Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Vivere una vita meno ordinaria con la Sindrome di Asperger

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
modificato July 2014 in Advocacy e Neurodiversità

Vivere una vita meno ordinaria con la Sindrome di Asperger

Stuart Neilson racconta la sua Sindrome di Asperger


Autore:
Colette Sheridan
Traduzione:L.O.

Articolo originale:Living a life less ordinary with Asperger´s


Uomo sposato con due figli, la diagnosi di Neilson è arrivata relativamente tardi nella sua vita. Era stato inizialmente diagnosticato come depresso ed era stato ricoverato in una struttura psichiatrica per cinque volte. La diagnosi di Asperger è stata un sollievo per lui. Ha spiegato molte cose.


image

Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

Commenti

  • Winged_LionWinged_Lion Membro
    Pubblicazioni: 250
    Sì ha una vita normale ora, una vita banale come tutti o quasi destinata nel 90% dei casi al divorzio :D 46 anni? hihihi tra qualche anni pagherà il mantenimento!

    Ma poi dove sta scritto che una vita comune sia la migliore? bah.

    Ma poi per fortuna che la diagnosi arriva tardi perché (almeno da noi in italia) dopo devi stare a scuola con l'insegnante di sostegno e accompagnato: bella roba per l'autostima eh?
  • KenariJKenariJ Membro
    Pubblicazioni: 128
    Sì ha una vita normale ora, una vita banale come tutti o quasi destinata nel 90% dei casi al divorzio :D 46 anni? hihihi tra qualche anni pagherà il mantenimento!

    Ma poi dove sta scritto che una vita comune sia la migliore? bah.

    Ma poi per fortuna che la diagnosi arriva tardi perché (almeno da noi in italia) dopo devi stare a scuola con l'insegnante di sostegno e accompagnato: bella roba per l'autostima eh?
    Effettivamente, mi sono sempre chiesto se fosse stato un bene essere diagnosticato prima? 
    Il mondo ti tratterà pure meglio, per ipocrita solidarietà dettata dalla convenzione sociale, ma poi deve essere durissima l'esser visto ufficialmente come un anormale.
  • yugenyugen Mastro Libraio
    Pubblicazioni: 1,888
    Sicuramente ci sono pro e contro.
    Credo che molto dipenda dal tipo di disagio e difficolta' che porta una persona ad arrivare ad una diagnosi.
    E di conseguenza come la persona stessa e nel caso di un minore la famiglia puo' gestire questa consapevolezza.
    Io ho sempre pensato che avrei voluto ricevere una diagnosi prima. Lo penso ancora.
    Non solo per la consapevolezza, che mi avrebbe credo evitato una serie di errori.
    Ma anche per le persone a me vicine.
    Ho frequenti meltdown, che non riesco a far comprendere.
    Ma tutta una serie di difficolta' di gestione personale non sono ne' comprese ne' accettate, anzi nonostante abbia parlato dell'Asperger continuano a colpevolizzarmi, tipo non e' vero che non puoi sei troppo pigra, non hai voglia etcc..
    E attribuisco questo rifiuto al fatto che una diagnosi ricevuta in eta' adulta (io ho 44 anni), porta le persone a dare poco credito alla cosa, "tanto ci hai convissuto finora..cosa cambia..." e se ne parli ti dicono "ora non ti fissare".
    Insomma e' difficile avere aiuto e comprensione da adulto.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,741
    @Winged_Lion
    Mia figlia è stata diagnosticata a 18 mesi e non ha mai avuto il sostegno.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • FrancescoFrancesco Veterano Pro
    Pubblicazioni: 966
    @Winged_Lion
    Mia figlia è stata diagnosticata a 18 mesi e non ha mai avuto il sostegno.


    In uno dei tanti controlli a mio figlio per il sostegno la dottoressa disse che un bimbo che parla e risponde alle domande non può essere autistico !
    Mio figlio era particolarmente incazzato e fece scena muta ...

    Non vorrei mai far parte di un club che accettasse tra i suoi soci uno come me. (G. Marx)
  • Andato_SimAndato_Sim Andato
    Pubblicazioni: 2,046
    @Winged_Lion
    Mia figlia è stata diagnosticata a 18 mesi e non ha mai avuto il sostegno.


    In uno dei tanti controlli a mio figlio per il sostegno la dottoressa disse che un bimbo che parla e risponde alle domande non può essere autistico !
    Mio figlio era particolarmente incazzato e fece scena muta ...

    E aveva ragione,tuo figlio, a essere particolarmente incazzato, eh, io penso.
    Quella dottoressa non sapeva nulla.
    Ignorante dottoressa.

    Ciao. Grazie. Simone
    Tutto ciò IO penso (e scrivo).
  • KenariJKenariJ Membro
    Pubblicazioni: 128
    Sicuramente ci sono pro e contro.
    Credo che molto dipenda dal tipo di disagio e difficolta' che porta una persona ad arrivare ad una diagnosi.
    E di conseguenza come la persona stessa e nel caso di un minore la famiglia puo' gestire questa consapevolezza.
    Io ho sempre pensato che avrei voluto ricevere una diagnosi prima. Lo penso ancora.
    Non solo per la consapevolezza, che mi avrebbe credo evitato una serie di errori.
    Ma anche per le persone a me vicine.
    Ho frequenti meltdown, che non riesco a far comprendere.
    Ma tutta una serie di difficolta' di gestione personale non sono ne' comprese ne' accettate, anzi nonostante abbia parlato dell'Asperger continuano a colpevolizzarmi, tipo non e' vero che non puoi sei troppo pigra, non hai voglia etcc..
    E attribuisco questo rifiuto al fatto che una diagnosi ricevuta in eta' adulta (io ho 44 anni), porta le persone a dare poco credito alla cosa, "tanto ci hai convissuto finora..cosa cambia..." e se ne parli ti dicono "ora non ti fissare".
    Insomma e' difficile avere aiuto e comprensione da adulto.
    Questo perchè il valore della comprensione è oramai perduto, tranne in quei rari e fortunati casi, i quali non hanno neanche bisogno che tu gli dica della diagnosi: ti aiutebbero a priori.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online