Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Come immaginate i numeri?

GufobuffoGufobuffo Membro Pro
modificato March 2015 in 2E - Due volte eccezionali
Premetto che di solito penso per immagini, o meglio per richiami di immagini, come se le vedessi sfocate o attraverso una cortina di nebbia; immagino invece i numeri come una scala nitida e obliqua che va da sinistra verso destra e che si appiattisce su se stessa nel momento in cui mi trovo a effettuare calcoli che coinvolgono grosse cifre. Tutti i numeri sono neri e in fila uno a fianco all'altro. Applico lo stesso sistema per i giorni della settimana, i mesi e gli anni, questi però sono circondati da caselle. Sono molto curiosa di sapere come li immaginate.
DarwinEirene
Post edited by yugen on
Taggata:
«1

Commenti

  • DarwinDarwin SymbolColonna
    Pubblicazioni: 1,503
    Il tuo mi sembra un pensiero molto schematico.
    Io non ci faccio molto caso, ma uso più immagini che schemi.
    Allora, immagino giorni, mesi e anni come fili orizzontali che scorrono uno sull'altro per poi coincidere nella data che sto pensando.
    I numeri li immagino su un foglio di carta o su una calcolatrice.
    Quando faccio operazioni a mente, invece, immagino anch'essi su file che però sembrano segmenti che si aggiungono e sottraggono reciprocamente.
    Ad esempio, 30+10
    Immagino una barra di 30 caselle messe in fila, un'altra di 10 e le metto in fila. Così faccio il calcolo due volte, una a mente e una guardando la barra che esce (40 caselle).
    O, in caso di sottrazioni, come 30-10, immagino la barra di 30 da cui si spezza una di 10 andando via. Ecco che esce una barra di 20, contemporaneamente elaboro il calcolo a mente.
    Se faccio una moltiplicazione, immagino di aprire la barra come se fosse un metro di legno, estendendola a piacimento.
    Es. 30X4
    Barra dei trenta aperta prima in due e poi in quattro in modo longitudinale, poi i 4 pressi messi in fila.
    Con le divisioni immagino invece di dividere un segmento di piano cartesiano in parti uguali (corrispondenti al divisore).
    La cosa strana è che questi "disegni" non mi aiutano molto a fare i veri calcoli, che partono in automatico.
    Gufobuffo
    La curiosità è quasi sempre egoismo: in pochi si accorgono di quanto qualcosa funzioni in modo preciso ed efficiente, finché non smette di farlo.
  • SwiftSwift Veterano Pro
    Pubblicazioni: 821
    Non è facile da spiegare. Per quanto riguarda i numeri singoli, io immagino sempre la cifra arabica così come se fosse scritta su un foglio di carta. Per quanto riguarda una successione di numeri, l' immagine cambia a seconda di quale successione si tratta. Gli anni della storia umana li immagino come te. Immagino una scala verticale in discesa per gli anni avanti Cristo. L' anno zero è in fondo a tale sacala; da lì si diparte un' altra scala, che va in direzione obliqua verso l' alto fino all' anno Mille. Da lì la scala devia verso destra fino al 1500, dove c'è un' altra deviazione acuta verso l' alto. Ci sono poi altre deviazioni ma è troppo lungo spiegarle. I giorni della settimana sono una successione di caselle vagamente orizzontali; il mese lo vedo come si vede sul calendario, mentre i 12 mesi dell' anno formano un ellisse che parte da Gennaio in lieve ondulazione, per curvare verso l' alto in Agosto, deviare del tutto ad Ottobre, Novembre si ripiega del tutto e da solo copre tutti gli altri mesi dell' anno che sono dall' altra parte dell' ellisse; Dicembre si ricongiunge a Gennaio e chiude l' ellisse. I numeri in generale sono una successione infinita di cifre arabe con tante deviazioni a seconda di quale cifra si raggiunge. Il guaio è che non sono mai riuscito a visulaizzare le equazioni; proprio nessuna. E non ho mai capito come si usano le lettere al posto dei numeri; ho avuto un lieve barlume di comprensione soltanto nell' agosto scorso mentre leggevo la voce "Algebra" su Wikipedia. E' stata la causa del mio fallimento a scuola il quale ha contribuito al mio isolamento. Ma, in compenso, ogni volta che penso a qualcosa "lo vedo".
    Gufobuffo
  • SwiftSwift Veterano Pro
    Pubblicazioni: 821
    Scusa, volevo aggiungere che le operazioni le vedo in maniera simile ma più sfumata. Le barre sono una successione di numeri ma le vedo come attraverso una "nebbia". In genere, comunque, per i calcoli a mente impiego più tempo degli altri; non mi bengono in automatico a meno che non li abbia memorizzati prima.
    Darwinct87
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 3,304
    @Darwin notevole!
    per quanto mi riuarda, io vedo i numeri come oggetti (non troppo grandi) davanti a me e in maniera nitida.
    il mio pensare per immagini gli da una tale consistenza, a volte tridimensionale, che comunque rimangono lì statici tanto che non posso utilizzarli per farci operazioni matematiche e quindi i calcoli sono solo pensiero verbale.
    i giorni della settimana e i mesi li vedo sempre in ordine come su fascie che vanno da sinistra a destra. pensare a un giorno della settimana equivale a visualizzarne la posizione sulla fascia relativa.

    GufobuffoDarwin
    "Gli stronzi e i disonesti vanno sempre avanti nella vita. Le persone per bene restano indietro."
    (Affermazione constatativa esistenziale di una mia conoscente).
  • RobKRobK Veterano Pro
    Pubblicazioni: 536
    Vedo le date in successione su una linea orizzontale. I giorni della settimana in caselle come te.
    Per i calcoli è diverso, vedo una slot machine da cui viene fuori il risultato del calcolo.
    KolymaGufobufforiot
  • Theda_BaraTheda_Bara Andato
    Pubblicazioni: 1,329
    Vediamo. Immagino i numeri come delle grosse creature nere, irremovibili, potentissime e minacciose. Mi è venuto in mente una specie di Godzilla a forma di quattro che distrugge la civiltà al suo passaggio, ma che ha più l'aspetto di un'enorme, terribile formica.  Forse è perché non ho una mente per nulla matematica/sistematica. A latere, ogni volta che leggo con la coda dell'occhio il titolo di questa discussione nella colonnina a destra, credo che qualcuno abbia chiesto: "come immaginate i sumeri?".
    PeregrinoKolymaGufobuffoct87riotIndeciso
    OT.
  • GufobuffoGufobuffo Membro Pro
    Pubblicazioni: 49
    @Darwin io 30 x4 lo farei invece immaginando i numeri in scala orizzontale sommando 30 quattro volte, proprio visivamente. Non mi riesce bene fare le operazioni in colonna a mente perché non vedo i numeri, avrei bisogno di scriverli su un foglio.
    @Theda_Bara i sumeri per me saranno sempre pelati e color biscotto, così erano raffigurati nel mio sussidiario :P
    @riot interessante, quindi come svolgi le operazioni?
    @RobK bella l'idea della slot machine, non ci avevo mai pensato
    @Swift equazioni e lettere sono sempre state un grande mistero anche per me, credo che qualcosa sia andato storto nel metodo d'apprendimento e devo dire che un po' mi dispiace
    Theda_BaraSwift
  • Theda_BaraTheda_Bara Andato
    Pubblicazioni: 1,329
    @Gufobuffo
    In tal caso mi toccherà aprire una discussione chiedendo: "Come immaginate il color biscotto?"
    ct87Gufobuffo
    OT.
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 3,304
    @Gufobuffo come svolgo i calcoli: nella visualizzazione non riesco a compiere calcoli con cifre omplesse (tipo 1425/736) purtroppo.
    un calcolo come quello usato sopra come esempio, 30+10, lo risolvo visualizzando le due cifre in colonna, statiche, e quindi posso pensare verbalmente all'operazione e quindi al risultato che contemporaneamente mi si mostra con la sostituzione delle cifre a mò di contachilometri (forse è simile alla slot machine di RobK).
    insomma, per la maggiorparte delle esigenze quotidiane posso fare a meno di calcolatrici e di carta e penna.
    Gufobuffo
    "Gli stronzi e i disonesti vanno sempre avanti nella vita. Le persone per bene restano indietro."
    (Affermazione constatativa esistenziale di una mia conoscente).
  • vacamunquebenevacamunquebene Membro Pro
    Pubblicazioni: 265
    Nel mio caso dipende : a volte penso a un numero ma non alla sua rappresentazione , mentre altre volte li " vedo" come scritti con una penna stilografica. Spesso quando opero con i numeri immagino la trasformazione in risultato come uno scorrere d' immagini. Mentre quando devo calcolare un lasso di tempo immagino le lancette scorrere verso l' ora in questione.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586