Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Minimizzare le spese per vivere

Apro questa discussione perché sono in molti qui a non lavorare, a non avere certezza lavorativa, a voler ridurre le ore di lavoro, o semplicemente a voler risparmiare per diverse ragioni.

Acqua, gas, elettricità, alimenti... Vorrei che qui discutessimo di tutto ciò che possiamo fare per minimizzare le spese, in ogni differente stagione.

Anche soluzioni originali, strambe, tutto pur di ridurre le spese! (mantenendo una buona qualità di vita).  Idee?
Marco75Piu82LandauerValentarondinella61MononokeHimeAmelieFenice2016Mind_TravellerLibellulanebel
Ciò che scrivo non è mai una verità assoluta, ma solo quella che è la mia opinione personale al momento della stesura.
Per comodità e per facilitare la lettura, potrei scrivere generalizzando e ponendo le mie idee come certezze, non lo sono.
«134

Commenti

  • AlexMooreAlexMoore Membro Pro
    Pubblicazioni: 102
    Per chi lavora una delle cose più stupide che però alla fine contano è il caffè o la merendina ai distributori. 60 centesimi al giorno possono sembrare pochi, ma a fine anno vanno via centinaia di euro se si sommano tutti i 60 centesimi messi assieme...
    ...per quanto riguarda i viveri dirò sicuramente una cosa già nota ma secondo me molto utile: prendere i prodotti con la marca del supermercato. Io di solito faccio la spesa al Bennet (non se se ci sono in tutta italia, magari alcuni di voi non li conoscono) e i prodotti col marchio Bennet, a parte rarissimi casi, sono soddisfacenti costando MOLTO meno di quelli di marca. Soprattutto poi se parliamo di cose che fondamentalmente sono sempre uguali, come le pastiglie per la lavastoviglie o il dentifricio per i denti.
    Infine dare sempre un'occhio agli shop in internet prima di comprare qualcosa di particolarmente costoso; nel 90% dei casi si risparmia prendendo esattamente lo stesso modello.
    Valentarondinella61LifeIsLandauerMarco75OrsoX2AmelielollinaMind_TravellerLibellula
  • LandauerLandauer Veterano Pro
    modificato 4 August Pubblicazioni: 937
    @LifeIs

    Questa è una delle discussioni in cui si potrebbe convergere ad una strategia "definitiva" (nelle questioni teoriche, se gli assunti di base sono incompatibili, allora necessariamente non si approderà ad una visione comune, a meno che non si cambino gli assunti di una delle parti, adattandoli all'altra parte).
    (In questo caso, l'unico obiettivo è la minimizzazione delle spese, e l'unico assunto è la "legge di conservazione del denaro" :) )

    Intanto, ti invito ad approfondire la posizione dei "Minimalisti esistenziali", che perseguono una vera e propria filosofia di vita basata sullo slogan "Have more with less".

    Puoi introdurti l'argomento con questo documentario di Netflix:


    e con un buon ebook gratuito (non trovo quello che ho letto io):


    Ti illustro altre mie idee personali (ho vissuto da solo per qualche anno, sono costantemente attento ai consumi - ho l'abitudine di contare tutto):

    * Mangia cibo di qualità e nella giusta proporzione, senza esagerare (nella società occidentale, in media, si assume circa il 20% di cibo in più rispetto a quello di cui il fisico ha realmente bisogno). Questa scelta riduce i costi (il 20% è tanto) ed è la scelta salutistica (i geni della longevità si attivano mangiando poco, credo anche e soprattutto con periodi di digiuno moderato).

    * Mangia prevalentemente verdura, frutta e legumi, riducendo la carne a 1 o massimo 2 volte a settimana. La carne (anche un pollo da 8 euro al chilo) dovrebbe costare parecchio di più dei legumi a parità di nutrienti forniti).

    * Evita le bevande gassate, gazzosa, lattine di fanta "sporadiche": a fine mese, le poche lattine di coca cola (che peraltro fa male: 10g di zuccheri semplici per 100 ml, in aggiunta al pasto) hanno un costo non indifferente.

    * In estate usa il ventilatore (non ti spiego perché :) ) e d'inverno evita le spese di riscaldamento: semplicemente vestiti più pesante e fai del moto (15 flessioni ogni tanto contribuiscono a scaldarti).

    * In estate, evita quasi del tutto di accendere la caldaia (qualche KWh al giorno risparmiato): una doccia fresca anziché a 37 gradi, oltre a farti risparmiare il calore speso per riscaldare gli 80 litri di una doccia tipica, ti invita a stare di meno sotto l'acqua, facendoti risparmiare anche qualche centesimo al giorno di acqua. E fa bene, ti sveglia.

    * (estremo) Tieni i capelli corti e non usare il phon (un phon può, se non sbaglio, arrivare a qualche migliaio di Watt, se molto buono)

    * Vestiario: assolutamente, non cadere vittima della moda: questo non vuol dire comprare vestiti scadenti (che magari scoloriscono / si rompono subito), ma evita i sovrapprezzi dovuti ai prodotti di moda. 
    Io, personalmente, guardo al "prezzo unitario": tra il cappotto buono da 250 euro che dura 500 utilizzi (0,50 euro a utilizzo) e quello scadente da 50 euro che dura 50 utilizzi (1 euro a utilizzo), compro il primo, che è più economico in senso locale (prezzo per utilizzo).

    * Se esci, evita di comprare bottigliette d'acqua al bar (1 euro per 0.5 litri !) ed evita i caffè occasionali (60 caffè al mese, a 50 centesimi alla volta, son 30 euro). 
    Applica la stessa legge a frivolezze non necessarie che succhiano, in maniera consistente, decine di centesimi al giorno.

    * Vendi l'usato e tutto ciò che comunemente non usi: risparmi tempo, stress, guadagni spazio per casa. Tieni solo il necessario.

    * Se puoi, viaggia prevalentemente in bici. Per lunghe distanze, usa i mezzi pubblici.

    * Per smartphone e pc (e per qualunque altro mezzo tecnologico), compra usato (riformattati, funzionano praticamente come un prodotto nuovo).
    (max 150 euro per uno smartphone, che cambi ogni 3 anni: la moda è cambiarlo ogni anno, da evitare).
    (su ebay, trovi Macbook Air a 400 euro o meno. Usati e probabilmente graffiati, ma conviene tenersi i graffi e 500 euro nel portafoglio. Se non usi i Mac, spendi ancora meno: ho preso il Mac per farti un esempio di un prodotto costoso).

    * Imposta un colore scuro come sfondo del Desktop, che attiva di meno i pixel e quindi fa spendere meno corrente. Se non utilizzato, oscura lo schermo. Pochi centesimi al giorno, qualche euro al mese, ma perché buttarli?

    AlexMooreLifeIsrondinella61OrsoX2ValentaFenice2016Piu82Mind_TravellerLibellulanebelmarco3882
    Post edited by Landauer on
    Credo che non appena comincerai a vedere chiaramente dove vuoi andare, il tuo primo impulso sarà di applicarti allo studio. Per forza.
    Sei uno studioso, che ti piaccia o no. Smani di sapere. [...] comincerai ad andare sempre più vicino, se sai volerlo e se sai cercarlo e aspettarlo,
    a quel genere di conoscenza che sarà cara, molto cara al tuo cuore. Tra l'altro, scoprirai di non essere il primo che il comportamento degli uomini 
    abbia sconcertato, impaurito e perfino nauseato. Non sei affatto solo a questo traguardo, e saperlo ti servirà d'incitamento e di stimolante.                                                                         [J.D.Salinger - Catcher in the Rye]
  • rondinella61rondinella61 Colonna
    Pubblicazioni: 1,077
    Se non sbaglio, @torukh era interessato a questo discorso, magari nel frattempo ha "brevettato" qualche procedimento e quindi potrebbe portare utili contributi alla discussione. 
    (Torukh, mi ricordo di aver letto qualcosa attinente all'argomento in uno dei tuoi precedenti post  -però se mi sono sbagliata, mi perdonerai spero) :)
    LifeIsLandauerFenice2016
  • LandauerLandauer Veterano Pro
    modificato 4 August Pubblicazioni: 937
    AlexMoore ha detto:

    Per chi lavora una delle cose più stupide che però alla fine contano è il caffè o la merendina ai distributori. 60 centesimi al giorno possono sembrare pochi, ma a fine anno vanno via centinaia di euro se si sommano tutti i 60 centesimi messi assieme...

    ...per quanto riguarda i viveri dirò sicuramente una cosa già nota ma secondo me molto utile: prendere i prodotti con la marca del supermercato. Io di solito faccio la spesa al Bennet (non se se ci sono in tutta italia, magari alcuni di voi non li conoscono) e i prodotti col marchio Bennet, a parte rarissimi casi, sono soddisfacenti costando MOLTO meno di quelli di marca. Soprattutto poi se parliamo di cose che fondamentalmente sono sempre uguali, come le pastiglie per la lavastoviglie o il dentifricio per i denti.
    Infine dare sempre un'occhio agli shop in internet prima di comprare qualcosa di particolarmente costoso; nel 90% dei casi si risparmia prendendo esattamente lo stesso modello.
    Infatti: in questo caso, mi "ricordo" che, prendendo prodotti di marca o prodotti esposti in vetrina, sicuramente andrò a pagare un sovrapprezzo esclusivamente per la marca o per le spese d'esposizione. Il prezzo destinato al prodotto in sé magari è come quello di un prodotto non di marca, quindi molto meno costoso, ma della stessa qualità.
    AlexMooreLibellula
    Post edited by Landauer on
    Credo che non appena comincerai a vedere chiaramente dove vuoi andare, il tuo primo impulso sarà di applicarti allo studio. Per forza.
    Sei uno studioso, che ti piaccia o no. Smani di sapere. [...] comincerai ad andare sempre più vicino, se sai volerlo e se sai cercarlo e aspettarlo,
    a quel genere di conoscenza che sarà cara, molto cara al tuo cuore. Tra l'altro, scoprirai di non essere il primo che il comportamento degli uomini 
    abbia sconcertato, impaurito e perfino nauseato. Non sei affatto solo a questo traguardo, e saperlo ti servirà d'incitamento e di stimolante.                                                                         [J.D.Salinger - Catcher in the Rye]
  • torukhtorukh Colonna
    Pubblicazioni: 1,440
    La mia bici aveva il problema che mi si scaricavano continuamente le batterie delle due luci di posizione...

    Ho recuperato delle batterie da 9 volt che mi avevano dato da smaltire a lavoro, le ho controllate con un tester ed hanno tutte una tensione residua di 8,65V, ne ho connesse 7 in parallelo, ed ho quindi connesso questo pacco batterie alle due luci ed un interruttore tutto in serie.

    Il filo l'ho recuperato dai resti di un alimentatore per computer bruciato, stesso vale per l'interruttore, il filo l'ho fissato con le fascette recuperate a lavoro dalle cassette dei farmaci, quelle che normalmente gli altri dipendenti tagliano con le forbici, si possono riaprire e riutilizzare.

    Costo del tutto: 0€

    Il recupero è amico del risparmio.
    Chi ha una batteria di un computer laptop che è apparentemente bruciata, sappia che il BMS interno, ovvero il circuito di protezione delle celle ha un contatore il quale, una volta superato il numero di ricariche fa risultare come esaurite le celle.
    In realtà, in una batteria da 6 celle, nel più dei casi sono solo 2 quelle morte.
    Un mio amico, con le celle prese dalle batterie di vari computer e un telaio arrugginito preso dalla spazzatura si è costruito una bici elettrica con cui è andato in vacanza e che è ancora funzionante.

    L'usato, letteralmente gettato via ancora funzionante, esiste, basta guardare nelle aree ecologiche dei quartieri ricchi di ogni città.

    Quel mio amico ha trovato un frigorifero marcio buttato vicino ad un cassonetto, ci ha smontato il compressore da dietro ed ora usa quello per gonfiare le gomme delle bici.

    Non aver fretta di avere un pezzo è il miglior modo per trovarlo a buon prezzo, perché si ha più tempo per cercarlo e si possono scartare le fregature.
    Tutti i prezzi al dettaglio sono fregature perché pesantemente rincarati dai vari passaggi di compravendita.

    Quindi, se si devono comprare oggetti tecnologici, si fa un gruppo d'acquisto e si compra in stock direttamente dalla Cina sfruttando i ribassi per ordini numericamente grossi.

    Il dato fondamentale tuttavia, per non sprecare i soldi, è sempre quello di restare fermi su quelle che sono le necessità oggettive:
    di cos'ho bisogno?
    di vedere la strada quando procedo con la bici di notte?
    come faccio luce con un costo ragionevole?
    intanto controllo se ho materiale utile al fine, ed in giro per casa.
    avevo una striscia di led comprata anni fa e mai usata, una scatoletta per interruttori esterni IP67, un pannello di policarbonato, della lamiera presa dal solito alimentatore bruciato, cavi presi dal solito alimentatore un saldastagno cinese comprato per 15€ anni fa, una bobina di stagno, ho acquistato una basetta millefori ramata per 2€, ho quindi dissaldato tutti i led e resistori dalla striscia led e li ho risaldati sulla basetta mille fori, quindi ho connesso il tutto ad uno switch preso da una ventola da pc rotta, ed in fine a 3 celle al litio regalate, provenienti da un giocattolo.

    ho fissato la luce con delle fascette direttamente a farle passare nella plastica ed ho quindi dotato di un faro il tandem del mio amico al costo di 2€...

    Devo prendere il treno?
    il biglietto lo compro il prima possibile, se lo compro sufficientemente presto, la tratta Genova-Roma costa 9€ l'andata.


    LandauerLifeIsrondinella61Simone85Fenice2016nebelit
  • Marco75Marco75 Veterano Pro
    modificato 4 August Pubblicazioni: 747
    Per la linea telefonica/internet, aggiungerei che, laddove c'è, si può optare per una wifi libera al posto dei classici abbonamenti telefonici (sempre se non si abbia bisogno di una linea fissa, ormai un retaggio del passato). Oppure, laddove si sia in buoni rapporti con i vicini, organizzarsi per pagare UN abbonamento in più condomini (sempre che non si voglia una linea ultraveloce e sempre disponibile al massimo della banda).
    Per quanto riguarda invece Netflix (anche se qui capisco che non siamo proprio nell'ambito dei servizi essenziali) si può quasi azzerarne il costo dividendo l'abbonamento in 2 o 3 persone...
    LifeIsrondinella61Fenice2016
    Post edited by Marco75 on
  • AmelieAmelie Pilastro
    Pubblicazioni: 3,831
    Riguardo alla spesa:
    - pianificare gli acquisti: monitorare le offerte nei vari supermercati e fare la spesa mirata (in quel supermercato si acquistano quelle cose in offerta, nell'altro si acquistano prodotti diversi...).
    - fare la scorta dei prodotti non deperibili o che scadono dopo molto tempo quando si trovano scontati, in modo da non essere costretti ad acquistarli a prezzo pieno perché se ne ha immediato bisogno.
    - come è stato già scritto, considerare alcuni prodotti della marca del supermercato, o da discount: a volte si paga il nome, ma la qualità di prodotti senza marchi "prestigiosi" può essere equivalente o superiore.
    Io a volte cerco le recensioni su internet se sono dubbiosa, soprattutto per i detergenti.
    LifeIsamigdalaPiu82Libellulaenrichetta68
  • AmelieAmelie Pilastro
    modificato 4 August Pubblicazioni: 3,831
    Un altro modo per risparmiare è cucinare: minimizzare l'acquisto di cibi pronti e di surgelati e cucinare ogni pasto, dal ragù alle verdure, al pane, alla pizza. Eliminare merendine e dolcetti industriali e fare torte e biscotti in casa; privilegiare verdure e frutta di stagione e cibi economici e nutrienti.
    Per cucinare occorre tempo, ed è molto difficile cucinare davvero tutto; ma si può anche aderire a questa filosofia in modo più morbido: es cucinare tutto il resto ma concedersi di comprare i biscotti per la colazione e il pane.

    Per le ragazze che non devono coprire i capelli bianchi, evitare di tingerli e di andare dal parrucchiere, a meno che non abbiano un taglio corto che deve essere regolato ogni mese. Non usare la piastra perché li danneggia molto e obbliga a tagli frequenti. In generale, tenendo i capelli lunghi si risparmia perché mantengono la forma anche per un anno o più. (Quando avevo i capelli corti e usavo la piastra spendevo molto più di ora, perché erano perennemente crespi e dovevo tornare a tagliarli; se ci penso ora mi viene il nervoso per i soldi buttati ~X( ).
    Per gli uomini che non vogliono essere capelloni, invece, imparare a tagliarseli da soli con la macchinetta fa risparmiare molto.
    LifeIsrondinella61amigdalaValentaFenice2016LibellulanebelCharline
    Post edited by Amelie on
  • claluiclalui Veterano
    Pubblicazioni: 232
    Forse una banalita'.Per quanto riguarda il fresco è consigliabile fare la spesa ogni giorno possibilmente decidendo in anticipo il budget. Si dovrebbe preferire i mercati rionali o i piccoli commercianti e andare sempre verso la fine dell'orario di esercizio. Molto spesso pescherie o ambulanti del mercato preferiscono dar via la roba avanzata per poco piuttosto che portarsela indietro con il rischio di buttarla.
    LifeIsAmelierondinella61OrsoX2Newton
  • torukhtorukh Colonna
    modificato 5 August Pubblicazioni: 1,440
    Amelie ha detto:

    Io a volte cerco le recensioni su internet se sono dubbiosa, soprattutto per i detergenti.

    Che poi, aceto e candeggina, assolvono egregiamente a molte differenti necessità di pulizia, sono totalmente atossici, non inquinano e costano pochissimo.
    Se si aggiunge un profumo all'aceto, lo si può usare al posto dell'ammorbidente in lavatrice.
    Per anticalcare invece si può usare il bicarbonato.

    Se si abita da soli, in un appartamento condominiale, il gas è solo uno spreco, perché comunque si paga una quota fissa di tasse.
    Io ho il boiler elettrico, cucino con le piastre elettriche e l'ultima bolletta (rincarata dal condizionatore) è stata quella pagata qualche giorno fa di 57€.

    Muoversi in bici è possibile anche in città non pianeggianti.
    Basta prendere una bici pieghevole e dotarla di un kit con motore elettrico.
    Per fare 100km spendo 0,20€...
    Non pago alcun bollo, né assicurazione, non ho obbligo di casco e posso passare sulle corsie preferenziali...
    LifeIsMikirondinella61Libellulamarco3882
    Post edited by torukh on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586