Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Sensazioni

2»

Commenti

  • manu_asocialemanu_asociale Veterano Pro
    Pubblicazioni: 777
    @giazz94 hai perfettamente ragione! Ma che faccio? per togliermi dall'imbarazzo li immagino tutti in mutande? Poi la finisco col ridere da sola e lì sarebbe di sicuro peggio.


    (immaginare gli altri in mutande: l'ho sentita in alcuni film ed in qualche cartone animato come stratagemma per riuscire a parlare davanti a tanta gente.... in quel caso non parlo ma cammino davanti alla gente....)
  • Andato_ 53Andato_ 53 Andato
    Pubblicazioni: 575
    @manu_asociale   Non lo so proprio manu..... vediamo se qualcuno può darci qualche spunto di riflessione..... 
    manu_asociale
  • pokepoke Andato
    Pubblicazioni: 1,721
    Come @SirAlphaexa , anch'io sono stata oggetto di derisione. Nel periodo tra le medie e le superiori. Provato quella sensazione di calore improvviso e sudore, disagio.
    Capita a volte anche ora. Eppure un adulto dovrebbe essere forte.
    Eppure non sono stravavante, o meglio io non faccio niente per esserlo. E forse appaio così proprio per il mio minimalismo.

    Soluzioni? Evitare ti porta ad un continuo ed ulteriore evitamento. Almeno così accade a me .
    Iniziai ad osservare le persone. Per capire se erano tutte realmente uguali tra loro, e quanto fossero interessate a me.
    Quando ho constatato che ogni individuo osservato aveva delle sue caratteristiche, e stranezze e che erano tutti presi in sé stessi, ho iniziato a sostenere la mia presenza. Nel senso che passare di fronte a persone, mi provocava via via sempre meno disagio.
    Però, non pensare che non abbia ricadute.
    Ultimamente, sto ritrovando disagio, ma osservo, e li vedo tutti strani, non tanto dissimili da me, nelle loro peculiarità.
    Mentalmente mi fisso i miei obiettivi.
    Es: devo far questo, o guardo il cielo, o se mi va' mi lascio andare ad una risatina.
    SirAlphaexamanu_asocialeAndato_ 53
  • Andato_ 53Andato_ 53 Andato
    Pubblicazioni: 575
    @poke  Quello che hai descritto sembra un esercizio di esposizione, ottima strategia...... ci voglio provare anche io.

    In passato mi era già venuto in mente di fare una cosa simile ma forse invece che proprio osservare gli altri mi sono limitato ad autoconvincermi che ognuno è immerso in se stesso, ognuno ha le sue caratteristiche......ma forse soltanto la teoria senza la pratica non mi ha dato risultato 

    Grazie dello spunto :)
  • vacamunquebenevacamunquebene Membro Pro
    Pubblicazioni: 272
    Quando cammino in mezzo alla gente mi sento come se dovessi misurare ogni mio passo e azione per non sembrare strana , o incapace perfino del semplice "stare" in mezzo alla gente . Premetto che non riesco a guardare negli occhi uno sconosciuto (mi fa sentire inerte , mi mette a disagio e mi spaventa) ed è uno dei primi gesti che faccio se ho una minima fiducia nella persona ( non sono più capace di fidarmi completamente di una persona, mi sono sentita spesso tradita dalle persone e mi fanno molto paura quelle azioni che non riesco ad interpretare a fondo , e mi sento in colpa di questo, ma lo faccio per difendermi non per offendere) , non saprei dirti come fare ma prova con ciò che ti fa sentire meglio
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online