Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Rimettere a posto la gente è facile però la vita è un mistero

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
modificato May 2014 in Advocacy e Neurodiversità

Rimettere a posto la gente è facile però la vita è un mistero

sostiene il chirurgo Asperger


Autore: Amy Taylor

Articolo originale su getSurrey:Fixing people is easy but life is a mystery, says autistic surgeon

Tradotto da L.O.


Vaughan Bowen è un chirurgo che racconta come la diagnosi di Asperger abbia cambiato la sua vita e permettergli di raggiungere la pace rispetto alla storia della sua vita.


image


Quando a Vaughan Bowen venne diagnosticata la Sindrome di Asperger, la sua debilitante ansia sociale trovò finalmente una spiegazione. Alcuni mesi più tardi, l´apprendere da un articolo di giornale la notizia del suicidio di suo padre a Walton fu altrettanto rivelatore.


Continua a leggere su SpazioAsperger.it >>
Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

Commenti

  • ShadowLineShadowLine Veterano
    Pubblicazioni: 372
    Grazie, mi serve per capire, per fissare dei punti.
    Se lo avessi scritto io, avrei scritto:


    La mia infanzia: era un´esistenza difficile e solitaria. Figuravo sempre come un po´ diversa rispetto agli altri. Qualcuno talvolta diceva che ero una “bambina particolare”.
    Avevo un interesse speciale per lo spazio oltre la terra, gli indiani d’America, ma la natura e gli animali erano la mia specialità. Eccellevo nelle materie scolastiche ma ero troppo scoordinata per lo sport. Potevo correre ma non comprendevo la complessità del gioco di squadra. Avevo alcune “invisibili” difficoltà che rendevano difficoltose le interazioni sociali, facendomi apparire talvolta “strana”. Avevo difficoltà nella comprensione delle espressioni facciali, del linguaggio del corpo e del tono di voce. Faccio fatica a cominciare e concludere una conversazione. Interpretavo il linguaggio molto alla lettera e ho dei grossi problemi con le emozioni.
    Spesso non capisco cosa gli altri stanno pensando così talvolta “mi sbaglio”. Ho delle buone abilità quando si tratta di effettuare dei ragionamenti non verbali, oppure di risolvere dei problemi astratti, speciali tipi di ragionamento.
    Le persone non riescano a figurarsi come potrei mai sentirmi a disagio socialmente
    Molti aspetti della vita sono stati dei misteri: imprevedibili e difficili da interpretare.
    Sono passata da un incarico ad un altro, apparentemente per proseguire la carriera, ma, più probabilmente, per attenuare la mia ansia sociale.
    L´ansia è stata la mia fedele compagna di vita.
    Le difficoltà sociali possono essere mascherate dal ragionamento logico e dalle esperienze di vita, ma il processo richiede tempo ed energia
    Le gaffs sociali possono essere perdonate dagli altri ma preoccupano comunque l´autore. La vita è difficile.
    Ciò che accadde non fu colpa di nessuno.

    Poi avrei scritto anche altro.
    Grazie ancora.

    wolfgang
  • Wolfina84Wolfina84 Andato
    modificato March 2015 Pubblicazioni: 316
    molto interessante  :)
    Post edited by Wolfina84 on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online