Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

La scuola deprime i mei figli

AriannaArianna Veterano
modificato October 2012 in 2E - Due volte eccezionali
Sono veramente dispiaciuta per come i miei figli hanno vissuto e vivono la loro esperienza scolastica. Sembra quasi che non si riesca ad accettare il fatto che una persona possa seguire un percorso di sviluppo diciamo particolare, con delle diversità rispetto agli altri: il maggiore ha parlato tardi ma, già dall'asilo, dimostrava capacità molto ben definite per quanto riguarda la letto-scrittura (era iperlessico a 5 anni); aveva la mania di imparare a memoria Capitali, Stati, fiumi, laghi ecc; amava giocare con grandi numeri e, sempre all'asilo, conosceva l'anatomia ecc. a discapito della coordinazione motoria e la comprensione di regole sociali condivise..Fin dalla prima sono cominciati i problemi di "noia" ai quali faceva fronte scappando in biblioteca o nelle classi superiori, riempiendo di parole fogli e fogli, scappando nell'aula di informatica o musica. Ora, a otto anni e in terza elementare, si porta dei libri da casa ma non può mai veramente dedicarsi agli argomenti bizzarri di suo interesse come l'entomologia, l'elettronica ecc. perchè gli insegnanti o non sono in grado di rispondere alle sue domande o non accettano i libri che porta considerandoli non adatti a un bambino di quell'età (l'ultima volta ha portato un libro per ragazzi sulla storia della medicina e su virus e batteri e ha iniziato a leggersi per conto suo la storia della peste, della scoperta del vaccino contro l'antrace...) La tendenza dei docenti è di reprimere il bambino laddove si dimostra molto capace e di insistere, invece,  dove si dimostra più deficitario e più indietro rispetto ai suoi coetanei. Stessa cosa per l'altro figlo, 6 anni a gennaio: a due anni leggeva i numeri con le decine, a tre leggeva e scriveva sulla tastiera senza errori ortografici; aveva ottime capacità con i videogiochi già dai tre anni ed era in grado di navigare in internet per trovare i video di come si superavano certi livelli dei giochi; ora è in prima e già è in grado di fare addizioni e sottrazioni, inizia da solo a fare le moltiplicazioni e le tabelline ma ha difficoltà con il pregrafismo rispetto ai suoi coetanei. Cosa fanno le insegnanti? lo fanno stare tutto il giorno a fare lineette e ad ascoltare le storielle sulle vocali mentre lui, per ingannare la noia, fa calcoli su calcoli a mente.La mattina spesso sono assaliti dalla tristezza perchè non vogliono andare a scuola e il piccolo inizia pure ad avere tic nervosi. Cosa mi devo aspettare nel futuro? Davvero con questo sistema aiuteranno i miei figli ad avere uno sviluppo più armonico, a smussare la loro "mania del controllo" o piuttosto, a breve, vorranno abbandonare la scuola frustrati e demotivati e sempre più pieni di fobie?
rondinella61
Post edited by wolfgang on
Taggata:
«13456

Commenti

  • MeiMei Veterano
    Pubblicazioni: 548
    Ciao Arianna. Hai mai pensato all'homeschooling? O a scuole di orientamento meno omologante, come le steineriane o le montessori? Non so dove tu viva, ma esiste un movimento per l'educazione democratica in cui seconde me i tuoi figli potrebbero sentirsi meno a disagio.
    lovesignPimpirina
  • elettraelettra Veterano
    Pubblicazioni: 889
    Concordo con Mei, Arianna. I tuoi figli sono visibilmente inadatti ad un percorso scolastico tradizionale.
    Conviene cercarne uno alternativo!
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • abraxas26abraxas26 Veterano
    Pubblicazioni: 125
    Arianna mi rivedo molto nei tuoi figli. Segui i consigli di Mei ed elettra. Abbasso le maestrine!!! Abbasso le famiglie che mandano cani ottusi piuttosto che bambini a scuola!!! Abbasso il sistema scolastico retrogrado e fascista! Fai tutti gli sforzi necessari affinchè i tuoi figli possano avere l'educazione che meritano.

    A me bastano poche persone, anzi anche una sola o addirittura nessuna.
  • corneliacornelia Senatore
    Pubblicazioni: 1,185
    Concordo con Mei e gli altri, anche se trovo ingiusto che una mamma di figli così brillanti debba cercarsi una scuola adatta. 
  • elettraelettra Veterano
    Pubblicazioni: 889
    @Cornelia, è proprio per non sprecare tanta intelligenza!
    Se seguissero un programma tradizionale verrebbero svalutati. Inoltre un'insegnante di una classe normale, per quanto di buona volontà, non potrebbe seguirli con la dovuta attenzione.
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • corneliacornelia Senatore
    Pubblicazioni: 1,185
    Elettra, ingiusto nel senso che visto che anche questa mamma paga la scuola pubblica con le sue tasse, in teoria questa scuola dovrebbe essere in grado di accogliere sia i bambini svantaggiati che quelli più intelligenti, è ingiusto che ciò non sia possibile. Solo in questo senso intendo ingiusto. Come consiglio, invece, quello di cercare scuole più adatte è assolutamente da me appoggiato. Anche per i bambini NT la scuola pubblica italiana non è adatta, anche tra di loro ce ne sono di brillanti e svegli, magari QI nella norma, ma curiosi e con apprendimento veloce. Bastano i 5 anni di elementari per farli arrivare alle medie già stufi, "scazzati" e omologati verso una livello medio-basso. 
    Se potessi sceglierei anche per i miei figli vorrei scuole steineriane o montessori, ma, purtroppo, nella mia zona non ci sono.
  • elettraelettra Veterano
    modificato October 2012 Pubblicazioni: 889
    Capisco Cornelia. Purtroppo non credo che in nessun paese del mondo esistano scuole "speciali" pubbliche e molto spesso le prime ad essere stufe e scoraggiate sono le insegnanti alle quali non vengono forniti i mezzi adatti per svolgere un certo tipo di lavoro.
    Post edited by elettra on
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • corneliacornelia Senatore
    Pubblicazioni: 1,185
    L'unica cosa potrebbe essere il passa parola tra mamme, e scoprire quale scuola pubblica della zona ha delle insegnanti adatte a bambini così intelligenti. Eppure, se io fossi insegnante dei bambini così li vedrei come una manna dal cielo e stimolo anche per gli altri. 
  • elettraelettra Veterano
    Pubblicazioni: 889
    Ma sai, non sempre è così semplice. Un bambino diverso (in senso lato) richiede sempre una dose di attenzione maggiore.
    Le insegnanti adatte ci sarebbero, ma generalmente vengono denigrate dalle colleghe per prime, perchè sono persone che rompono gli schemi e "non stanno al loro posto".
    Te lo dico perchè mia madre è insegnante (e ha ben 7 bambini su 25 con disturbi di vario tipo certificati dalla asl) e vedo le difficoltà quotidiane che deve affrontare per cercare di svolgere al meglio il suo lavoro.
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • corneliacornelia Senatore
    Pubblicazioni: 1,185
    Tua mamma è una grande, parlavi di lei anche in altri post, e di donne e insegnanti così ce ne sono poche, purtroppo.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online