Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Quando per alcuni vali poco

SirAlphaexaSirAlphaexa SymbolPilastro
modificato July 2016 in Mi sento giù
Non volevo iniziare la mia esperienza sul forum in questo modo, ma capendo -finalmente?- le varie sezioni e trovandomi in questo preciso momento non al massimo della forma...
Io non riesco a capire cosa c'è di sbagliato in me.
Lo sento quasi ogni giorno, dalla mia famiglia, quando ho il coraggio di parlare.
Mi dicono che sono troppo strano, che non riesco -secondo loro- a farmi amicizie perché sono troppo "restrittivo" in fatto di argomenti, che non saprei dire in situazioni esterne, che non so capire gli altri.
Sono persino arrivati a dirmi che sono un maleducato.
Peccato che so bene che solo una parte di tutte queste cose é vera.

Col tempo ho imparato a saper parlare quasi di tutto. Tuttavia alcune volte non ci riesco e preferisco chiudermi, per evitare di dire sciochezze o girare la discussione, cadendo su di me.
Un esempio? Amore.
Attualmente non ho mai avuto relazioni. Sono l'ultimissima persona con cui parlare in quanto fidanzati, problemi di coppia vari e diventare quindi un consulente di coppia occasionale per cose che io non ho mai provato sulla mia pelle. E cosa devo fare? Stare ad ascoltare, e mentre -molto probabilmente- si sfogano dei loro problemi o semplicemente stress, io cado in depressione e penso sempre che non sarò mai capace di avere una relazione, anche semplicemente romantica. L'idea sessuale mi viene solo molto piu tardi e raramente, e sono piu che certo che la gente se ne accorge...
E sfogarmi é inutile, perché dirlo durante una discussione simile. E anche quando sei tu che ti lamenti e ti sfoghi, a malapena ti dicono le solite frasi monotone. Cosa molto egoista, mi dicono, che non va fatta, perché la gente non si interessa di te.

E questo é il problema. La gente non si interessa di me.
Cerco di essere disponibile ai miei amici, anche a chi é semplicemente gentile con me. E cosa ricevo? Nulla, assolutamente nulla. La prima volta si dispiacciono, mi ascoltano, però poi preferiscono girare le spalle e pensare ad altro; e visto che sono limitato con la mia vita, pensano ai loro fatti personali. E questa cosa mi fa irritare, come se tutti i miei sforzi servissero solo per ricevere la loro attenzione, e una volta ricevuta, mi scaricano senza dare nulla in cambio. E come tocco finale, quando mi devo farmi consolare da qualcuno che dovrebbe essere "di sangue" (la mia famiglia), ricevo anche quella che -secondo me- é una sorta di punizione. Che sono io la colpa, di tutto questo, che non sono abbastanza per l'altra persona. Quindi si allontana. Anche quando loro sono nel torto, e ho sempre paura, perché se c'è lo sbaglio sono anche disposto a personale.
Non posso sempre nascondere di avere anch'io di problemi, e anche abbastanza gravi. Tutti li hanno. E proprio perchè ogni essere umano ne possiede, gradirei che la gente intorno a me iniziasse a capire che ci sono anch'io, possibilmente senza dire le solite parole, che per me significano sempre come una punizione, come un qualcosa che devo capirlo altrimenti non sono accettato. E questa cosa me la tengo dall'infanzia, sicuramente per i miei genitori...

Non riesco a trovare mai nessuno che mi accetta per quello che sono, devo sempre modificarmi per essere accettato, che devo accettare i canoni della discussione comune, dell'abbigliamento, delle mode. Parlare di arte ormai annoia a tutti, peggio ancora quella tua personale, dove sanno solo dirti che tutti i tuoi personaggi della tua storia assomigliano a te. Peccato che sono la versione decadente e futuristica di me, ma non ci arrivano. E non riescono ad avere spirito critico. Quando ne parlo in terapia, il terapeuta li da in parte ragione, che non riesco ad essere molto interessante a tal punto da farmi apprezzare. E devo ancora capire il perchè...
...Eppoi c'è mio cugino che con le moto e la sua ragazza fa muovere tutti quanti, mia madre compresa che non sa un cavolo, ovviamente tranne me.
E davvero così difficile...?

Scusatemi per lo sfogo. L'ho trattenuto anche per molto tempo, e spero di non aver sbagliato qualcosa.
Grazie mille, anche per aver semplicemente letto.


EstherDonnellyNewtonlollinaEowynKrigerinnemillyAlleliParalleliAntonius_BlockariandataIggyBlueSaturnEinstein
Post edited by SirAlphaexa on
18.11.2016
"Hai promesso di esserci - ma ora stai baciando un altro e io sono morto"
«13

Commenti

  • lollinalollina SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 3,698
    @SirAlphaexa hai fatto benissimo a sfogarti e a farlo qui. Oggi vengo da una giornata simile alla tua e quindi ti comprendo moltissimo. Credo tu sia molto giovane, se non ricordo male, e alla tua età si fa fatica, immensa fatica. Prova stasera a liberare la mente dai pensieri tuoi. Magari rispondi a qualche discussione, a qualcuno che chiede il tuo stesso aiuto e vedrai che provando a spostare l'attenzione anche l'umore cambia. A me fa bene e lo consiglio anche a te. Ti piace scrivere? Prova a pensare ad un argomento che ti aiuti a distrarti e a capire attraverso noi. Tipo. Come avete fatto voi aspie con il genitore NT?
    Newtonmillyariandata
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • SirAlphaexaSirAlphaexa SymbolPilastro
    modificato July 2016 Pubblicazioni: 1,563
    @lollina Si, ancora giovane, almeno di età. Non mi sento piu tanto giovane, aspetto solo che la fase finisca. 
    Grazie per il consiglio.
    Lo userò per i prossimi giorni, mi piace dare una mano o semplicemente discutere su qualcosa.
    lollina
    Post edited by SirAlphaexa on
    18.11.2016
    "Hai promesso di esserci - ma ora stai baciando un altro e io sono morto"
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 3,089
    Il problema con le amicizie é che spesso, soprattutto in adolescenza, iniziano tramite cazzatelle. Discorsi leggeri, giocosità, scemenze, uscite. Poi, se la persona che hai di fronte non é solo questo, può aprirsi e mostrare un lato più profondo, ma in genere é qualcosa di graduale. Questo può essere difficile, se non hai interessi comuni e un approccio che sa anche essere leggero. Soprattutto ho notato che le persone che si conoscono poco non vogliono sentire dei problemi, i problemi li ascoltano dopo che hai già instaurato un legame affettivo, altrimenti risulti pesante.
    AlleliParalleliValentaAntonius_Blocklollina
  • SirAlphaexaSirAlphaexa SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 1,563
    Sì, è vero. Si inizia sempre con stupidaggini.
    Il problema arriva quando non sono interessato o peggio, abbastanza da farmi annoiare a morte. E come ho già spiegato, alcune di queste mi fanno state male, come se fossimo due mondi differenti in cui io sono quello senza speranza o quello "strano" della situazione

    Non dovete pensare che sono sempre serio. Anzi, se ho qualche battuta sono sempre pronto. Ma quando l'argomento e/o la persona mi annoia...io non so che fare.
    lollina
    18.11.2016
    "Hai promesso di esserci - ma ora stai baciando un altro e io sono morto"
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 3,089
    Se la persona é noiosa, non devi frequentarla per forza. Non farti influenzare dall'idea che pur di avere amici, vanno bene anche quelli che non ti piacciono: sai che agonia??
    Per gli argomenti noiosi: sei in grado di dirottarli? Io a volte lo faccio, manipolo un po' la conversazione se prende una piega che non mi piace
    lollina
  • SirAlphaexaSirAlphaexa SymbolPilastro
    modificato July 2016 Pubblicazioni: 1,563
    Assolutamente. Solo che non preferisco escludere subito, non sarebbe abbastanza corretto.

    Si, lo faccio. Fin troppe volte direi. Forse una cosa che posso fare e rendere più generica, senza entrare nel personale in entrambi.
    Solo con amicizie più "spesse" mostro i miei lavori e schizzi random. Ma più passano i giorni più penso che questo sistema non funzioni più.
    Anche perché l'idea di far mostrare sempre ciò che credo sta iniziando a darmi fastidio.

    Un esempio? Non voglio essere preso per un pervertito se so descrivere/disegnare scene erotiche. Il senso artistico e mio e so cosa devo fare.
    Post edited by SirAlphaexa on
    18.11.2016
    "Hai promesso di esserci - ma ora stai baciando un altro e io sono morto"
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 3,089
    Mostrare i disegni é sempre un po' rischioso, anche perché può essere preso come egocentrismo. Certi temi poi non vengono ben accettati da tutti.

    Volevo dirti anche un'altra cosa. Anche se non hai vissuto certe situazioni, se hai buone capacità di analisi le persone possono gradire il tuo parere. Io sono stata e vengo spesso tutt'ora interpellata per avere un parere su relazioni e cose simili. E io di relazioni romantiche non ne ho e la gente lo sa, dunque in teoria chiedono a chi non ha esperienza diretta. Eppure mi dicono che parlare con me gli chiarisce le idee, forse perché io ragiono in modo diverso e non mi faccio guidare dall'emotività. Dunque può essere utile cercare di capire come funzionano le persone, per aiutarle a fare luce su certe questioni. Non pensare che tu debba per forza avere esperienza diretta sulle cose. Molte persone ce l'hanno, ma non sanno comunque parlarne in modo utile agli altri. Studiare le persona aiuta tanto. Prova a scrivere di un personaggio diverso da te e cercare di capire come potrebbe pensare e agire, cosa lo ferirebbe o lo renderebbe felice. Leggere tanto e guardare film mi ha aiutata molto ad avere una visione ampia delle persone, delle situazioni possibili.
    lollina
  • SirAlphaexaSirAlphaexa SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 1,563
    Un po lo faccio per vanità, l'ammetto. Spesso e una cosa che mi aiuta a sopportare eventi difficili. ..anche una semplice giornata, uno schizzo aiuta molto anche nel farmi capire. Ma mi rendo conto che non funziona. ..

    Non ho avuto la tua stessa fortuna. Ho una sola amica che si apre, anche per un semplice paragone, ma non succede spesso. Quindi mi fa capire che forse non sono la persona adatta.
    Leggere mi ha aiutato a seguire una strada artistica particolare. Potrà essere utile anche ad altro.
    lollina
    18.11.2016
    "Hai promesso di esserci - ma ora stai baciando un altro e io sono morto"
  • AlniyatAlniyat Veterano Pro
    Pubblicazioni: 317
    Ti capisco, anche io ho avuto e ho ancora adesso le stesse problematiche. Trovare degli amici è parecchio difficile e scendere a compromessi con la propria natura e con le priorità degli altri lo è ancora di più...Continua però a coltivare e a condividere il tuo talento artistico perché è una grandissima ricchezza :)
    lollina
    "Non fingendum, aut excogitandum, sed inveniendum, quid Natura faciat aut ferat"
  • MaliaErranteMaliaErrante Neofita
    modificato July 2016 Pubblicazioni: 17
    @SirAlphaexa ho alcune domande per te:
    Tu ti trovi interessante?
    Gli altri, per te, lo sono?
    Se sì: Interessati a loro concretamente. Fai domande su quello che fanno, quello che amano, le loro passioni. Basta questo per farti benvolere. 
    Se no: Perchè vuoi la loro amicizia? Ad ogni modo, ci si può far benvolere anche dalle persone che non si ritengono interessanti. Se non puoi condividere interessi, sii semplicemente gentile. Ascoltali, fai loro domande. Ogni singolo essere umano ha qualcosa da raccontare. Basta questo. Il resto sono nostre opinioni e schemi mentali, che ci precludono spesso l'esplorazione di tutte le possibilità.
    Il mio consiglio è quello di esplorare. 
    Prova ad interessarti tu agli altri (anche e soprattutto in virtù della loro diversità rispetto a te), perché se lo scopo di ogni tua interazione è avere la prova che gli altri sono interessati a te, è molto difficile tu possa trovare soddisfazione: le tue interazioni, infatti, partiranno già influenzate da un bagaglio emotivo negativo che non ti permette di "leggerle" e godertele per quello che sono, scevre di giudizio. Continuerai a cercare la conferma o la disconferma alla tua convinzione di non essere interessante e ti perderai tutto il resto.

    Se poi non ritieni gli altri interessanti...Perchè dovresti voler essere apprezzato da persone che non apprezzi? E' a dir poco autolesionistico. Prova casomai a condividere la tua arte con chi di arte ne capisce...il mondo è grande. Pretendere che i tondi possano diventare quadrati e i quadrati possano diventare tondi, non fa bene nè ai tondi nè ai quadrati. 
    Spero di esserti stata d'aiuto. 
    lollinaNewton
    Post edited by MaliaErrante on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586