Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Aiutatemi

DennonyxDennonyx Neofita
modificato May 2014 in Aspie Teens
Oggi mi sento particolarmente giù. Da un sacco di tempo non mi va più di fare niente, mi sento impazzire non so neanche quello che scrivo. Le mie dita cliccano dei tasti sulla tastiera e formano delle parole, le quali magari formano tutte proposizioni insensate ma bho. A scuola mi sentivo male, mi sentivo di svenire e mi faceva male la pancia. Sono stato interrogato su cose stupidissime, eppure non mi andava di parlare, non è che non sapevo le cose, ma non riuscivo proprio a trovare la forza di produrre rumori con la bocca o di alzare il braccio per scrivere sulla lavagna. Mi ricordo che mi sono successe altre cose e che avrei voluto scriverle qui su questo coso ma non mi ricordo, la mia mente è un casino. Di solito mi sento male per altri motivi, mi sento uno schifo, sto sempre da solo, devo sempre nascondere alcune cose, ho paura di un sacco di roba e vabbè. Ora però è diverso, sto male perché c'è così tanta roba nella mia testa che non mi viene da fare niente. Si capisce anche dal modo orribilmente vago in cui sto esponendo la cosa (cosa=vocabolo vago per eccellenza). Che faccio? Come faccio? (anche fare è il verbo vago per eccellenza) la cosa peggiore è che DEVO fare qualcosa altrimenti mi annoio e comincio a smaniare. Però non mi viene da fare niente lo stesso, e per questo impazzisco, mi fa male la testa e vorrei piangere ma non ne ho la forza. Ringrazio in anticipo davvero tantissimo per i consigli ammesso che qualcuno riesca a capire qualunque cosa abbia appena scritto.  
Post edited by Dennonyx on
We could belong together, (PALEO)ART-POP!
«13

Commenti

  • aspirinaaspirina SymbolAndato
    Pubblicazioni: 3,054
    Chiuditi in camera tua spogliati nudo raggomitolati a palla nel letto (se hai il riscaldamento accendilo  non troppo alto) dondolati  e  comincia a piangere piano, pigola come se fossi un pulcino, poi lamentati piano, poi  comincia a cantare sottovoce quello che senti, senza pensarci, come se fosse una nenia senza senso.
    Concediti il lusso di commiserarti, se hai così pochi anni ne hai il diritto.
    Trattati come vorresti che ti trattasse una mamma- una culla- un nido.
    Piano piano, respirando,  prova a emergere dal dolore, ma sempre cantando quello che stai provando.
    Poi prendi un bicchiere e facci cadere una lacrima, mettici un dito d'acqua e bevila.
    Basta.
    aspirina la streghetta
    Edy59
    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • KrigerinneKrigerinne SymbolSenatore
    Pubblicazioni: 3,153
    Abiti in città o campagna? In questi casi se riesci a trovarti un angoletto verde e solitario per contemplare la natura è utile. O almeno per me lo è. Potresti cominciare da qualcosa di passivo per poi riuscirti a focalizzare su una  sa sola. Ad esempio quando non riesco a cominciare niente e sono distratta ma so di dover studiare inizio a riassumere con parole del libro l'argomento che devo studiare, dopo 10 minuti riesco a studiare attivamente Insomma ci entro dentro piano piano. Se senti tanto caos potresti provare a fare qualcosa di caotico come un dipinto molto istintivo, così come ti viene.
    Asperger ~ tutor ABA ~ programming... future
    You split the sea
    so I could walk right through it

  • aspirinaaspirina SymbolAndato
    Pubblicazioni: 3,054
    approccio corporeo o creatività? 
    Dipende da quanto hai perso il controllo......
    Il dipinto è una bella idea

    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • amigdalaamigdala SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 6,084
    @Dennonyx quando andavo al liceo spesso mi sono sentita così... e quando mi sentivo così incasinata da scoppiare prendevo in mano la matita e disegnavo, penso che @Krigerinne ti abbia dato un ottimo consiglio... disegnare mi aiutava a tirare fuori quello che io chiamavo "veleno"
  • marielmariel Senatore
    Pubblicazioni: 1,551
    corri!
  • marielmariel Senatore
    Pubblicazioni: 1,551
    fai un bel bagno profumato ascoltando musica e immagina scene ridicole tue e di altri 
    b-(
  • GrizliGrizli Veterano
    Pubblicazioni: 288
    conosco bene quella faccenda di dover fare qualcosa altrimenti impazzisco e però non lo faccio...
    so che è demenziale e anche che fa un po' paura se stai male, ma quando la mia testa è un casino e io sono chiusa lì dentro e non so cosa fare mi aiuta andare (trascinarmi, a volte) in un ipermercato o in un posto del genere dove ci sia casino  anche fuori di me. come se casino + casino mi tranquillizzasse o sbloccasse, almeno un po'.




     
  • fattore_afattore_a Colonna
    Pubblicazioni: 2,117
    Mi ricorda i tre giorni dal 07 al 09/01/1993, al rientro dalle vacanze natalizie. Giornate senza sole e un senso di abbandono e di fine delle cose che mi faceva stare chino sul banco. Lì, lì per piangere e il compagno di banco che mi chiedeva, al rientro della ricreazione, cosa avessi; io, neanche la forza di rispondere.
    Ci sono voluti 3 giorni. Avevo 14 anni compiuti.
    Spero ti passi presto; poi, magari, ripensaci e di' a te stesso che è passata.
  • yugenyugen Mastro Libraio
    modificato May 2014 Pubblicazioni: 1,888
    Anche io spesso mi sentivo cosi'.
    Per me era di aiuto la musica, qualsiasi che sia in chiave con quello che senti.
    Poi e' salutare quando sto cosi' guardare un film o prendere un libro, qualcosa che mi coinvolge in quel momento e concentrarmi nella lettura.
    Se e' appassionante e magari divertente funziona. :-)
    ps: ieri sera ennesimo meltdown in chiave depressiva..visualizzavo me stessa come un nafrago su una zattera in mezzo al mare, sempre piu' lontana da un riferimento visibile, alla deriva.
    Ho pianto come una fontana per un paio di ore.
    Poi ho acceso la tv, orario improbabile, ho trovato un film inglese "Killer in viaggio". Commedia ..quasi.
    Carino.
    Ho sentito la tensione scendere piano piano, alla fine ero rilassata e sono riuscita a dormire.
    Sono piccole strategie, ma sono riuscita a distogliere la mente da pensieri ossessivi.
    Post edited by yugen on
  • zisczisc Senatore
    modificato May 2014 Pubblicazioni: 1,603
    Quando mi sento così non c'è niente di meglio delle passeggiate, uscire in campagna e leggere libri (materie preferite), guardare film o documentari catastrofici, drammatici, leggere manuali di sopravvivenza.
    Post edited by zisc on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online