Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Mio figlio piange perchè non ha amici

La situazione è veramente difficile... mio figlio 9 anni, quarta elementare ...  asperger ad alto funzionamento
Non vuole fare sport
Non vuole fare nessun tipo di attività extrascolastica.
Ha spesso delle crisi di pianto perchè non ha amici
Non si trova con i suoi compagni di classe perchè essendo molto più maturo di loro non ha argomenti in comune 
Ha la fortuna di avere un fratello 2 anni più grande quindi esce con lui e con i relativi amici.. il problema è appunto che sono gli amici del fratello che per carità stanno anche con lui ma a volte mi dice  che salutano solo il fratello appunto   e se lui  non ci fosse con lui non starebbero di certo.
La situazione è nota anche alle terapiste che lo seguono, abbiamo fatto di tutto per fare un'attività extrascolastisca ma non riusciamo a convincerlo.. volevo sapere se qualcuno è già passato per una situazione del  genere, come da risolto ed avere qualche suggerimento, 
riotBlunotteLudogioia

Commenti

  • Sissolina92Sissolina92 Membro
    Pubblicazioni: 62
    Non so di che zona sei, però se la tua terapista ha dei contatti con associazioni o cooperative dove fanno progetti di inserimento sociale o laboratori si potrebbe tentare.
    riotLinna
  • ilmiodonoilmiodono Membro
    Pubblicazioni: 67
    Ciao siamo in Veneto, purtroppo fa terapia individuale. Facciamo parte di un Gruppo Asperger, sino a marzo ha frequentato ogni 15 gg un gruppo di ragazzi per terapia di gruppo.. poi è stato tutto sospeso
    . Provo cmq e chiedere alle terapiste nello specifico no ho mai sentito parlare di questi progetti.
    Grazie mille per il suggerimento.
    Sissolina92
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,485
    Un conoscente ha un figlio così. Un modo per farlo partecipare alle attività extrascolastiche ma organizzate dalla scuola è stato quello di dargli delle responsabilità all'interno del progetto. In questo modo lui stava con i suoi compagni che cominciavano un po' a vederlo come un pari ma allo stesso tempo lui ne stava un po' fuori perché appunto aveva mansioni che lo responsabilizzavano, tipo catalogazione, raccolta e messa in ordine dei materiali, distribuzione degli stessi ai gruppi ecc..
    Ha funzionato. Ha continuato a fare la stessa cosa a livelli diversi fino alla fine della carriera scolastica, fino a gestirsi in autonomia dei laboratori
    BlunotteLisaLaufeysonLinnamammaconfusa80
  • Alfio_LadisaAlfio_Ladisa Neofita
    Pubblicazioni: 14
    vera68 ha detto:

    Un conoscente ha un figlio così. Un modo per farlo partecipare alle attività extrascolastiche ma organizzate dalla scuola è stato quello di dargli delle responsabilità all'interno del progetto. In questo modo lui stava con i suoi compagni che cominciavano un po' a vederlo come un pari ma allo stesso tempo lui ne stava un po' fuori perché appunto aveva mansioni che lo responsabilizzavano, tipo catalogazione, raccolta e messa in ordine dei materiali, distribuzione degli stessi ai gruppi ecc..
    Ha funzionato. Ha continuato a fare la stessa cosa a livelli diversi fino alla fine della carriera scolastica, fino a gestirsi in autonomia dei laboratori

    Sottoscrivo pienamente. Se una persona non è in grado di prendersi responsabilità o di prendere iniziative, difficilmente sarà in grado di inserirsi nella società e non sarà considerato al pari degli altri
    " Vincere le sfide quotidiane, guardando sempre oltre "
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,485
    Nel caso di mia conoscenza il bambino era più maturo dei coetanei e non si trovava con gli altri bambini, quindi dargli delle responsabilità (che era assolutamente in grado di reggere) gli dava un senso di appartenenza al gruppo ma nello stesso tempo gli conferiva un ruolo un po' al di sopra, come in effetti era, essendo lui più maturo dell'età anagrafica. In qualche modo il ragazzino si sentiva visto e riconosciuto nella sua identità
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 10,363
    Di preciso in che modo è più maturo degli altri? Nel fatto che ha interessi più avanzati per l'età? Oppure perché è un moralista sociale che evidenzia le sottigliezze di malacondotta? Nel primo caso si risolve con la crescita. Nel secondo caso non si risolve. 
  • Alfio_LadisaAlfio_Ladisa Neofita
    Pubblicazioni: 14
    Markov ha detto:

    Di preciso in che modo è più maturo degli altri? Nel fatto che ha interessi più avanzati per l'età? Oppure perché è un moralista sociale che evidenzia le sottigliezze di malacondotta? Nel primo caso si risolve con la crescita. Nel secondo caso non si risolve. 

    Credo sia più probabile la seconda, anche io ero così. In quel caso bisogna lavorare molto su se stessi e imparare ad accettare i comportamenti sbagliati delle persone
    " Vincere le sfide quotidiane, guardando sempre oltre "
  • MonkeyDoEsu0661MonkeyDoEsu0661 Neofita
    Pubblicazioni: 55
    Oppure, come ho fatto io per una vita e come mi ha insegnato mia madre e mio padre, non accetti un bel niente e poi peggio per loro.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online