto, ma ogni volta peggiora la situazione. Ottenere la diagnosi significherebbe per me dare un senso completamente diverso a quella che è stata la mia vita fino ad adesso, a capirmi davvero, e iniziare finalmente a fare tutto quello che posso per assecondare le mie esigenze. Per me non sarebbe difficile accettare la diagnosi, ma credo che lo sarebbe molto di più per le persone che mi sono vicine: ho creato l’alter ego di me stessa, che agli occhi degli altri non potrebbe mai (forse) essere Asperger, e che invece credo mi stia portando lentamente a consumarmi come una candela.

Ho però deciso che non mi voglio più nascondere, e vorrei tanto conoscere, dialogare e confrontarmi con persone simili a me o che possono comunque capire che situazione sto passando, magari perché l’hanno vissuta a loro volta o perchè riguarda una persona a loro cara. E quindi eccomi :)
Blunotte
Post edited by tempioazzurro on

Commenti

  • NemoNemo Moderatore
    Pubblicazioni: 3,031
    Benvenuta.
    Memento Mori
  • MononokeHimeMononokeHime Colonna
    Pubblicazioni: 1,729
    Benvenuta! :)
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • BlunotteBlunotte Veterano
    Pubblicazioni: 142
    Benvenuta!

    Goditi questa sensazione di "luce improvvisamente accesa"!
    :)

    Mi sono ritrovata parecchio nel tuo racconto, anche se a differenza tua io non sto cercando una diagnosi ufficiale.

    Per vari motivi al momento preferisco partecipare solo alle discussioni del forum pubblico e non usare i messaggi privati, salvo casi particolari.
  • tempioazzurrotempioazzurro Neofita
    Pubblicazioni: 7
    Grazie a tutti :)

    @Blunotte per me è più che comprensibile non cercare una diagnosi ufficiale, e io stessa ho avuto il dubbio per un po' di tempo se farlo o meno. Da persona che ha sempre fatto fatica a trovare la propria identità come individuo (e ci ho lavorato anche molto con la terapia ma senza grande successo) ho ritenuto che però acquisire "ufficialmente" questa consapevolezza potesse essere di grande aiuto per mettermi finalmente a fuoco. Vedo più la diagnosi come un punto di ri-partenza :)
    Blunotte
  • forzadeltassoforzadeltasso Membro
    Pubblicazioni: 55
    Benvenuta!
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online