Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

La Sindrome di Asperger si racconta

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
modificato November 2014 in Storie sociali, favole, racconti

La Sindrome di Asperger si racconta

Spiegare la Sindrome di Asperger ai bambini per favorire l´inclusione


Autore: Cristina Panisi


Riportiamo con piacere questa breve storia per spiegare la Sindrome di Asperger ai bambini, favorendo l´inclusione delle differenze all´interno della classe e nel gruppo dei pari.


Scarica il PDF stampabile


image


C´erano una volta  (e per fortuna ci sono ancora)


... delle persone con caratteristiche un po´ diverse da quelle della maggioranza della gente. 

Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

Commenti

  • DarwinDarwin SymbolColonna
    Pubblicazioni: 1,503
    Eccellente.
    Mi sono riconosciuto pressoché in tutto ciò che è stato scritto. Lo trovo un articolo in teoria molto utile per un NT che vuole capire il mondo aspie.
    Resta tuttavia il problema della divulgazione. Un articolo, per quanto ben scritto e completo, non cambierà di molto la situazione. Specialmente se rimane chiuso nel sito.

    C'è bisogno di una divulgazione su vasta scala, anche solo esperti per andare nelle scuole a divulgare, a educare alla diversità.
    Solo che in Italia credo sarà molto arduo.

    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,593
    Eccellente.
    Mi sono riconosciuto pressoché in tutto ciò che è stato scritto. Lo trovo un articolo in teoria molto utile per un NT che vuole capire il mondo aspie.
    Resta tuttavia il problema della divulgazione. Un articolo, per quanto ben scritto e completo, non cambierà di molto la situazione. Specialmente se rimane chiuso nel sito.

    C'è bisogno di una divulgazione su vasta scala, anche solo esperti per andare nelle scuole a divulgare, a educare alla diversità.
    Solo che in Italia credo sarà molto arduo.

    Lo stiamo facendo @Darwin, il testo è diffuso nelle scuole e speriamo di ampliare il circuito.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 8,422
    Mi è piaciuto, bravi!
  • JimJim Membro
    modificato November 2014 Pubblicazioni: 787
    Posso dire che mi sono commosso? Mi sono commosso...
    ovviamente senza lacrime: io mi commuovo interiormente, fuori spesso sono una sfinge.

    Se avessi letto questo racconto 15 anni fa, mi sarei risparmiato tanti colpi di accetta
    che quotidianamente ho dato al mio albero dell'auto-stima.
    Ho accresciuto molto la spavalderia e diminuito il desiderio di realizzazione, di soddisfazione personale.
    Sono una specie di teppistello che vuole laurearsi ad architettura per stravolgere il sistema edilizio italiano
    dalle fondamenta... una specie di Risorgimento 2.0 ;) mica per altro la biblioteca di Architettura si chiama "CarbonEri" :))

    Anche io come @Darwin mi riconosco sia nel piccolo principe
    [ giuro che, quando l'ho letto la prima volta, mi chiedevo come ci si potesse vedere un cappello con la visiera,
    mi sembrava (dopo aver letto la didascalia) così chiaro che fosse un serpente che ha ingoiato un elefante :p ]

    sia in Pippi Calzelunghe. Adoro i jeans perchè vanno bene su tutto, si sporcano difficilmente,
    puoi tenerli per anni che non passano mai di moda :) Ma forse anche perchè sono un uomo,
    magari ho meno gusto nel vestire di base. Anche se, devo ammettere che, dopo aver frequentato
    Grazia, la mia ex, ho acquisito un certo buon gusto - minimo... eh?
    Adesso, per esempio, non tengo piu' la camicia fuori dei pantaloni, con sopra una giacca piu' corta della camicia :D

    E mi riconosco moltissimo nella frase che, soprattutto a scuola mi dicevano: "Com'è possibile che sei così intelligente
    e poi fai di questi errori o dimenticanze così grossolane?"
    E' epica ormai la volta che, alle medie, ho preso 10-15 note sul diario perchè non compravo mai i separatori di cartoncino
    per i quaderni ad anelli. Ricordo che la prof si spazientiva, i miei compagni ridacchiavanno... ma io non ce la facevo.
    Andavo a casa e resettavo il cervello, me lo dimenticavo proprio. Qui credo ci sarebbe da aprire una parentesi infinita...
    ve la risparmio e me la tengo per il mio psicoterapeuta :D ihiih

    Buona serata e grazie al forum ed ai suoi utenti di esistere. E a @wolfgang e a Cristina Panisi per questo post :)
    Post edited by Jim on
    Pongo un limite alla mia felicità, per porre una fine alla tua sofferenza. Questo è amore, secondo me.
    Rinunciare a un piccolo "me" per un piu' grande "Noi".
  • GecoGeco Colonna
    modificato November 2014 Pubblicazioni: 1,164

    Bell'articolo, complimenti!


    Adesso, per esempio, non tengo piu' la camicia fuori dei pantaloni, con sopra una giacca piu' corta della camicia :D


    Come sarebbe a dire ... non va bene vestirsi così?
    Scusate l'OT.

    Ciao.


    Post edited by Geco on
  • DarwinDarwin SymbolColonna
    Pubblicazioni: 1,503
    @jim io invece odio i jeans, li indosso solo in situazioni formali -scuola, feste, uscite- se costretto (e solo da pochi anni ho imparato a tollerarli) perché mi danno un fastidio abominevole.
    E non ho problemi di abbigliamento perché me ne frego altamente e metto quello che capita, anche se l'ho già messo le 6000 volte precedenti.
    Salvo poi provare imbarazzo quando penso a cosa la gente potrebbe dire circa il mio abbigliamento. Ma sto cercando di non curarmene.
    Valenta
    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • JimJim Membro
    Pubblicazioni: 787
    @Darwin: in casa se posso giro solo con pantaloni comodi :)

    @Geco: che io sappia, non sta proprio benissimo, a meno che non sia una camicia fatta per essere tenuta fuori...
    poi io me ne intendo poco, valuto con la mia sensibilità.

    Come le donne che mettono la gonna lunga e gli stivali lunghi che rimangono coperti dalla gonna e non si vede neanche un centimetro di gamba... a me sinceramente non piace... de gustibus :p
    Pongo un limite alla mia felicità, per porre una fine alla tua sofferenza. Questo è amore, secondo me.
    Rinunciare a un piccolo "me" per un piu' grande "Noi".
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586