Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Ansia da separazione

Avete riscontrato nei vostri bambini ND una maggiore ansia da separazione dai genitori o dalle persone a cui sono più legate? Mio figlio ha due anni e mezzo e ancora si dispera quando io e la mamma lo lasciamo , soprattutto ha un attaccamento eccessivo a me(padre) , non accetta neppure che io parli al telefono quando sto con lui....
Secondo me è un sintomo di una certa immaturità emotiva ,perché a questa età i bambini NT solitamente hanno superato la fase dell angoscia da separazione e comprendono che l allontanamento del genitore è solo temporaneo.
EstherDonnellymandragola77lalla76
«1

Commenti

  • Simone85Simone85 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 2,791
    Non sono esperto in pedagogia ma non mi pare che ci siano maggiori ansia da separazione.
    Secondo me vorrebbe comunicare qualcosa ma non è ancora in grado di usare le parole giuste, potrebbe piangere per qualsiasi cosa... anche per pensieri molto maturi per uno della sua età.
    Considera comunque che potrebbe lamentarsi perché vorrebbe è curioso del telefono e vorrebbe giocarci... come ogni bambino. 
  • SoleSole Colonna
    Pubblicazioni: 1,177
    Ciao, in effetti mio figlio ha sofferto parecchio a causa dell' ansia da separazione, soprattutto nei confronti del padre (dal quale si rifugiava per qualsiasi situazione di disagio).
    Pianti prima dell' asilo, rituali prima di andare a scuola alle elementari.
    Ora, alle medie, va un po' meglio.
    EstherDonnellyAJDaisyFenice2016
  • EstherDonnellyEstherDonnelly SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 2,624
    Io quando ero piccola e vedevo mia nonna andare via dopo avermi portata all'asilo piangevo come un'ossessa. Mi piantavo sulla panca accanto alla porta d'ingresso e stavo lì tutto il tempo.
    Alla fine l'andare all'asilo divenne una nuova routine per cui passò, ma ho sempre vissuto male gli allontanamenti. Anche oggi mi trasmettono un carico d'ansia che se va bene somatizzo, se va male mi rende inabile.
    SophiaNemoFenice2016Charade
    ❤️
    but the Earth refused to die
  • lunagattinalunagattina Veterano Pro
    Pubblicazioni: 316
    io sono in attesa di diagnosi al momento, quindi non so se posso essere un riferimento, ma per quanto mi riguarda era il contrario.
    Mentre tutti gli altri bimbi piangevano e volevano mamma e papà, io potevo benissimo stare senza. A scuola, a casa, a casa della nonna...
    Mi piaceva giocare con mio padre. La domenica avevamo tutta la nostra routine. Ma quando si doveva allontanare giocavo per conto mio senza alcun problema.
    SophiaFenice2016
  • barbamammabarbamamma Veterano
    Pubblicazioni: 153
    Anche il mio Davide, 5 anni, soffre molto di ansia da separazione! Per farvi un esempio se stiamo andando in un posto con la macchina poi magari il papà, dopo che siamo arrivati, ci fa scendere e va a parcheggiare è finita, inizia a piangere e urla " andiamo a prendere papà " ! È in quel momento tutte le spiegazioni sono inutili, lui continua a piangere finché non vede tornare il padre. La sua terapista ci ha suggerito di anticipargli tutto e di spiegarglielo prima che accada ma non sempre funziona. Credo che siano comportamenti che imparano a controllare con la crescita!
    SophiaFenice2016
  • WhoamiWhoami Veterano Pro
    Pubblicazioni: 272
    Io mi ricordo che, fino all'età di 3 anni e mezzo (o giù di lì), quando mi svegliavo e vedevo che mia madre non era in casa (perché usciva per qualche minuto a fare commissioni), iniziavo a piangere e a chiamarla come una disperata, continuando finché mia madre non tornava e mi rassicurava. Quando poi ho capito che tornava ogni volta, ho smesso. Ma questo mi succedeva solo quando ero a casa a dormire e non venivo avvertita, quindi forse provare ad anticipargli quando te ne andrai potrebbe già essergli d'aiuto.
    SophiaEirene
  • Beatrice77Beatrice77 Neofita
    Pubblicazioni: 33
    Buongiorno a tutti, rispolvero un vecchissimo topic perché cercavo info sull'ansia da separazione ma non ne trovo molte e non volevo aprire un nuovo argomento.
    Il mio piccolo di 18 mesi -nessuna diagnosi, solo miei sospetti- non soffre di ansia da separazione. Con nessuno. 
    Quando esco al mattino lo lascio con i nonni, che certamente vede moltissimo fin da quando è nato. Se va bene mi saluta, altrimenti va avanti a farsi i fatti suoi. Quando rientro a volte mi corre incontro (ma sembra gli basti vedermi e poi torna alle sue occupazioni) a volte nemmeno quello, ogni tanto invece mi sorride, ma dire che sprizzi entusiasmo non è vero. Io ci sto male, ma possibile che non abbia legame nei miei confronti?
    Anche se vede i nonni, il papà, ecc non esprime mai grande gioia.
    Poi però quando siamo insieme mi cerca, mi chiama, mi mostra le cose. Mi porta talvolta un gioco, un sasso, un oggetto, e se un gioco si "rompe" mi chiede subito di aggiustarlo. Mi rendo anche conto di essere il suo punto di riferimento principale perché se in mezzo alla gente ha bisogno viene da me, mi chiama, se si fa male corre tra le mie braccia.
    E' un comportamento che riscontrate/riscontravate anche nei vostri bimbi o può essere il suo carattere, come mi ripetono i nonni ogni volta che ci rimango male? (prima dicevano "è piccolo" ma insomma, bimbi ben più piccoli di lui sono festosi al rientro dei genitori)
    Io non riesco a non soffrirci, vorrei vederlo felice di vedermi così come io lo sono di vedere lui. E vado anche oltre, se non facesse così solo con me ma coi nonni e il papà mostrasse gioia pure sarei contenta, perché mi potrei mettere in discussione io, ma invece così ho paura che sia lui "strano"...scusate ma non so come spiegarlo.
  • loconiloconi Membro Pro
    modificato 22 July Pubblicazioni: 194
    Mio figlio fino all'anno scorso piangeva a dirotto se mio marito scordava qualcosa, cosa che succedeva sempre, e tornava a casa a riprenderendela lasciandoci al piano terra.
    Adesso un po' è passata. Stessa cosa quando uscivo per andare a lavoro. Cercavo di calmarlo mettendogli in cartone animato, cosa sbagliatissima.
    Successivamente ha imparato il meccanismo, iniziava a piagnucolare e poi chiedeva " e un cartone?".
    Adesso ci sono delle vie del centro nelle quali non vuole andare. Se cerco di portalo piange disperato, indica l'altra strada e dice " da quella parte".
    Il perché non mi è dato saperlo!
    Post edited by loconi on
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 581
    Mi è venuto un ricordo che risale alla prima elementare.Chiedevo a mia madre prima di salutarla di vederci all uscita "in prima fila presto"...Dovevo essere sicuro di vederla subito.Un giorno mi ero dimenticato la richiesta e ho pianto per circa 4 ore...Potrebbe entrare nell' ansia da separazione?Comunque con l' adolescenza passa anche a noi. ;)
    Jo
    Antares
  • CharadeCharade Veterano Pro
    Pubblicazioni: 658
    EstherDonnelly ha detto:

    Io quando ero piccola e vedevo mia nonna andare via dopo avermi portata all'asilo piangevo come un'ossessa. Mi piantavo sulla panca accanto alla porta d'ingresso e stavo lì tutto il tempo.

    Alla fine l'andare all'asilo divenne una nuova routine per cui passò, ma ho sempre vissuto male gli allontanamenti. Anche oggi mi trasmettono un carico d'ansia che se va bene somatizzo, se va male mi rende inabile.
    Anch'io piangevo come una disperata dopo che mi lasciavano all'asilo. Quando abbiamo scoperto l'As è una delle prime cose che è venuta in mente a mia madre "Ecco perché eri l'unica bambina che piangeva come una disperata quando la portavo all'asilo!". Mai stata a dormire da un'amichetta e quando a 9 anni mi separai per la prima volta dai miei per un camp estivo di 2 settimane piansi talmente tanto che non riuscivo a mangiare da che piangevo e deperii anche fisicamente (persi 5kg in 2 settimane: già a 9 anni le prime avvisaglie di disturbi alimentari...). Quando penso a ste cose mi viene compassione per me stessa, povera bambina...
    Percipio
    You're only given 
    one little spark
    of madness.
    You mustn't lose it. 
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online