Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Disomogeneita' cognitive

FabrizioVaderFabrizioVader Veterano
modificato August 2017 in 2E - Due volte eccezionali
Buonasera a tutti!! Volevo chiedere, se qualcuno di voi ha fatto un test del QI ufficiale completo come WAIS o WISC, avete riscontrato discrepanze tra i vari indici oppure VIQ/PIQ in qualunque direzione? Citare i numeri dei QI é facoltativo e non è il punto nevralgico della questione in alcun modo. Mi piacerebbe sapere in che modo pensate che il divario tra i vostri punti di forza e debolezza influisca sul vostro apprendimento ed eventuali altri aspetti della vostra vita.
lollinaMarcofMind_Traveller
Post edited by FabrizioVader on
«1

Commenti

  • MarcofMarcof Pilastro
    modificato August 2017 Pubblicazioni: 3,559
    Sul WISC-R avevo QIT 126 con QIV >QIP di circa 30 punti. Non so come sia stato calcolato il QIT (che era più vicino al QIV che al QIP) e non ricordo i punteggi parziali esatti essendo riportati su un foglio diverso da quello riassuntivo che avevo ripescato di recente.
    Riscontro anomalie nell'apprendimento, ma non posso sapere se siano dovute unicamente a quello. Né quanto influisca il WISC in un campo così settoriale.

    Sono sempre stato nella media per quanto riguarda le capacità computazionali. Quindi sono lento a svolgere i conti e i passaggi algebrici, troppo lento rispetto alle aspettative. Sono lento a decifrare i formalismi in immagini mentali e non riesco a seguire le lezioni, spesso mi perdo nei miei pensieri dopo pochi minuti.
    Manca però il continuum che (purtroppo) le persone comunemente si aspettano tra le cose che ho elencato sopra e le capacità di riflessione nel medio-lungo termine. Quindi comprendo ciò che studio alla pari dei primi del corso, con picchi che vanno pure oltre quando mi dice bene :) . Ho una discreta propensione a beccare le soluzioni alternative considerate creative o "impensabili" quando posso pensarci per un pomeriggio intero.
    Per lungo tempo mi è stato difficile capire cosa potessi fare, perché venivo valutato in modo molto controverso: o esaltato o ritenuto quasi stupido. Da due anni a questa parte mi sono comunque deciso a puntare in alto ignorando le latenze. Ho visto che tanto i risultati che contano davvero arrivano lo stesso. È tipo un clima continentale dove giorno che vai, tempo che trovi...


    Sugli altri aspetti della mia vita il nesso è ancora meno evidente perché lì quasi sicuramente c'è anche altro. Sin da quando avevo 2 anni tendevo ad interpretare troppo ciò che mi accadeva. Purtroppo traevo conclusioni molto più negative della realtà e finivo per passare ore tra manie stupide e pensieri che non andavano via... ma la cosa si è alleggerita parecchio con la crescita, pur rendendomi conto che lo stile è rimasto e che vorrei tanto coltivare le mie passioni con una mente meno maligna....
    (Però nella vita, di base, non capivo i coeatenei e non ho avuto amici fino alla fine delle medie. Venivo spesso ritenuto estremamente timido dalle insegnanti e 'speciale' dai compagni... È qua che mi viene da dubitare che sia tutto dovuto al divario cognitivo. Però non mi venne ufficializzata nessun'etichetta "grave", quindi non saprei come definire il quadro di background)
    MononokeHimeFabrizioVaderrosi_pomeliaAmelie
    Post edited by Marcof on
  • FabrizioVaderFabrizioVader Veterano
    Pubblicazioni: 184
    @Marcof ,mi ritrovo decisamente per quanto concerne la forte componente di chiaro scuro e alti e bassi, ossia una dissincronia interna tra le varie componenti del processo cognitivo le quali possono rendere la strada verso la conclusione o la produzione di pensieri più arzigogolata e tortuosa, benche`sovente che ne conseguenza meriti appieno, potendo rivaleggiare con eccellenze del campo. La dissincronia l'ho avvertita anch'io pure a livello esterno, visto che per effetto alone talora è capitato che la gente, esaltandoti contingentemente, sia in seguito portata ad aspettarsi chissà cosa in tutti i campi possibili e qualora ciò non accada e anzi si esplicitamente una fenomenologia di prestazione che ribalta gli assunti di eccellenza frettolosamente presi, la caduta può apparire fragorosa. Sul piano dell'apprendimento propriamente detto invece, a fianco di ottime abilità di ragionamento verbale e immagazzinamento di materiale, a breve e a lungo termine, della medesima natura, si affiancano difficoltà significative sui versanti visuospaziale e visuomotorio.
    lollina
  • mafaldamafalda Membro
    modificato October 2017 Pubblicazioni: 27
    Mio figlio è piccino, quindi abbiamo solo i risultati delle Griffiths. Posso dirti però che la scala verbale è nettamente più alta delle altre. A 2 anni e 3 mesi risultava 6/7 mesi avanti per ciò che riguarda il linguaggio. Era messo bene anche nelle abilità logiche, mentre le altre scale, che riguardano aspetti più pratici e motori, era leggermente sotto la media per la sua età. Attualmente (3 anni e 8 mesi) parla perfettamente utilizzando anche i congiuntivi.
    Io noto che lui apprende soprattutto se gli si spiegano verbalmente le cose e quando deve fare qualcosa a volte si ripete sottovoce i passaggi, quindi secondo me il canale verbale è la sua via privilegiata di apprendimento. 
    D'altra parte fa fatica a mettere insieme i pezzi di un puzzle o a seguire il percorso del gioco dell'oca. Dal punto di vista motorio ha imparato a saltare a tre anni e ancora oggi inciampa molto spesso.

    lollinaFabrizioVaderriot
    Post edited by mafalda on
  • BlackCrowBlackCrow Membro Pro
    Pubblicazioni: 145
    Io non ho avuto grosse discrepanze se non nel sub-test del ragionamento aritmetico. La mia difficoltà era relativa alle operazioni fatte a mente. Ho infatti ottenuto un punteggio ponderato di soli 10. In realtà questo è relativamente influenzato dalla mia noncuranza verso cose che ritengo poco utili. Ho sempre evitato di farli per cui complice una non predisposizione naturale ho ottenuto quel punteggio. Difatti poi rispecchia le mie difficoltà nei calcoli: non ho problemi a risolvere integrali ed equazioni differenziali a mente, mentre fare delle operazioni si. In verità a seconda di cosa mangio ho problemi di lucidità mentale e non posso escludere a questo punto eventuali intolleranze al glutine che dovrò verificare. Ciò detto ho una certa predisposizione ad apprendere molto velocemente oltre che a capire cosa stia per dire il mio interlocutore o ancor di più un docente universitario: non è raro che nel bel mezzo delle sue spiegazioni/dimostrazioni io abbia già in mente cosa si andrà a fare e sono preso dalla voglia di dire la mia e di verificare se quanto pensato corrisponde a realtà. Funziono come dislessico ed altre cose per cui ad esempio se io leggo un testo ad una velocità relativamente sostenuta per me, rischio di non capire nulla e faccio fatica a ricordare termini specifici che hanno il solo scopo di descrivere un particolare concetto di uno specifico argomento.  La mia capacità di apprendimento seppur molto veloce non mi permette di immagazzinare troppe informazioni in poco tempo. O forse in realtà sono io che apprendendo facilmente, provo a studiare oltre il dovuto finendo per sovraccaricare il tutto. Questa cosa non mi è chiara. Ho un mio modo di capire, apprendere e risolvere i problemi per cui spesso trovo difficile riuscire a far conciliare queste qualità con la parte accademica.

  • DomenicoDomenico SymbolVeterano Pro
    Pubblicazioni: 1,254
    @FabrizioVader

    Meno di un mese fa mi hanno somministrato la WAIS IV. 

    Comincerò con i punteggi degli indici:

    ICV:135
    IRP:96
    IML:92
    IVE:86

    Parlando con @wolfgang abbiamo riscontrato che la sequenza dall'indice più forte a quello più debole è tipica di un asperger medio col verbale al primo posto e la velocità di elaborazione per ultimo. Se paragonato alla popolazione di riferimento lo scarto fra i due citati è di 49 punti quando la soglia di rarità del campione italiano è 38.

    Fin qui niente di speciale ma il diavolo sta nei dettagli e precisamente nei punteggi ponderati dei subtest. 

    Vediamo quelli più eclatanti:

    IRP

    cubi: 10
    matrici:8
    puzzle:10

    è un po' curioso il cedimento di prestazioni nel versante basso della norma per quanto riguarda le matrici ma per ora mettiamolo da parte.

    IML

    cifre: 11
    aritmetica: 6 (quasi 2 deviazioni standard dalla norma, funzionamento praticamente borderline)

    Qui posso dirti che emerge tutta la mia discalculia evolutiva (verificata separatamente). Infatti non sono incapace né di comprendere e ritenere i numeri né di afferrare la logica matematica ma in qualche modo quando devo manipolare i numeri i miei neuroni vanno in sovraccarico e non posso proprio fare i calcoli a mente. Ancora una volta mettiamo da parte la memoria di cifre perché è il secondo tassello di qualcosa che emergerà poi alla fine del discorso.

    Passiamo al piatto forte, il mio ICV, dove ho dimostrato consistentemente un funzionamento gifted (due deviazioni standard e 1/3 sopra la norma) perché anche qui il diavolo sta nei dettagli:

    somiglianze:13
    vocabolario:16
    informazione:19

    Anche qui a detta di wolf la sequenza dal più debole al più forte e la dispersione dei tre è marcatamente un profilo aspie.

    Se non fosse che...

    Pur totalizzando un punteggio discreto a somiglianze in ogni caso è presente qui un punto di debolezza raro in confronto alla popolazione di riferimento (2-5%), parzialmente nascosto dal punteggio esagerato in informazione (là sto nel 5% più alto della popolazione di riferimento).

    Ma c'è di più: somiglianze è il terzo indizio (dopo matrici e aritmetica) che induce a pensare che potrebbe facilmente essere presente in me un Disturbo dell'Apprendimento Non Verbale concentrato nel ragionamento analogico.

    Per quanto l'IVE è l'unico veramente omogeneo e rientra nel profilo tipico aspie.

    Ditemi tutti cosa ne pensate, per ora ho messo abbastanza carne al fuoco :-)
    FabrizioVader
    Etica: se tu vedi una truffa e non la chiami truffa TU sei una truffa - Nassim Taleb
  • FabrizioVaderFabrizioVader Veterano
    modificato December 2017 Pubblicazioni: 184
    @Domenico ,beh, che dire, siamo colleghi, visto che a gennaio presso cuorementelab sono stato diagnosticato disturbo non verbale, nel mio caso incentrato più sulla componente visuoprassica che su quella numerica, in associazione all'AS, anche grazie al contributo del WAIS IV. Complimenti davvero per l'en plein in Informazione. 19 equivale a 145+ quindi sei oltre il 99,9esimo percentile della popolazione generale in quel subtest, al diavolo il 5% :)
    Domenico
    Post edited by FabrizioVader on
  • LifeIsLifeIs Veterano Pro
    Pubblicazioni: 871
    Io credo che risulterò con una disomogeneità “opposta”, con QI verbale più basso. Ritengo di avere un vocabolario molto ristretto, inoltre, non essendo subito stato informato su che tipo di test stessi facendo, inizialmente non lo avevo “preso seriamente”.
    Voglio bene a tutti, leggo spesso il forum perché mi interessa ciò che scrivete, a volte mi emoziono. Non posso dirvelo con le reactions, lo faccio con la firma.
    Le ragioni principali per le quali faccio scarsissimo uso delle reactions sono che le percepisco come una forma comunicativa troppo imprecisa, e le icone non mi sembrano rispecchiare le emozioni che vorrei comunicare.

    Non mi piace giudicare, non affermo di sapere alcunché, mi limito a comunicare le mie sensazioni, le mie riflessioni, conscio di poter sbagliare.
  • LifeIsLifeIs Veterano Pro
    Pubblicazioni: 871
    In vocabolario ho dato una risposta sbagliata di proposito.
    Poi c’era un subtest nel quale mi hanno chiesto cosa si deve fare se si trova una busta con dei soldi per terra (qualcosa del genere), in quel subtest ho “dato il peggio di me”, non provando nemmeno a rispondere ad alcune cose perché avevo dei dubbi.
    In aritmetica non ho risposto all’ultimo “item” perché mi sono lasciato prendere dalla paura di aver sbagliato.

    [ Premesse che ritenevo importante fare prima di pubblicare sul forum le disomogeneità cognitive che sono risultate nel test che ho fatto ]
    Voglio bene a tutti, leggo spesso il forum perché mi interessa ciò che scrivete, a volte mi emoziono. Non posso dirvelo con le reactions, lo faccio con la firma.
    Le ragioni principali per le quali faccio scarsissimo uso delle reactions sono che le percepisco come una forma comunicativa troppo imprecisa, e le icone non mi sembrano rispecchiare le emozioni che vorrei comunicare.

    Non mi piace giudicare, non affermo di sapere alcunché, mi limito a comunicare le mie sensazioni, le mie riflessioni, conscio di poter sbagliare.
  • BlackCrowBlackCrow Membro Pro
    Pubblicazioni: 145
    il aritmetica, come avete fatto a rispondere a quella domanda che prevedeva come risultato una divisione a 3 cifre avente come risultato un numero con tanto di virgola?! 
  • LifeIsLifeIs Veterano Pro
    Pubblicazioni: 871
    Ci tengo a precisare che tutto ciò che so di questi test l'ho letto su questo forum, il resto sono impressioni che ho avuto facendolo, ci sono buona probabilità che ciò che scrivo non sia esatto. Non so nemmeno quale versione del test WAIS mi sia stata somministrata.
    Voglio bene a tutti, leggo spesso il forum perché mi interessa ciò che scrivete, a volte mi emoziono. Non posso dirvelo con le reactions, lo faccio con la firma.
    Le ragioni principali per le quali faccio scarsissimo uso delle reactions sono che le percepisco come una forma comunicativa troppo imprecisa, e le icone non mi sembrano rispecchiare le emozioni che vorrei comunicare.

    Non mi piace giudicare, non affermo di sapere alcunché, mi limito a comunicare le mie sensazioni, le mie riflessioni, conscio di poter sbagliare.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586