Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Hans il cavallo intelligente e la Comunicazione Facilitata

wolfgangwolfgang SymbolModeratore

Hans il cavallo intelligente e la Comunicazione Facilitata

Come e perché NON funziona la comunicazione facilitata nell´autismo.


di David Vagni

La storia inizia nel 1800 con un cavallo "intelligente" chiamato Hans e purtroppo continua ai giorni nostri con molti bambini autistici e terapie smentite dalla comunità scientifica.


image


Valentagiovanna
Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

Commenti

  • GinGin Membro
    Pubblicazioni: 91
    Si può dire lo stesso sull'uso dei lessigrammi.
    Il bonobo Kanzi è considerato uno dei primati più intelligenti al mondo ma ad ogni interazione cerca sempre con lo sguardo l'addestratrice l'educatrice.
    http://www.youtube.com/watch?v=_opEeCllL1w
    Mi chiedo cosa accada quando gli educatori non sono presenti.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,741
    @Gin credo che per le scimmie la situazione sia un po' diversa. Non sono mai stati prodotti pensieri complessi e sono state evidenziate produzioni autonome con persone diverse dagli addestratori. Ovviamente non si tratta di linguaggio come lo intendiamo noi, è la semplice associazione di stimoli visivi ad oggetti, come avviene nei bambini prima dell'esplosione linguistica
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 9,508
    Molto interessante.
  • giovannagiovanna Colonna
    modificato March 2015 Pubblicazioni: 3,900
    Beh, potremmo essere tutti convinti di aver comunicato in modo efficace, ma in realta' ce lo siamo immaginato, l' interlocutore dava delle risposte indotte:)
    Pero' io sono convinta che il mio gatto abbia imparato a parlare con me, se ha fame mi corre dietro e mi supera nella direzione della cucina, se vuole andar fuori va verso le scale:)
    E io non gliel' ho insegnato, ha fatto tutto da se'.
    In realta' perche' la ciotola e' sempre li', e le scale portano fuori.
    Quando ha un disagio, spacca tutto, perche' sa che io reagisco, mi fa alzare, c' e' tutto un codice fra noi, condiviso.
    Post edited by giovanna on
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • CyranoCyrano Veterano Pro
    Pubblicazioni: 965
    Ho letto con molto interesse l'articolo, anche perché io lavoro con disabili gravi. Uno di questo è un ragazzo autistico; la sua assistente ha insegnato a due mie colleghe la comunicazione facilitata con la tastiera. Parliamo di un ragazzo di 16 anni che frequenta anche la scuola normale. Non so a questo punto quante delle sue risposte siano "sue". Non so se è in grado di usare da solo la tastiera, chiederò. Non lo conosco bene perché ha una forte tendenza a cercare il contatto fisico (strano…), la mia coordinatrice sa che mi da fastidio e il perché, e fa in modo di non farci mai incrociare nelle attività. Indagherò...
    wolfgangmandragola77
    I portoni del mio isolamento cingono parchi di infinito… (Pessoa)
  • Lycium_bLycium_b Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,868
    Io credo che gli animali possiedano una sorta di telepatia. In presenza della persona che conosce il risultato il cavallo sa la risposta perché la legge nell'interlocutore.
    Se l'interlocutore è nascosto o non sa la risposta il cavallo non può leggere nulla e non sa dare il risultato.
    Una cosa simile si riscontra nei cani e in certi uccelli evoluti, come il pappagallo cinerino.
    Io finora ho constatato che i miei cani sono in grado di leggere le mie intenzioni, emozioni e anche alcuni pensieri semplici tipo "usciamo a fare un giro", "ora ti do da mangiare", "scendi dal divano", "alzati" e così via.
    È sufficiente che io pensi figurativamente una cosa guardando negli occhi il cane e lui è in grado di capire.
    Io credo che nell'uomo invece, questa abilità sia scomparsa proprio a causa del linguaggio verbale e del pensiero discorsivo complesso.
  • DomitillaDomitilla Senatore
    modificato March 2015 Pubblicazioni: 2,962
    C'è un episodio dei Simpson (stagione 15 episodio 13) dedicato all'argomento.
    La bambina più piccola risulta con un QI altissimo perché la grande senza volerlo le suggerisce le risposte.
    Alla fine però il cavallo era intelligente se è riuscito a ingannare gli esperti cogliendo i segnali...
    Sembra un po' il procedimento che usano i mentalisti.
    PeregrinoLycium_b
    Post edited by Domitilla on
  • Andato_87Andato_87 Andato
    Pubblicazioni: 3,049
    Articolo interessante, mi era sfuggito.
    Sono giunto qui grazie al blog di Alberto Paperinik “Autismo mica noccioline”, a proposito del film “Pulce non c'è” e delle notizie su ragazzi non verbali laureati, notizie che ho sempre preso con le pinze.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online