Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

mi sento giù

2

Commenti

  • Semir78Semir78 Andato
    Pubblicazioni: 1,101
    Periodi del genere mi vengono senza motivo ad aprile-inizio maggio, guarda caso quando ho troncato la TCC in modo brusco.



    cos'è la tcc?
    Terapia Cognitiva Comportamentale: cliccaci sopra.
  • BohBoh Veterano
    Pubblicazioni: 676
    Sono consapevole della gravita della cosa...
    Davvero?
    E' una situazione che puoi valutare, ovviamente, meglio tu che altri, anche specialisti, secondo me (perché TU la stai vivendo). Ma se i tuoi disagi sono come i miei passati, non è grave. Semplicemente perché passano da soli.
    E la cosa mi fa stare anche in colpa
    Scusa, non ho capito. Cos'è che ti fa sentire in colpa?
    Io so che adesso avrei bisogno di aiuto anche con medicine.
    Se trovi alternative è meglio (per te, ovviamente).
    Ricorda che le droghe sono pericolose e non hanno sempre gli stessi effetti.
    Ma c'è qualcosa che pensi ti faccia star male oppure è immotivato?

    A me sono già capitati periodi di disagio immotivato.
    bho cosa ti succede esattamente quando provi disagio?

    Ultimamente non mi capita più.

    So che a volte capita negli Aspie perché l'ho letto da diverse fonti (che ora non ricordo): mi sentivo (quando capitava) semplicemente triste, a disagio.
    In un libro che ho letto il protagonista (un bambino Aspie) dice di essere desolato senza dare ulteriori spiegazioni.
    Per me non durano (o non duravano) molto questi periodi.

    In alcuni casi è possibile che la massima intensità duri anche solo alcuni secondi.
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • lelileli Veterano
    Pubblicazioni: 93
    Credo di essere un po' al di la del periodo che passa da solo questa volta. Ne ho passati di periodi di disagio per fare un paragone e per dire questo..

    Mi fa sentire in colpa il fatto di essere innamorata di quella persona..capisci?

    Infatti provo più sollievo a stare da sola

  • lelileli Veterano
    Pubblicazioni: 93
    Grazie semir credo sia la terapia che sto facendo

    Tornando a boh condivido il fatto che siamo noi a conoscerci più degli specialisti ma riconosco la loro competenza forse perché io stessa ho un titolo e capisco l importanza della conoscenza quando e' cmq applicata con intelligenza

    In più condivido l attenzione nei confronti dei medicinali bisogna andare cauti vero
  • BohBoh Veterano
    Pubblicazioni: 676
    Mi fa sentire in colpa il fatto di essere innamorata di quella persona..capisci?
    Nì.

    Puoi decidere quello che fai ed esserne quindi colpevole, ma non puoi decidere cosa provare e, di conseguenza, non puoi nemmeno esserne colpevole.
    Tornando a boh condivido il fatto che siamo noi a conoscerci più degli specialisti ma riconosco la loro competenza forse perché io stessa ho un titolo e capisco l importanza della conoscenza quando e' cmq applicata con intelligenza
    Certo, ma uno specialista, con la sua conoscenza, può (forse) capire quanto durerà il tuo periodo di disagio, se finirà, se c'è un modo per porgli fine, ma tu puoi capire meglio quanto il disagio è forte perché tu lo vivi. Questo intendevo.
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • lelileli Veterano
    Pubblicazioni: 93
    ho capito bho! grazie...in effetti non è colpa mia se provo questi sentimenti e certi comportamenti (piuttosto violenti) nei miei confronti e fino a non tanto tempo fa, della persona che ho accanto forse hanno aiutato ulteriormente in questa mia evasione...


  • TsukimiTsukimi Senatore
    modificato August 2013 Pubblicazioni: 3,827
    @leli se sei in una situazione abusiva con un marito violento può essere che non metti bene a fuoco la cosa e pensi di "stare male" senza motivo mentre il motivo se lo guardi c'è e va risolto. Non sono cose che vanno sopportate, anche se purtroppo molte aspie pensano di "non meritare di meglio" o sono così abituate al bullismo da trovarlo ormai normale.
    Post edited by Tsukimi on
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
  • lelileli Veterano
    Pubblicazioni: 93
    Ciao Tsukimi, innanzitutto ti ringrazio moltissimissimo dell'attenzione che ne ho un gran bisogno e mi da un sollievo grandissimo!!! (anche bho eh!!!, ma mi rincuora anche il confronto con una donna magari vicina alla mia età....).
    Dopotutto se sono entrata nel forum è principalmente per questo motivo e non per parlare da sola al muro....cosa che spesso ho provato e provo tutt'ora tanto che ho sviluppato una grande insofferenza alla NON RISPOSTA,..una frustrazione enorme, esagerando lo so..ma è così.
    Non perché letteralmente parlavo al muro..cioè a lungo andare sì...sono arrivata a estremizzare la mia già spontanea "creatività", chiamiamola così, di parlare da sola, forse perché non venivo ascoltata? forse perché  non riuscivo a catturare l'attenzione? o semplicemente non venivo compresa?
    perché asperger ecco la risposta?!...
    Spesso in passato ho pensato che certe cose non ci fosse il bisogno di dirle...perché a me succedeva di coglierle negli altri...e qui ci do con l'empatia che tutti ci accusano di non avere e secondo me non è affatto vero, ma esco di tema. spesso cercavo di spiegare e le risposte erano "ma nooooo ma cosa dici stai tranquilla....ma cosa vai a pensare..."oppure non risposta appunto!!! Oppure si girava l'offesa e le vittime improvvisamente risultavano loro...100000 di questi casi....
    Il marito è il mio primo ragazzo. direi che qui già esca fuori tutto...quando sono rimasta incinta dopo una relazione di 14 anni...sono scoppiata e avevo capito di stare male...di essere molto nervosa...e arrabbiata....sono arrivata a dirglielo...di essermi stufata di lui e di quello che mi aveva fatto...e di non riuscire più a sopportarlo...è stata una cosa forte coraggiosa il bambino che è in me mi ha dato questa forza e probabile anche quel filo d'oro che ho riportato sopra.
    Però c'è dell'altro io ho paura anche di quel filo d'oro perché troppo spesso sono andata incontro a problemi, delusioni girate in qualcosa di piuttosto negativo. (in altri post ho riportato accenni del mio disagio già solo provato in famiglia...). Anche se so che questa persona ormai da molto tempo in contatto "platonico" con me è molto diversa.
    Adesso come adesso però non ne ho la forza...non ho l'energia..già solo per stare qui a scrivere...ormai ogni pensiero diventa catastrofico...e rischio di perdere la lucidità..basta un niente per buttarmi giù...il mio male in questo momento ha solo l'unico vantaggio di mettere in guardia le persone che mi sono vicino e con quelle che in realtà ho avuto i più grandi problemi,,,i miei e mio marito.....
    Sin ora ho fatto sempre tutto da sola. L'università non era condivisa da mio padre all'inizio ci sono state furenti litigate perché mi allontanavo da casa e non aiutavo mia madre (il motivo che sono riuscita a capire era questo)...il che non è vero perché al ritorno alle 8 di sera come pendolare aiutavo a fare la cena...uscivo di casa alle 6.20 del mattino.
    appena ho potuto mentre stilavo la tesi e mio padre mi accusava di non aiutarlo a togliere le patate (magari a qualcuno fa ridere ma era tragico viverlo davvero) sono andata via di casa...la rabbia saliva comunque e non riuscivo più a stare zitta e a non sfogarla con loro diventavo furente credo esagerata ma potevo non esserlo? Se non girava così tornavo a morire lentamente senza mangiare...etc...
    Il bello è che da fuori loro han sempre dimostrato la famiglia del mulino bianco...e il tutto complicava la cose...e da fuori ero io che sembravo più strana...
    Appena potuto, dicevo, sono andata via di casa con lui che già aveva uno stipendio per un vitto. Io mettevo per la spesa con dei lavoretti e tenevo la casa.
    appena laureata ho trovato lavoro ed ero una stacanovista!!!
    Cominciavo pure da autonoma a lavorare facevo tutte e due le cose..quindi sabato e domenica...
    Ero davvero una forza...facevo la casa cucinavo lavoravo ore e ore. 
    La crisi ha poi tolto il lavoro...e sono arrivata a lavorare da sola...senza più sicurezze ma me la sono sempre cavata...
    Passavo sopra ai problemi ..mi venivano però sempre gli attacchi di panico...e mi sono rivolta a una psicologa..
    in parallelo passavo sopra ai problemi interni alla coppia...li ritenevo minori...non so...sopportavo ormai ero così brava a sopportare tutto...
    poi mi chiedevo se fossi io..in effetti così diversa...

    adesso Tsukimi come ti ho detto ho messo al corrente mio marito...ed è diventato molto attento con me, (spesso mi dice che ha paura di perdermi)...continuo a chiedere aiuto anche ai miei...in effetti ora ne ho davvero bisogno ...tutti i miei caratteri negativi dell'asperger si sono acuiti forse perché già prima della gravidanza ero in depressione anche se non si vedeva...o non ci facevo caso...so di per certo che sentivo una rabbia salire.
    Con il mio lavoro, che bene o male mi ha dato molta stima, sono arrivata a confrontarmi con tante persone e anche di certo calibro, classe sociale, prestigio etc.. (non dico positive o più brave e intelligenti anzi..spesso assolutamente no) sono arrivata a destreggiare bene e a camuffare bene l'asperger...io mi ci trovo tanto in articoli estrapolati da liane holliday...e comunque riportati anche da tony attwood..etc..si diventa davvero brave...
    ma si rischia di perdere se stesse.....
    credo che a me sia successo proprio così....
    quando lasciavo un po' il tiro, anche su consiglio della psicologa, ritrovavo un po' la me stessa...quella non indurita e sempre in guardia...e in quei momenti mi innamoravo...

    mi hai permesso di sfogarmi ti ringrazio tanto


    ora faccio fatica a uscire e andare in città in mezzo alle macchine mi viene l'ansia....trovo il mondo artificiale creato dall'uomo orripilante invivibile, certe cose completamente senza senso come i centri commerciali che vivono sul ricavato giornaliero e sul fregare la gente....parlare con le commesse e le persone (che spesso hanno una cultura da paragonare ai programmi cult di mediaset) che sono loro giudicanti nei miei confronti... vedendomi come un'anonima ragazza/ina a cui dare del tu senza permesso e che a vista d'occhio giudicano mediocre mi fa male....
    tutto è frustrante. e se prima mi scivolava addosso ora vivo tutto male..ho avuto delle sfortunate vicende anche nel lavoro...ma forse sempre per colpa del mio grande buonismo che è uscito fuori con l'essere più me stessa...non so...
















  • BohBoh Veterano
    Pubblicazioni: 676
    spesso cercavo di spiegare e le risposte erano "ma nooooo ma cosa dici stai tranquilla....ma cosa vai a pensare..."oppure non risposta appunto!!! Oppure si girava l'offesa e le vittime improvvisamente risultavano loro...100000 di questi casi....
    Non è una critica, non ho proprio capito.

    Quelli che spiegavi erano problemi?
    Se sì, gli altri si lamentavano perché tu ti lamentavi troppo cercando di spiegare i tuoi problemi?
    Adesso come adesso però non ne ho la forza...non ho l'energia..già solo per stare qui a scrivere...ormai ogni pensiero diventa catastrofico...e rischio di perdere la lucidità..basta un niente per buttarmi giù...
    Da questa frase mi pare di capire che tu estremizzi certi problemi.
    Ovviamente se un problema è piccolo e tu lo estremizzi stai male.
    E se estremizzi anche i problemi grandi (se non sono già estremi, intendo) stai ancora più male.

    Forse uno dei tuoi più grandi problemi è quello più difficile da risolvere: estremizzi i problemi.
    Sei d'accordo?
    ...tutti i miei caratteri negativi dell'asperger si sono acuiti forse perché già prima della gravidanza ero in depressione anche se non si vedeva...o non ci facevo caso...so di per certo che sentivo una rabbia salire.
    Lo stress rende più evidenti i tratti Asperger.
    Non è una mia invenzione o deduzione.
    Asperger probabile, non diagnosticato.
  • lelileli Veterano
    Pubblicazioni: 93
    @ boh
    è riferito al fatto di provare intensamente le emozioni...se cercavo di spiegare il mio malessere o semplicemente a vivere spontaneamente e non nascondere le emozioni positive e negative provate...le risposte che ottenevo erano quelle
    è difficile da spiegare...ma sin da piccola andavo oltre in modo profondo...e coglievo oltre la superficie anche chi mi stava di fronte....dovrei farti degli esempi semplici a mo di metafora...non so un tuo amico non ti risponde o ti risponde seccamente e fa il distaccato e tu magari anche se non ne sai bene il motivo percepisci che ce l'ha con te...glielo fai presente e invece questo nega...ma continua con il suo strano atteggiamento...e tu continui a non capirne il motivo...si crea una sensazione di disagio.

    boh estremizzo i problemi...è la risposta del mio corpo e della mia mente...ne sono consapevole e allora?
    faccio come quando ero piccola...imparavo a stare zitta e a trattenermi da reazioni e movimenti....
    che colpa ne ho se il mio cuore vive così ogni emozione? come un animale?
    negli anni ho capito che se nascondo questo..e cerco di assomigliare a chi ha meno sensibilità non mi fa stare bene perché non sarei me stessa...

    INTENSO direi che è la parola giusta. Tutto è vissuto con intensità.
    Potrei stare ore a guardare un'immagine che a molti non dice niente se non "ah che bel paesaggio"....
    una voce, una parola detta in un certo modo...un'odore...per me sono sempre forti...

    Il carico che ne esce è davvero tanto e se in più c'è di fondo pure che le persone intorno te lo fanno notare scocciate...e per te l'ultima cosa è metterti contro gli altri...ma anzi ricerchi sempre la loro approvazione...perché ti manca....si crea un conflitto mica da poco...spesso come dice tsukumi poi si è prede facili di "bullismo"...e il tutto fa una macedonia...

    più se ne è consapevoli credimi più se ne soffre...non dico di invidiare gli autistici meno intelligenti...ma di sicuro la consapevolezza porta molto dispiacere...
    si sa di essere così come dici te esagerati ma non esserlo vuol dire non essere se stessi...bisogna riuscire ad incanalare le giuste energie...è dura...

    Lo stress rende più evidenti i tratti asperger ne sono convinta e confermo e condivido fermamente!!!

Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online