Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Il nuovo libro delle Storie Sociali, finalmente!

Il nuovo libro delle Storie Sociali

Promuovere le competenze relazioni in bambini e giovani adulti con autismo e Sindrome di Asperger


di Carol Gray (Autore), D. Vagni (a cura di), D. Moscone (a cura di), C. Calovi (Traduttore)

Il libro in versione completamente aggiornata con oltre 180 storie e 300 pagine a colori ricche di suggerimenti ed immagini. Per ragazzi nello Spettro ma non solo e con argomenti adatti a tutte le età


image
Vai al sito della casa editrice!



Sfoglia alcune pagine del libro!



Scarica il modulo di acquisto cartaceo



Trova il libro!


Le Storie Sociali sono testi particolari — scritti secondo specifici criteri — che descrivono in modo chiaro, conciso e preciso una situazione, un´abilità, un risultato o un concetto. Hanno lo scopo di fornire informazioni accurate in modo significativo e sicuro, dando alle persone con autismo maggiori possibilità di capire le situazioni e gli eventi sociali che incontrano nella loro vita e di essere attori attivi, sicuri di sé e competenti.


Dopo una sezione di guida teorico-pratica alla creazione di Storie Sociali, articolata in 10 tutorial, il volume propone 185 Storie Sociali sui temi generalmente più problematici per le persone nello Spettro:
  • prendersi cura di sé
  • affrontare i cambiamenti e situazioni specifiche (come partecipare a una festa di compleanno o viaggiare in aereo)
  • fare errori
  • gestire ed esprimere le emozioni
  • relazionarsi con le persone e avere amici
  • riconoscere e gestire gli atti di bullismo
  • come comportarsi a casa, a scuola e nella comunità.


Oltre a un capitolo dedicato ai bambini piccoli (2-5) e uno agli Articoli Sociali (adolescenti / giovani adulti) — forme più complesse ed evolute delle Storie Sociali rivolte a persone con età e/o livelli di sviluppo maggiori — il volume è accompagnato da risorse online, con la raccolta di tutte le Storie in formato PDF Adobe, che possono essere stampate e utilizzate direttamente oppure modificate e personalizzate.


Indice


  1. Prefazione
  2. Prefazione alla decima edizione
  3. Prefazione all´edizione italiana (David Vagni)
  4. Come usare questo libro
  5. Tutorial 10.2
  6. Imparare con le Storie Sociali
  7. Storie Sociali per bambini piccoli
  8. Cura di sé
  9. Cambiare
  10. Gli errori
  11. Emozioni
  12. Feste e regali
  13. Le abilità sociali e le amicizie
  14. Bullismo: cosa pensare, dire e fare
  15. Capire gli adulti
  16. Casa
  17. Comunità
  18. Scuola
  19. Il pianeta Terra
  20. Articoli Sociali
  21. Glossario
  22. Postfazione all´edizione italiana: l´importanza del linguaggio nelle Storie Sociali (David Vagni e Davide Moscone)
  23. Ringraziamenti
  24. Bibliografia scientifica sulle Storie Sociali (David Vagni)


Autrice

Carol Gray
Con più di 25 anni di esperienza nell´educazione di bambini e ragazzi con autismo, Carol ha iniziato a utilizzare le Storie Sociali nel 1991
e da allora ha scritto numerosi articoli, contributi e libri sul tema. Attualmente lavora privatamente con bambini, ragazzi, genitori e professionisti in vari contesti educativi e formativi.


Ogni anno tiene relazioni e seminari in tutto il mondo. Affronta
temi riguardanti l´insegnamento della comprensione sociale, la prevenzione del bullismo e le abilità amicali, ed è stata insignita di vari riconoscimenti per il suo lavoro e per i contributi che ha dato, a livello internazionale, all´educazione delle persone con autismo e di chi lavora con loro.


Prefazione (di David Vagni)


Quando ho iniziato a occuparmi di autismo, la mia formazione è stata prevalentemente in lingua inglese. Per questo motivo sono subito e facilmente venuto a conoscenza delle Storie Sociali di Carol Gray. Autrice stimatissima e con una profonda comprensione sia dei meccanismi di pensiero delle persone con autismo che delle modalità più opportune per incentivare una proficua comunicazione reciproca.


Passando dalla teoria alla pratica, cercai di trovare in italiano quei materiali che tanto avevo apprezzato in lingua originale. Purtroppo notai con rammarico la presenza di tanti prodotti «copia» che, non attenendosi agli standard qualitativi studiati dalla Gray, rischiavano di essere poco efficaci e di screditare l´utilità dello strumento. C´è una profonda differenza tra una storia che parla di abilità sociali e una Storia Sociale.
Una versione originale italiana, però, esisteva. La prima versione delle Storie Sociali è stata curata da Enrico Micheli, psicologo che ha contribuito a rinnovare il panorama italiano dell´autismo. Purtroppo Micheli è scomparso prima che potessi avere il piacere di conoscerlo di persona.


Come ho potuto constatare negli anni seguenti, molte persone nutrono dubbi sull´uso delle Storie Sociali. La questione non riguarda l´efficacia del metodo, piuttosto il rischio che venga usato «male» o a discapito di altri interventi. Troppo spesso uno strumento potente, efficace e basato sull´evidenza scientifica come le Storie Sociali non è stato utilizzato secondo i principi definiti dall´autrice.


Le Storie Sociali sono apparentemente facili, ed effettivamente la loro forza consiste nella semplicità. La semplicità di fruizione, tuttavia, deriva da un lavoro attento, informato e certosino che è fatto durante la loro scrittura. Ogni Storia Sociale che troverete in questo libro è un piccolo capolavoro che esprime una minuziosa attenzione per ogni minimo dettaglio (e diversi giorni di lavoro dell´autrice), saldi e comprovati principi pedagogici e una forte empatia per le persone nello Spettro autistico.
La stessa Gray nel tempo si è accorta di come molti stessero usando male lo strumento che aveva creato. Per questo motivo la presente edizione si poggia su un lavoro di revisione durato vent´anni. Questo volume, oltre a raccogliere quasi 200 esempi di Storie, spiega nel dettaglio i 10 principi sui quali si regge una Storia Sociale e una serie di errori comuni da evitare.


Per questo motivo invito tutte le persone che si avvicinano al libro a prendersi il giusto tempo per leggere il prossimo capitolo, che spiega con chiarezza l´uso della tecnica, esercitarsi con le storie sociali — magari partecipando a un corso di formazione — e progettare un programma di intervento di cui le Storie Sociali siano parte integrante ma non esclusiva. Anche se sono presenti molti esempi, usare una Storia Sociale senza comprendere la teoria che vi sta alle spalle, è come prescrivere una medicina senza essere medico: a volte può risolvere il sintomo, a volte no, ma sicuramente non risolve il problema. Lo scopo di una Storia Sociale non è far fare allo studente quello che vogliamo, ma spiegargli come funziona il mondo e renderlo capace di scegliere ed essere autonomo.


Negli ultimi cinque anni, Spazio Asperger ONLUS, l´associazione di cui sono vicepresidente, si è attivamente impegnata nel portare consapevolezza verso l´intero spettro dell´autismo, ivi compresa la Sindrome di Asperger. Nel contempo ci siamo dedicati a costruire ponti tra i diversi metodi d´intervento al fine di usare per ogni persona le tecniche più adatte rispetto al suo momento evolutivo, alla profondità nello Spettro e al contesto in cui vive. Per questo motivo in fondo al libro troverete una breve postfazione nella quale, insieme a Davide Moscone, abbiamo analizzato alcuni dei meccanismi del cambiamento utilizzati ne "Il nuovo libro delle Storie Sociali". Abbiamo inoltre inserito alcune Storie Sociali create da noi che spiegano la ragione delle emozioni e il significato del «controllo emotivo». Il linguaggio usato nella postfazione ricorda quello tipico delle terapie comportamentali e cognitivo-comportamentali di terza generazione. Sempre più spesso ci troviamo a lavorare con bambini che hanno svolto interventi precoci e con genitori e terapisti che, una volta «finito il programma», si ritrovano con un ragazzo che ha ancora delle difficoltà che non sanno come affrontare.


La mia speranza è che questa rinnovata e completa edizione possa contribuire a fornire uno strumento utile, aggiornato e basato sull´evidenza alle famiglie, agli insegnanti e ai professionisti che quotidianamente lavorano e vivono con persone nello Spettro.


image
Vai al sito della casa editrice!



Sfoglia alcune pagine del libro!



Scarica il modulo di acquisto cartaceo



Trova il libro!


EstherDonnellySirAlphaexariotSolemandragola77Doormanu_asociale
Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

Commenti

  • EstherDonnellyEstherDonnelly Pilastro
    Pubblicazioni: 1,952
    <3

    (non ho altro da aggiungere)
    riot
  • zrinkazrinka Membro Pro
    Pubblicazioni: 52
    Che bello sono proprio contenta!
    Anche se io uso l'inglese come te nel leggere, e praticamente quasi tutto e' in inglese, quando posso, e preferisco, leggo e studio in italiano :-)
    Grazie :-)
  • lunagattinalunagattina Veterano Pro
    Pubblicazioni: 285
    oddio... ho letto "in una giornata buona possono capitare degli errori" e direi che è valido come insegnamento anche per me
    lollina
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586