Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Immersioni

elettraelettra Veterano
modificato June 2015 in Natura, animali e tempo libero
E' ormai quattro anni che non mi immergo ed è una cosa che mi dispiace parecchio. Non so quanti di voi abbiano fatto quest'esperienza, ma se non ci avete mai provato, ve la consiglio vivamente.
L'esperienza dell'immersione è assolutamente unica. A parte il classico rumore del respiratore, tutto tace. Da lontano arrivano solo i rumori delle pietre che si urtano sul fondo o delle onde che rimbalzano sugli scogli. Si comunica solo con gesti codificati e generalmente solo per motivi tecnici. Dopo di che si è soli, isolati, ma in maniera piacevole. Forse perchè è come un lontano ricordo del ventre materno. Essere completamente avvolti dall'acqua nel silenzio, i rumori attutiti, la mente che si svuota, i pesci che ti passano sopra la testa, le alghe che ondeggiano a rallentatore danno un senso di pace che raramente ho provato in altre occasioni.
Per quel tempo che rimani sotto, è come se tutto ciò che c'è di superfluo si dissolvesse, lasciando solamente la pura coscienza a galleggiare nell'acqua.
Se non avete mai provato...fatelo, non ve ne pentirete! :)
Post edited by yugen on
I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
Taggata:
«1

Commenti

  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    modificato June 2012 Pubblicazioni: 4,027
    Avrei così tanta preoccupazione di ricordarmi tutte le procedure da seguire o le cose da fare (e non fare) che non riuscirei a godermelo. Troppi pericoli di cui stare attenti.

    Ps: ne è morto anche oggi un sub
    Post edited by Andato34 on
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • elettraelettra Veterano
    modificato June 2012 Pubblicazioni: 889
    Ma infatti durante la preparazione dell'attrezzatura e fino a quando non entro in acqua ho i tremori e la tachicardia per l'ansia. XD
    Ma quando metto la testa sotto il pelo dell'acqua, sparisce tutto.
    In realtà è meno pericoloso di quello che si pensa, basta avere buon senso e i pericoli si riducono drasticamente...e te lo dice una a cui è successo di tutto! Inoltre considera che io mi sono sempre immersa con una guida che ci mostrava il percorso e che ci dava il giusto ritmo di risalita.
    Le procedure sono molto semplici ed elementari e se appunto, ti immergi con una guida che si occupa della parte tecnica, l'unica cosa che devi fare e nuotare... :)
    Io dico sempre che la sopravvivenza dei sommozzatori è determinata dalla selezione naturale: se sei uno spericolato e un imbecille, prima o poi ti andrai ad ammazzare. Se rispetti quelle poche semplici regole di sicurezza, non corri alcun pericolo.
    Per esempio, se ci fai caso, tutte le volte che si sente di sommozzatori morti in mare, la cosa più comune che vedi è che erano soli. La prima regola che ti insegnano è MAI immergersi da soli, ma sempre minimo in coppia.
    Post edited by elettra on
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,723
    @elettra ti capisco. Io mi sono immerso poche volte, però ho sempre nuotato e sempre passato tantissimo tempo in acqua. Purtroppo da quando sono nati i bimbi, anzi un po' prima, il che vuol dire circa 5-6 anni, non ho più tempo per nuotare e le occasioni sono rare. L'acqua mi manca tantissimo, annulla i "sensi", riduce i rumori, mi calma tantissimo. Quando ero più piccolo buttavo fuori tutta l'aria dal corpo e andavo a fondo, guardando verso il cielo. Sembrava realmente il ventre materno.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    modificato June 2012 Pubblicazioni: 4,027
    @elettra Beh.. Oggi ne sono morti anche 4 che si erano immersi insieme. Ma dovrebbe essere stato un crollo di una grotta. Sono andati un po' a cercarsela.

    Comunque non è che ho paura di morire, è più il pensiero di dover stare attento a delle cose che se fallisci rischi la vita, e quindi dovrei impiegare il 90% delle mie risorse mentali su quello. È come quando vado a pattinare sul ghiaccio, non cado mai, ma il dover di continuo stare attento a non cadere mi porta via tutto il divertimento.
    Post edited by Andato34 on
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • elettraelettra Veterano
    modificato June 2012 Pubblicazioni: 889
    L'acqua mi manca tantissimo, annulla i "sensi", riduce i rumori, mi calma tantissimo. Quando ero più piccolo buttavo fuori tutta l'aria dal corpo e andavo a fondo, guardando verso il cielo. Sembrava realmente il ventre materno.
    Ti capisco! Io ho interrotto perchè ho cominciato ad avere crisi di ansia caratterizzate da sensazione di soffocamento, con conseguente iperventilazione e tachicardia...averla sott'acqua poteva essere una seccatura, così ho aspettato di sentirmi un po' più stabile al livello emotivo; adesso semplicemente, sono ingrassata, la mia vecchia muta non mi entra più e per ora non ho i soldi per comprarmene una nuova! XD
    Guardare il cielo attraverso l'acqua è una delle sensazioni più belle che esistano. Con le bombole è un po' più complicato ma quando nuoto in apnea lo faccio sempre!
    Sarà forse perchè è un'allegoria della nostra condizione?

    @alessiodx le immersioni in grotta sono tra quelle più pericolose in assoluto! Credo che sia la seconda causa di morte tra i sommozzatori...
    Capisco la tua preoccupazione, ma è una cosa che in genere con il tempo diminuisce.
    Post edited by elettra on
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,723
    Sarà forse perchè è un'allegoria della nostra condizione?

    Ammetto di averlo pensato.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • violaviola Veterano
    Pubblicazioni: 240
    vorrei prendere il brevetto, ma mi hanno sconsigliato vivamente di farlo per via delle aure visive che ho di tanto in tanto.
    a te risulta che non si possa fare per questo motivo?
  • elettraelettra Veterano
    Pubblicazioni: 889
    Ho letto velocemente su wikipedia cosa è un'aura visiva (non ne avevo mai sentito parlare) e secondo me hanno fatto bene a sconsigliarti di immergerti. Purtroppo, da quello che mi è sembrato di capire, il complesso delle auree visive è estramente imprevedibile e vario e quando sei anche a 2 metri di profondità, un capogiro o un lieve mancamento può essere molto pericoloso.
    In generale, le immersioni vengono sconsigliate sempre se il soggetto presenta o patologie fisiche che possono causare scompensi (come l'obesità, ma anche la banale sinusite) o se c'è la lontana possibilità di una "situazione imprevedibile" (come per esempio l'epilessia o gli attacchi di panico).
    Quando ho fatto l'ultima immersione ho dovuto dichiarare che non assumevo psicofarmaci di nessun tipo altrimenti non mi avrebbero fatto immergere (e invece in quel periodo ne prendevo 2 o 3...ma avevo anche la certezza al 100% che non mi avrebbero provocavano alcun problema), perchè si da per scontato che se assumi questo tipo di farmaci, sei potenzialmente imprevedibile.
    Mentre da quando soffro di crisi di ansia, sono stata più restia ad immergermi proprio perchè, soprattutto fino a due anni fa, erano imprevedibili e molto violente. Se mi fossero venute sott'acqua sarei annegata senza dubbio.
    In conclusione, purtroppo devo confermarti che nella tua situazione devi ponderare molto bene la possibilità di fare un corso.
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • violaviola Veterano
    Pubblicazioni: 240
    peccato. è una cosa che avrei sempre voluto fare.
    magari se mi spariscono per tanto tempo potrebbe voler dire che ho risolto il problema e potrei provare a farlo.  non mi procura mancamenti o stati d'ansia, l'aura.
  • elettraelettra Veterano
    Pubblicazioni: 889
    Ho visto che ci sono vari tipi di auree. La tua che sintomatologia presenta?
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online