Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Vi chiedo aiuto..la situazione è terribile

Non so da dove cominciare...
oggi(anzi da ieri) ho 22 anni..NEET e la mia vita fa schifo sempre di più...mi hanno fatto incazzare anche al compleanno mio.
Tra atteggiamenti tossici , pensieri ignoranti/ingenui della mia famiglia e io che non mi riesco a riprendere proprio tra fisico(mi hanno trovato il fegato ingrossato nell'ecografia e domani farò l'analisi..e il medico mi ha trovato delle microcarie) e psicologia.
Cioè mi sto rendendo conto che la mia famiglia ha pensieri molto più brutti di quanto pensavo e che questo è un periodo peggiore del secondo superiore..e sopporto ancora meno persone di prima.
La guida sta andando malissimo..i segnali sono messi male sulle strade e non voglio guidare per il terrore di sbagliare un senso unico... inoltre ho grosse difficoltà
Mia zia continua a dire che tutti sono un po' autistici e che l'autismo è una patologia quando gli parlo dell'argomento .
Mio padre che continua a vantarsi di essere flessibile e pacato mentre per lui io sono "orgoglioso e rigido".
Sono stato praticamente forzato a fare un concorso pubblico e pagare con i miei soldi..a cui poi non ho partecipato.. semplicemente perché Il materiale del concorso non sono "riuscito" a studiarlo per nulla perché semplicemente le lettere volavano ed erano insieme di leggi noiose e anche restrittive a cui io dovrei attenermi entrando in pubblica amministrazione..che io personalmente odio...mi continuano a dire che devo fare prima questi lavori per andare via ma a me non piacciono per nulla e non capiscono che se non mi piacciono faccio proprio schifo a farli e studiarli..le parole volavano dal foglio.
Mi dicono che devo fare "buon viso a cattivo gioco"..ho dovuto cercare su internet il significato..e mi sembra una delle cose più brutte della società odierna.. veramente... odiosa.
Mi dicono di cambiare la mia identità per attenersi al giudizio degli altri..del lavoro...passano anni a dire fregatene del giudizio degli altri..ma poi dopo le superiori non si è più una persona.. bisogna attenersi a una categoria..ad un feudalesimo...al giudizio degli altri...oggi cosa che mi ha fatto veramente infuriare è stato sentirmi dire per l'ennesima volta da quest'anno (stavolta con l'aggiunta di mio nonno) che mi devo tagliare i capelli... me lo hanno detto proprio con disprezzo..e la cosa più orribile è che non se ne rendono conto...mi dicono che la mia è una reazione esagerata.
Mi hanno detto che sbaglio a non preoccuparmi delle persone perché chi assume vedendo il taglio di capelli mi caccia via..mi hanno detto di tagliarli per essere "maschio"..mi hanno detto che per avere un taglio di capelli lunghi devo essere per forza artista o professore...cose assurde...feudali...
Sto male.. malissimo..e fatico a scrivere e spiegare.
Loro tentano addirittura a rigirare il discorso verso la loro ragione dicendo scuse come "stavo scherzando" e "nonno è anziano non si rende conto"..cose assurde..cose assurde..la cosa che mi fa arrabbiare ancora di più è il fatto che rigirano il discorso in questo modo inventandosi queste cose..
Loro me lo ripetono ogni giorno ed è una cosa assurda.. inoltre per loro io sarei quello che se la prende subito quando mi dicono una cosa sui capelli quando però in casa non si può bestemmiare..quello sì...cose assurde.. perché ovvio nel caso si tratta della religione non sono mai scherzi..se invece si tratta di una persona presente..vera..allora si può "scherzare".
E a voi non riesco ancora a raccontare tutti i miei disagi...domani parlerò in particolar modo di mio padre..che è veramente una cosa assurda...
A domani..sto male
BlunottedavidSoylentGreen

Commenti

  • mikired100mikired100 Membro Pro
    Pubblicazioni: 96
    La cosa orribile è che mio padre e mia madre non hanno un minimo di senso di colpa...mio padre ha detto che sono fuori di testa e la mia reazione è stata esagerata
    vera68SoylentGreen
  • DreamLoopDreamLoop Membro Pro
    Pubblicazioni: 61
    Credo che in certi casi l'unica soluzione sia diventare economicamente indipendente e "scappare" dalla famiglia.

    Purtroppo il discorso lavoro è così, e te lo dico in modo molto diretto: o nasci ricco, e allora a quel punto la "schiavitù" del lavoro al massimo è una tua scelta, oppure devi lavorare per forza di cose: per diventare indipendente e uscire da un nuceo familiare nel quale non stai bene, per mangiare, per avere una casa tua, per comprare/fare tutta una serie di cose che ti piacciono e che costano, per curarti se stai male etc etc...

    Se riesci a crearti/trovare un lavoro che ti piace allora unirai l'utile al dilettevole, altrimenti sarai costretto a fare quello che capita se non vuoi finire in mezzo alla strada con tutto ciò che ne consegue, e visto che io l'ho provato, posso dirti che fa piuttosto schifo, per usare un eufemismo.

    Il discorso capeli lunghi è assurdo ma purtroppo è vero, io li ho tutt'ora, e mi sono sentito ripetere la stessa filastrocca fn da quando andavo al liceo: tagliati i capelli, tagliatii capelli, tagliati i capelli, tagliati...fino alla nausea, fino a quando me li sono tagliati? Col cavolo.
    Essere coerenti con se stessi costa, e non costa poco, perché all'interno della società troverai sempre qualcuno che può giudicarti male in base al tuo aspetto: tuo nonno, il tuo capufficio, una ragazza che ti piace, l'estraneo che passa e ti guarda male perché magari gli appari come un "capellone drogato" e blablabla...
  • MonkeyDoEsu0661MonkeyDoEsu0661 Neofita
    Pubblicazioni: 55
    Il mio problema sono sempre stati i soldi... degli altri però.

    Io in strada per fortuna non ci sono mai finita ma ho conosciuto persone veramente viziate che un giro in strada se lo sarebbero meritate.
    Sopratutto quelli che sprecano senza motivo i soldi che non si guadagnano, tanto non sono i loro, non li hanno guadagnati loro e nemmeno i loro genitori perchè sono ricchi di famiglia.
    Conosco diverse persone ricche di famiglia e di professione dei genitori che nonostante siano un po' viziate sono anche delle brave persone.
    I miei genitori invece non erano ricchi di famiglia e si sono dovuti creare da soli, con il sacrificio e con l'impegno e con la costanza negli studi e nel lavoro.
    nNon sono ricchi ma sono solo dei professionisti che guadagnano abbastanza da condurre una vita agiata.
    Io non vivo in una casa gigantesca, vivo in un normale appartamento magari un po' più grande della media. Non ho ville in località turistiche, non sono andata spesso in vacanza e ho dovuto rinunciare a tante cose: viaggi, fine settimana in villeggiatura, macchine, vestiti firmati, feste nei locali, telefono nuovo ogni anno e simili.
    Io rispetto il guadagno dei miei genitori e non lo spreco. Se negli anni ho potuto accumulare tante cose era perchè le ho accumulate in quasi 20 anni e perchè i miei in questi venti anni di carriera si sono stabilizzati.
    Se ne ho comprate di più di recente è perchè una persona che mi vuole bene me ne ha dato la possibilità e non essendo sua figlia non aveva neanche il dovere di farlo.
    Adesso non c'è più ma è stato il mio vero padre anche se non padre biologico. E niente incesti a casa mia, nel caso si pensasse male. Solo secondi matrimoni.
    Il mio padre biologico invece era abbastanza se aveva un tetto sopra la testa quando era giovane. È sempre stato una persona intelligente e ha saputo sfruttare questa sua dote. Ha dovuto fare sacrifici assurdi per pagarsi gli studi ma è stato ripagato perchè ha avuto possibilità molto rare da ottenere e posizioni di alto livello.
    Ma non è mai stato un dipendente fisso e sebbene abbia ricoperto sempre incarichi dirigenziali è stato letteralmente a girare per tutto il paese per una vita intera.
    Anche quando viveva con me non ricordo la sua presenza e non ricordo di aver mai mangiato tutti assieme a tavola come una famiglia.
    Mia madre invece era la figlia di un rampollo di famiglia ricca che si era adagiato un po' troppo ed aveva portato la famiglia in povertà. Mia nonna doveva tenere alto il nome della famiglia e non l'ha dato mai a vedere.
    Mia madre si è vista passare dal benessere al sacrificio nel giro di pochi anni e si è legata sempre al dito questa cosa al punto da andare contro le sue stesse possibilità per laurearsi e realizzarsi. Per questo è strana e mi tortura parecchio.
    Anche perchè prima di ottenere uno stipendio decente ce ne è voluto, e mio padre non sembrava troppo interessato alla cosa. Tanto lui era già al trove e di lì a poco avrebbe avuto la sua nuova infelice moglie con la sua nuova ritardata figlia segreta.
    Per questo ringrazio di aver avuto un tetto, come dice sempre mio padre "vi ho regalato la casa, non vi devo più niente, fatevi mantenere da vostra madre". E ovviamente in questo ci ha incluso gli auguri di tutte le feste che non mi fa mai, neanche me li dovesse comprare.
    So per certo che le madri di altra gente sta roba la sanno bene, arricchite da matrimoni facoltisi oppure no, sopratutto quando le a loro volta madri andavano da mia nonna a vantarsi delle case di lusso delle loro ormai facoltose figlie sapendo che i miei vivevano in una bilocale in affitto quando mio padre aveva iniziato a lavorare e mia madre a specializzarsi.
    Ci ho vissuto anche io lì, giusto qualche anno. Poi sono andata in una casa bellissima, normale ma per me enorme e luminosa. Anche se non mi potevo comprare i giocattoli e soffrivo molto.
    Mia sorella invece è nata già nell'agio e non si è accorta di nulla, ha avuto tutto quello che voleva e se l'è presa sempre comoda con gli studi. Tanto sgobba la mamma.
    E se la sua sorellona non può lavorare perchè è malaticcia e rompe le scatole quando non si può avere silenzio registriamola e diffondiamo la roba. Così la facciamo chiudere all'ospedale psichiatrico e ci si ficca in casa col toyboy.
    La situazione è sempre stata una mer*a, dipende se hai la salute oppure no.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online