Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Persone con gli Attributi

Ciao,
Vorrei porre una questione, mi hanno definito spesso una persona "Senza Palle" però non sono mai riuscito a capire cosa significa. Alcuni mi dicono che non dico in faccia le cose che penso alle persone, altri che non riesco ad affrontare alcune situazioni, altri ancora che sono troppo permissivo.
Molte di queste cose sono vere, ho imparato nel tempo a fare scegliere gli altri nella vita sociale ed a farmi trascinare per compensare il senso di inadeguatezza.
Vorrei capire meglio cosa significa e soprattutto cosa posso fare nel concreto, senza frasi fatte, per porre rimedio a questa condizione.

Commenti

  • Pubblicazioni: 112
    Tieni presente che la maggior parte delle persone che utilizzano tale (ridicola per quanto mi riguarda) espressione lo fanno in maniera superficiale usando appunto una frase fatta collegata allo stereotipo dell'uomo duro, l'uomo vero, l'uomo con le palle appunto. E altrettanto ridicola (e odiosa) è tale espressione quando viene riferita ad una donna: "è una donna con le palle" come per dire hai visto nonostante sia una donna ha le qualità di un uomo, con la U maiscuola ovviamente.

    Forse vorrebbero controllare se hai le palle? Se ancora giravamo nudi con i gioielli al vento, come accadeva 100.000 anni fa, avrebbero potuto controllare senza problemi XD. 

    Chi si arroga il diritto di emettere simili gidizi non si rende nemmeno conto di quanto siano ridicoli, sembra quasi stiano parlando di prodotti di mercato che non hanno uno standard condiviso, un certificato tipo il marchio CE.
    Sanno poco o nulla della tua interiorità, delle numerose sfaccettature che compogono il tuo essere, e magari pensano invece di conoscerti anche bene e magari scambiano anche la loro opinione personale per una legge universale, una certezza assoluta e immutabile.

    Se modificare un tuo comportamento ti risulta utile/necessario in vista di un possibile miglioramento, per stare meglio con te stesso, è un conto, ma assecondare un'idea che altre persone ritengono "giusta" per te (o per tutti in generale) è tutt'altra faccenda.
    La cosa che migliore che puoi fare, secondo me, è quella di imparare a lasciarti scivolare addosso i giudizi che le persone non smetteranno mai di emettere.
    Tieni sempre ben presente che nella maggior parte dei casi tali giudizi sono opinioni personali basate sull'apparenza e sulla scarsa capacità di analisi (e anche scarsa sensibilità) che corrispondono a modelli/certezze che hanno costruito nella propria mente (in maniera più o meno autonoma e più o meno lucida) e/o interiorizzato durante il contatto con la realtà circostante e quindi secondo le relative esperienze. 
    L'imitazione di modi di fare e modi di dire dominanti nell'ambiente dove si vive è un esempio lampante.

    p.s. esempio stupido: se un bambino cresce in un ambiente dove è abitudine comune prendere a calci gli animali e trattare le persone anziane come esseri deboli e inutili, come un peso da dimenticare, tenderà a conformarsi a certi modi di fare che a loro volta influiranno sul modo di parlare (violenza verbale ad esempio) e ragionare. 
    Non è detto che anche lui prenderà a calci gli animali o maltratterà gli anziani ma di certo esiste la possibilità che accada o che accetti senza problemi che altri lo facciano.


    1,0 e √-1


  • LupaLupa Veterano Pro
    Pubblicazioni: 494
    Al di là della scelta dei termini che è discutibile come ha sottolineato ilsensodellombra, in generale si intende "senza palle" una persona che non sa farsi valere o, in una accezione più negativa, una persona codarda. Le spiegazioni che hai elencato tu sono immagino specifiche delle situazioni a cui si riferiva il modo di dire, per cui il significato di "senza palle" va di volta in volta interpretato.
    Se posso permettermi di darti un consiglio prima di cercare un rimedio cerca di capire se davvero ciò di cui ti "incolpano" lo senti vero, se davvero l'aspetto di te che sottolineano è negativo anche per te e non solo per gli altri. Per esempio per alcuni una persona che non prende posizione, che cerca di ascoltare le ragioni delle varie parti e di mediare può essere un "senza palle" ma per altri invece una persona diplomatica. Oppure una persona che si fa trascinare può essere una persona a cui importano più le persone con cui sta di quello che si fa insieme. Se poi ti accorgi che a farti soffrire è qualcosa di tuo e non il giudizio degli altri allora cercherai di volta in volta il rimedio.
    BlunotteTat
  • Alexx92Alexx92 Membro
    Pubblicazioni: 17
    Noto spesso che vengo trattato come una persona le cui opinioni/richieste possono essere ignorate, l'impressione è che molti lo facciano apposta un po' alla volta per vedere fino a che punto possono spingersi.
    Lo schema manipolatorio è sempre lo stesso: dapprima mi lusingano di complimenti, poi mi fanno parlare di cosa mi fa stare male, segue una prova di forza (tipicamente un 'cazzotto-scherzo') poi un appiccicarsi a me e voler sapere sempre cosa faccio, poi chiamate e messaggi sempre più insistenti ed infine un atteggiamento come ad addestrare un animale (complimenti quando si fa qualcosa che piace all'altro, insulti altrimenti).
    Il tutto parte da mia madre che mi ha sempre cresciuto con l'idea dello stare insieme a tutti i costi, anche se non mi sentivo di uscire o di dover fare ciò che piace agli altri pur di stare in compagnia, mi sono completamente annullato per fare ciò e spesso mi pesa il fatto di non riuscire a fare quello che vorrei o che dovrei.
    Blunotte
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online