Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

avete mai l 'impressione che gli nt "caricano" le esperienze, anche quelle banali?

AdalgisaAdalgisa Veterano Pro
Ho notato che le persone nt spesso quando raccontano degli eventi di vita quotidiana magari banali li "caricano" parlandone dettagliatamente, ne amplificano la portata. Es. L altro giorno una collega mi ha riferito di una cosa successa nella scuola dove insegna ..nulla di eclatante. ..a me e successo più di una volta ma nemmeno l ho riferito non ritenendolo "degno" di essere raccontato..lei invece continuava a raccontare nemmeno fosse stato un evento eccezionale
Voi avete quest " impressione? Secondo voi perché si comportano in questo modo ?
giovannaamigdalachandracameliamammachiocciaValentaMarkovitSophia
Post edited by Sophia on
E' vero se è vero che è vero che..

che mi fa impazzire se penso che le cose che ho toccato insieme a te debbano svanire...dimmi che non è, dimmi che non è tutta un'illusione...un'illusione"
«1

Commenti

  • giovannagiovanna Colonna
    Pubblicazioni: 3,899
    Perche' noi ci parliamo spesso addosso:)
    amigdala
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • amigdalaamigdala SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 5,943
    Io ho notato in alcuni molta teatralità :D
    Se mi capita di raccontare un evento tendo ad essere essenziale, in altri ho notato molta attenzione ad ingrandirlo.
    La butto lì, anche se mi sembra un po' esagerata: necessita di essere al centro dell'attenzione per autoaffermarsi?
    giovanna
  • giovannagiovanna Colonna
    Pubblicazioni: 3,899
    Sono d' accordo, molti sottolineano pero' se ci fate attenzione, questi dell' autoaffermarsi, i dettagli che portano a renderli protagonisti nel modo in cui loro si vogliono vedere in quel racconto.

    Esempio, raccontero' che un tale mi ha chiesto come mi chiamavo e ha esclamato che mi conosceva.

    Vuol dire che mi piace essere conosciuta, ho fiducia anzi sono sicura che il mio esser conosciuta e' per qualcosa di positivo che ho, non mi sfiora l' idea che sotto sotto ci possa essere un inghippo, quindi lo racconto nei dettagli, sottolineo un evento che in se' e' banale, ma mi rende importante, mi esalta.
    amigdala
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • giovannagiovanna Colonna
    Pubblicazioni: 3,899
    Nel racconto io cerco di figurarmi sempre il ruolo di chi racconta nell' evento, e quello e' il messaggio che ti manda.
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • BlindBlind Colonna
    Pubblicazioni: 1,797
    ...e se invece ognuno, indipendentemente dall' "etichetta", raccontasse ciò che l'ha colpito/a di più?

    La vigilia di Natale ho dovuto accompagnare una persona che non guida in un grande centro commerciale: ho impiegato 25 minuti nella ricerca di un parcheggio (ed io sono uno che, in genere, si ferma nel primo posto disponibile per poi proseguire a piedi, incurante delle distanze) e i corridoi del centro mi sembravano talmente pieni di persone che avevo l'impressione non ci si potesse camminare affatto.
    Una volta a casa alla domanda "com'è andata?" ho riferito questo (quasi mezz'ora per parcheggiare e grosse difficoltà a spostarsi da un negozio all'altro) ma per i miei non erano informazioni rilevanti perché, a detta loro, era assolutamente normale.

    Poi, certo, qualcuno tenderà ad esagerare per essere al centro dell'attenzione ma è improbabile che siano davvero tutti "cattivi"...
    giovannaamigdalaSole
  • giovannagiovanna Colonna
    modificato December 2015 Pubblicazioni: 3,899
    In genere quando si racconta, e' vero, per interessare devi infiocchettare con qualcosa di interessante, di insolito, senno' risulta noioso ascoltarlo.
    Deve aver colpito te, ma ci deve essere l' elemento che coinvolge.

    Qualcosa che accomuna, che ti agganci al di la' della banalita'.

    Non tutti sono affabulatori.

    Per me nel tuo racconto esempio di interessante sono la persona che non guida, te che di solito parcheggi nel primo posto che trovi, e infine i tuoi che ti chiedono com' e' andata e poi per loro non e" successo nulla:)
    Blindamigdala
    Post edited by giovanna on
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • BlindBlind Colonna
    Pubblicazioni: 1,797
    @giovanna ho capito in un secondo momento che con quella domanda volevano sapere se avessimo trovato il regalo che eravamo andati a cercare...
    #-o
    giovanna ha detto:

    ci deve essere l' elemento che coinvolge.
    Qualcosa che accomuna

    Interessante questa parte: grazie! (:


    giovanna
  • amigdalaamigdala SymbolModeratore
    modificato December 2015 Pubblicazioni: 5,943
    Sostanzialmente sono d'accordo con giovanna.
    Quando ho letto l'inizio della discussione ho associato la tendenza a caricare di dettagli alla pratica del "come stai".
    Era stata postata una discussione su questa domanda di apertura e in sostanza, secondo la lettura di uno psicologo, si vedeva in essa una sorta di autoaffermazione, "ci sono e sono vivo". Se carico il racconto di un evento di particolari voglio che il mio interlocutore mi ascolti, voglio che si renda conto che ci sono e che esisto e mi autoaffermo.
    Non ci vedo connotazioni negative :)
    Post edited by amigdala on
  • mammachiocciamammachioccia Membro Pro
    Pubblicazioni: 145
    Non negativo ma vero...anche io sono abbastanza essenziale e se qc si dilunga penso..."vabbe quindi"??
    Sono socievole ma non amo troppi fronzoli.
    E odio i centri commerciali
    giovanna
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 8,348
    Sì ci sono persone così, ad esempio una mia coinquilina che mi racconta per filo e per segno le sue giornate.
    Se ad esempio ci vediamo a pranzo, mi elenca tutto ciò che ha fatto nella mattinata, ad esempio cosa ha comprato e quanto ha speso.

    Penso rientri nel fatto che alle persone piaccia chiacchierare, raccontarsi le cose, condividere.
    giovannaNemochandra
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586