Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Riservati o confidenti??

RakiRaki Membro
modificato January 2015 in Socializzazione, Amicizia e Famiglia
Siete dei tipi chiusi, riservati che mantengono tutto dentro
oppure vi confidate spesso con qualcuno?


Io sono riservatissimo, ho poche persone con cui potermi
confidare (2 per l’esattezza) e lo faccio molto raramente, lo faccio quando il
peso di ciò che mi porto dentro è troppo grande, ed ho quindi bisogno d’un appoggio,
di qualcuno che mi stia a sentire e che mi capisca.. quando bevo mi apro molto
più facilmente e spesso il giorno dopo mi pento di tutto ciò che ho detto..
Chiedo questo perché so che le persone in genere sentono bisogno d’aprirsi e di
confidarsi, io invece no non ho mai sentito quel bisogno a parte alcune eccezioni
ovviamente, quindi voi come siete? Chiusi o aperti? Può essere considerata una caratteristica
delle persone Asperger?  

Post edited by yugen on
"Quando sei miserabile..cerchi qualcosa che è ancora più miserabile di te. Quelli che non sono umani..quelli che sono disumani.. SIETE VOI!" - Elfen Lied -

" All'angelo corrotto cacciato dal paradiso non resta altro destino che farsi demonio..." - Cowboy Bebop -

"Ecco che se ne va: uno dei prototipi di Dio. Un mutante ad alta potenzialità neanche preso in considerazione per una produzione di massa. Troppo strano per vivere e troppo raro per morire" - Paura e delirio a Las Vegas -

«1

Commenti

  • fattore_afattore_a Colonna
    Pubblicazioni: 2,173
    Tengo molto alla mia privacy; nessuno mi viene a trovare a casa.

    Di alcune cose, ne sto parlando qui per la prima volta
  • Andato_87Andato_87 Andato
    Pubblicazioni: 3,049
    Nel mondo reale sono riservato, nel virtuale sono fin troppo confidente. Spesso mi sono confidato con le persone sbagliate, e questo mi ha spinto a essere ancora più pudico per paura di essere preso in giro o che altri non rispettino la mia opinione. Sento troppo le critiche altrui.
  • amigdalaamigdala SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 6,134
    Io sono molto riservata. Non parlo quasi mai di quello che mi preoccupa perchè temo anche io di essere derisa. Ho pochi amici e non mi confido quasi mai soprattutto per quanto riguarda le relazioni sentimentali o la famiglia. Forse si è una caratteristica Asperger, ma bisognerebbe chiedere a chi è più esperto in questo campo :)
  • AdalgisaAdalgisa Andato
    Pubblicazioni: 1,793

    mi confido liberamente solo con i miei due migliori amici, con una terza persona vorrei pure confidare liberamente ma non abbiamo ancora chiarito il tipo di rapporto.

     

    tutto il resto (familiari stretti a parte) sono solo conoscenze, non mi piace confidarmi con loro forse perchè non ho fiducia

    E' vero se è vero che è vero che..

    che mi fa impazzire se penso che le cose che ho toccato insieme a te debbano svanire...dimmi che non è, dimmi che non è tutta un'illusione...un'illusione"
  • Francy75Francy75 Membro Pro
    Pubblicazioni: 405
    Mi confido facilmente solo con sconosciuti in internet, nel mondo reale è tutto più difficile persino con i miei familiari.
  • Lycium_bLycium_b Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,868
    Mi confido facilmente solo con sconosciuti in internet, nel mondo reale è tutto più difficile persino con i miei familiari.
    Idem.
  • BatteoBatteo Membro Pro
    Pubblicazioni: 172
    Anche io sono molto riservato e tengo alla privacy.
  • ShadowLineShadowLine Veterano
    Pubblicazioni: 372
    Sono ermeticamente chiusa.
    In passato, (dai 10 ai 20 anni circa) per superare quella che ritenevo essere una "timidezza" cronica paralizzante che mi impediva di fare amicizia con i miei coetanei mi sono imposta di parlare e confidarmi con gli altri. Dalle mie osservazioni sulle interazioni sociali avevo ritenuto che la confidenza fosse necessaria per creare i rapporti di amicizia per cui parlavo molto di me e dei miei interessi/desideri con il risultato di annoiare a morte l'interlocutore in genere per niente interessato alle mie confessioni. Dopo i 20 anni quando i miei racconti di vita sono diventati più "pesanti" ho capito che generavo sconcerto e apprensione nell'altro per cui ho smesso letteralmente di parlare di me. Quello che per me rappresentava una coraggiosa scelta di vita, per gli altri era fonte di disagio o preoccupazione. Capii che il muro era sempre lì e che il problema non era la  timidezza ma era una profonda incomunicabilità tra "mondi diversi" e tornai al silenzio.
  • Francy75Francy75 Membro Pro
    Pubblicazioni: 405

    Ho provato a confidarmi con le persone sperando che fosse un buon metodo per fare amicizia e tappare le mie grosse falle e non funziona, non c'è speranza è impossibile, non riesco a fare amicizie da nessuna parte,

    neanche su forum o facebook,

    sono strana, chiusa, scostante non mi interessano le argomentazioni altrui, penso solo ai miei interessi, desidero l'amicizia per poi non sopportarla,

    avrei bisogno di un'amica psicologa è l'unica via d'uscita che vedo, su facebook ce ne sono tanti ma pensate che tempo fa chiesi l'amicizia VIRTUALE alla psicologa che mi aveva seguito anni fa e me l'ha NEGATA con varie scuse!!

    L'unica persona che mi conosceva mi ha negato l'amicizia capite il significato??! Psicologa per giunta!

    Significa che sono terribile!!

  • Andato11Andato11 Andato
    Pubblicazioni: 370

    avrei bisogno di un'amica psicologa è l'unica via d'uscita che vedo, su facebook ce ne sono tanti ma pensate che tempo fa chiesi l'amicizia VIRTUALE alla psicologa che mi aveva seguito anni fa e me l'ha NEGATA con varie scuse!!

    L'unica persona che mi conosceva mi ha negato l'amicizia capite il significato??! Psicologa per giunta!

    Significa che sono terribile!!

    no non sei terribile, pensa che mia cognata è psicologa ma ha capito poco di me, una volta mi ha detto che lei era una persona riservata e che io con le mie storie stavo infastidendo la sua vita facendole verbalmente del male, io non ucciderei neppure una mosca, ora evito di parlarle di certe cose, faccio domande sul tempo sulle vacanze sui suoi figli, ma del resto mi impongo il silenzio.
    comunque non credo che una psicologa possa essere un'amica, non penso possa capire o dare quelle risposte di cui noi abbiamo bisogno, a me è molto utile questo spazio ad esempio come stare da sola in un bosco...
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online