Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Come si fa amicizia in modo sano?

Vorrei avere qualche amicizia anche non troppo profonda, nulla di morboso, anche perché rapporti troppo esclusivi mi opprimono, ma come si fa? Qualcuno ha qualche idea? Contando che non mi posso muovere di casa
ClaraDiLuna
«134

Commenti

  • ClaraDiLunaClaraDiLuna Membro
    Pubblicazioni: 58
    Purtroppo mi sa che in questo periodo non resta che internet...
  • lucy84lucy84 Veterano
    Pubblicazioni: 203
    ClaraDiLuna ha detto:

    Purtroppo mi sa che in questo periodo non resta che internet...

    Si ma come?

  • Sissolina92Sissolina92 Membro
    Pubblicazioni: 83
    L'amicizia capita e basta che sia su internet che sia fuori, basta trovare delle persone genuine.
  • Cuore_sanguinanteCuore_sanguinante Veterano Pro
    Pubblicazioni: 976
    Non puoi uscire temporaneamente o per sempre?
    Nel primo caso effettivamente potrebbero aiutarti i social, magari recuperando vecchie conoscenze. Potresti iniziare con i classici auguri di Natale ed intavolare delle coversazioni. Sarebbero sicuramente un approccio iniziale volto poi a vedersi fuori anche solo x un caffé (dpcm permettendo) o una passeggiata.
    Nel secondo caso potresti invitare a casa tua qualcuno per un the e biscotti/cioccolata calda. L'inverno si presta a queste cose casalinghe.
    Poi ci sono tanti fattori da considerare che non hai specificato:
    - abiti solo/a o con altre persone
    - la tua etá
    - se lavori/studi/altro, insomma le tue "occasioni" per fare conoscenza...
    Blunotte
  • lucy84lucy84 Veterano
    Pubblicazioni: 203
    Non abito sola
    Al momento non posso uscire per questioni personali e quindi rimangono i social

    Cioè io dialogo con persone, pero boh rimane tutto in superficie, a volte mi farebbe piacere condividere dei momenti altre volte mi capita di pensare che tanto non ha senso

    Tipo ho ottenuto un paio di successi ultimamente, e non mi sono sentita di dire niente a nessuno, perché non lo so, nel senso che a volte vorrei avere qualcuno con cui parlare e discutere dei massimi sistemi e altre volte penso sia decisamente inutile e futile
    ClaraDiLunaBlunotte
  • FloramarSSFloramarSS Membro
    Pubblicazioni: 13
    Ciao, che bella domanda.
    Io personalmente ho creato delle belle amicizie via internet, quindi secondo me devi solo trovare le persone giuste e metterti nella giusta predisposizione mentale. Personalmente la maggior parte delle mie cyber-amicizie sono iniziate per via di una passione comune, poi con alcune persone ho iniziato ad aprirmi di più. Anche io all'inizio ero molto titubante nel condividere pezzi della mia vita, perchè mi chiedevo sempre: ma a questa persona cosa gli interessa del fatto che oggi ho scoperto un nuovo artista? Ho raggiunto un successo? Ho fatto qualsiasi cosa?... Poi ho capito che se non provi non lo sai e che molte persone dall'altra parte hanno le tue stesse remore. Quindi credo che il modo miglore per fare amicizia sia aprirsi e ascoltare. Non so se sia stato utile, mi auguro troverai qualcuno con cui condividere i tuoi successi!


    Blunottevera68rondinella61
  • ClaraDiLunaClaraDiLuna Membro
    Pubblicazioni: 58
    lucy84 ha detto:

    ClaraDiLuna ha detto:

    Purtroppo mi sa che in questo periodo non resta che internet...

    Si ma come?

    Quoto le altre risposte, vai su forum, gruppi, app, dedicati al conoscere amici e condividere interessi in comune.
    Io ho le le tue stesse remore, e svariate complicazioni, che mi rendono come per te arduo fare amicizia anche on line. Però non credo ci siano alternative...

    FloramarSSmariadimagda
  • vera68vera68 Pilastro
    modificato December 2020 Pubblicazioni: 2,644
    Il titolo dice : "in modo sano"
    Il sano è mettere un confine tra il "tu" e l'"io"
    Io non sono tu, quindi non invado la tua libertà di pensiero e di azione.il confronto deve essere un confronto e non una prevaricazione o una sottomissione. Vuol dire accettare l'altro per ciò che è, anche se diverso da ciò che vorremmo.
    Mio non è tuo e tuo non è mio.
    Questa separazione separa anche dal dolore di una simbiosi.
    Mia madre quando donava qualcosa di proprio non accettava che il ricevente facesse ciò che voleva del regalo, doveva trattare il regalo come lo avrebbe fatto lei. Lei si faceva venire il sangue marcio e lo faceva venire anche agli altri attorno, peggio ancora al ricevente del dono.

    Io non mi farei mai un tatuaggio, il primo tatuaggio di mia figlia ho sofferto come se qualcuno mi avesse violentato e fatto sulla mia pelle un tatuaggio.... Ma di chi è la pelle?

    In entrambi i casi non c'è confine. Lo si può imparare a mettere, però
    Non si impara per la sola volontà. Ed é comunque una impresa se non si cresce con l'abitudine a mettere dei confini
    Linnalucy84
    Post edited by vera68 on
  • lucy84lucy84 Veterano
    Pubblicazioni: 203
    Grazie @vera68, capisco quello che dici, però mi pare di capire sia una cosa che devono fare entrambe le parti...ho imparato a mettere dei confini solo di recente, o almeno credo. E questo confine è ciò che tiene lontano gli altri, nel senso che avendo smesso io di dare e regalare, sono meno “interessante”
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,644
    No @lucy84 non è necessario che lo mettano entrambe le parti. È necessario che lo metta tu e ci metta anche tanta pazienza perché chi non mette un confine invece non capisce si sente tagliato fuori, separato e questo lo addolora molto quando non lo fa incattivire.

    Ho riletto la domanda iniziale. Fare amicizie non morbose...
    Ecco piuttosto chiediti:
    Le amicizie che ho intessuto fin'ora sono state morbose?
    Chi è il morboso?
    Se il morboso è l'altro perché li attiro con il lanternino?

    aang91
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online