Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Non so se è assurda questa giornata o il resto della mia vita (Ma sono felice!)

Nell'ultimo mese dopo colloqui e colloqui in cui non sapevo cosa dire allo psichiatra, lui mi manda da una psicologa che mi fa fare il test di Rorschach.
Ne risulta un Super-Io fragile, coartazione emotiva, tratti ossessivi compulsivi e via dicendo, e la psicologa consegnandomi il referto mi dice -davanti allo psichiatra, eh- che non sono per nulla autistica.
(Sì, avete capito bene, per loro i blocchi emotivi, i DOC e l'asocialità non sono tratti autistici, e poi io sembro empatica quindi non è proprio possibile...).
Ovvio discorso su come socializzando mi sentirei meglio, ti aiuteremo noi vedrai ma dovrai sforzarti.
 
Naturalmente saluto e me ne vado talmente sconvolta e allibita per l'ignoranza sull'argomento che non riesco nemmeno ad essere arrabbiata; così il giorno dopo decido nel panico e nella depressione più assoluta di ripescare tra le pagine web un neuropsichiatra esperto in terapia comportamentale sui soggetti Asperger, l'unico della mia città che tratta l'autismo negli adulti e che ha un curriculum incoraggiante, dato che ha studiato in America in tempi in cui suppongo in Italia di certe cose nemmeno si sapesse nulla.

Oggi mi presento all'appuntamento, lui mi fa parlare per circa un'ora e mezzo con domande varie che mi lasciano subito ben sperare ("sei goffa?" "da piccola eri iperattiva?") e prende in mano i miei risultati del test, dopodiché mi guarda un po' perplesso e mi fa:
"Guardando i suoi risultati e ascoltandola mi sembra palese che lei abbia tutte le caratteristiche di un disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento, esistono dei test come il RAADS-R ma somministrarglieli mi sembra inutile data l'evidenza della cosa, se proprio vuole posso scriverle la diagnosi".
Io gli dico pressappoco che non è l'unico ad essere stranito dalla situazione perché la manifestazione del mio autismo secondo me è talmente lampante che a non essere presa sul serio stavo quasi per credere di essere io la pazza.
Mi dice che quando vorrò seguire una terapia lui è lì e mi consiglia un libro che tratta appunto della terapia comportamentale, mi saluta dicendo che non tutti conoscono questo tipo di disturbi ma non nasconde una certa incredulità per le affermazioni dei due professionisti precedenti.
Quindi me ne torno a casa con una diagnosi che secondo lui non era nemmeno necessaria, sollevata incredibilmente ma assurdamente perplessa: passi per gli psicologi di un certo ambiente sociale, ma mi ero affidata ad uno psichiatra che non ha dato un'occhiata nemmeno alle ultime due versioni del DSM?

Finale della giornata, parlando dei test autodiagnostici mia sorella mi dice che io ho sempre interpretato le cose letteralmente (non me ne ero MAI accorta) e che da piccola avevo episodi di rabbia per cose che nessuno capiva.

Intanto ho perso un anno di vita per qualcosa che in mano ad una persona competente si sarebbe risolta in due ore!
Però a conti fatti sono tanto felice :)
EirenefriedenNewtonSophiaAndato_52riotmillyrondinella61Ale00
Taggata:

Commenti

  • Andato_52Andato_52 Andato
    modificato October 2016 Pubblicazioni: 969
    "Quindi me ne torno a casa con una diagnosi che secondo lui non era nemmeno necessaria"
    Ma questo lo hai supposto tu o l'ultimo specialista ha proprio affermato che a suo parere non era necessaria?

    Se parliamo della seconda, beh abbiamo una storia vagamente simile.
    La psicologa che mi ha conosciuto ha detto che ha capito che volevo una diagnosi per poter migliorare me stesso, ha compreso che volevo farne qualcosa di costruttivo.
    Quindi nel mio caso la diagnosi era sì necessaria, però per conoscere meglio me stesso. A quanto ho capito, la diagnosi a livello medico e formale non ha alcuna utilità, prendendo in considerazione il fatto che a parer suo me la cavo bene e che non ho bisogno di essere seguito da uno specialista dello spettro.
    Voglio dire...sono due storie diverse ma che allo stesso tempo hanno molta sostanza in comune. Beh la cosa più comune è che...entrambi dopo un lungo calvario e dopo colossali attese piene di interrogativi...siamo tanto felici ed abbiamo raggiunto la nostra meta! Ma ora ci attendono molte nuove tappe da affrontare con coraggio!
    Blue_Soulfrieden
    Post edited by Andato_52 on
  • pokepoke Andato
    Pubblicazioni: 1,721
    Un sorriso @Blue_Soul

    Però, io avrei chiesto cmq di fare anche i test. Ehhh.. so' de legno... ma è una fissa mia. Anche di fronte a quel che è evidente ho bisogno di una verifica.

    Incredibile il comportamento sia della psicologa che dello psichiatra. Stavo per saltare giù dal letto.. alla frase.. empatia no spettro autistico. Ancora questo ci tocca sentire!

    Complimenti per la costanza e la determinazione. Al tuo posto, credo mi sarei arresa, compromettendo così un percorso più mirato e specifico.
    Blue_Soulfrieden
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 5,884
    @Blue_Soul sei tenace complimenti.

    Questo ci aiuta.

    Bisogna solo continuare a capire quali sono le porte giuste a cui bussare, e quali sono quelle
    che non vanno assolutamente oltrepassate.

    Blue_SoulNewton
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • Blue_SoulBlue_Soul Veterano Pro
    Pubblicazioni: 475
    @UnconventionalLover il dottore mi ha detto che la diagnosi non era necessaria data l'evidenza dei sintomi
    friedenriotAndato_52
  • diogene333diogene333 Membro
    Pubblicazioni: 15
    Blue_Soul ha detto:

    Nell'ultimo mese dopo colloqui e colloqui in cui non sapevo cosa dire allo psichiatra, lui mi manda da una psicologa che mi fa fare il test di Rorschach.
    Ne risulta un Super-Io fragile, coartazione emotiva, tratti ossessivi compulsivi e via dicendo, e la psicologa consegnandomi il referto mi dice -davanti allo psichiatra, eh- che non sono per nulla autistica.
    (Sì, avete capito bene, per loro i blocchi emotivi, i DOC e l'asocialità non sono tratti autistici, e poi io sembro empatica quindi non è proprio possibile...).
    Ovvio discorso su come socializzando mi sentirei meglio, ti aiuteremo noi vedrai ma dovrai sforzarti.










    questo e' il mio terrore....
  • Blue_SoulBlue_Soul Veterano Pro
    Pubblicazioni: 475
    @diogene333 sono appena uscita da uno stato di terrore e so che non posso consolarti con le parole, ma ci posso provare con i fatti, ed il fatto è che pressoché tutti qui sopra hanno trovato un gruppo di persone in grado di comprendere la loro diversità e rispettarla, che è la cosa più difficile quando si è in società, e anche che specialisti consapevoli e di larghe vedute esistono e lavorano per le persone che si percepiscono come noi.
    Buona fortuna :)
  • diogene333diogene333 Membro
    Pubblicazioni: 15
    @Blue_Soul  anni fa andai da uno psichiatra privato perche credevo di avere fobia sociale e mi fece fare il tuo stesso test delle macchie, che diede risultati simili ai tuoi; alla fine il suo responso fu disturbo ossessivo, ma all'epoca non me la presi male o altro.

    Oggi invece, che invece sono certo di avere quest'altra problematica, credo reagirei molto peggio... il tuo esempio da conforto comunque.
    Blue_Soul
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online