Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Suzione del pollice

Leggendo una discussione di @Marcof sulle stereotipie mi sono venute in mente delle domande.

Mio figlio non ha mai avuto stereotipie del tipo dondolarsi, sfarfallare le mani, saltellare ecc. Per capirci quella che gira in tondo per la stanza e parla tra sè in casa sono io - che mi considero comunque NT ;-) .

Però c'è una cosa che non riesco a togliere a mio figlio: la suzione del pollice e il piacere di strigersi addosso un lenzuolino di quando era più piccolo. Chiramente sono gesti (abbastanza diffusi) che lo consolano e lo rilassano (e per esempio precedono l'addormentamento), però ormai vedo che sono anche dei vizi: infatti quando è davanti alla TV oppure è seduto in macchina ha sempre il pollice in automatico in bocca e noi familiari siamo sempre a dirgli di togliere il pollice.

Il prossimo anno comincerà la scuola elementare e non vorrei che lo prendessero in giro e poi ormai mi sembra che sia grande per il pollice in bocca.

Ma questa suzione è una stereotipia? Come intervenire? Qualcuno ha avuto lo stesso problema? Grazie per le vostre risposte.
AmelieMarcofreset
«13

Commenti

  • DomitillaDomitilla Senatore
    modificato June 2016 Pubblicazioni: 2,091
    Ho lo stesso problema e non ho soluzioni.
    Su realtime dicevano che sono "oggetti trasizionali", cioè aiutano il bambino a separarsi dalla mamma.
    È inutile levare gli oggetti o fasciare le dita: è il soddifacimento di un bisogno e l'unico modo per far terminare il comportamento è soddisfarlo.
    Il bisogno sarebbe il sostegno degli amici e l'autostima.
    Aiuto.
    No, seriamente, sono molto preoccupata.
    (Io non ho MAI abbandonato il mio oggetto, se non per brevi periodi)
    Amelie
    Post edited by Domitilla on
  • MignonMignon Veterano
    Pubblicazioni: 148
    Fino ai 5-6 anni mi succhiavo il medio e l'anulare insieme. Ho smesso a suon di "quello schifo amaro che ti mettono sulle dita per insegnarti a non farlo più".
    "Le brave persone pensano sempre di aver ragione."
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,091
    Mi viene in mente una cosa: forse è necessario distinguere bisogno da abitudine.
    Mia figlia, nonostante l'amaro, succhia lo stesso.
    Amelie
  • AmelieAmelie Pilastro
    modificato June 2016 Pubblicazioni: 3,514
    -
    Post edited by Amelie on
  • mamma_francescamamma_francesca Veterano Pro
    Pubblicazioni: 542
    Ecco @Domitilla secondo me la sua è anche tanto un'abitudine, perchè quando guarda i cartoni non può certo manifestare un bisogno o avere bisogno di consolarsi. ;-)
  • ciacia Veterano Pro
    Pubblicazioni: 366
    Io ho succhiato due dita, indice e medio, fino ai 6/7 anni (a quell'età solo per addormentarmi perché mi imbarazzava farlo in pubblico), mia figlia nt ha succhiato il pollice anche più a lungo, Piero, nd, aveva il ciuccio e ha smesso intorno ai 4/5 anni quando abbiamo deciso di"regalarlo" a Babbo Natale. Probabilmente non ne sentiva più il bisogno perché non ha mai avuto ricadute
  • mamma_francescamamma_francesca Veterano Pro
    Pubblicazioni: 542
    @reset cosa non hai capito?
  • resetreset SymbolAndato
    modificato June 2016 Pubblicazioni: 2,151
    @mamma_francesca
    Le frasi che non ho capito sono varie. Ma in funzione del post mi concentrero' su quello che può esserti utile.
    Prima di considerarmi nt o nd, mi ritengo persona. Così come prima di considerarmi madre. E come tale, considerero' te, per la risposta.
    Perché usi la parola vizio?
    Secondo il mio punto di vista, se lo vedi da un'altra prospettiva, puoi trovare una limitazione al pollice in bocca.
    Ora, lui si mette il pollice in bocca, è un bimbo di 4 anni.
    La domanda, è perché si mette il pollice in bocca?
    Cosa sta chiedendo?
    Elimina per un attimo dalla mente le conseguenze (presa in giro a scuola, denti che possono crescere storti ecc), per affrontare in modo sia razionale che sentimentale la questione.
    Ovvero elimina l'emotività
    Utilità, se tu sei serena il bimbo è sereno.
    Ricorda sempre è un cucciolo.
    Secondo me, com'è umanamente auspicabile, cerca solo un po' di affetto, di coccole.
    E qui tiro in gioco la mia esperienza.
    Il mio cucciolo spesso metteva il pollice in bocca. A volte addirittura 3/4 dita.
    Era il segnale di quante coccole voleva.
    Quindi, un pollice gli facevo una carezzina, e scansavo via con un sorriso il dito.
    3 dita in bocca, lo chiamavo o avvicinavo, e lo lo abbracciavo. Chiacchierandoci, ascoltandolo. Altre volte, mi sedevo e me lo prendevo seduto sulle gambe. Scansandogli le mani via dalla bocca, per accarezzarlo o coccolarlo meglio.
    Il segnale è se ti togli le mani dalla bocca, posso starti vicino. (Non esplicitato, ma mostrato nei fatti).
    Intendo, è un piccolo essere umano, ha una sua sensibilità, è piccolo. Le coccole che riceve oggi, saranno la sua copertina domani. Non aver fretta di vederlo indipendente. Come dire, ha ancora i dentini da latte. Lasciagli il suo tempo per crescere.
    Tornando ai vizi, noi adulti, abbiamo vizi. Fumo, ed altro. Ma un cucciolo, lui chiede con i gesti.
    Ed il lenzuolino, che si stringe, ma non ti fa tenerezza? Lasciaglielo fare. È piccolo. Ed è sensibilissimo, questo è bello.
    Non adeguarlo subito a degli schemi educativi, che cambiano ogni anno. Segui il tuo istinto. Il senso di tenerezza che ti suscita, in questi piccoli gesti.
    Questa dolcezza, ti permette, quando ci sono questioni serie, di essere ferma.
    SoleMariAlberi
    Post edited by reset on

  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,091
    Il problema è che il pollice in bocca genera problemi dentali, anche seri.
    Vada per lo straccino, il pupazzino e oggetti vari, ma alcuni comportamenti purtroppo danneggiano la salute, a lungo andare.
    È questa la cosa che maggiormente mi preoccupa.
  • resetreset SymbolAndato
    Pubblicazioni: 2,151
    Domitilla ha detto:

    Il problema è che il pollice in bocca genera problemi dentali, anche seri.
    Vada per lo straccino, il pupazzino e oggetti vari, ma alcuni comportamenti purtroppo danneggiano la salute, a lungo andare.
    È questa la cosa che maggiormente mi preoccupa.

    Domitilla, ma un tra i due mali, un dente da latte stortino e la mancanza di coccole che ti porti dentro anche da adulto cos'è peggio?
    I denti storti si possono correggere con pochi mesi di apparecchio dentale, per una carenza di affetto, si portano dentro vuoti che durano una vita.
    Ragione e sentimento, possono coesistere.
    Non toglie nulla alla fermezza che si applica in contesti più seri. Anzi, la rafforza.
    Un bimbo è um bimbo, guardiamoli anche con il cuore i figli.
    MariAlberi

Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586