Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Sto malissimo

Stamattina ho discusso con una delle persone a cui tengo di più perché io non mi adatto ai cambiamenti di programma.....ho sbraitato che non mi interessa quanto sia grave una situazione...io non cambio programmi! Poi mi sono messa a piangere! Vi capita? Mi sconvolgono troppo queste cose
Felipe

Commenti

  • FelipeFelipe Membro Pro
    Pubblicazioni: 160
    Rispondo perchè sono sicuro molti abbiano avuto esperienze simili, ma non ce la facciano a rispondere.
    Non prendertela, è normale per noi aspie voler avere una stretta routine. Il fatto che tu abbia pianto mostra come non avessi alcuna malizia, sii gentile con te stessa.
    Honey
  • ilsensodellombrailsensodellombra Veterano
    Pubblicazioni: 110

    È successo tante volte e a differenza tua non ero consapevole della mia condizione quindi tendevo a giustificarmi sempre, trovare scuse, e ero convinto di avere ragione anche quando diventavo un blocco di marmo e troncavo qualsiasi discussione con una intransigenza degna di una macchina burocratica.
    Concordo con Felipe.

    : )
    Honey

    1,0 e √-1


  • BlindBlind Colonna
    Pubblicazioni: 2,509
    Honey ha detto:

    Stamattina ho discusso con una delle persone a cui tengo di più perché io non mi adatto ai cambiamenti di programma.....ho sbraitato che non mi interessa quanto sia grave una situazione...io non cambio programmi!

    Quando ti sarai tranquillizzata un po' analizza tutta la situazione da capo, con lucidità.

    "io non cambio programmi" è un assioma, una regola che segui senza aver mai dimostrato a te stessa che puoi farne a meno, che puoi cambiare senza morire nell'istante in cui cambi.
    Per quanto possa sembrare sconvolgente, la vita non segue una "stretta routine": molte cose sono del tutto imprevedibili e non sarai mai pronta ad affrontarle. Eppure, un istante dopo il cambiamento, sarai ancora viva.
    Pensaci.
    HoneyLupaFelipeamigdalaMononokeHimeGiulor_Lilith_
  • LupaLupa Veterano Pro
    Pubblicazioni: 488
    Per quanto riguarda me dipende dall'entità del cambio di programma ma soprattutto da quanto sono stanca fisicamente o mentalmente in quel momento.
    Da molto tempo non mi capita più di avere reazioni forti come la tua, di solito provo una irritazione più o meno intensa a seconda dei due fattori di cui sopra. Mi è capitato di avere reazioni così forti in adolescenza in momenti di sovraccarico in cui il cambio di programma era la tipica goccia che faceva traboccare il vaso; come ha scritto @Blind in quei momenti l'unica cosa che potevo fare era riflettere a posteriori su cosa mi era successo e là dove possibile cercare di chiarire con le persone che potevo aver involontariamente offeso o ferito. Su di me il tempo (banalmente uscire dalla fase adolescenziale) e immagino l'esperienza data dall'affrontare gli inevitabili cambi di programma che capitano nel corso della vita hanno mitigato la reazioni, ma è anche vero che pur essendo io una programmatrice non sono particolarmente rigida su questo fronte.
    HoneyamigdalaMononokeHime
  • EvangelionEvangelion Appena Entrato
    Pubblicazioni: 3
    Il peggiore di tutto è che la gente in genere non riesce a provare empatia quando dimostriamo un segno tipico dell'autismo(ad esempio: incapacidà di  cambiare la routina). Credo che il meglio che c'è da fare sia cercare un genere di terapia, perché ci sono delle terapia che ci aiutano a abittuarsi alla sindrome
    giuseppeHoney
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online