Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Come immaginate un mondo popolato solo da ND ?

diegodiego Veterano Pro
modificato March 2015 in Advocacy e Neurodiversità
?
ValentaCyrano
Post edited by yugen on
Taggata:
«1345678

Commenti

  • AnanaspergerAnanasperger Veterano Pro
    Pubblicazioni: 272
    Ordinato e pacifico.
    Swift
    Push and pull, load and store.
  • diegodiego Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,136
    Mi chiedo se riusciremmo a non estinguerci però ? 
    ValentaKrigerinne
  • BlindBlind Colonna
    Pubblicazioni: 2,186
    Ananasperger ha detto:

    Ordinato e pacifico.

    ...quindi noioso
    (imho)
    Andato46Kaliact87vanessasilvia78
  • AnanaspergerAnanasperger Veterano Pro
    modificato February 2015 Pubblicazioni: 272
    Cos'è la noia? È una domanda profondissima. Definisci noia.
    Nemo
    Post edited by Ananasperger on
    Push and pull, load and store.
  • diegodiego Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,136
    La noia penso che non esisterebbe neanche come concetto perchè, da come mi sembra di capire, un interesse speciale gli Aspie lo trovano sempre, anzi, il problema è forse riuscire a sopravvivere, alimentarsi, riprodursi.
    Swift
  • DarwinDarwin SymbolColonna
    Pubblicazioni: 1,503
    Non lo immagino.
    Se fossero tutti ND, il termine stesso "neurodiverso" diventerebbe il nuovo "neurotipico" e quindi paradossalmente non esisterebbero ND.
    Comunque penso proprio che non potrebbe esistere un mondo popolato da persone che hanno tutte una stessa caratteristica neurologica.
    Citando Temple Grandin, "il mondo ha bisogno di tutti i tipi di mente". Anche della mente NT.
    Sono loro la fetta preponderante della popolazione, ed un motivo c'è:
    Ho ragione di credere che un primate con caratteristiche autistiche non potrebbe mai arrivare a costruire civiltà progredite, che sono basate sulla socialità.
    Anzi, probabilmente la selezione naturale cancellerebbe (leggasi massacrerebbe brutalmente) individui facenti parte di popolazioni con caratteristiche quasi esclusivamente ND.
    Se così non fosse, sarebbero i NT ad essere una condizione psichiatrica anomala.


    Se però pensiamo ad una società ipotetica in cui gli individui neurodiversi sono una fetta sostanziale della popolazione (non tutti né la maggior parte, ma una fetta rilevante) credo che il mondo sarebbe più tranquillo, meno rumoroso e forse un po' più civile, perché le imperfezioni della neurodiversità, ovvero le caratteristiche più difettive quali ad esempio una percezione sensoriale più sensibile, avrebbero un impatto maggiore sul modello sociale influenzandone vari aspetti.
    Andato46diegoKaliarondinella61KrigerinnechocolatRiuyNemoAJDaisy
    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • diegodiego Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,136
    Beh, potremmo dire che esistiamo allora solo perchè siamo fortunati ad essere nati in un epoca abbastanza progredita da comprenderci anche se non in pieno, altrimenti saremmo già stati brutalmente cancellati.

    E forse, mi chiedo,  è quello che succede in certi paesi ancora ?

    Ma se riusciamo a sopravvivere e a riprodurci e se è vero che in qualche modo piacciono alle donne sopra i 25 anni e considerato anche che raramente oggi si fanno figli prima dei 25.

    Se supponiamo tutte queste cose pensate ci possa essere la possibilità di crescere di numero ? E cosa succederebbe se raggiungiamo una massa critica in cui gli NT cominciano a sentirsi in minoranza, come reagirebbero ?

    Secondo me potrebbero farci un bel film di fantascienza!
    NemoE91
  • DarwinDarwin SymbolColonna
    Pubblicazioni: 1,503
    In un ipotetico futuro costellato da innovazione tecnologica, è possibile che gli ND crescano rispetto ai NT. Ma non credo che si arriverebbe a eguagliare o addirittura superare la percentuale di persone neurotipiche.

    Gli NT sono la stragrande maggioranza, e non esiste nessun motivo reale per pensare che gli aspie abbiano maggiori possibilità di riprodursi. Anzi, direi proprio il contrario. Quindi penso proprio che ci si debba spettare un rapporto sempre costante fra le due menti, salvo lievi oscillazioni.
    Ma mettiamo per assurdo che la percentuale di individui nello spettro inizi ad aumentare. Considero solo la parte alta dello spettro, dato che quella a basso funzionamento è considerata patologica e quindi ritengo sia opportuno scartarla (anche se è notevole l'incremento di diagnosi di autismo LF negli USA)
    Bisognerebbe, per dire che una data categoria è in minoranza/maggioranza, porre un netto confine fra spettro e normalità, confine che di fatto non esiste.
    Inoltre non vedo perché i NT dovrebbero avere una qualsiasi reazione all'aumentare degli individui nello spettro. Lo spettro autistico ad alto funzionamento non definisce completamente una persona, è solo una chiave di lettura, ma alla fine l'AS, l'HFA, la neurodiversità... Non è che una caratteristica che non può "fare" l'intero individuo. È un aspetto di una data persona, ma non necessariamente dicotomico.
    Questo, fra l'altro, è il punto che forse molti dovrebbero capire.
    Chiedersi come reagirebbero gli NT ad un aumento di aspie secondo me sarebbe come chiedersi come reagirebbero le persone con gli occhi scuri se quelle con gli occhi chiari diventassero dominanti numericamente... chissenefrega! Nessuno dei due ha maggiori diritti rispetto all'altro.
    Molti genetisti affermano che il carattere dei capelli rossi, essendo recessivo e anche poco diffuso, potrebbe scomparire in un paio di generazioni da qui. Ma io non ce li vedo i "superstiti" dal rosso crine tutti nel 2070 a ribellarsi e a manifestare perché il colore dei loro capelli sto sparendo... Non so se ho reso l'idea.
    Kaliarondinella61Semir78chocolatAJDaisy
    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • diegodiego Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,136
    Mi dispiace ma non concordo in pieno con te, soprattuto per il fatto che essere Aspie è una caratteristica come il colore degli occhi che non importerebbe a nessuno.

    Solitamente gli NT sono infastiditi da me, a volte anche impauriti, sentono la diversità e spesso è una diversità che li mette in crisi perchè, pur essendo più felici e spensierati, realizzano meno i propri desideri e fanno più fatica per farlo.

    Io penso che non passeremmo inosservati.

    Pensa alla religione, non è neanche un carattere fisiologico, è solo un pensiero, eppure basta per giustificare delle guerre.
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 9,098
    Lo vedo un mondo dove il lavoro, il sesso e i soldi e lo status sociale hanno molta meno importanza che adesso.

    Cambierebbe tutto, insomma.
    WBorg_AndatoIkuru
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online