Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Come ci si guarda dentro?

Questo tema per me è delicato,perché non sento un dentro o un io da qualche parte...mi fa sentire inesistente a me stessa.
Questa condizione c'è da qualche anno,da quando ho cominciato appunto ad approfondire ricerche sulla crescita interiore,da li è stato un susseguirsi di momenti e stati d'animo a volte molto euforici e non mi accorgevo che stavo perdendo il lume e di aver sciolto le briglie alla mente.

Il mio terapeuta a volte se ne è uscito con delle frasi che mi hanno destabilizzata,ritiene che io abbia vissuto sempre con processi mentali per sopperire a grandi traumi...eppure qualche anno fa sentivo emozioni,sentivo una parvenza di me che sapeva cosa dire,sapeva quali erano i suoi interessi e piaceri...

Proprio quando ho aperto la possibilità di poter essere altro e ho cominciato a fantasticare su me e il mondo di un futuro è li che mi sono negata e persa....so che me stessa è proprio davanti i miei occhi,ma non so come fare,ogni momento che passo con me o con gli altri mi sento trasparente e indefinita, e quando provo a dedicarmi in attività lo sento futile e pesante,non riesco a crederci e avere dedizione.
Una volta dipingevo per ore senza nemmeno mangiare,fumare e altro..
Dentro la mia testa c'è una voglia incredibile di studiare,di sapere,di dare e ricevere amore...ma è solo nella mia testa,nella realtà mi disilludo..la mia volontà è così debole che basta aprire gli occhi e si frantuma.
vera68Lupa

Commenti

  • Pubblicazioni: 112

    Come conosco me stesso?

    Penso che questa sia una delle domande fondamentali dell'esistenza, vorrei possedere la soluzione definitiva da consegnarti, ma non ce l'ho.

    Dal poco che ho capito vivendo siamo esseri in continua definizione, in continuo mutamento, la nostra interiorità non è una camera stagna indipendente dall'esterno, qualcosa di rigido e immutabile, ma qualcosa di fluido, veniamo continuamente influenzati e modellati dalle nostre esperienze, da come le interpretiamo e da come reagiamo ad esse, come un liquido che si adatta alla forma di ciò che lo contiene: ma il liquido in sé che forma ha?
    Quante forme esistono? 

    (Temo solo di aver aggiunto altra incertezza, ma io non possiedo certezze e ho imparato ad accettarlo.)

    Ti lascio questa:
    "ciò che il bruco chiama fine del mondo, il mondo la chiama farfalla" Lao Tse

    1,0 e √-1


  • Matt971Matt971 Membro
    Pubblicazioni: 41
    forse succede a molti quando si è inclini a sognare ad occhi aperti, si esagera nel farlo perché di fronte ad una realtà che ci opprime.

    se poi mancano possibilità concrete di piegare questa realtà, e può succedere tranquillamente senza che la colpa sia in noi, bisogna immediatamente smettere di fantasticare e cercare di "FARE" partendo da cose molto semplici e possibilmente nell'ambito di un collettivo.


Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online