Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Sfogare l insofferenza verso una persona (o una situazione).Sondaggio

Come sfogate il fatto che non reggete più una persona, che sia un genitore, un capo, un collega, un fratello, un inquilino?
Sondaggio.
DomitillaLibellula
Non te reggae più!
  1. Cosa fate quando siete insofferenti verso una persona? 49 voti
    1. Mi sfogo con una persona amica o con il partner
      16.33%
    2. Tengo tutto dentro, poi la mando a quel paese alla minima cosa
      16.33%
    3. Cerco di evitare, per quanto possibile, la persona sgradevole negando però di avere un problema
      20.41%
    4. Ne parlo con la persona stessa, pacatamente
        8.16%
    5. Mi sfogo su forum, Blog, scrivendo sul diario
        4.08%
    6. Faccio dei piccoli dispetti alla persona, o battute sarcastiche dirette
        8.16%
    7. Altro
      26.53%
«134

Commenti

  • ValentaValenta SymbolPilastro
    modificato October 2015 Pubblicazioni: 7,381
    Mi raccomando, non quello che vorreste fare, ma come agite nella realtà in questa situazione. :D
    AmelieamigdalaRobKEireneLibellula
    Post edited by Valenta on
  • PhoebePhoebe SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,048
    Io ho risposto 'Ne parlo con la persona stessa, pacatamente'. Ma dipende. Dipende da chi è la persona e dal se è possibile parlarci pacatamente e se mi interessa ancora quel tipo di relazione, se non mi interessa, la evito.
    ValentaAmelieBlindmandragola77
    Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev'essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.

    Frida
  • NemoNemo Andato
    Pubblicazioni: 1,782
    La evito. Altrimenti potrei farle del male. Credo.

    Valenta
    Memento Mori
  • AmelieAmelie Pilastro
    modificato October 2015 Pubblicazioni: 3,831
    Dipende. Io mi sfogo con una persona amica, soprattutto per cercare di analizzare la situazione e, se la situazione è davvero pesante, cerco anche di evitare la persona che mi causa insofferenza per prendere tempo prima di parlarle pacatamente.
    Faccio fatica ad affrontare subito queste cose perché mi mette ansia la possibilità di un litigio.
    Invece vorrei arrivare a parlarne subito serenamente con la persona, così da risolvere la situazione senza esasperarla.
    Valenta
    Post edited by Amelie on
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 7,381
    Io sino a qualche anno fa se avevo qualche frustrazione ne parlavo in termini anche violenti con mia madre..del tipo X mi ha rotto le scatole! È stupido, ignorante etc.
    Mia madre mi ri portava alla ragione.

    Ora con mia sorella o con amici.

    Evito gli scontri diretti, detesto i conflitti.
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 7,381
    Una cosa che mi ha colpito è che molti si sfogano su una persona antipatica sottolineandone i difetti fisici..
  • EuniceEunice SymbolSenatore
    Pubblicazioni: 1,060
    Ho risposto mi sfogo con una persona amica, anche se in realtà di solito ne parlo, più che sfogarmi, con qualcun'altro per cercare di capire dove sia il problema: ho bisogno di un  punto di vista esterno che mi faccia cogliere quello che non vedo.

    Poi, a seconda di quello che riesco a capire, procedo con le ulteriori scelte: o ne parlo direttamente con la persona interessata (se il problema è mio o se vale la pena tentare un chiarimento) o cerco di evitarla o comunque di evitare le situazioni che mi danno maggiormente fastidio.
    Valenta
  • BlindBlind Colonna
    modificato October 2015 Pubblicazioni: 1,408
    Phoebe ha detto:

    Io ho risposto 'Ne parlo con la persona stessa, pacatamente'. Ma dipende. Dipende da chi è la persona e dal se è possibile parlarci pacatamente e se mi interessa ancora quel tipo di relazione, se non mi interessa, la evito.

    Idem.
    Una cosa interessante che ho notato sul lavoro, però, è che (s)parlare con altri colleghi che nutrono la stessa insofferenza (verso un collega, il capo o un conoscente comune) rafforza il gruppo (o di entrare a farne parte, se precedentemente se ne era esclusi).
    ValentaPhoebe
    Post edited by Blind on
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 7,381
    Quella delle battute sarcastiche dirette è un' altra cosa che ho visto fare dal vivo tra persone che si "detestano con cordialità".
    Io non sarei in grado.
    RobKAmelie
  • RobKRobK Veterano Pro
    modificato October 2015 Pubblicazioni: 536
    Ne parlo con la persona stessa, pacatamente.
    Se l'altra persona non mi viene incontro, mi sfogo raccontando quel che é successo ad un'altra persona chiedendole un parere.
    Valenta
    Post edited by RobK on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586