Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Qualcuno soffre di ipnagogismo o ipnopompismo (in paralisi del sonno)?

AnamAnam Membro
modificato May 2014 in Teorie e ricerca
Puo' capitare a un ND di avere ipnagogismo o ipnopompismo in paralisi del sonno? Io soffrivo di questo apparente disturbo neurologico, ma mi chiedo se sia piu' pertinente alla neurologia o alla parapsicologia. Ho le antenne diritte, mi piacerebbe confrontarmi con qualcuno con queste "peculiarita'". Poi andiamo tutti a "Misteri". Scherzo  :D

Buon Tutto,
Shanti.


kachinachandra
Post edited by Andato_Sim on
Om Shanti Shanti Shanti
Taggata:
«134

Commenti

  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,732
    @anam è un disturbo esistente e codificato, non so se è più frequente negli ND ma capita di sicuro anche agli NT è considerato una parasonnia (un disturbo del sonno) tende a venire e passare da solo, solitamente in adolescenza. È legata probabilmente ad un "difetto" nel processo di risveglio, che sblocca la coscienza prima di sbloccare i muscoli (che vengono bloccati per evitare problemi durante il sonno REM), in qualche misura è il contrario del sonnambulismo
    david
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato47Andato47 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 603
    Non riesco a trovare su internet chiarimenti e descrizioni valide delle parole ipnagogismo e ipnopompismo, dal quel po' che ho trovato si parla di sogno lucido e immagini nitidissime che si presentano prima di addormentarsi o poco prima del risveglio... (io mi ricordo di averne parlato in un post, ma non ricordo la discussione)... @Anam potresti darmi delle fonti sul web dove informarmi meglio...?? detesto trovarmi di fronte a parole che non conosco e non trovare un buon significato delle stesse (magari con approfondimento dell'argomento se vedo che m'interessa...)  :(
    A.A.D. (Asperger Auto Diagnosticata)
    Tutto ciò che vuoi sta al di là della tua paura...
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    modificato May 2014 Pubblicazioni: 10,732
    @Mikikii


    B- PARALISI DEL SONNO

    Consistono nell’incapacità di svolgere qualsiasi attività motoria volontaria (si ha la percezione di essere completamente immobilizzati), nonostante il soggetto sia completamente cosciente. Si possono verificare durante la fase di addormentamento (“paralisi ipnagogiche”) o in seguito ad un risveglio (“paralisi ipnopompiche”). Possono essere accompagnate da allucinazioni uditive o visive e possono durare da pochi secondi a parecchi minuti, causando spesso intensa ansia nel soggetto che le vive. Si possono risolvere spontaneamente o in seguito a stimolazioni sensoriali. Possono essere favorite da un ritmo sonno-veglia irregolare e dalla deprivazione di sonno. Si verificano frequentemente in soggetti senza altri disturbi del sonno (il 40-50% della popolazione ha sperimentato una paralisi del sonno almeno una volta nella vita) oppure possono rappresentare uno dei sintomi della narcolessia.

    chandra
    Post edited by wolfgang on
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • amigdalaamigdala SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 6,136
    io soffro di paralisi nel sonno nella fase per lo più del risveglio, non ho però allucinazioni... e l'ho sempre vissuta come un'esperienza piena d'ansia ed angosciante, è tremendo stare immobili ed essere coscienti...
    ultimamente però non le ho più avute, molto probabilmente con la crescita il disturbo si è risolto da sé
    kachinaWBorg_Andato
  • mandragola77mandragola77 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 2,262
    Mi è capitato un paio di volte in fase di risveglio. Una grande ansia.
  • Andato47Andato47 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 603
    grazie @wolfgang ho guardato il link e ho trovato molto interessante l'argomento "parasonnie". Grazie anche perchè mi hai fatto accorgere di una cosa, logica, ma a cui non avevo pensato. Quando citi qualcuno in un post e pubblichi la persona riceve la notifica via mail (se attivata) del tuo commento. Se poi si modifica il commento, quello originale (senza modifiche) ormai è finito nella casella di posta di chi hai citato... quindi lo terrò presente, visto che io sono soggetta a modificare tutti i miei commenti... :D
    A.A.D. (Asperger Auto Diagnosticata)
    Tutto ciò che vuoi sta al di là della tua paura...
  • AnamAnam Membro
    Pubblicazioni: 136
    Si' @wolfgang, la spiegazione scientifica e' questa. volevo solo capire se fosse piu' frequente nei ND. Io pero' ne sono soggetta dall'eta' di 7 anni, compari' molto nell'adolescenza e recentemente esclusivamente in periodi di alto stress (infatti ho fatto degli esami del sangue per altri motivi e il mio cortisolo era molto molto alto). Mi capito' talmente frequentemente che mi resi conto di dover trovare un modo per non iperventilare o agitarmi. il trucchetto e' non avere paura. qualunque cosa vedi, non e' reale. Puo' aiutare ripetere una formula rassicurante, ad esempio, per chi crede In Gesu' Cristo, il Padre Nostro, per gli Ebrei un Salmo prediletto, per i Buddhisti un Mantra, per i Musulmani Allah Akbar. Ad ogni modo, vedendo che con il ripetere parole o frasi rassicuranti le immagini e le sensazioni di ansia sparivano, ho sviluppato una sorta di automatismo per cui spontaneamente non ho piu' paura. Come si puo' aver paura di cio' che non esiste? 

    A me successe in Ospedale, al Reparto Chirurgia, era impossibile svegliarmi (ovviamente, ero stressata, sapevo che se non mi operavano avrei ricevuto l'estrema unzione e non sto esagerando, con una occlusione intestinale non si scherza, ma alcuni chirurghi rompevano le scatole e si impuntavano per non operarmi, il Primario temporeggiava perche' voleva operarmi con metodi modernissimi, il Viceprimario era molto seccato perche' la sua idea era di aprire e vedere cosa c'era da togliere, visto che facevo raggi X un giorno si' e un giorno si'). Le infermiere si spaventarono, anche perche' in tali casi gli occhi possono essere parzialmente aperti e, dato che si tratta di parasonnia, io ero in fase Rem quindi probabilmente roteavo gli occhi. Fortunatamente mi svegliai. Tuttavia, il giorno dopo, arrivo' il Primario di Neurologia, che mi disse di prendere alcune (poche) gocce di antidepressivo triciclico prima di andare a dormire in dose diversa a seconda che si trattasse di notte e giorno. i Chrurighi non me l'hanno somministrato. Non sono un medico, ma condivido la loro scelta. Avevo gia' usato tali sostanze, con effetti, su di me, tutt'altro che positivi (effetti paradossi: pensieri cupi).
    yugenkachinachandra
    Om Shanti Shanti Shanti
  • Lycium_bLycium_b Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,868
    Mi è capitato tanti anni fa un episodio di questo tipo ed é stato terribile, così terribile che non mi va neanche di raccontarlo. Credo sia accaduto a causa del dosaggio sbagliato di un farmaco che mi avevano dato.
  • AnamAnam Membro
    Pubblicazioni: 136
    Mi è capitato tanti anni fa un episodio di questo tipo ed é stato terribile, così terribile che non mi va neanche di raccontarlo. Credo sia accaduto a causa del dosaggio sbagliato di un farmaco che mi avevano dato.
    Se era per un farmaco, magari non si trattava proprio della stessa cosa. Certi farmaci fanno brutti scherzi all'SNC. Basta leggerne il bugiardino. A me psicofarmaci che dovevano provocare sonnolenza mi facevano svegliare tre volte per notte. 
    chandra
    Om Shanti Shanti Shanti
  • MuleMule Membro
    Pubblicazioni: 102
    Un paio di volte mi è capitata la paralisi del sonno con tanto di allucinazioni  (niente di cronico) credo sia genetico, mia madre ne soffre in maniera cronica, è collegata all'epilessia (o sbaglio?)  
    chandra
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online