Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Senso di NON appartenenza

Ho questa percezione di NON appartenenza fin da piccola, ragion per cui ho spesso fatto in modo di far capire la mia disapprovazione nel far parte di qualcosa, ragion per cui sono sempre stata vista come anticonformista, eppure non era un modo per fare la rivoluzionaria o per darmi un tono. In seconda liceo comparvi  nella foto di classe di più classi, come so di essere nata di sesso femminile, ma spesso vado nel bagno degli uomini perché non ho il senso di appartenenza al mondo femminile.A volte mi sembra persino strano scrivere "noi ND" perchè non mi sento totalmente parte della categoria e infatti ho 5 minuti di conflitto interno in cui mi chiedo se davvero ne faccio parte e inizio a scriverne in senso impersonale per non sentirmi in imbarazzo con me stessa. Altro esempio è stato quando ebbi il mio primo rapporto sessuale, per i due anni successivi continuai a rispondere alla domanda se fossi vergine con un semplice "SI!" non perchè volessi dire una bugia, ma il rapporto che avevo con questo ragazzo era talmente puro che per me era come se non avessi perso la verginità, si poteva dire che fossi sessualmente attiva ma non che non fossi vergine, poichè a livello mentale non appartenevo a tale categoria. 
Vi sentite di appartenere a qualche categoria? ci tenete a farne parte? 

AmelieM00NYPhoebeamigdalaAndato_87yugenRobKfattore_aCyranoKaliaaspirina
Sapere Aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza
«134567

Commenti

  • AmelieAmelie Pilastro
    Pubblicazioni: 5,346
    Ciao; mi riconosco molto in ciò che scrivi. Anche io mi sento fuori categoria, non ho senso di appartenenza. Spesso mi sono sentita un elemento estraneo, soprattutto tra le ragazze mie coetanee; non mi riconosco in nessun gruppo di riferimento, anche se da adolescente lo desideravo e soffrii per questa esclusione e "stonatura" nel contesto. Anche per questo prediligo i rapporti a due e posso dire di frequentare solo persone variamente atipiche, con cui mi sento in varie sfumature di sintonia -che non è appartenenza, ma forse un po' ci somiglia. Con i gruppi vado in crisi perché questa non appartenenza emerge (esclusion fatta per il raduno di ieri). L'unico luogo in cui sento una specie di appartenenza è questo forum, ma mi baso sempre su "io" inteso come individuo-Amelie. 
    Andato46M00NYct87PhoebeAndato_87Sveztavaleria8
  • ct87ct87 Colonna
    modificato May 2015 Pubblicazioni: 2,956
    @Amelie a dire il vero nemmeno qui mi sento di appartenere. Mi sento spesso una Voce fuori dal coro, soprattutto quando qualcuno prova verso di me sensazioni negative senza nemmeno provare a conoscermi, così mi ritrovo a sentirmi come se trattassi con quelli definiti neurotipici :)
    AmelieamigdalaAndato_87
    Post edited by ct87 on
    Sapere Aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza
  • ct87ct87 Colonna
    Pubblicazioni: 2,956
    Cioè, qui mi trovo bene, ma non appartengo. Io non mi sento nemmeno di appartenere al mio corpo a volte
    Sapere Aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza
  • AmelieAmelie Pilastro
    Pubblicazioni: 5,346
    @ct87, mi stupisce ciò che scrivi, poiché a me, dai tuoi commenti e anche dai dialoghi in privato, hai dato impressioni positive. Senza conoscere la persona, è abbastanza rischioso esprimere pareri, soprattutto se negativi.
    ct87mandragola77
  • AmelieAmelie Pilastro
    Pubblicazioni: 5,346
    ct87 ha detto:

    Cioè, qui mi trovo bene, ma non appartengo. Io non mi sento nemmeno di appartenere al mio corpo a volte

    Io ho scritto "una specie di appartenenza" volutamente. Scrivere che sento appartenenza sarebbe eccessivo. 
    Però io tendo a sentirmi più appartenente, anche all'ambiente, alla strada dove cammino, agli alberi, al cielo, quando sono in una condizione interiore armonica. Quando c'è una coesione e un accordo tra le parti di me.
    MikiAndato46mandragola77Svezta
  • ct87ct87 Colonna
    modificato May 2015 Pubblicazioni: 2,956
    Esatto @Amelie infatti io non provo sentimenti negativi verso nessuno, anzi, come scrisse un utente in privato stimo tutti (direi più che stimo molti, tutti sarebbe esagerato).
    Per cui non mi sento di appartenere, appartenere significa per me sentirsi parte, si, faccio parte, sono parte non mi sento del tutto parte.
    Amelie
    Post edited by ct87 on
    Sapere Aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza
  • cameliacamelia Pilastro
    Pubblicazioni: 3,501
    Il mancato senso di appartenenza mi ha sempre contraddistinto. Per anni infatti ho pensato di avere un disturbo evitante di personalità, fatto poi confermato da uno psichiatra, ma questa è un'altra storia....
    Andato46ct87
  • Andato_87Andato_87 Andato
    modificato May 2015 Pubblicazioni: 3,049
    Il concetto di “anticonformismo” non mi è mai stato chiaro.
    Ho capito di non “appartenere” a nessuna “categoria” dopo le discussioni avute su internet, nei gruppi più disparati e sugli argomenti più disparati.
    Non ho una religione, non ho un orientamento politico, non ho neanche un genere musicale preferito, ormai quando vedo gli altri scontrarsi per una cosa, cerco di comportarmi come un antropologo che si chiede che diavolo abbiano da ridire gli esseri umani.
    Da ateo, mi sono scontrato su gruppi atei. Da “gay-friendly”, mi sono scontrato su pagine “gay-friendly”, se non addirittura con omosessuali.
    Sono stato bollato come “comunista” o “fascista”, a seconda di ciò che ho scritto e del contesto in cui l'ho scritto, da persone che hanno una mentalità troppo limitata per guardare oltre.
    Oggi che si fa? Si giudica l'altro per la musica che ascolta, per il fatto che non esce mai di casa, addirittura lo si minaccia di morte per quello che mangia (ho visto anche questo).
    Assistiamo a scontri di piazza fatti da persone “rivoluzionarie” che la rivoluzione neanche sanno cos'è. Si usano parole a caso per darsi un tono, ma poi si è tutt'altro, spesso niente.
    La mia “appartenenza” al “mondo ND” c'è, ma è molto limitata, poiché siamo tutti diversi e gli ND che mi rispecchiano davvero saranno meno del 10%.
    Sulla possibile appartenza al “popolo italiano”, è inutile dilungarsi.
    Ribadisco, dunque, il mio concetto di sentirmi “diverso tra i diversi”.
    ct87yugenfattore_aSvezta
    Post edited by Andato_87 on
  • yugenyugen Mastro Libraio
    Pubblicazioni: 1,888
    Non appartenente!!
    Sono cresciuta in una città in cui non metto piede da vent'anni, non ho mantenuto nessuna relazione.
    Ai tempi del liceo ero considerata fuori posto sia dai conformisti sia dai "trasgressivi", anzi, da questi di sicuro ho ricevuto le reazioni più aggressive.
    Ho provato a fare attività' politica, che idealmente doveva essere nelle mie corde, ma dopo i primi incontri mi guardavo intorno schifata.
    Sono buddista praticante, ma l'organizzazione cui la mia religione fa riferimento e' autoritaria e piramidale.. Come spesso mi accade: prima spingono perché assuma responsabilità, poi mi buttano fuori.. Oggi sono un "cane sciolto" e in fondo non so perché , se un serio tentativo di integrazione l'ho fatto e' stato proprio in quel contesto, ma evidentemente non vengo percepita come "appartenente".
    A volte mi rendo conto che pur essendo sposata e molto felicemente, pensare come un "noi" e non come "io (che ora sto con lui)" mi richiede concentrazione!
    Andato_87Andato46cameliact87Eunicemandragola77
  • Andato_87Andato_87 Andato
    Pubblicazioni: 3,049
    @kokorozashi anch'io, se fossi sposato, sarei così: per me l'individualità è importante.
    yugenct87
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online