Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Neuroni a specchio, li conoscete?

1246

Commenti

  • PiKappaPiKappa Senatore
    Pubblicazioni: 578
    Guardate che questa non è psicologia dinamica o analitica. In quella c'è la ricerca del trauma che genera un comportamento disfunzionale. 
    Analizzare i vari stati d'animo in base al contesto ed alle dinamiche (comportamenti) del contesto, fa parte della CBT, quindi del comportamentismo. 

    Non fate fare psicoanalisi ai vostri figli pensando che facciano tali ragionamenti. 
    Quello di analizzare comportamenti e reazioni (stati d'animo ) nell'altro ed in noi, che ovviamente sono in continua relazione è parte della CBT.
    mandragola77giovanna
  • Wolfina84Wolfina84 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 316
    Preciso che si chiamano neuroni specchio e non neuroni a specchio come hai detto tu.
    amigdalacamelia
  • giovannagiovanna Colonna
    modificato January 2016 Pubblicazioni: 3,897
    Beh, diciamo che il trauma c' e' sempre, perche' grazie ai neuroni specchio si possono incamerare risposte aggressive per difendersi,, come il sarcasmo, trasferendo su ragazzetti che non c' entrano niente i bulli o i genitori del passato,.

    Certo questo non glielo dico, ma lo penso.

    Trauma uguale sogno.

    Potrebbe essere che il sarcasmo l' ha subito, l' ha imparato per imitazione e lo riutilizza come se la situazione fosse sempre la stessa.

    Io sono aperta a tutte le branche della psicologia, ovviamente con mio figlio non gioco all' analista, per fare l' analista bisogna essere professionisti, senno' si potrebbero fare traumi.

    Inoltre sono la mamma, quindi non sarebbe possibile fare l' analisi a mio figlio, e' una parte di me:)
    Post edited by giovanna on
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • Wolfina84Wolfina84 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 316
     i neuroni specchio non hanno la funzione che crede la tua amica, si attivano infatti nelle azioni dove la mano entra in contatto con qualcosa(un oggetto),la loro caratteristica e di entrare in funzione sia quando programmiamo un'azione(prendere il telefono), che quando la vediamo compiere(afferrare un bicchiere) che quando la facciamo noi stessi, in tutti e tre casi si attivano le stesse zone del cervello. per quanto la loro funzione sia affascinante, i neuroni specchio non entrano in gioco nella naturale tendenza ad imitare dei bambini ne' con l'empatia. riguardo quest'ultima c'è quello che viene chiamato circuito dell'empatia composto da zone diverse del cervello che collaborano(a volte simultaneamente) per farci mettere nei panni degli altri. E' un network, un insieme di parti diverse che collaborano ad un medesimo scopo.
    lo so perché l'ho studiato all'università (scienze cognitive).

    rondinella61Gecogiovanna
  • giovannagiovanna Colonna
    Pubblicazioni: 3,897
    http://www.wired.it/scienza/lab/2014/07/09/limitazione-neuroscienze-rizzolatti-fens/

    Qui dice“Certamente con il sistema mirror non si spiega tutto”, precisa a Wired.it Rizzolatti: “Infatti, interviene il secondo meccanismo logico-inferenziale. Faccio un altro esempio: se osserviamo qualcuno che si tocca ripetutamente un lobo dell’orecchio, per prima cosa riconosciamo che noi e lui siamo esseri simili e quale gesto stia compiendo; poi applichiamo il ragionamento, grazie al quale capiamo che il comportamento è un po’ bizzarro”.

    Secondo i neuroscienziati, il sistema mirror ci permette una rapida visione di ciò che ci accade intorno, di provare le emozioni altrui, immedesimandoci ed entrando in empatia, e di imparare per imitazione. Una serie di aspetti affascinanti che hanno fatto della scoperta dei neuroni specchio una delle più intriganti di questo campo della ricerca, e delle più popolari anche tra i non addetti ai lavori.

    Per Vilayanur Ramachandran, direttore del Center for Brain and Cognition dell’Università della California di San Diego, noto per le ricerche sugli arti fantasma delle persone che hanno subito amputazioni, i neuroni specchio potrebbero persino essere i mattoni su cui si basa la cultura degli esseri umani: la diffusione delle conoscenze avverrebbe infatti proprio per imitazione"


    E' che l' empatia anche qui in questi articoli divulgativi viene tirata in ballo, quindi insomma le informazioni sono varie, su queste teorie!

    amigdala
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • giovannagiovanna Colonna
    modificato January 2016 Pubblicazioni: 3,897
    Molto semplice questo scritto:
    http://www.ildiogene.it/EncyPages/Ency=neuronispecchio.html

    Cita proprio la sindrome di Asperger:
    "Anche il riconoscimento delle emozioni sembra poggiare su un insieme di circuiti neurali che, per quanto differenti, condividono quella proprietà "specchio" già rilevata nel caso della comprensione delle azioni. E' stato possibile studiare sperimentalmente alcune emozioni primarie: i risultati mostrano che quando osserviamo negli altri una manifestazione di dolore o di disgusto si attiva il medesimo substrato neuronale collegato alla percezione in prima persona dello stesso tipo di emozione. Un'altra conferma viene da studi clinici su pazienti affetti da patologie neurologiche: una volta perduta la capacità di provare un'emozione non si è più in grado di riconoscerla quando viene espressa da altri.
    Vi sono infine alcune evidenze sperimentali che sembrano indicare che anche la comprensione del linguaggio faccia riferimento, almeno per certi aspetti, a meccanismi di "risonanza" che coinvolgono il sistema motorio. Comprendere una frase che esprime un'azione provoca probabilmente un'attivazione degli stessi circuiti motori chiamati in causa durante l'effettiva esecuzione di quell'azione.
    La scoperta dei neuroni specchio potrebbe offrire una spiegazione biologica per almeno alcune forme di autismo, come, ad esempio, la sindrome di Asperger: in effetti, gli esperimenti in tal senso finora condotti sembrerebbero indicare un ridotto funzionamento di questo tipo di neuroni nei bambini autistici. Benché per ora si tratti soltanto di un'ipotesi, essa potrebbe aiutare a comprendere perché le persone autistiche non partecipano alla vita degli altri, non riescono ad entrare in sintonia con il mondo che li circonda, non capiscono il significato dei gesti e delle azioni altrui. Probabilmente non comprendono neppure le più comuni emozioni espresse dal volto e dagli atteggiamenti di coloro che li circondano: quello che per tutti è un sorriso, per loro potrebbe essere una semplice smorfia.
    L'esistenza dei neuroni specchio prospetta la necessità di una profonda modifica nelle attuali concezioni riguardanti il modo di operare della nostra mente. Sicuramente tale scoperta implica un drastico ridimensionamento del modello di mente prospettato dalla psicologia cognitivista (vedi cognitivismo), basato sull'analogia funzionale con i calcolatori. Questo tipo di approccio concentra i propri sforzi soprattutto nel definire le regole formali che sarebbero alla base del funzionamento della mente, ignorando completamente il ruolo dell'esperienza corporea legata al comportamento motorio. I neuroni specchio implicano infatti l'esistenza di un meccanismo che consente di comprendere immediatamente il significato delle azioni altrui e persino delle intenzioni ad esse sottese senza porre in atto alcun tipo di ragionamento.
    Le ricerche sui neuroni specchio sono ancora agli inizi, ma è probabile - come osserva il neuroscienziato Vilayanur Ramachandran - che si tratti di una delle più importanti scoperte degli ultimi decenni, destinata ad avere profonde ripercussioni nel nostro modo di concepire la mente. "
    Post edited by giovanna on
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • giovannagiovanna Colonna
    Pubblicazioni: 3,897
    Questo pezzo e' vero?
    " Sicuramente tale scoperta implica un drastico ridimensionamento del modello di mente prospettato dalla psicologia cognitivista (vedi cognitivismo), basato sull'analogia funzionale con i calcolatori. Questo tipo di approccio concentra i propri sforzi soprattutto nel definire le regole formali che sarebbero alla base del funzionamento della mente, ignorando completamente il ruolo dell'esperienza corporea legata al comportamento motorio. I neuroni specchio implicano infatti l'esistenza di un meccanismo che consente di comprendere immediatamente il significato delle azioni altrui e persino delle intenzioni ad esse sottese senza porre in atto alcun tipo di ragionamento. "
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • PiKappaPiKappa Senatore
    Pubblicazioni: 578
    @giovanna , non sono affatto d'accordo sul fatto che ci sia sempre un trauma. Trovo la psicanalisi giudicante e spesso fallace . Ed il problema non è chi la fa, ma le stesse basi su cui poggia. Parte spesso da assunti sbagliati.
    giovannamandragola77
  • lollinalollina SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 3,783
    Rizzolatti in questo video parla di neuroni specchio e anche di autismo. Se può interessare

    rondinella61frieden
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • friedenfrieden Andato
    modificato July 2016 Pubblicazioni: 1,387
    @lollina, grazie! Citando dal filmato "C'è un meccaniscmo naturale, biologico che ci fa stare bene con gli altri"!!!! Questa è la funzione sociale dei neuroni specchio: i neuroni specchio servono per "metterci in contatto" con gli altri...non serve altro per me.

    Tra l'altro viene fatto riferimento ad Adam Smith e alle sue teorie del fellow-feeling come principio alla base della societ: "L’azione cooperativa o disinteressata, solidale, non nasce da una vanità o dal giudizio che ci aspettiamo dagli altri. Nasce piuttosto dal giudizio che noi abbiamo di noi stessi, specchiandoci negli occhi altrui per trovare, nel loro sguardo, il nostro io interiore."

    Mi è venuto in mente "Ama il prossimo tuo come te stesso"...verità ancestrali...

    Post edited by frieden on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586