Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Il QI può cambiare nel tempo?

Mi chiedo se il QI di una persona può cambiare negli anni.
Mi spiego meglio.
Mio figlio ha fatto il primo test WISC IV a sei anni ed è risultato un QI di 131. Lo hanno voluto ripetere quest'anno (ora ha 9 anni) ed è risultato un QI di 137.
Considerando che la prima volta si trattava di una terza edizione del test mentre ora sono passati alla quarta edizione; considerando che il test è stato eseguito dagli stessi medici entrambe le volte:
e' possibile una differenza di 6 punti in soli 3 anni?

Forse la mia è una domanda stupida, non so. Vorrei solo capire.
Grazie
riotRiuy
«13456

Commenti

  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 5,569
    wow! piccoli geni crescono... sembra ci siano correlazioni e/o influenze familiari e ambientali che favoriscono lo sviluppo dell'intelligenza nei bambini.
    Gwyllion

  • millymilly Veterano
    Pubblicazioni: 155
    il test di QI non ti da' un risultato assoluto, ma ha un errore di misura (come qualunque altra misura). A me avevano spiegato che l'errore è di circa più o meno 5 punti. Quindi il cambiamento in 3 anni rientra nell'incertezza della misura.
    Però è vero che il QI cambia nel tempo. 
    GwyllionRiuyPuckwolfgang
  • GwyllionGwyllion Membro Pro
    Pubblicazioni: 126
    Si immaginavo. Essendo un test fatto da persone è normale che la misurazione non sia precisa al 100%.
    Mi sembrava strana la differenza.
    Grazie Riot e Milly
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 8,785
    In teoria può cambiare anche da giorno in giorno e da test a test. Principalmente perchè come tutte le altre attività mentali, non può essere costante... anche se forse chi lo usa come strumento diagnostico tiene a sottolinearne la costanza :D
    Poi l'altra differenza è che alcuni test danno più tempo e altri ne danno di meno. C'è chi riesce a fare punteggi alti nei test veloci, ma meno alti nei test che danno più tempo. E c'è chi fa poco nei test veloci ma riesce a far tanto nei test con tanto tempo o addirittura senza tempo.
    Gwyllion
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    Sì, può cambiare in piccolissima parte nel tempo.

    Da bambino, avevo un QI WAIS di 144.

    Attualmente, dopo la grave depressione che ho vissuto per quasi vent'anni, è di 136 (nell'aspetto puramente logico/scientifico 139).

    Il QI può oscillare da 5 a 8 punti (a seconda dell'altezza del QI). Probabilmente, ad esempio, se io mi applicassi nelle materie scientifiche, in pochi anni, il mio QI potrebbe tornare su un valore di 142, 144.

    Stabilizzato il QI attorno a 140, (come penso), il QI di tuo tuo figli @Gwyllion non aumenterà più di tanto (né diminuirà più di tanto).

    §

    Io vorrei dirti (e dire nel forum) che è qualcosa di triste...

    E dico 'triste' per due ordini di ragioni.

    In primo luogo, è chiaro che se il QI può crescere e diminuire in misura minima allora l'intelligenza stessa ha natura "principalmente" genetica.

    Ovviamente: il QI non è certo tutto... nella vita di una persona, ad esempio, conta tanto, tantissimo, la capacità sociale: il QS, il quoziente sociale...

    Dico 'triste' anche per un'altra ragione.

    Probabilmente, tuo figlio sta sviluppando un QI in una forma simile alla mia.

    E questo significa una intelligenza "medio-alta" e una intelligenza data in una forma in cui la 'socialità' risulta problematica.

    Nella scala Wechsler , i punteggi superiori a 136 significano l'appartenenza al 99° percentile, e attorno a 145 indicano un "alto potenziale superiore".

    §

    Ora: io da bambino ero 144 Wechsler (170 nella scala Cattell) e ricordo la mia infanzia come solo dolore.

    Ripensando alla mia vita, oggi, capisco che la depressione, il COMPLETO ABBANDONO per quasi vent'anni, ha portato il QI da 144 a 139 DANDOMI un po' di respiro.

    Mia madre, se mi vedeva con una rivista scientifica in mano o mi vedeva studiare fisica o matematica, mi strappava i libri: lo ha fatto tre volte, prima che comprendessi a pieno la lezione.

    Oggi, posso dirti che questo divieto mi ha salvato la vita.

    E questo perché l'intelligenza si associava, nel mio caso, ad un autismo "profondo"...

    §

    Mentre guardo questo schermo vorrei dirti questo: io chiedo al dio del mondo ogni felicità per tuo figlio.

    IN MODO QUASI DISPERATO, io chiedo a questo mondo che lui non viva, mai, mai, mai, ciò che ho vissuto io negli anni ottanta.

    Io chiedo, sì, io chiedo al mondo felicità e gioia e amore e amicizia e tanto, tanto, affetto per lui da tante, tante, persone... io desidero che lui viva la vita più bella del mondo...

    Che non si chiuda, mai, come ho fatto io, nel suo mondo e nel suo desiderio di sapere... Chiedo che lui corra felice sulle spiaggie del nostro paese, che faccia delle lunghissime corse in bici...

    Che sia invitato alle feste... che trovi subito l'amore... che sia benvoluto, amato, protetto, considerato...

    §

    Mi chiedo cosa avrei potuto essere, da bambino, se fossi stato seguito o 'incoraggiato' o aiutato da qualcuno negli studi e nell'apprendimento.

    Probabilmente, il mio QI sarebbe cresciuto in alto, verso 150 Wechsler...

    §

    OVVIAMENTE esistono neurotipici, persone bellissime, che hanno QI alti (anche verso 160, il limite massimo, e così via...).

    L'INTELLIGENZA UNITA ALLA NEUROTIPICITA' E LA BELLEZZA PURA, E' LA PERFEZIONE PIU' GRANDE.

    Non c'è dono più grande che nascere intelligenti e neurotipici e non c'è problema più grande che nascere intelligenti e neurodiversi...

    §

    Essere autistici e intelligenti equivale ad avere un handicap profondo.

    Con 136 (il mio caso), a quasi 39 anni, mi rendo conto di essere in una situazione misera...

    Ho una donna che mi è accanto e che mi mantiene: senza di lei, FINIREI IN MEZZO AD UNA STRADA.

    §

    Dio...

    Ma come spiegare, come dire, come scrivere il bisogno che ho di chiedere al mondo TUTTA LA FELICITA' POSSIBILE per il figlio di @Gwyllion?

    Come voglio, come pretendo, per lui tutto l'amore possibile?

    Come sono felice che lui sia nato in un'età in cui sappiamo così tanto dell'autismo?

    ...

    No, non riesco ad esprimermi compiutamente... perché mi accorgo che qui, c'è il desiderio di risponderle e pure il bisogno di esprimere la mia paura.

    Avere un QI alto ed essere autistici equivale ad essere in un problema grande...

    ...

    Ma so che Gwyllion sarà una madre straordinaria...






    GwyllionValentamillyAmelieZargonOssitocinaEowynPuckLandauerSniper_Ops
  • GwyllionGwyllion Membro Pro
    Pubblicazioni: 126
    Pavely....
    Mi prendo un tempo per rileggere quello che hai scritto. Per dargli il giusto peso.
    Poi ti risponderò.
    Per ora scrivo solo una piccola parola

    GRAZIE
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 8,785
    Ma è comunque meglio ND e QI alto che ND e QI basso :D Alla fine penso sia la diversità a non farti socializzare. Poi, l'impressione che ho avuto, è che al di là del QI... l'intelligenza delle persone ND è bella soprattutto per la profondità delle idee concepibili, mentre l'intelligenza NT è bella soprattutto per la rapidità di comprensione... Ma forse questa è solo una mia impressione :D Io non so se una persona fin troppo neuro-tipica sia davvero in grado di concentrarsi a fondo a concepire idee fin troppo geniali xD In questo forse è avvantaggiato un ND a prescindere, visto che tende pure a distaccarsi dai pensieri standard con più naturalezza.
    millyPuckmammaconfusa80
  • KrigerinneKrigerinne SymbolSenatore
    Pubblicazioni: 3,161
    Guarda se io ripenso alle condizioni in cui ho fatto il WAIS mi sembra subito evidente che se lo rifacessi anche oggi il risultato sarebbe molto diverso.
    Sul discorso dell'intelligenza poi sono convinta che da piccola avessi un più alto QI di performance e un più basso QI verbale, ma poi a causa del fatto che non volevo fare sport per non stare con gli altri bambini e a causa del fatto che cercavo di sparire restando sempre immobile e isolata ho dovuto sviluppare di più il QI verbale perché mi sono interessata ad argomenti teorici. Ora i due QI sono identici (lo sento) anche se il WAIS dice che è più alto quello di performance.
    PavelyWBorg_AndatoPuck
    DeveloperAsperger ~ ex tutor ABA
    You split the sea
    so I could walk right through it

  • DomitillaDomitilla Senatore
    modificato June 2015 Pubblicazioni: 2,953
  • DingoDingo Veterano
    Pubblicazioni: 530
    Per me il QI può solo restare "assopito" o sviluppare nuovi interessi anche a costo di evolversi e lasciarsi alle spalle ciò da cui è partito. In altri casi esso si espande ed ingloba nuove conoscenze o abilità.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online