Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Affrontare le situazioni problematiche e la vita quotidiana

Ciao a tutti, sono mamma di un bimbo di 5 anni diagnosticato con un disturbo dello spettro autistico.

M piacerebbe, se volete, confrontarmi con voi su alcune cose;

-Come avete affrontato la diagnosi dei vostri bimbi?
-Come fronteggiate i periodi difficili vostri e del bambino?
-Che tipo di preoccupazioni avete riguardo alla salute fisica e mentale di vostro figlio?
-Come gestite le sue crisi? Le riconoscete facilmente rispetto ad un capriccio? Come? Affrontate una crisi di rabbia, dovuta magari ad una situazione spiacevole per il bimbo e un capriccio allo stesso modo?
-Fate terapia a casa? In che modo?
-Come vi sentite quando altri bambini mostrano che non vogliono interagire col vostro o lo giudicano a voce alta?
-Correggete le stereotipie?
-Qual è il vostro atteggiamento rispetto all'ecolalia?
-Come vi comportate se vostro figlio mostra qualche segno di volere interagire con altri? Come gestite suoi eventuali approcci sbagliati?
-Avete amicizie? 
-Come sono cambiate - se lo sono - le persone che vi sono vicine dopo la diagnosi?

arabafenice83Valenta

Commenti

  • claluiclalui Membro Pro
    Pubblicazioni: 113
    Ciao @Valeria80 benvenuta. Io sono mamma di un bambino di 6 anni nella sfera. Abbiamo la diagnosi ormai da molti anni ma ricordo bene come abbiamo reagito:abbiamo passato tutte le fasi del lutto! io non ho mangiato e dormito per mesi, guardavo mio figlio e non lo riconoscevo, come se fosse posseduto!poi è subentrata la grinta, la forza per combattere e mettere in pratica tutti i consigli che ci venivano dati. Ora siamo sereni, adoriamo il nostro bambino e non passa giorno in cui non penso che non lo vorrei diverso da com'è!
    Le preoccupazioni restano, sempre quelle, soprattutto riguardo all'incertezza della sua autonomia futura, intesa in senso largo: saprà autogestirsi?avrà una vita sociale che lo faccia essere sereno? Ma sono domande che si pongono tutti i genitori, chi più chi meno, e a cui nessuno ha risposta.
    Per quanto riguarda la gestione delle crisi troverai molte risposte qui sul forum.posso dirti che ci sono diversi modi di gestirle e riconoscerle e ogni caso è' a se. Il mio per esempio va in forte crisi in due situazioni particolari:quando sente piangere altri bambini e quando vede in TV qualcosa che lo spaventa o lo intristisce. Non sono quindi capricci ma reazioni ad emozioni che non sa gestire. Noi stiamo facendo un lavoro di verbalizzazione spingendolo ad esprimere a parole ciò che sente e dandogli alternative verbali alla rabbia.
    Per quanto riguarda stereotipie ed ecolalia anche in questo caso le tecniche, e anche le scuole di pensiero, sono tante.in generale vedrai che con il tempo si abbasseranno da sole, imparerà a gestirle e diverranno meno evidenti anche se probabilmente non scompariranno mai.
    Anche su questo argomento e su quello della gestione dei suoi approcci con gli altri troverai molti post e sicuramente interverranno anche qui molti genitori.
    Alla base di tutto c'è comunque la terapia comportamentale. Seguite i consigli dei terapisti anche a casa e vedrete che i miglioramenti ci saranno.
    Infine se posso darti un consiglio ignora tutti coloro che mostrano di non campire e rifiutano la diagnosi. Anche parenti. Nel nostro caso alcuni amici hanno preso il largo da soli e, beh, peggio per loro.altri invece si sono avvicinati di più mostrando lati che non ci aspettavamo, soprattutto i miei genitori.
    All'inizio e' dura ma vedrai che andrà sempre meglio.e qui troverai tanto conforto e supporto! :\">
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586