Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Altro articolo che mi lascia un po' perplesso

L'articolo in questione è questo: https://thevision.com/cultura/troll-discutere-argomentare/

Sono d'accordo che con i (cosidetti) "troll" non si discute, però arrivare a parlare di (cyber)bullismo mi sembra eccessivo (in alcuni punti).

Voi cosa ne pensate?
Mare

Commenti

  • fattore_afattore_a Colonna
    Pubblicazioni: 2,258
    Non sapevo che ci fosse un nome per gli atteggiamenti di queste persone.
    È capitato anche a me di trovarmi commenti in risposta ai miei interventi con domande di quel tipo. Recentemente sul sito tvblog.
    Trovo sia una conseguenza della considerazione di Umberto Eco sui social network, quella sugli imbecilli. Per non passare da imbecilli, si attivano con un rigore che ha gli atteggiamenti scientifici e razionali, ma in realtà sono emotivi e basati su sentimenti comuni di rivalsa.

    Il bullo ha bisogno del pubblico, dei supporter, delle chiamate al combattimento.

    Io non vado oltre un solo commento di risposta a chi commenta un mio intervento. Nel caso di Tvblog cui accennavo, però, sono andato oltre e ho pagato con la stessa moneta.
  • MareMare Veterano
    modificato 15 July Pubblicazioni: 257
    A me non è mai capitato di osservare strategie comunicative di quel tipo, detto questo mi fido sul fatto che esistano.
    Quello che però mi lascia molto perplessa è che le domande che hanno lo scopo di analizzare e chiarire meglio un'affermazione siano incluse in queste forme di cosiddetto mobbing (che mi sembra un termine eccessivo riferito a ciò).
    Voglio dire che forse effettivamente iniziano in questo modo, ma queste sono domande più che legittime da farsi e di cui aspettarsi una risposta.
    Io le faccio spesso, che senso ha, altrimenti, parlare di qualcosa? Dire "secondo me si..io la penso o non la penso come te"?
    È giusto sviscerare qualcosa per comprenderlo meglio, valutarne tutte le implicazioni e anche evitare equivoci. Se poi c'è chi usa queste domande in malafede è un altro problema, la colpa non è fare queste domande!
    Mi è capitato proprio in questo forum, partecipando a una discussione di genitori, di essere accusata di fare domande tendenziose e offensive, quando erano semplicemente domande per chiarire.
    A volte c'è chi NON vuole chiarire e analizzare, perché ciò farebbe emergere i bias, le distorsioni presenti nel proprio pensiero. E se la piglia con chi pone domande.
    Post edited by Mare on
  • riotriot Moderatore
    modificato 16 July Pubblicazioni: 5,909
    ritengo eccessivo quanto riportato nell'articolo per il solo fatto che se si è sicuri delle proprie idee e posizioni, non c'è "leone marino" che tenga.

    poi, se si accetta di entrare pubblicamente in un dibattito e non si hanno i mezzi adatti a sostenere le proprie tesi, questo fungerà da palestra e sicuramante nel tempo si acquisiranno tali capacità.

    @Mare capisco i toni a cui ti riferisci e un'altra cosa che l'articolo non nomina sono i modi fanatici di quelle persone che si comportano come hai descritto tu. sono persone che non vogliono discutere forti di una "verità" portata in modo assolutistico, diciamo coi paraocchi, e animate da un fanatismo che vede gli altri come inferiori. tali persone useranno sempre l'offesa e/o i modi passivo-aggressivi cioè faranno in modo da farti sentire colpevole di averli attaccati e di farti sentire non aggiornata o inattuale.

    ecco, dal mio punto di vista quell'articolo è parziale.
    MareMinollo
    Post edited by riot on

  • KamenKamen Membro
    modificato 18 July Pubblicazioni: 51
    Credo di averne visti in giro nei vari forum frequentati negli anni.
    Il problema di questi personaggi è che si può dare loro la risposta più completa e articolata, ma continueranno sempre a trovare qualcosa che non va e a rigirare la frittata della loro parte senza lasciare la possibilità di un reale dialogo costruttivo, proprio perché questi partono dal presupposto di essere gli unici ad avere ragione.
    Persone con atteggiamenti manipolatori del genere li ho visti chiamare in modo diverso a seconda dell'ambiente in cui ci si trova. Certe volte si possono verificare atteggiamenti intimidatori che fanno pensare al bullismo. Ho visto personalmente discussioni degenerare e quando l'interlocutore esasperato ad un certo punto ha "chiuso le porte" l'altro si è infuriato arrivando alle minacce.
    Post edited by Kamen on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online