Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Ero "on focus", ho litigato con la mia compagna, non le ho prestato attenzione...

PavelyPavely Andato
modificato May 2013 in Sensi, percezioni, attenzione
Stavo scrivendo quì un post.

La mia compagna mi chiama, vuole parlare, ero on focus, non sono riuscito a interrompere ciò che stavo facendo, lei si è offesa.

Mi stava dicendo una cosa importantissima. E il mio comportamento l'ha fatta sentire "trattata con sufficienza". Non sono riuscito a darle attenzione.

§

Sono triste, amareggiato.

§

Vorrei chiedervi: come posso superare questo Handicap. Come posso "interrompere" ciò che sto facendo per dare la giusta attenzione a parole che, lo so, sono importanti?

Mi sento un mostro.

Giustamente la mia compagna dice che per me valgono regole differenti... (voglio essere ascoltato in modo impaziente ma non so ascoltare con uguale pazienza).

Dovrò lottare.

Pure: avete dei consigli?

§

Se D. passa quì... vorrei, davvero, chiederle perdono.


Commenti

  • Icaro89Icaro89 Colonna
    Pubblicazioni: 1,223
    Serve umiltà. Dobbiamo renderci conto di non essere al centro del mondo. Dobbiamo ricordarci che gli interessi assorbenti che abbiamo sono solo un mucchio di stronzate. E dobbiamo spegnere il computer più spesso. Dedicare attenzione a una persona è un'operazione di grande difficoltà, ma dobbiamo ricordarci che potremmo pentircene amaramente se non lo facciamo. Subito.

    Chiedere scusa è il primo passo.
  • anankeananke Senatore
    Pubblicazioni: 1,585
    Allora, prima cosa, non sentirti un mostro, non è necessario e non credo che ti aiuterà a risolvere il "problema".
    Semplicemente focalizza la parte di te che vuoi cambiare e prova a chiedere alla tua fidanzata un pò di comprensione, in quanto non lo fai apposta, non sei in malafede, ti stai proponendo di migliorare e ricordiamoci che tutti abbiamo qualche difetto, limite o mancanza da superare, non nasciamo perfetti. E non per questo siamo dei mostri:) E' davvero eccessivo anche solo pensare una cosa del genere.
    Proviamo a prendere le cose con più leggerezza e autoironia, non stiamo lì a pensare di dover essere sempre perfetti e che una piccola mancanza faccia crollare il mondo. Tutto si risolve, tutti noi dobbiamo migliorare e non c'è cosa più naturale e condivisa di questa.
    Eppoi ci vuole comprensione per i reciproci meccanismi, occorre andare a fondo l'uno dentro l'altra per capire il perchè uno fa così, senza che l'epilogo debba coincidere per forza con un'accusa.
    Deve provare a capire pure lei che quando sei concentrato su una cosa in maniera tanto focalizzata, non puoi staccare e hai bisogno del tuo tempo per riportare la tua attenzione su altro. E' un tuo meccanismo e non credo sia la fine del mondo, anche perchè è qualcosa di neutro, in quanto non caratterizzato da incuranza o malafede. In compenso però, poi puoi fare qualcosa di carino per lei, così da riequilibrare subito le parti:)
    Dai che i problemi nella vita sono altri, e questi sono assolutamente superabili in un batter d'occhio. Spesso è sufficiente parlarsi a vicenda con cuore e mente aperti, senza pregiudizi e con amore. Sono certa che riuscirete ad arrivare senz'altro ad un buon compromesso:)


  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    :)

    (Grazie)
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,722
    @Pavely

    Ti capisco! Non sai quante volte ci ho litigato con Meg (beh, lei fa uguale, ma questo forse ci fa rendere conto che quello che per noi è naturale può essere fastidioso per un altro, ma soprattutto che è fastidioso anche per noi se stiamo dall'altra parte!).

    Come risolverlo? Di a Dolce di avvertirti. Mi spiego. Sa che sei fatto così, digli che può "assertivamente" (senza rabbia) incitarti a staccarti, ci vuole un po' di tempo ed è difficile da "addestrare" come competenza, ma ci si riesce pavel, ci si riesce!
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    Provo un profondo senso di scoraggiamento.

    In verità: io proseguo a fare ciò che faccio e rispondo senza pensare.

    La persona che ascolta comprende perfettamente di non ottenere attenzione.

    E interpreta ciò che dico come "arroganza". In verità: io vorrei dire di lasciarmi stare.

    Ma si può dire alla persona amata: "Lasciami stare"? In verità, non lo penso. Non lo voglio.

    Vorrei essere capace di "smettere" di fare ciò che sto facendo, evitare di doverlo, per forza, portare a termine.

    Tu, Wolfang, e Oskene e Icaro mi avete dato punti di vista importantissimi. Alle volte, l'Asperger può far male. Ed è questo che mi dispiace.
  • damydamy Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,085
    Mio marito è piuttosto NT eppure con me lo fa sempre. Quando è assorbito dal fare una cosa, anche ad esempio guardare la tv, potrei anche strozzarmi col pane o sparare 10 colpi di pistola, che lui non se ne accorgerebbe minimamente. A me sta cosa mi da tanto fastidio, però dopo 10 anni che stiamo insieme l ho capito e più o meno accettato, nel senso che evito di parlare con lui in quei frangenti oppure lo prendo fisicamente con la forza, gli girò la faccia verso di me. Non sentirti un mostro, non è una cosa tanto grave.
  • corneliacornelia Senatore
    Pubblicazioni: 1,185
    A me mio marito NT me lo ha detto addirittura in faccia, quando eravamo ancora fidanzati. Io sono una chiacchierona, lui un taciturno. Un giorno, eravamo ancora fidanzati e stava guidando, io a bruciapelo gli chiesi: come fai tu, silenzioso come sei, a stare con me che chiacchiero tanto? e lui candido come la neve mi ha risposto: la maggioranza delle volte penso agli affari miei :-O
    Io l'ho accettato, però adesso quando parlo dei bambini e lui non ascolta gli faccio di quei predicozzi che metà bastano (chissà se li sente!)
     

  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    :)

    Ecco... vedi la vita...

    Grazie Damy, grazie Cornelia.


  • VirussViruss Veterano
    Pubblicazioni: 258
    Pavely, innanzi tutto complimenti perché già prendere atto e ammettere di aver tenuto un comportamento sbagliato ti metta sulla via della risoluzione, sei già a buon punto. Con mio marito non succede, credo che sia successo di rado che abbia ammesso di aver fatto qualcosa di sbagliato.
    Per quanto riguarda il non ascoltare, a noi succede al contrario, sono io che mi estraneo quando lui inizia quelle sue argomentazioni infinite. Qualche volta mi chiede "ma mi stai ascoltando?" e allora prendo la palla balzo e gli dico "no" nella speranza che la smetta, a volte lo fa a volte no. Altre volte lo supplico di chiudere il discorso magari buttandola un po a ridere e lui mi guarda come se fossi un'aliena, non capisce cosa ci trovi da ridere. Io vorrei fuggire molto molto lontano....io non sono x nulla chiacchierona, credo di aver trovato una specie di "economia" della parola, ogni parola in più mi sembra fatica sprecata. Non racconto mai nulla e se costretta riduco all'osso.
    Potete capire quanto mi sfinisca la sua prolissità (solo per certi argomenti) .
    Pavely non scoraggiarti, certi equilibri si costruiscono anche con il tempo. Noi siamo work in progress.
  • marielmariel Senatore
    Pubblicazioni: 1,551
    Pavely fosse come te il "mio" aspie sarei così felice. almeno tu rifletti sulle cose che fai!!
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online