Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Aspiefobia.

DomitillaDomitilla Senatore
modificato February 2016 in Advocacy e Neurodiversità
Propongo l'utilizzo e la diffusione di questo neologismo per indicare tutti i soprusi e le discriminazioni che siamo costretti a subire.

Primi aspiefobici sono gli psichiatri che non tengono conto di questa condizione.
Poi i bulli e tutti quelli che non credono alla diagnosi.
MalinalliMariAlberiAmelieMichy90amigdalaVitt80TormalinaNeraresetMarkovSperanza9Nemo
Post edited by Domitilla on
«1

Commenti

  • Andato88Andato88 Membro
    Pubblicazioni: 49
    I primi aspiefobici per me sono gli "aspie" stessi. Non mi riferisco agli aspie come mister Bean, che non fa il vittimista e che quindi, per me, rappresenta l'aspie modello. Nell'ultimo mio messaggio avevo messo un video di lui e potrebbe essere studiato per tutte le particolarità asperger che mostra, ma non fa il vittimista. Anzi, gli altri diventano sue vittime. Mister Bean è coraggioso perché, solissimo, non si cura delle reazioni degli altri, al massimo le studia per comportarsi come gli altri, fallendo invariabilmente. A cosa gli serve una diagnosi? Ogni sua mossa certifica la sua condizione. Farebbe lui la festa allo psichiatra di turno.


    giovannaMichy90NemoMariAlberiresetMartinEden
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 5,628
    non so, @Domitilla le maggior parte delle persone ancora non sa neanche che esiste il termine "aspie" e che cosa significa. credo che si dovrebbe per adesso continuare ancora sulla strada del portare alla luce la realtà aspie e Asperger anche per evitare confusione con l'Autismo strettamente Kanner.

    Poi da un certo punto in poi si potrà usare la denuncia con i termini "bullismo" e "discriminazione" aggiungendo: "verso le persone aspie".
    MariAlberiMichy90Puck

  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,960
    Ma non intendevo usare questa parola stile "gonna di mamma sotto cui nascondersi" o per educare.

    Visto che la tendenza attuale è creare una parola e con questa attirare l'attenzione, pensavo che uniformarsi all'uso comune potesse essere utile per evidenziare la nostra esistenza.
    Per noi è ovvio che esistiamo, siam qui. Ma per la società non è scontato, in molti lo ignorano o lo negano.
    E cosa fanno le altre minoranze per dimostrare la loro esistenza?
    Stressano la maggioranza.
    Lo so che sarebbe bello farci i fatti nostri incuranti del resto, ma anche noi siamo parte della società, ci siamo dentro fino al collo.
    E se non rompiamo le scatole, saranno gli altri a rompercele.
    NemoMariAlberiEowynPuck
  • Andato88Andato88 Membro
    Pubblicazioni: 49
    Seguire le tendenze attuali, uniformarsi all'uso, mettersi in mostra, non credo sia asperger. Per me non lo è. E vorrei aggiungere una cosa. Parlare al plurale ("siamo costretti a subire", "anche noi siamo parte", "rompiamo le scatole") non riflette il mio modo di intendere la condizione e poi trovo che sia un modo di esprimersi piuttosto comune, poco autistico. Se una persona, singola, ha del coraggio e degli ideali, li può esprimere con la forza delle proprie idee, senza arrecare danno agli altri, non con la forza di supposte alleanze.

    MariAlberi
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,960
    Hai ragione, non è asperger.
    Non lo è affatto.
    Come il mondo non lo è.
    E noi dobbiamo vivere qui, in un mondo che non è fatto per noi.
    Dobbiamo adattarci, ovviamente senza perderdere noi stessi.
    Se io andassi a vivere in Giappone, sarebbe controproducente ostinarmi a non imparare la lingua e le usanze per comunicare con chi mi sta accanto.
    Ciò non significa che debba diventare giapponese (impossibile).

    Se non ha senso o è sbagliato adattarsi, allora sono inutili tutti gli interventi di aiuto per gli asperger.

    Elasticità mentale, solo questo.
    MariAlberirondinella61KrigerinneresetPuck
  • Andato88Andato88 Membro
    modificato February 2016 Pubblicazioni: 49
    A proposito di elasticità aggiungo, per essere chiara, che quando ho preso come modello asperger Mister Bean l'ho fatto non per ridicolizzare la condizione ma per dire che mi ci ritrovo, perché è dispatico (per usare un altro neologismo). In Italia non sarà molto conosciuto come personaggio autistico, ma Rowan Atkinson lo ha interpretato, in vestito, anche alla cerimonia d'apertura delle ultime olimpiadi di Londra. Io stessa mi riconosco nel tipo di autismo che contraddistingue Mister Bean, escluse le esagerazioni comiche. Per me lui è, o è stato, il Charlie Chaplin dei nostri giorni. Dico questo per difendere un certo tipo di autismo (quello non empatico, quello delle non-alleanze, quello solitario).
    DomitillaMichy90giovannaresetIrania
    Post edited by Andato88 on
  • giovannagiovanna Colonna
    Pubblicazioni: 3,900
    Sara1221 ha detto:

    I primi aspiefobici per me sono gli "aspie" stessi. Non mi riferisco agli aspie come mister Bean, che non fa il vittimista e che quindi, per me, rappresenta l'aspie modello. Nell'ultimo mio messaggio avevo messo un video di lui e potrebbe essere studiato per tutte le particolarità asperger che mostra, ma non fa il vittimista. Anzi, gli altri diventano sue vittime. Mister Bean è coraggioso perché, solissimo, non si cura delle reazioni degli altri, al massimo le studia per comportarsi come gli altri, fallendo invariabilmente. A cosa gli serve una diagnosi? Ogni sua mossa certifica la sua condizione. Farebbe lui la festa allo psichiatra di turno.





    Ah, mr bean piace a tutti.
    Anche ai ragazzi a scuola, tutto sommato ci rappresenta.
    Mio figlio lo adora.

    E' una genialata, come personaggio.



    Dallasreset
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • Andato88Andato88 Membro
    Pubblicazioni: 49
    No, Mister Bean non piace a tutti/e. Te lo posso assicurare perché, per sondare, chiedo spesso di lui. Ho raccolto tante opinioni contrastanti e anche in questa community (nel regno dell'off-topic) sono stata "esclusa" per via di Mister Bean. Per questo ho preferito chiarire in questa discussione. E poi c'è anche chi non lo conosce del tutto, te lo assicuro. Una mia conoscente mi aveva chiesto se era un'app. (giuro!). Fine dell'off-topic.
    giovannaresetMichy90
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,960
    A me piace molto e sarei contenta di parlarne.
    Non ricordo, c'è già una discussione o è da aprire?
    Così continuiamo là.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online