Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Innamorata di un cane che non riesco a tenere.

Ho fatto il passo più lungo della gamba: ho preso un piccolo appartamentino per conto mio. L'ho scelto non arredato per potermi portare le poche cose che ho salvato da casa dei miei e che stavano da una zia. I miei parenti più prossimi sono zie ottantenni e cugine tutte molto grandi che non mi chiamano nemmeno a Natale...per non disturbarmi. (E io trovo normale passare il Natale  a pulire a fondo la casa, da sola.)
In ogni caso son riuscita a trovare una coppia che mi ha affittato una casina e ho ben pensato di prendere un cane. I cani sono creature semplici e io li ho sempre capiti molto meglio che gli umani. Ho sbagliato, se avessi saputo, se avessi "realizzato" avrei almeno preso un cucciolo. La veterinaria mi ha detto che in casi come il mio si preferisce scegliere una razza in modo da avere una certa prevedibilità di carattere. Invece io che ho proprio la "vocazione Thunberg" ho scelto non solo di "salvare" un bastardino, ma di non prenderlo nemmeno da un canile...salvarlo prima che arrivasse in canile.
In sostanza abbiamo fatto addestramento, il cane non è di certo un cane ingestibile ma è un incrocio in cui ci sono Pincher e cane da caccia. Ha un anno e mezzo, maschio, molto molto vivace.
Ho pensato "vivo sola, ho tempo, non ho amici, non esco". Ma è davvero troppo impegnativo per me, ho una crisi da sovraccarico ogni due giorni, sto perdendo peso a vista d'occhio. Solo la mia ingenuità (ma dai?! Asperger dici?!) poteva portarmi a questo. 
La bestiola, di cui sono ormai ostaggio, è ancora intestata alla prima famiglia di filippini, primi padroni che stanno a Perugia. I secondi padroni, da cui l'ho preso io, Filippini lo stesso a ben ricostruire hanno provato a sbolognarlo ad altri con scarso successo (il bimbo non lo voleva salutare "tanto torna domani"). E una volta dato a me si son dati alla macchia, inutile dirgli che non avrei proceduto ad intestarmi il cane. Un povero cane reietto a cui mi sento molto affezionata dopo solo due mesi. Ma prima del percorso con l'addestratore era effettivamente ingestibile. Ora no, ora se io avessi un compagno, se non vivessi da sola...se almeno avessi un giardino in cui poterlo far uscire se dopo una crisi ho bisogno di dormire. Povero cane lui è super paziente ma io muoio dal senso di colpa e dall'ansia a tenerlo in appartamento con un autistica. Avrebbe bisogno di un cortile, una famiglia, di inseguire le farfalle.
Ora non riesco nemmeno più a scrivere due righe per mandare le sue foto alle associazioni per le adozioni. Ora io sono in completo burn out da stress (il cambiamento di casa non gioca a mio favore). Non riesco a stare dietro alle faccende, alle mie esigenze, ma mi sento troppo in colpa a non soddisfare le esigenze del cane. Cane amorevole...ma cane da caccia...chi ne ha avuto uno sa. Sono le 22:24 e io gli ho appena dovuto fare il bagno perché ci ha messo mezzo secondo, si è appena appoggiato...ma su una cacca (che suppongo umana perché non lo fanno su quella di altri cani) e aveva piovuto. Lo controllo, ma necessita di TUTTE le mie energie. E domani alle 6 si esce per la prima passeggiata.
E nessuno capisce. Perché la gente normale quando dice "non ce la posso fare" lo dice con tutto un altro spirito e significato. Io non ce la posso fare, continuo a perdere peso. Ma da sola...portarlo in canile...non riesco a smettere di piangere nemmeno mentre scrivo.
Scusatemi per lo sfogo, sono davvero sola.

rondinella61davidBlunotte
«1

Commenti

  • rondinella61rondinella61 Pilastro
    Pubblicazioni: 1,587
    @Emasia
    Hai provato a contattare telefonicamente l'OIPA? Sono presenti in ogni città, con tanti volontari... Chissà che il tuo cane non riesca ad essere preso in stallo da uno di loro, in attesa di adozione!
    riot
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,300
    Hai pensato a un dog sitter?
    I cani fanno compagnia, richiedono molte attenzioni.
    Capisco quando dici non c'è la fai (noi ne abbiamo 2, di grande taglia, in appartamento, presi adulti, uno è con noi da 4 mesi ed ha 11 anni).
    Da sola può essere un gran peso, ma la compagnia che ti dà e l'affetto possono essere un gran sollievo.
    Per questo penso a qualcuno che possa aiutarti a dividere il peso: un dog-sitter.
    Una passeggiata con il dog sitter e una con te.

    Io non volevo il secondo cane. Mio marito si è fatto intenerire, io l'ho trovato ingestibile (e all'inizio lo era, la pandemia ha giocato in suo favore, gli ha dato il tempo di abituarsi ad una vita totalmente diversa).
    Tuttavia è coccolonissimo, quando ti viene vicino sembra dirti: "tu sei importante per me, io ci tengo a te"

    rondinella61
  • MareMare Veterano
    Pubblicazioni: 364
    Di solito l'adolescenza dei cani finisce sui due anni e dopo si calmano....forse se riesci a considerare di meno le sue esigenze e di più le tue, ce la fai...ma il problema è solo che è molto energico o c'è anche aggressività e non obbedienza?
    david
  • LupaLupa Veterano Pro
    Pubblicazioni: 545
    Ciao, so che è un discorso molto delicato perché anche se con noi da poco tempo un cane (o un animale domestico in generale) diventa in breve tempo un affetto profondo, familiare, ma cercherò di essere il più possibile emotivamente neutra.
    Fossi in te cercherei di capire se si tratta di una ingestibilità che con il tempo può migliorare, cioè se il cane presenta delle problematiche su cui si può ancora lavorare o semplicemente dovute alla giovane età, se si tratta di stabilire una routine familiare (considera che due mesi di convivenza sono ancora pochi, molto si può ancora costruire), se hai o meno la possibilità di farti aiutare anche da professionisti (e qui è un discorso economico e di tempo): in questo caso credo valga la pena tenere duro e provarci.
    Se invece le tue esigenze di vita sono incompatibili con quelle che sono le esigenze di un cane in generale e di quel cane in particolare il mio consiglio è di fare il possibile per trovargli al più presto un'altra sistemazione, a beneficio sia suo che tuo. Per quanto possa essere vivace se non è così ingestibile ed è taglia piccola e giovane, dovresti riuscire ad avere buone possibilità per una ricollocazione fatta per bene.
  • MartianMartian Membro
    Pubblicazioni: 33
    Se tu non riesci a gestirlo o gestire la situazione c'è poco da fare, devi prenderne seriamente atto e trovare una soluzione che sia corretta per il cane, oltre che per te, anche lui sarà a disagio. Non siamo fatti tutti per gli altri e viceversa, cani compresi, ci sono tipologie e personalità che non sono compatibili per diverse ragioni.
    Se riconosci che non puoi gestirlo trovagli una buona famiglia o persona, anche questo è amore e per amore sai che non siete fatti l'uno per l'altra.
    Il mio ex marito anni fa portò a casa una pincherina per fare compagnia al mio schnauzer nano (il top <3), lei si rivelò una tragedia, pensando che fosse "come era" perché cucciola la tenni ma sbagliai, era un cane con grosse difficoltà, oggi è ancora con me ci volle tanto per capire il suoi limiti che rimangono ancora oggi.
    Ho imparato il suo "linguaggio" (è molto paurosa, ci ha messo secoli per imparare poche regole, prima si affidava allo schnauzer, morto lui lei dimenticò di nuovo tutto, ci sono momenti in cui le leggi negli occhi che non sa dove è...poverina) ma se allora avessi potuto sistemarla in un contesto più adatto a lei lo avrei fatto.
    Lui non è nemmeno un cucciolo quindi quella è la sua personalità, addestramento o meno.
    Rispetta te stessa ed il cane, l'amore è rispetto non sacrificio che non beneficia nessuno.
    In futuro valuta bene le tue attitudini e decidi per un amico che ti sia compatibile il pincher è notoriamente un "rompipalline a molla", mix con cane da caccia...my god...che fa gli dai la carica e salta da mattina a sera?
    Certamente sembra un tipino che ha bisogno di fare e di spazio, è piccolo di taglia mi pare di aver capito e può trovare facilmente una bella sistemazione.
    Non angustiarti valuta i prossimi giorni cercando parallelamente una nuova sistemazione e poi decidi, se il rapporto con il cane non ti ripaga della fatica forse non siete fatti l'uno per l'altra.
  • whatsername84whatsername84 Veterano
    Pubblicazioni: 181
    Ciao, concordo con l'intervento di @Martian, soprattutto sul "Non angustiarti valuta i prossimi giorni cercando parallelamente una nuova sistemazione e poi decidi, se il rapporto con il cane non ti ripaga della fatica forse non siete fatti l'uno per l'altra". 

    Mi permetto di dirtelo perchè sono stata in una situazione molto simile alla tua.

    Sono andata a vivere da sola, casa nuova, m sembrava il momento di avere il cucciolo che avevo sempre desiderato. Ero preoccupata ma ero convinta che sarei stata talmente felice che sarei riuscita a gestire la cosa.

    Non è andata così, anch'io non mangiavo, non riuscivo a riposare, gli ho dovuto fare il bagno la sera perché si era sporcato con la cacca dopo la passeggiata, per cui ti capisco perfettamente.

    Alla fine a malincuore, tra mille pianti, l'ho riportato dall'allevatrice e al pensiero ci sto ancora male ma con me sarebbe stato infelice e io con lui.

    Qualunque cosa decidi, pensa che devi essere felice, magari semplicemente non è il cane giusto per te o non è il momento adatto.
    Mare
    "Siamo tutti in un fosso, ma alcuni di noi guardano le stelle" - Oscar Wilde -
  • EmasiaEmasia Neofita
    Pubblicazioni: 8
    @whatsername84 hai centrato perfettamente il punto, chiaramente io lo amo, è questo che mi strappa il cuore. Ma sto in pieno burn out, non dormo la notte...e poi alle 6 lui si sveglia perché ha preso le mie routine che però io non riesco a seguire più, mi sta sfuggendo tutto dalle mani. Grazie del sostegno davvero.

    @martian molto difficile non angustiarsi in questo momento, ma ci sto provando, un giorno alla volta, un ora alla volta, ok... per adesso facciamo mezz'ora. L'educatrice che gli ha fatto l'addestramento continua a dirmi " ma si si abitua", lo porti qui una volta a settimana e tu ti fai le tue cose (cioè?! Dormo?! Perché le forze di pulire casa e sistemare e la spesa e cucinare e gli appuntamenti obbligatori chi li fa?) Aumenta il divario tra il senso che IO DO ALLE PAROLE e il modo in cui gli altri sono abituati a usarle. "Non ce la posso fare" per me è letterale, la gente lo usa come intercalare per lamentarsi della qualunque. Sono stata ingenua, e non ho nessuno a cui riportarlo, penso cercherò l'OIPA come suggerisce @rondinella61

    @vera68 si adesso che inizia settembre sarà più probabile trovarne una affidabile, comunque devo trovare un aiuto finche sta con me. Ho una crisi ogni due giorni, non dormo la notte, se fossimo in due l'affetto incondizionato, il suo muretto...io lo amo davvero...se solo non dovessi occuparmi di tutto da sola.

    Grazie a tutti per i suggerimenti, il tempo e il sostegno



    whatsername84saskia
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,300
    Alla fine l'idea di affrontare da sola rende le cose più gravose già prima di cominciare. Ne decuplica il peso

    A volte sapere che c'è qualcuno su cui contare anche se poi non ce ne si avvale, ha un valore immenso.
    Geco
  • Argundus_XXIVArgundus_XXIV Andato
    Pubblicazioni: 110
    vera68 ha detto:

     A volte sapere che c'è qualcuno su cui contare anche se poi non ce ne si avvale, ha un valore immenso.


    Peccato che le illusioni non vadano bene per tutti, ma solo per chi sa illudersi.
  • lucy84lucy84 Membro Pro
    Pubblicazioni: 170
    Ho due cani e un piccolo giardino, che non usano. Se solo avessi, coi cani, secondo me non funziona

    Ci sono cani che sono carichi di energia e nonostante la piccola taglia, può diventare difficile.

    Ci sono però delle strategie per dare competenze al cane e per stabilire un punto di contatto in maniera sana ovvero farli lavorare.

    Fai un bel respiro, apri YouTube e guarda dei video su come insegnare al cane a dare la zampa, sedersi, andare a terra, passare tra le gambe...
    all’inizio può risultare difficile ma vedrai che in un paio di tentativi puoi riuscire a fare qualcosa assieme

    Oppure nascondi dei bocconi di cibo, fai qualche pista olfattiva anche in casa... aiuta moltissimo, coraggio

    Alle volte la stanchezza è dovuta al fatto che non vediamo una via, una strategia ...
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online