Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

AS come Donna, gusti e preferenze, l'uomo ideale

13468916

Commenti

  • Lycium_bLycium_b Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,868
    Guardando un pò le opinioni di voi donne aspie mi verrebbe da dire che il metro di giudizio non è quasi per niente diverso da quello delle neurotipiche (per quanto ne so io).

    @Standby14 Contrariamente a quanto immaginavo, purtroppo hai ragione.
    Dal mio punto di vista delle differenze ci sono. Alcune ragazze ad esempio hanno descritto il loro partner ideale senza fare distinzioni tra uomini e donne. Quindi i legami sentimentali per molte donne Aspie vanno al di la del sesso del partner e questa è una grossa differenza con le donne NT dove si riscontra una minor incidenza di questo fenomeno.
    Per non parlare del fatto che molte donne Aspie sono asessuate o quasi (come ad esempio la sottoscritta).
    Come ha detto Aspirina infatti io ho descritto un uomo "ideale", ma non è detto che l'ideale si debba tradurre in qualcosa di effettivo al lato pratico.
  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,661
    :-)
    Fisicamente dev'essere bello e avere un bel fisico palestrato ma non troppo.

    ahimè le donne aspie su questo sono come le nt. Non avrò mai moglie :(
    @greekpi, guarda che l'uomo ideale è una cosa, l'uomo che si sposa è un altro paio di braghe (è proprio il caso di dirlo)

    forse sono picciosa (termine meridionale per dire capricciosa e puntigliosa) ma qui nessuno ha specificato "ideale per cosa", non esiste una relazione sola ma tanti tipi di relazione.
    Io sono (stata) abbastanza poligama, e ti assicuro che c'è l'uomo ideale come marito, (secondo me il parametro importante è l'affidabilità) diverso dall'uomo ideale come amante (parametro estro fantasia e passionalità), poi c'è l'uomo ideale per un rapporto romantico (qui mi sembra che rientrino varie tipologie di maschietti, l'importante è che siano narcisisti e si concedano sempre un po' di meno di quel che vorrebbe la donna, che quindi deve  - per compensare la frustrazione - idealizzarlo un po').......... l'uomo ideale come collega (lealtà e correttezza). l'uomo ideale come scopamico  (efficienza erotica , discrezione e complicità), l'uomo ideale come vittima, come carnefice, come fratello...  tu fai un "esplora risorse" di te stesso e vedi cosa puoi dare, secondo me è presto per saperlo ma spesso si procede per tentativi.
    Auguri







    @aspirina

    Praticamente te li sei fatti tutti e hai assaggiato tutti i gusti, tanto di cappello :D ma conservi anche i pezzi dei tuoi ex in frigorifero o li imbalsami come trofei da attaccare al muro? dicono che le donne AS hanno problemi nelle relazioni sentimentali tu non hai citato solo l'omosessualità e suppongo non l'hai fatto solo per questioni di privacy. Da oggi in poi ti chiamo: la vedova nera =))
    MariAlberi
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,661
    Voglio fare un intervento serio su questo thread ma ho ancora bisogno di prendere tempo. Stay tuned.
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • Francy75Francy75 Membro Pro
    Pubblicazioni: 405

    Premetto che ho un compagno da 7 anni ma è dura per entrambi:

    sono fredda nei suoi confronti malgrado i miei sforzi di essere il contrario, l'amore non lo comprendo assolutamente non so provarlo e la vita di coppia è per me un concetto assurdo è l'ultimo dei miei interessi.

    Le persone riescono ad appassionarmi solo se hanno qualche caratteristica che rientra nei miei tarli ad esempio il lavoro che fanno.

  • AJDaisyAJDaisy Pilastro
    Pubblicazioni: 9,791
    @Domenico @aspirina cambia nick in=====>@SchwarzeWitwe... È figo, fa molto goth!
  • aspirinaaspirina SymbolAndato
    modificato November 2014 Pubblicazioni: 3,054
    Ragazzi, siete molto gentili con i vostri complimenti, ma purtroppo la realtà è diversa, al giorno d'oggi una sedicenne "tipica"  se ne è fatti molti più di me frequentando le discoteche.
    Personalmente credo che la sessualità sia una componente importante nella vita quando non comporta l'uso del corpo, (sia del proprio che dell'altrui)  ma quando è incontro fisico ed anche emotivo, quando è affidarsi e insieme aver cura.
    Nel momento delle effusioni erotiche sono necessarie come non mai  sensibilità, delicatezza, capacità di intuire i bisogni e le fragilità dell'altra persona.
     Mai come nelmomento dell'abbandono al piacere si è vulnerabili, perchè si lasciano andare le difese e ci si consente il lusso estremo della regressione, della perdita dei confini dell'Io,e perciò è importante sapere accanto a chi si vive un momento così profondo e autentico.
    . Ad esempio, credo che anche se fossi una ragazza giovane e attraente non mi verrebbe mai e poi mai il desiderio di incontrare persone grossolane, volgari e superficiali, fossero anche stupende fisicamente o estremamente assertive come personalità.

    Ogni allusione è puramente casuale, non fatevi ulteriori Pensieri Intrusivi Pericolosamente e Pervasivamente Egocentrici (leggere l'acronimo, please)


    :P
    aspy
    DoorMariAlberi
    Post edited by aspirina on
    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,661
    @aspirina

    Quello che dici te si chiama fare l'amore contrapposto a fare sesso. È sempre più raro e da quanto vedo in giro la sessualità è quasi diventata 'timbrare il cartellino'.

    Per quanto riguarda l'acronimo stai al sicuro non so come sei fatta perciò non corri il rischio che lo pratichi anche solo pensandoti =))
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • aspirinaaspirina SymbolAndato
    Pubblicazioni: 3,054
    Una libera associazione che mi frulla per la testa in questo momento è il riferimento alla animalità. Negli animali, infatti, spesso il branco sta in stato di quiete fino all'arrivo di un nuovo maschio, la qual cosa porta scompiglio nell'assetto dei ruoli di dominanza. Ne nascono zuffe e combattimenti, fino alla ricomposizione di un nuovo assetto di rapporti.
    Questo, negli animali.
    Negli esseri umani invece..... dovrebbe prevalere lo spirito di collaborazione, a meno che non ci siano individui psichicamente deboli che abbiano bisogno di stabilire il proprio predominio sul "branco", magari per proprie frustrazioni da compensare.
    Gli animali esibiscono la coda variopinta, la criniera, il sederino blu come nel caso delle scimmie, il piumaggio variegato........
    Gli umani spesso fanno a gara a chi è più intellettuale, o all'opposto mostrano di sdegnare gli intellettuali per sembrare più ruspanti, ma spesso i meccanismi sono identici a quelli degli animali, ed è pur vero che facciamo parte della natura, ma poiché siamo anche cultura, sarebbe consolante veder prevalere il comportamento prosociale  e l'attitudine ad essere amichevoli.

    Qui dentro la maggior parte degli uomini è avulsa da certi meccanismi, ma a volte basta che ci sia solo uno stimolo alla competizione per attivare automatismi atavici e innescare uno stato di belligeranza cronica
    spero che ciò non accada, non sia accaduto, o non stia accadendo
    aspy


    ~X(
    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • DomenicoDomenico Colonna
    modificato November 2014 Pubblicazioni: 3,661
    C'è un thread apposito su questo argomento :) un thread che mi ha insegnato che qualche volta le antipatie personali negli umani, a differenza che negli animali, si spingono fino a scontrarsi con qualcuno persino quando per una vilta gli dai ragione :)

    P.S. Credo che avvenga più spesso il contrario: è il branco a rovesciare le proprie frustrazioni sull'individuo: vedi alla voce 'mobbing' :)
    Post edited by Domenico on
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AJDaisyAJDaisy Pilastro
    Pubblicazioni: 9,791
    Ragazzi, siete molto gentili con i vostri complimenti, ma purtroppo la realtà è diversa, al giorno d'oggi una sedicenne "tipica"  se ne è fatti molti più di me frequentando le discoteche.
    Personalmente credo che la sessualità sia una componente importante nella vita quando non comporta l'uso del corpo, (sia del proprio che dell'altrui)  ma quando è incontro fisico ed anche emotivo, quando è affidarsi e insieme aver cura.
    Nel momento delle effusioni erotiche sono necessarie come non mai  sensibilità, delicatezza, capacità di intuire i bisogni e le fragilità dell'altra persona.
     Mai come nelmomento dell'abbandono al piacere si è vulnerabili, perchè si lasciano andare le difese e ci si consente il lusso estremo della regressione, della perdita dei confini dell'Io,e perciò è importante sapere accanto a chi si vive un momento così profondo e autentico.
    . Ad esempio, credo che anche se fossi una ragazza giovane e attraente non mi verrebbe mai e poi mai il desiderio di incontrare persone grossolane, volgari e superficiali, fossero anche stupende fisicamente o estremamente assertive come personalità.

    Ogni allusione è puramente casuale, non fatevi ulteriori Pensieri Intrusivi Pericolosamente e Pervasivamente Egocentrici (leggere l'acronimo, please)


    :P
    aspy
    OT: nella foto profilo ho una ciocca rossa; vale come coda variopinta?
    Sono un animalo...
    Scherzo, ho capito; con correttezza è corretto puntualizzare sui propri punti di vista come meccanismo di chiarimento. Ben diverso è imporre propri punti di vista o insultare o stuzzicare.
    Passera ehm scusa... Passerà!
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online