Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Come stare al computer

Sia per studio che per svago mi trovo a passare ore davanti al computer (fisso), e devo a fare i conti con un fastidioso mal di collo; in particolare mi si irrigidiscono molto i lati del collo.

Inoltre ho notato che dopo che passo molto tempo in stanza al computer mi viene una sorta di malessere, tipo nausea e bisogno di cambiare ambiente e possibilmente di aria fresca.


Volevo chiedervi se conoscete degli accorgimenti sulla postura da mantenere, quindi 

-a che altezza si trovano i vostri occhi rispetto al monitor

-a che altezza vi trovate rispetto alla scrivania

-che tipo di sedia/poltrona trovate più comoda

-come impostate la luminosità e il contrasto del monitor 


Thank you 
:)
ValentaFenice2016

Commenti

  • SophiaSophia SymbolModeratore
    modificato November 2016 Pubblicazioni: 5,903
    Postura-corretta-davanti-al-pc-500x291

    @giazz dovresti far prendere aria alla stanza di tanto in tanto;

    si accumula molta elettricità statica (che puo essere il motivo della tua nausea e dei tuoi malesseri) durante queste attività; quindi ti consiglio di non rimanere con finestra e porta chiuse.

    Fai degli intervalli, togli le scarpe e cammina scalzo e permetti all'elettricità di essere scaricata a terra, cosa non possibile con scarpe di gomma.

    Io la luce la tengo quasi al minimo ma ho problemi sia con luce pc che con i neon.

    Metti una bottiglia d'acqua vicino e ogni tanto Bevi. Aiuta a non disidratarsi.



    WBorg_AndatoAndato_ 53Eirenerondinella61Fenice2016
    Post edited by Sophia on
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 5,058
    @giazz, io ho sempre lavorato al pc, e uso la postura illustrata da @lollina da diversi anni: ho risolto i dolori alla schiena/spalle/collo che avevo prima, quando non avevo una postura adeguata.
    C'è stato un periodo nel quale ho cominciato ad avere senso di vertigini quando mi staccavo dal monitor. Ho fatto vari accertamenti e mi è stato consigliato di fare delle pause regolari, distogliendo lo sguardo dal monitor, perché la messa a fuoco fissa per molte ore (io sono sul genere di persona totalmente assorbita dalla sua attività, dunque potevo anche non staccare per ore) poteva provocarmi quel problema.
    La luminosità dipende un po' da te e dalle tue esigenze.
    Uso una sedia da ufficio dell'IKEA, niente di particolare.

    Conosco svariate persone che negli ultimi anni hanno creato postazioni Pc per lavorare anche in piedi, e si trovano bene, ma non ho esperienza diretta.
    Andato_ 53SophiaFenice2016
  • UllastroUllastro Veterano
    modificato November 2016 Pubblicazioni: 2,747
    E' un portatile o un fisso?
    I portatili sono la cosa peggiore perchè non puoi regolare indipendentemente la posizione di tastiera e schermo.
    Io sto al pc da 4 a 10/12 ore al giorno da quasi vent'anni. Le uniche volte in cui mi sono venuti attacchi di cervicale sono stati quando - troppo teso per terminare qualcosa - irrigidivo eccessivamente i muscoli del collo per periodi prolungati.

    Le regole sono le seguenti:

    1) Sedia: per la postazione di lavoro è la spesa più importante. Niente Ikea e niente sediacce da 200 euro. Una sedia decente ne costa almeno 500 e li vale tutti fino all'ultimo centesimo.

    2) Se hai un portatile collegalo ad un monitor esterno o almeno a una tastiera esterna. Il bordo superiore del monitor deve essere all'altezza degli occhi. La tastiera deve essere sul ripiano della scrivania (e non "sollevata" come potrebbe capitare se metti il portatile sopra una pila di libri)

    3) Monitor: deve essere di buona qualità. Oggi si comprano schermi da 100, 80 o anche 60 euro. Uno schermo decente per lavorare ne costa almeno 250: luminoso, buona definizione e soprattutto con un angolo di visualizzazione ampio (ossia: rimane ben visualizzabile anche se hai una posizione disassata). Se regolabile in altezza e inclinazione ancora meglio (al momento i miei preferiti sono quelli della serie Z-Dislpay di HP: il 23 pollici costa di listino 205 euro + Iva ed è quello che offre il miglior rapporto qualità prezzo). -----> Il monitor va collegato al pc con una connessione digitale: HDMI, Displayport/Thunderbold o anche DVI. Monitor di qualità collegato con cavo VGA scadente (e analogico) non va bene.

    4) posizione della postazione di lavoro: avere la scrivania contro al muro in linea di massima non va bene perchè quando stacchi la vista dallo schermo dovrebbe focalizzarsi all' "infinito" anzichè sul muro. Questo affatica la vista e di conseguenza tutta la "catena" (collo, spalle eccetera)

    5) Luce: niente luci frontali nè  da dietro. Niente finestre di fronte o alle spalle. Illuminazione indiretta e finestre a 90 gradi rispetto allo schermo, possibilmente con tende o veneziane regolabili


    EDIT: dimenticavo un punto importante

    6) profondità della scrivania: la tastiera deve essere posizionata alla distanza giusta dal corpo e deve essere disponibile uno spazio di appoggio per i polsi. Quei vecchi "mostri" di scrivanie con la mensolina estraibile per la tastiera erano una cosa atroce, perchè i palmi della mano non avevano un appoggio e andava tutto a gravare sui muscoli della schiena e delle spalle. Le "console", le miniscrivanie a profondità ridotta e tutto ciò che non consente di spostare, posizionare la tastiera e avere almeno 15/20 cm di superficie libera utilizzabile fra l'utente e la tastiera sarebbero da evitare. Se proprio non c'è possibilità, si può fissare il monitor ad un supporto esterno e guadagnare centimetri preziosi.
    Fenice2016Sophiarondinella61Andato_ 53Antonius_Block
    Post edited by Ullastro on
    Ogni calcio nel culo ti fa fare un passo avanti
  • UllastroUllastro Veterano
    modificato November 2016 Pubblicazioni: 2,747
    http://store.hp.com/ItalyStore/Merch/Product.aspx?id=M2J79AT&opt=ABB&sel=MTO

    adesso è in offerta. Non è un monitor da studio di grafica professionale, però l'ho visto usare per progettazione architettonica in molti studi e gli architetti ne erano felici (perchè i titolari non volevano spendere la cifra che sarebbe necessaria, altrimenti c'è molto di meglio)
    Post edited by Ullastro on
    Ogni calcio nel culo ti fa fare un passo avanti
  • UllastroUllastro Veterano
    modificato November 2016 Pubblicazioni: 2,747
    Questa non costa un'esagerazione ed è una buona seduta. E' quella che ho in ufficio. L'ho pagata meno dei 500 euro di cui parlavo sopra ma l'ho presa tramite conoscenti, quindi non ne conosco il prezzo di mercato.

    Fenice2016Sophiarondinella61Andato_ 53
    Post edited by Ullastro on
    Ogni calcio nel culo ti fa fare un passo avanti
  • UllastroUllastro Veterano
    Pubblicazioni: 2,747
    rondinella61Andato_ 53
    Ogni calcio nel culo ti fa fare un passo avanti
  • DingoDingo Veterano
    modificato November 2016 Pubblicazioni: 530
    1. Scrivania con profondità di almeno 1mt.
    2. Poltrona in tessuto (evitare assolutamente obrobri come la pelle sintetica), da regolare in modo che possano permettere di avere quanto richiesto al punto successivo;

    3. Schiena e spalle dritte con seduta ad angolo retto - se la scrivania è profonda abbastanza, peso delle braccia e di parte del busto verrà scaricato su di esso. Le braccia, stese sulla stessa ed allungate per in modo da raggiungere la tastiera, ti salvaguardano parecchi problemi.

    4. Se si avvertono sensazioni come mal di testa o giramenti, regolare il riscaldamento\climatizzatore di conseguenza, bere acqua ed alzarsi ogni tanto per riattivare la circolazione del corpo ed evitare un eccessivo irrigidimento dei muscoli.

    5. Laddove possibile evitare di usare vestiti stretti, aderenti o che danno limitata mobilità, come jeans spessi, camicie, cravatte, cinture troppo strette ecc. ecc.

    6. Ricordare sempre che dev'essere lo schermo a regolarsi alla tua seduta e non il contrario. Lo schermo dev'essere centrato rispetto alla posizione della testa (orizzonte a metà schermo) a circa 50-70cm a seconda del polliciaggio.


    Post edited by Dingo on
  • Nik_onNik_on Membro
    Pubblicazioni: 49
    Quando e se ti comprerai una sedia, predila con i braccioli, il mal di collo che avevo io derivava anche dalla tensione dei muscoli della spalla che sostengono il braccio col quale usi il mouse.
    Sophia
    "Perché starci assieme è difficile. Ma starci senza è impossibile."
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online