Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Meltdown pericoloso

JAA005JAA005 Veterano Pro
modificato 29 November in La piazza (discussioni generali)
Mercoledì scorso ho avuto un problema piuttosto grande.ù: Ho reagito in maniera folle ad un rimprovero di mia madre.
Stavo guardando alcune cose su Instagram e mia madre mi ha interrotto per chiedermi di studiare. Premetto che so organizzarmi abbastanza, che oltre studiare faccio dei lavoretti in una scuola, suono ed ho una vita sociale in linea con il mio essere Aspie (Alcuni amici li ho), pertanto ho visto una cosa come un'ingerenza nella mia vita: Ho urlato, ho avuto atti di autolesionismo, ho provato anche a buttarmi giù dalla finestra (Bloccato proprio da mia madre), poi sono fuggito senza cellulare. Mia madre nel frattempo aveva messo in allarme rosso i miei 5 amici.
Non ho pensato di farla finita e non ce l'ho con mia madre, penso solo di essere molto stanco, MA... mi sono fatto paura da solo.
Sono seguito da neuropsichiatra e psicologo e mi sento tendenzialmente bene, ma non riesco a comprendere il perché di questa reazione.
MarkovMononokeHimerondinella61speranza82LupaOssitocina
Post edited by Sniper_Ops on
«1

Commenti

  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    Pubblicazioni: 2,532
    Eri già sovraccarico per qualcosa?
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
  • unicornunicorn Membro
    modificato 29 November Pubblicazioni: 81
    Anche a me sono capitati due o tre episodi piuttosto irruenti. Ragionandoci tanto a mente lucida ho capito la ragione per la quale mi sono capitati ed ho imparato a prevedere quando potrei reagire cosi. È stato un grande passo in avanti perchè grazie alle previsioni meteo dell'umore, come le chiamo io, evito queste escandescenze.
    Tu sei un adolescente, mi sembra di capire, quindi avrai bisogno di un po' di tempo per capirti meglio, inoltre avendo l'adhd -ho letto in un tuo commento- sei sicuramente impulsivo, con questo ci devi fare un po' i conti, purtroppo.
    Spero che in casa con te ci sia un uomo, oltre tua madre, un uomo sufficientemente solido che possa contenere tue eventuali crisi d'umore.
    JAA005
    Post edited by Sniper_Ops on
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 819
    Tima_Android ha detto:

    Eri già sovraccarico per qualcosa?

    Dormo poco e faccio molte cose: scuola, orchestra, pallavolo, lavoretto, amici ecc
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 5,622
    JAA005 ha detto:

    mi sono fatto paura da solo. Sono seguito da neuropsichiatra e da psicologo. Mi sento tendenzialmente bene.Ma non riesco a comprendere il perché di questa reazione.



    lo capirai nel tempo quando ci ripenserai. per adeso l'importante è che sei cosciente del livello estremo che puoi raggiungere.

    comunque sai che sta per arrivare, e allora lo previeni scaricando tutta l'emotività (ti isoli e lasci uscire tutto),evitando così di andare in meltdown agressivo, perché se questi si ripetono, poi è sempre più difficile contenerli.

    JAA005Felipemammarosanna

  • FelipeFelipe Membro
    Pubblicazioni: 55
    Penso di avere avuto esperienze simili (autolesionismo a livelli preuccupanti). 
    Un  paio di consigli: evita attività che scollegano dalla realtà (internet, videogiochi, alcol) quando le tue energie si abbassano; portano ad un inevitabile meltdown se entra un fattore disturbante. Dormi, leggi o dedicati ad un'altra attività piacevole, ma ricaricante.
    Visto che è già successo, in futuro la tua mente potrebbe automaticamente pensare al balcone in un meltdown. Cerca di sviluppare strategie per il futuro (meglio scappare di casa senza cellulare, a questo punto, o chiudersi in camera) e di avere ostacoli fisici in quel punto. Qualcosa come vere e proprie sbarre o della mobilia.
     Ricordati di parlarne con gli esperti che ti seguono e tua madre. E fa' incontrare quest'ultima con il neuropsichiatra, per icevere i giusti consigli.

    Coraggio, hai il supporto adeguato e sei consapevole delle tue difficoltà, non colpevolizzarti.
    JAA005
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 527
    Più ti leggo più affiorano i ricordi d'infanzia. Mi è capitato tante volte e pur non avendo di fatto aperto la finestra ho fatto scene folli per un non nulla. E anche adesso devo contenermi perché alcune cose mi sregolano così tanto che romperei tutto. Anche secondo me forse in questi momenti dovresti rallentare un po' e concederti un po' di riposo da un paio di impegni. Io sono nt ma credo che dietro la diagnosi di mia figlia ci sono proprio io. Alla tua età io riuscivo solo a studiare e anche se avevo il fidanzato non riuscivo a far combaciare tante cose e anche oggi perdo la pazienza facilmente e scatto per nulla. E sono nella variante ottima di me. A confronto di come ero da teen sono una guru. Ovviamente fuori casa riuscivo a controllarmi e anche oggi fuori e a lavoro riesco ma forse proprio perché mi concentro tanto nel controllarmi che a casa andavo in meltdown e ti assicuro che erano proprio come il tuo.
    JAA005
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 527
    Giusto ieri ho passato delle ore infernali, avrei voluto morire, ho fatto incavolare mio marito, mi sono chiusa per un paio d'ore. Ero in sovraccarico di emozioni, stanchezza, rumori, ho urlato un po' a tutti. Da piccola avrei dato completamente di fuori. Poi mio marito mi ha azzerato e così ho capito che il problema ero io. Crescendo sono sicura che riuscirai a migliorare nella gestione dei meltdown.
    JAA005
  • mammarosannamammarosanna Veterano Pro
    Pubblicazioni: 346
    riot ha detto:

    JAA005 ha detto:

    mi sono fatto paura da solo. Sono seguito da neuropsichiatra e da psicologo. Mi sento tendenzialmente bene.Ma non riesco a comprendere il perché di questa reazione.



    Vorrei capire anche io...

    Mio figlio ne è preda in continuo per piccolezze (almeno per me sono tali..)

    Sembrerebbe che a scatenarli nel SUO caso sia il fatto di non poter decidere lui qualsiasi cosa...

    Quando gli dico che dopo scuola andrà dalla nonna si arrabbia perché vuole andare a casa...

    E quando gli dico che andiamo a casa dopo scuola dice che vuole andare dalla nonna...

    Una volta gliel'ho chiesto al mattino cosa voleva fare prima della scuola...
    Dopo ha comunque avuto una crisi:

    Parolacce, calci schiaffi..

    Non so se continuare ad ostinarmi a volerlo educare... O se aspettare che cresca...

  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 5,622
    @mammarosanna non è chiaro a chi hai chiesto per via della formattazione del post.

    da parte mia posso pensare questo: devi capire se si trova in una fase oppositiva in cui tutto non va bene, ma comunque risesci a gestirlo, oppure se è un modo per sfogare per davvero una tensione interna che dipende sempre da fattori emotivi (cioè li distingui dal semplice capriccio).

    nel secondo caso puoi tentare di cerarne le ragioni. cosè che lo porta al sovraccarico? aspetti sensoriali come la confusione a scuola, rumori intorno a se, aggiunti alle attività che deve svolgere. tutto questo è più semplice da poter affrontare.

    il caso più difficile è quando i motivi sono legati alla sua consapevolezza, alla difficoltà che incontra quotidianamente nel doversi rapportare col mondo. qui gli servirebbe davvero una attività capace di farlo sfogare liberamente senza arrivare ai meltdown, che sono sempre esperienze emotivamante devastanti. lasciarlosfogare fisicamente in un ambiente protetto intendo e, nel frattempo, farlo sentire compreso.
    mammarosanna

  • mammarosannamammarosanna Veterano Pro
    Pubblicazioni: 346
    @riot
    Ho problemi a citare dallo smartphone...
    Volevo citare ciò che aveva detto @JAA005 a proposito dei suoi meltdown..
    È venuto fuori un pasticcio... Vabbè...
    Non saprei proprio ipotizzare cosa scateni questi meltdown: se tornare da scuola, situazione in cui è "costretto" a star quieto e seguire delle regole... Oppure la sua consapevolezza di difficoltà
    C'è un problema di gestione delle emozioni...
    Anche se gli dicessi di trovare una maniera più consona per sfogare le energie non mi ascolterebbe..
    . Sono il suo "oggetto di sfogo" ormai..



    riot
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online