Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Shutdown sotto stress.

PavelyPavely Andato
modificato March 2015 in Mi sento giù
Non so se il termine sia corretto.

Intendo "chiusura". Intendo incapacità di parlare.

In famiglia ci sono litigi bruttissimi. Vivo uno stress enorme, grandissimo.

E mi sto chiudendo. Non so cosa fare. Come si affronta la Chiusura. Come si riesce a passare dalla fase "non riesco a parlare" alla fase "riusciamo a parlare"?
Post edited by yugen on
«1

Commenti

  • DraneDrane Veterano
    modificato May 2013 Pubblicazioni: 300
    Dovresti essere più specifico. Che cosa ti blocca in particolare? La paura? La rabbia?

    PS: Chiedo scusa in anticipo se manco di tatto. Non voglio offendere nessuno.
    Post edited by Drane on
    -"Solo i pazzi credono che il compenso dell'essere diversi sia la sofferenza" Stregatto - Alice Madness Returns
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,953
    A me capita che le parole mi si blocchino in gola.
    Vorrei parlare, ma non esce nulla.
    A volte, se la "botta è grossa", mi paralizzo addirittura e non riesco a muovermi.
    Posso solo aspettare che passi.
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    Drane: la mancanza di libertà.

    In famiglia, mio padre e la mia compagna hanno litigato per via di una singola frase.

    Non ne capisco le ragioni, non so come comportarmi. La mia compagna è, semplicemente, Colori. Tutti i colori del mondo.

    La mia famiglia è incomprensibile. In verità, non capisco il mondo. La mia famiglia mi dice cosa fare. Non mi da libertà. Provo rabbia, rancore, odio. Sentimenti della gamma del nero e del grigio.

    Non so spiegarlo in altro modo.

    Tutti questi neri (ne ho contati 27) e questi grigi (14) sono opprimenti. Ho bisogno della gamma emozionale dell'Azzurro e del Verde e del Blu e del Giallo. Quì non posso viverli. Rimane il Computer.

    Non ha senso lasciare la mia compagna. Ricadrei in un ambiente chiuso. Tornerei a ripetere in modo ossessivo le mie Routine per mesi e mesi e anni. Bruciando ancora una volta anni e anni della mia vita.

    Non riesco proprio a capire come la mia famiglia possa permettermi di stare quì in casa. Ho una diagnosi di autismo. Per loro sono "fragile", "incapace". Io mi sento normalissimo...

    Non so più cosa fare.

    RImane che questi litigi mi bloccano.

    E non ce la faccio a parlare... oggi, davvero, è una giornata tecnicamente difficile.
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    Io amo la mia compagna.

    Come posso NEGARE ciò che vedo e ciò che PROVO?
  • marielmariel Senatore
    Pubblicazioni: 1,551
    Pavely mi permetto una domanda: in questi periodi riesci a comunicare con la tua compagna o ti chiudi anche a lei?  
  • DraneDrane Veterano
    Pubblicazioni: 300
    Non conosco la tua età, ma se sei piccolo, e' più che normale che non tu non abbia piena libertà o autonomia. Vedrai che con il passare del tempo aumenteranno sia la tua libertà che le tue responsabilità.

    Può darsi che tuo padre veda nella tua compagna una brutta compagnia, oppure potrebbero avere litigato per una sciocchezza. In ogni caso, se tu la ami e ti trovi bene in sua compagnia, non lasciarla andare. E' la tua vita, ed e' giusto che sia tu a scegliere con chi dovrai spenderne il resto.
    -"Solo i pazzi credono che il compenso dell'essere diversi sia la sofferenza" Stregatto - Alice Madness Returns
  • LunaLuna Veterano
    Pubblicazioni: 525



    Credo che tu abbia colto quello che secondo me è una parte significativa
    del problema: i tuoi genitori si preoccupano perché pensano che ti possa succedere
    chissà cosa in un mondo che per la maggior parte è costruito sulla base di
    dinamiche diverse dalle nostre, mentre invece è proprio l’incontro con ciò che
    è fuori che ci permette di “aprirci”…nel tuo caso hai anche una meravigliosa
    persona accanto…tuttavia, loro fuori vedono ogni genere di rischi…lo comprendo,
    perché in fondo anche mia madre si comporta così…cosa fare ancora non l’ho
    capito…forse l’unica è dimostrare coi fatti che anche quando ci stacchiamo un po’
    da casa, non succede nulla di male, cominciando con cose semplici, quali una
    passeggiata o un giro da qualche parte

    :-)



  • TsukimiTsukimi Senatore
    Pubblicazioni: 3,827
    Hai capito perché i tuoi non vogliono tu stia con la tua compagna?
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    Ho solo mio padre.

    No. Non lo capisco.

    Non capisco tantissima parte dei comportamenti e delle motivazioni delle persone.

    E in questo soprattutto della mia famiglia. Percepisco che la mia compagna percepisce la mia famiglia come qualcosa di triste e di squallido.

    Quindi, mi sembra di capire che ci sia un'Antipatia di fondo. Ma le ragioni dell'Antipatia non posso afferrarli e non so cosa fare.
  • TsukimiTsukimi Senatore
    Pubblicazioni: 3,827
    Credevo te lo avessero spiegato. Ma anche se si stanno antipatici non si devono fidanzare loro. Se voi due vi amate le preferenze di tuo padre non c'entrano e a meno che lei non faccia qualcosa di male ma dubito, lui deve solo rispettare le tue scelte.
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online