Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Qual è l'ultimo sogno che avete fatto? (Ratatouille)

1235738

Commenti

  • TsukimiTsukimi Senatore
    Pubblicazioni: 3,827
    Alle volte faccio sogni premonitori, l'ultimo era cosi! 
    Racconta se si può.
    "The Enlightened Take Things Lightly" - Principia Discordia
  • marielmariel Senatore
    Pubblicazioni: 1,460
    Se guardi un post precedente a questo lo trovi!
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    modificato January 2012 Pubblicazioni: 2,955
    Vi farà piacere sapere che prima ho scritto il post e poi ne ho fatto DUE riassunti per poi postarlo... =)

    Ah allora io amo i sogni, mi piacciono tanto.
    Da piccola sognavo solo ed esclusivamente in bianco e nero. Sogno a colori da 4 anni più o meno.
    Ho dei sogni ricorrenti e delle caratteristiche ricorrenti.

    - Ragni che mi tormentano. (Per essere stata traumatizzata da uno di loro da piccola)
    - Essere un supereroe che ha problemi a volare
    - Non riuscire a correre
    - Poi un buon 30% delle volte io sono maschio.
    - E sogno UNA città, ha sempre nomi diversi, ma è sempre uguale, una volta è Amsterdam, un'altra è Catania, un'altra è Aprilia xD ma non cambia. C'è un molo con delle grosse strutture di ferro altissime (caratteristica ricorrente: sogno cose sproporzionate, o troppo grandi o troppo piccole - SEMPRE), ma ignoro il loro scopo. Ci sono tante salite e discese ripide. Di notte la piazza principale è piena di gente e di luci e di giorno la città è vuota. C'è un posto che io amo dove fanno marmellata di rose e un negozio di tartarughe di tutti i tipi. questi 2 sono i miei negozi preferiti. Poi ce n'è uno che sembra l'Ikea, ma è altissimo e ha scaffali altissimi e fortunatamente non c'è mai nessuno. C'è un negozio di tende e di intimo dove le cose costano tanto. Questo negozio lo odio. Poi c'è una grande scogliera con un buco, se ci si entra si arriva al mare, un centinaio di metri sotto. Ci sono sia scogli che sabbia, è pieno di conchiglie e le onde sono enormi e l'acqua è trasparente. Ci sono autobus a più piani che corrono per le strade del paesino più interno come pazzi, e d'inverno quando le strade sono ghiacciate i bambini scivolano sulle discese con lo slittino. E' una città molto tetra e sul molo ormeggiano navi enormi, ma stranamente non ci sono onde alte al molo... Ci sono dei locali messi su delle palafitte altissime.

    Sogni in particolare ne ho trascritti tantissimi, uno più svalvolante dell'altro... e ora ve ne riporto alcuni.
    Post edited by Krigerinne on
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    modificato January 2012 Pubblicazioni: 2,955
    Scusate se sono strani e con le faccine ma li ricopio del mio forum.
    ______________________________
    I sogno: 2.8.2011
    In pratica stavo in un paesino, vedo le case del popolo e davanti una chiesa maestosa che sembra fatta in calcare.
    Poi ho come una visione della zona dall'alto, e vedo che sono in una vallata verdissima con un fiume (Tevere) che l'attraversa, e un ponte in stile quelli enormi lunghissimi altissimi americani o nord europei (cè tipo quello che collega Danimarca e Svezia) e penso che il ponte è sproporzionato rispetto al fiume, e mi chiedo come sarebbe figo se il fiume diventasse enorme e ricoprisse tutta la vallata, poi ingrandisco la visuale per controllare se c'è qualche ponticello più piccolo con delle persone sopra che poteva essere distrutto dall'innalzamento dell'acqua. Scorro tutta la vallata fino al punto in cui c'è il paesello in cui sono, e allora ritorno a vedere con i miei occhi, alzo lo sguardo sopra la chiesa ed è maestosa e mi chiedo se una volta annegato tutto si continuerà a vedere la punta della chiesa. Poi vedo le case dei popolani e penso a tutti i bambini che annegheranno, ma la cosa non mi dispiace. :krigerinne:
    Entro nella chiesa per visitarla e lì dentro ci sto un sacco di tempo e la vedo bene in tutti i suoi dettagli, c'è qualcosa che penzola e le vetrate sono a cerchi gialli... dentro è piccola e brutta, tutta stuccata e bianca, ma a me piace, mi struscio sulle pareti, giro su me stessa veloce veloce, mi butto a terra. :krigerinne: Cè ci sto tipo due ore... Credo che con me avessi l'ipod. Ad un certo punto entra un gruppo di persone in visita e c'è una donna che fa finta di sapere un sacco di cose su quella chiesa e tutti la ascoltano assorti, io però so che è una povera frustrata perché dice che il condizionatore è stato messo lì nel 1800 :krigerinne: E sulle vetrate c'è scritto 1600, e lei dice "lì c'è scritto 1600, ma le vetrate sono del 1608". :krigerinne:
    Esco subito dalla chiesa perché non li reggo e spiffero a mio padre l'incompetenza della tizia. 
    ______________________________

    Post edited by Krigerinne on
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,955
    ______________________________ 
    II sogno: 27.7.2011
    Sono su una strada di un vecchio borgo e ci sono degli scalini di marmo bianco sulla destra, ci salgo seguendo i miei parenti e entriamo in una reggia antica, siamo tutti vestiti eleganti. Ci sono tutti i miei parenti. La reggia è enorme e giallina, e ha un grande giardino e un alto recinto.
    ...
    La nostra attenzione è catturata da una macchina particolare, tutta tipo azzurra acqua. Nessuno sa che macchina è.
    E nonno si arrabbia perché rivuole la sua vecchia auto.
    Io sono immobile, non mi piace essere lì, e sono un po' spaventata. Ad un certo punto arriva una macchina senza nessuno al posto di guida, solo con una bambina bionda con i boccoli sul sedile posteriore, e si ferma affiaco a me. La bambina è morta anche se sta su dritta, con la testa un po' piegata e una espressione dolce ma indecifrabile sul volto. Non la voglio vedere, così mi giro di spalle. Davanti a me ci sono le mie zie, loro chiacchierano ma poi si girano e vedono la bambina e iniziano ad urlare, forse, poi dicono che la madre ci resterà male, perché ancora era convinta che l'avrebbe ritrovata viva. Arriva mia cugina, la bambina è sua, e si mette ad urlare, era da tempo che era scomparsa la figlia e ora grida di gioia perché l'ha ritrovata.
    ...
    Siamo ad un piano più alto della reggia con mia cugina e le mie zie. La bambina è cresciuta, ma non ci faccio caso. Faccio caso al fatto che si muove e parla, e che la madre la accudisce, l'accarezza, gli dà dei baci. E' come se vedessi la situazione con gli occhi di mia cugina, e penso che mia cugina è pazza, che quella bambina è morta, ma che nella sua mente lei la vede muoversi. (e ora che ci penso, forse per la madre la bambina è più grande perché in quell'anno avrebbe dovuto avere quell'età, ma era morta da piccola, e solo noi la vedevamo piccola, perché la madre la vedeva ancora viva e quindi cresciuta!) Sono come bloccata in quel tormento. La cosa di cui ho più paura è quella di tornare a vedere la situazione con i miei occhi, di vedere, cioè, mia cugina accudire un cadavere.
    Ho paura e scappo da quella stanza, ma la reggia è come un labirinto, tutto in legno e pietra, scappo come una pazza ma non trovo vie di fuga. Sento un uomo gridare, allora entro subito in quello che pare uno sgabuzzino. C'è una porta in alto, salgo su degli oggetti ricoperti da un'incerata rossa e la apro, è una porta fina fina, tipo 15 cm, a forma di arco, larga più di 60cm, rossa. La apro ma dietro ce n'è una uguale gialla, allora infilo la mano e apro pure quella. Vedo due ragazze avvicinarsi, vestite eleganti, ma sembrano fantasmi del '700.
    ...
    In qualche modo sono dall'altra parte ed è tipo una stalla. Chiedo alle due ragazze da dove vengono, e loro ridono e se ne vanno scomparendo. Io avanzo e dopo un po' sono fuori dalla reggia, sempre su quella strada. E' pieno di persone, e tutte sono eleganti e parono pure loro antichi fantasmi, hanno abiti neri o grigi, capelli neri e qualcuno tiene delle rose rosse. Le donne sono vestite come delle elfe di bianco e beige e hanno lunghi cappelli neri. Trasportano carri piatti di legno con sopra ammassati dei cadaveri. Gli uomini sono vestiti in corporate goth. Mi avvio per la strada e arrivo a delle autolinee ed è notte. Li c'è un ragazzo amico, uno che mi ha già aiutato non so bene quando, forse in alti sogni, ha i capelli neri fino alle spalle, una barbetta nera ed è vestito da imbianchino, mi sorride e mi chiede se devo prendere un autobus, io gli dico sì, lui mi chiede per dove, e io gli dico per borgo bainsizza, lui mi dice ok, ma un altro ragazzo pelato mi chiede con cattiveria il biglietto. E io so che quello sta cercando a tutti i costi di tenermi in quel luogo, mentre l'altro ragazzo è mio amico e vuole che io mi svegli. Io mi giro, lo guardo negli occhi e gli urlo che lui è uno stupido sogno,(ahaha) e che io posso scegliere di fare ciò che voglio. Lui continua ad intimorirmi, ma io mi faccio coraggio, e gli dico che non si deve azzardare a dirmi qualcosa. L'altro ragazzo sorride compiaciuto.
    Andiamo a prendere l'autobus. Ma sull'autobus salgono sia i sogni buoni che quelli cattivi. Parte, dopo un po' siamo in una galleria bianca intonacata, e andiamo avanti. Vedo un muro, tra il muro e il pavimento c'è un buco che si restringe sempre di più, e so che se non mi do una mossa rimango intrappolata lì con i sogni cattivi. Così una volta passata nel buco con i sogni buoni faccio chiudere il buco. Quel buco era piccolissimo, e per passarci ci ho trasformati tutti in farina.
    Ma non è finita, l'autobus continua a camminare, alla fine del tunnel c'è un altro buco, e noi ci scivoliamo dentro.


    E' stato un po' ossessivo, sembrava un video, alcune scene andavano a rilento, e c'era una desolazione tutta intorno allucinante, tutte le persone sembravano come di cartone. :oooo:
    ______________________________
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,955
    Questo alla fine diventa un "sogno lucido".
    ______________________________
    III sogno: 17.7.2011
    E' tipo la fine del mondo, noi umani combatiamo contro non ricordo chi. Io cerco di combattere come posso, ma soprattutto aiuto le persone in difficoltà.
    I "nostri" guerrieri sono mezzi nudi, con i cappelli neri lunghi e lisci, si difendono con delle lunghe lance e stanno in gruppi di 5/6 sopra delle alte torrette che oscillano, si tengono in equilibrio usando le lunghe lance come i tizi del circo. Io devo arrivare in alto(forse su un cornicione), dove c'è un uomo che piange, salgo sulla torretta e mi sporgo verso di lui. Lui mi dà suo figlio neonato, e piange tutto sporco di sangue, mi indica il bambino e io vedo che ha dei graffi. Nel frattempo vedo Silverio e Willy :morfeo: [2 miei ex compagni di classe] che vanno in infermeria per cercare lavoro. Io prendo il bambino e per scendere faccio quasi cadere la torretta, i guerrieri cercano di aiutarmi.
    Una volta a terra vedo due uomini sporchi avvicinarsi a me, io scappo in infermeria, ma è vuota, apre dal Martedì al Venerdì dalle 13 alle 14 :morfeo: .
    L'infermeria non ha porte, si entra da una parete che non c'è (è formata da 3 pareti, manca quella che dà sulla strada). Mi accorgo di essere in trappola. Il bambino che ho in braccio vomita sangue. Si avvicinano i due uomini e io gli dico di non toccarmi perché il bambino forse è malato e forse mi ha attaccato l'AIDS :morfeo: Loro mi lasciano andare e io torno dal padre e gli restituisco il bambino dicendo che non so cosa fare.
    ...
    Sono forse nell'infermeria con quei due uomini, una coppia di fidanzati, e una ragazza. Facciamo un gruppetto che si aiuta a vicenda. Progettiamo di andare in un posto e io ho il terrore di avere l'AIDS. Dormiamo. Di notte mi sveglio perché ci sono delle foglie lunghissime nella stanza, e tutti le mangiano, le mangio anche io perché ho fame. Io e la ragazza fidanzata ne conserviamo una per coprirci perché siamo nude :morfeo: e lei mi chiede se il mio istito di sopavvivenza (mangiare) è più forte di quello di conservazione (coprirsi dal freddo) :morfeo: e io le dico sì.
    La mattina dopo la ragazza "singola" mi dice che stanno andando via senza svegliare i due uomini perché nel posto dove siamo diretti (forse una camera di hotel) ci sono solo 4 posti e noi siamo in 6. Mi inizio a preparare ma scopro subito che sono in un sogno, perché a quanto ne so il mondo non stava per finire! Poi penso ad Inception :morfeo: quando Di Caprio dice che per sapere se si è in un sogno bisogna tentare di ricordare come si è arrivati in quel posto dove siamo. E io non lo ricordavo. Poi mi dico "figo! ma pare così vero!!!". I due uomini si svegliano e si cominciano a preparare per venire con noi, io me la prendo comoda perché tanto so che è un sogno. Prendo ipod e cose così... La coppia e la ragazza partono per primi, poi partono i due uomini, e poi io con tutta calma perché so che è un sogno e non mi può succedere niente.:morfeo: Poi mi sveglio.

    Poi ho sognato di vedere il gatto (credo o Ryuk o suo figlio) con la testa dentro la rete di Lupo, io gli urlo di uscire, ma quello resta lì, poi arriva Lupo e gli stacca la testa e esce sangue nero e io piango. ç_ç Che sogno orribile, preferivo quello in cui pensavo di avere l'AIDS.
    Penso che in quello ho scoperto di essere in un sogno perché ho spostato la mia attenzione dal presente al futuro, e mi sono immaginata morire di AIDS, e allora questo spostamento mi ha fatto capire l'assurdità della situazione.
    ______________________________ 
    ps: la faccina che ho usato in tutto il sogno significa: "sì, strano, lo so"
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,955
    ______________________________   
    IV e V sogno: 18.6.2010
    2-Sto al ristorante giapponese con la mia famiglia ma non riescono ad organizzarsi, chi ordina prima, chi ordina dopo e mia madre che mangia il sushi senza salsa :mha: la gente si alza e fa casino... Talmente mi sono innervosita che mi sono svegliata. :krigerinne:
    (in perfetto stile aspie! xD)

    3-Sto in classe oltre l'ultimo giorno di scuola e la prof di chimica mi chiede i disegni, io le chiedo: prof, le è arrivata la mia email? e lei: no, e io: nell'email le dicevo che io a casa ho scoperto di aver fatto un altro disegno sull' sp3 per cui ora ne ho due, e lei: capisco... e io: e ora però non so come fare l'sp, e lei: ma l'sp non si può fare perchè va fatto con l'ossigeno, il carbonio ha 6 elettroni.
    :krigerinne:
    Poi esco da scuola con in mano il mio raccoglitore ma scopro che uno dei miei disegni, uno dei miei preferiti, è diventato panna cotta :krigerinne:
    ______________________________  
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,955
    Non mi fermerete MAI!!!  XD
    Viola spero di esserti d'aiuto almeno!
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,955
    ______________________________    
    VI sogno: 22.5.2010
    Incontro spesso un ragazzo in un bosco, il bosco non è suo ma è come se gli apartenesse, è il suo mondo e non lascia entrare nessuno, o almeno, non vorrebbe che alcuno etrasse. E' vestito in modo "economico", è sporco ed ha un taglio tremendo di capelli (corti sui lati e in alto e lunghi dietro le spalle). Avrà un paio di anni in meno a me quindi 15/16 e si rintana nel bosco per piangere e aspetta suo padre. Appena mi avvicino scappa e io gli parlo in una lingua che non conosco. E in uno strano modo io vorrei essere lui, perché è libero di stare nel suo bosco.
    ______________________________
    VI sogno: 3.2.2010
    Io oggi ho sognato di tornare a casa e mettermi a vedere i love you philip morris :morfeo:
    Ma prima di questo ero uscita, stavo con mio padre, mio fratello, un amico di mio padre, mia madre e qualcun'altro... Mio fratello rivela di aver paura delle sedie e allora l'amico di mio padre racconta l'aneddoto del perchè anche lui ha paura delle sedie... ...ma non lo ricordo...
    Entro in casa e metto il DVD.
    Poi in pratica entro nel film, in jim carrey per cui ero io a sbaciucchiarmi ewan :hihi: giuro, niente di zozzo... E comunque invece che in un carcere stavamo in un manicomio. A destra l' ala femminile e a sinistra quella maschile... non è che nel sogno io ci sia stata molto tempo con philip morris, in realtà :cioè: però un bacio c'è stato anche se non mi ricordo quando :yap:.
    Mi avvio per l'ala femminile, c'erano delle stanze, in una di queste una ragazza cantava sempre un motivetto di poche note, arriva il dottore e le regala un carillion che fa press'appoco la stessa musichetta e lei ne è felice, poi arriva una ragazza nuova, la sua futura compagna di stanza ma lei non la vuole e le urla contro.
    Esco, mi faccio un giretto, tipo... Arrivo a casa di mio zio e poi nel giardino di mio cugino mentre mio cugino va nel mio giardino. Nel suo giardino mi vengono in mente tutti i ricordi legati a mio cugino e inizio a sradicare alberi e a far rotolare pietre :morfeo: esco dal giardino e vedo mio padre, mio zio e mio cugino (che nel frattempo è diventato denise, la mia ex migliore amica di elementari e medie ed io da jim carrey sono diventata me stessa) che stanno su una specie di promontorio a guardare il mare ed io sono felice perchè finalmente dopo tanti anni hanno fatto pace, ad un certo punto arriva un onda che li bagna, papà e zio molto, denise un po' meno... Vengono nella mia direzione fradici e denise mi sorride allora penso: "ma non era un film sui gay? ora è diventato uno sulle lesbiche? :morfeo: " e poi penso: "vabbè, evidentemente la soria è così, philip morris arriverà tra un po'"
    ______________________________
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
  • KrigerinneKrigerinne SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,955
    Poi ancora sogni di ragni, di io che faccio a pezzi un uomo e lo sotterro, di miei figli maschi che si baciano sul letto di morte di uno di loro... (quest'ultimo incredibilmente dolce)

    Sto rileggendo questi sogni (invece di dormire) e alcuni mi fanno ridere xD xD xD

    ______________________________ 
    VII sogno: 26.12.2009
    Stavo al centro commerciale, avevo un banchetto sul quale c'erano perle e fili, mi volevo fare una collana. Arriva un bambino con un euro in mano e mi chiede di fargli un braccialetto, allora io gli prendo la misura del polso e poi gli chiedo di che colore vuole le perline e lui non me lo sa dire allora gli chiedo quale sia il suo colore preferito e lui mi risponde viola ed io gli dico bravo. Sapevo che poi mi avrebbe dato l'euro ma io di sicuro non l'avrei accettato e avrei detto al bambino "tieniti tu i soldini, a papà non glielo diciamo..." ma questo non ho potuto dirglielo perchè mia madre è imbucata in stanza e mi ha svegliato :mefistofele: per questo sono triste... perché non ho potuto finire il braccialetto al bambino :mefistofele:
    ______________________________ 

    VIII sogno: 6.12.2009
    Oggi ho sognato che vendevo su ebay le nuvole! :morfeo:
    Aprivo la finestra e vedevo una nuvoletta li vicino, la strappavo e mi rimaneva in mano una specie di frittella di nuvola color azzuro/grigio. Poi andavo da mio fratello e lui mi diceva: "vendiamole su ebay!".
    Non ricordo chi mi diceva che le nuvole odoravano di condensa, allora l'avvicinavo al naso e sentivo puzza di umidità xD
    ______________________________ 
    IX sogno: 11.12.2009
    Ho sognato di stare in america con la scuola, ci fanno entrare dentro un parco però chiudono l'accesso a delle zone di questo parco perchè sono troppo "pericolose".
    Poi nero, non mi ricordo... esce un criminale che uccide a sangue freddo, lo vedo tipo film che uccide un tipo, poi rientro nel sogno e scappo, cerco di evitarlo, entro nel parco e apro le zone proibite. Tutti si chiedono chi sia stato ma io non mi denuncio. Il killer viene a fare visita nella famiglia in cui sto, (forse è la mia famiglia ma non c'entra nulla con quella mia vera) ed io fingo di fare quella che non ha niente da nascondere e mi metto a guardare un film ma ci sono dei problemi con il film, non mi ricordo quali... forse era un film horror (?) in assenza del film mi nascondo sotto il letto... fatto sta che il pazzo viene a casa, all'inizio si comporta bene ed io esco da sotto il letto ma poi butta bombe in ogni stanza. Io per proteggere la famiglia metto le 2 donne (madre e figlia) nell'unica stanza protetta, butto il padre nel congelatore ma non riesco a salvare un altro che forse era lo zio... un uomo povero, non molto intelligente ma molto molto buono che rimane spappolato, riesco ad uccidere il killer buttandolo dentro una delle stanze con le bombe e anche lui si squaglia tutto.
    Esco e vado a recuperare il padre nel congelatore ma forse è morto congelato... lo tiro fuori ed è graffiato e sporco di sangue, è rigido. Lo lascio fuori dal frigo e chiamo la polizia ma stiamo in america e alla poliziotta che risponde non le so dire la strada dove mi trovo, le dico solo "1 morto e 3 feriti gravi" un uomo della famiglia (forse lo zio non era morto in realtà o forse era il suo fantasma o forse ancora era un altro uomo...) mi dice la strada ma quella ha già riattaccato. Nel frattempo la madre e la figlia urlano e il padre muove la lingua. Vorrei richiamare la polizia ma non so il numero allora mi chiedo come io li abbia potuti chiamare l'istante prima... o.o
    ______________________________ 
    Mi sto scompisciando dalle risate xD
    Embrace the shame of what you used to be
    Rain washed the panic from today
    Decimation of anxiety
    Tribulations drift away
    Pray tomorrow offers clarity
    Rain washed the panic from today
    Affirmation of mortality
    Trivialities astray
    Pray tomorrow brings stability
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586