Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Mutismo

Ciao a tutte,
Anche voi quando siete arrabbiate o offese vi rifiutate di parlare,anche se c'è una persona che cerca di farvelo fare?
EstherDonnelly

Commenti

  • resetreset SymbolAndato
    Pubblicazioni: 2,151
    Yes.
    Ma non è un atteggiamento.
    Ti spiego, mi viene naturale, quando mi sento profondamente offesa, esclusa, arrabbiata, rifugiarmi nel silenzio.
    In quei momenti non sento la necessità di comunicare.

    Bisogna considerare che quando ci chiudiamo nel.nostro silezio, l'altro soffre immensamente.
    Quindi dovremo avvertire l'altro, della nostra necessità di silenzio, credo sia una forma di rispetto.
    Intendo dire, spesso analizziamo i nostri comportamenti, ma forse sarebbe necessario condividere le tecniche comportamentali, per risultare agli occhi altrui, meno incomprensibili. Scambiamoci qualche consiglio, per modificare leggermente i nostri comportamenti, in modo da risultare un po' più accattivanti.
    KensiSophia

  • RyunosukeRyunosuke Membro Pro
    Pubblicazioni: 59
    Lo facevo da bambina, solo quando ero molto arrabbiata/offesa. Perché proprio non avevo voglia di parlare con nessuno. Oppure perché sapevo che ero troppo arrabbiata e temevo che non sarei stata in grado di sostenere una conversazione (soprattutto con la persona che mi aveva fatta arrabbiare, ma non solo) senza urlare/dire cose irripetibili. Adesso se sono in queste situazioni mi sforzo comunque di rispondere almeno a monosillabi. Ma soprattutto nel secondo caso, sapendo di aver bisogno di una pausa, cerco di dire all'altra persona che non è un buon momento per parlare, che sono stanca, che ho bisogno di stare sola, oppure che ho bisogno di riordinare le idee. Poi, dopo che mi sono "raffreddata", posso riaffrontare il discorso (però nei casi peggiori potrei aver bisogno anche di ore o giorni, e mi rendo conto che aspettare non è sempre possibile). Purtroppo non tutti capiscono questa necessità, qualcuno insiste e allora in genere non mi rifiuto di parlare, ma facilmente posso rispondere male o litigare.
  • angelikaangelika Veterano
    Pubblicazioni: 143
    Certo, sempre.
    Se mi arrabbio, offendo e così via, mi chiudo nel silenzio. Se mi sento usata, rifiutata, non accettata, tronco addirittura i rapporti.
    L'ho sempre fatto, mi viene naturale così.
    Ai miei genitori dico sempre che, quando ho bisogno dei miei momenti di solitudine, devono rispettarli.
    Ma niente, loro devono sempre andare avanti co sto ca**o di "che c'è, che hai, parla, e ci andiamo sempre di mezzo noi".
    E io inizio a dir loro di smettere di fare le vittimelle che non li reggo, ho bisogno di solitudine e basta, loro non capiscono, continuano a darmi addosso, e te saluto, addio a ogni forma di tranquillità.

    Di solito mi rifugio nella musica. Riesce sempre a influenzare i miei stati d'animo. Non per nulla è la mia ossessione n.1 da quando avevo 4 anni.
    Kensi
    I want out--to live my life alone
    I want out--leave me be 
    I want out--to do things on my own 
    I want out--to live my life and to be free
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 5,427
    Se mi arrabbio oppure attraverso un momento difficile non parlo più. E siccome io sono parola prima che corpo i miei familiari se ne accorgono subito. E' che mi spegne automaticamente la parola, come se fossi nata con un interruttore che mi manda in blocco. E se mi parlano peggiorano la situazione. Sono d'accordo con @reset dovremmo migliorare, in fondo si tratta di educazione e di rispetto, ma come si può fare. Io c'ho un urto in quei momenti, il mio mutismo è un modo per non andare oltre (non ne sono capace), un modo per disattivarmi, il mio modo per dire NO, E' TROPPO, E' TUTTO TROPPO. 
    resetNewtonPiu82Sniper_Ops
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 4,399
    Sì, ed è una caratteristica mia, di mia madre, di mio padre e di alcuni zii. Dunque sono tutti abituati, anche se secondo me lo facciamo per motivi diversi.
    Sophia
  • vacamunquebenevacamunquebene Membro Pro
    Pubblicazioni: 272
    Anche a me succede , quando sono davvero triste oppure vdevo parlare di una cosa di cui non me la sento, non lo faccio per sfida ma semplicemente non riesco a dire nulla , non riesco nemmeno a pensare una risposta e a volte mi sento così male che non riesco a stare in piedi.
    Piu82
  • Cuore_sanguinanteCuore_sanguinante Membro Pro
    Pubblicazioni: 51
    Sono quasi sempre muta, ma non perché non ho niente da dire, al contrario! Se arrabbiata poi mi chiudo a riccio ancora di piú e gli altri magari manco si accorgono che sono furiosa nei loro confronti. Poi mi passa il mutismo ma la rabbia rimane, gli argomenti non vengono trattati e non risolvo niente perché alla prossima occasione gli altri si comporteranno allo stesso modo ed io mi arrabbierò di nuovo.
    Questo accade anche in caso di avances non desiderate per esempio. Il che é molto fastidioso e pericoloso.
  • vera68vera68 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 910
    Metà e metà. Avrei voglia di parlare, parlo tra me è me. un dialogo senza fine con un intterlocutore immaginario a cui racconto la mia rabbia e il mio dolore conseguente la rabbia. Però non parlo, al massimo scrivo a un amico fidato che anche se non capisce appieno come mi sento,;almeno ascolta con rispetto. Poi sto ferma, rimango anche immobile a crogiolarmi da qualche parte.

    Qualche tempo fa, intendo circa 10 anni fa, esplodevo subito, davo in escandescenze
    Sniper_Ops
  • CyranoCyrano Veterano Pro
    Pubblicazioni: 858
    Capita che parli tra me e me, ma la cosa migliore è tacere. Ho paura di scivolare in emozioni sempre più forti e incontrollabili.
    I portoni del mio isolamento cingono parchi di infinito… (Pessoa)
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586