Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Vostro rapporto con la Natura e gli Animali

ViolettesViolettes Membro
Apro questa discussione perché voglio fare rapporti e leggere confronti circa il vostro rapporto con la natura e gli animali in generale.

Mi capita spesso di essere catturata da un dettaglio particolare(o insignificante) e rimanerci anche un quarto d'ora o di più a studiare il particolare che m'ha catturato l'attenzione formulando pensieri ed ipotesi del perché quel dettaglio ha quel preciso particolare. Per fare un esempio limpido.

Vedo una rosa rossa,e sui petali vi sono gocce di rugiada. Ecco il colpo di fulmine, catturo il particolare ed uso gli occhi come se fossero macchine fotografiche, dimentico chi  e cosa mi è intorno e fisso il particolare(tuttavia il mio fastidioso buon senso civile mi impedisce di sfogare appieno questo bisogno). Osservo minuziosamente la forma delle gocce, la loro posizione, e caso mai, se c'è il sole, gli effetti della luce sulle minuscole gocce che mandano bagliori stupendi. Ovviamente non perdo tempo a fotografare,ed anche quando si tratta di scattare foto, studio posizioni corrette per catturare il dettaglio,non scatto mai foto a casaccio. La cosa curiosa è che in questi momenti di osservazione il mio sguardo è fisso. Chi mi vede può pensare che sono rapita in una specie di estasi cosciente e razionale.
E dopo aver fatto tutto questo comincio a domandarmi: "Perché queste gocce prendono il colore rosso dei petali?"-  "Perché sono posizionati in questo modo?"
Pur sapendo benissimo il perché mi piace pormi queste domande, perché ho un innato stupore verso le bellezze del creato.
Stessa cosa per gli animali. Esempio ho un cane. Una persona qualunque direbbe che ha gli occhi marroni.
Un giorno fissai i suoi occhi per lunghissimi minuti studiano ogni cosa che c'era al loro interno. Mi misi a seguire la forma dell'iride, le ramificazioni,le stratificazioni e i cangiamenti di colore e conclusi che i suoi occhi non erano marroni ma precisamente color ambra con qualche sfumatura di miele e cangiano a seconda della luce, di sera e di notte hanno sfumature celeste ghiaccio e giallo fosforescente. Questo lo dico non per vantarmi degli occhi del mio cane....XD 
Tutti gli animali hanno meravigliosi colori degli occhi, E' per far capire il mio concetto di osservazione che è profondo e non si limita all'apparenza.

Il mio rapporto con la Natura è di tipo mistico, e con gli animali socializzo volentieri anche se con alcuni non mi trovo perfettamente in sintonia.
Invece il vostro rapporto com'è e come vi rapportate?

Buona serata... 





Post edited by yugen on
Nascere a mani vuote,
morire a mani vuote.
Ho contemplato la vita nella sua pienezza,
a mani vuote.
(Marlo Morgan)

Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.
(Profezia degli indiani Cree)
«13

Commenti

  • ablonerabloner Veterano
    modificato August 2012 Pubblicazioni: 296

    Sono del tutto d'accordo con ViolaNotturna. e ho sempre in mente la filosofia di Gregory Bateson, (Verso un ecologia della mente e Mente e natura).

    Post edited by abloner on
    Io non voglio abitare il mondo umano
    sotto mentite spoglie.
    Janet Frame
  • anankeananke Senatore
    Pubblicazioni: 1,585
    Vedo una rosa rossa,e sui petali vi sono gocce di rugiada. Ecco il colpo di fulmine, catturo il particolare ed uso gli occhi come se fossero macchine fotografiche, dimentico chi  e cosa mi è intorno e fisso il particolare(tuttavia il mio fastidioso buon senso civile mi impedisce di sfogare appieno questo bisogno). Osservo minuziosamente la forma delle gocce, la loro posizione, e caso mai, se c'è il sole, gli effetti della luce sulle minuscole gocce che mandano bagliori stupendi.
    E' una cosa che mi perdevo a fare spesso anch'io anni fa, nella stessa maniera in cui l'hai descritta tu (e senza la volontà di fotografare nulla se non con gli occhi). Non c'entra nulla ma non so perchè m'è venuto in mente che fra i vari gesti che tendo a ripetere c'è l'esporazione dello spazio guardando attraverso i buchi delle tapparelle. Così provo a fare panoramiche e ad imitare vari movimenti di macchina (parlo di telecamere). Un istinto quasi irresistibile:)
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,728

    Sono del tutto d'accordo con ViolaNotturna. e ho sempre in mente la filosofia di Gregory Bateson, (Verso un ecologia della mente e Mente e natura).

    Libri spettacolari!
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,728
    @ViolaNotturna

    Ti capisco perfettamente, avevo scritto un post tempo fa: http://www.spazioasperger.it/forum/discussion/185/il-canto-degli-alberi/p1
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • ViolettesViolettes Membro
    modificato August 2012 Pubblicazioni: 1,300
    E quindi che significa? E' normale scendere in questi dettagli? :=)
    Sono una potenziale asperger oppure è anche caratteristica dei normo? Conosco persone sensibili ed artistiche che esercitano l'arte,la musica, il canto.... ma non mi sembrano degli asperger(o non lo sono),semmai eccentrici... come si fa a distinguere l'eccentricità dall'asperger?
    Post edited by Violettes on
    Nascere a mani vuote,
    morire a mani vuote.
    Ho contemplato la vita nella sua pienezza,
    a mani vuote.
    (Marlo Morgan)

    Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
    Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
    Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
    Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia.
    (Profezia degli indiani Cree)
  • ningenjanainingenjanai Membro
    Pubblicazioni: 84
    Non ho proprio un buon rapporto con la natura anche se in realtà mi piace molto. Ciò che non riesco a tollerare sono gli insetti, qualunque cosa sia mi fa paura. Se poi sono ragni è il terrore.
    Gli animali in genere non mi dispiacciono ma non riesco a toccarli. Mi piace il cielo, la Luna e le stelle ed è impossibile che ad ogni occasione non mi fermi a fissare il cielo, le nubi o la Luna.
    Gli unici animali che mi piacciono sono i pesci tropicali e i miei cuccioli, che però hanno un MIPS R5000 al posto del cervello. 

  • rosarosa Veterano
    Pubblicazioni: 452
    A me piace molto fotografare la natura e anche le stelle. Vivrei nel bosco se fosse possibile e ci vado spesso anche in inverno. Gli animali mi piacciono quasi tutti e non ho paura di nessuno, insetti compresi.
  • ablonerabloner Veterano
    modificato August 2012 Pubblicazioni: 296

    La ballata del vecchio marinaio di Coleridge tradotta da Mario Luzi, amata da Gregory Bateson, di cui riporto qualche verso conclusivo prima nell'originale inglese poi nelle traduzione di Luzi. Ci  sono molte altre traduziioni. tra cui quella di Beppe Fenoglio. Vorrei raccontare tutta la storia  dell'albatross che, protettore di una nave, viene ucciso futilmnte provocando la rovina della nave e la morte dei marinai. Solo un atto di espiazione e la protezione di una schiera di angeli porta una qualche forma di salvezza, almeno per il vecchio marinaio. Meglio comprarsi il libretto nella BUR  (6 Euro) e leggerselo da sé. Ma gli ultimi versi in cui il vecchio marianio racconta la vicenda all'invitato di una festa nuziale recitano così:

    Farewell, farewell! but this I tell / to thee, thou Wedding-Guest! / He prayeth well who loves best / all things both great and small;/ for the dear God who loves us he made and loveth all / both man and bird and beast

    He prayeth best who loveth best/ all things both great and small;/ for the dear God who loves us,/ he made and loveth all.

    Luzi traduce così:

     

    Addio, addio, ma questo tieni a mente, / tu invitato alla festa / prega bene benevolo chi ama / sia l'uomo, sia l'uccello e le altre bestie.

    Meglio prega chi meglio ama le cose / siano grandi o modeste; / perchè quel Dio di amore che ci assiste / fece ogni cosa e l'ama.

     

     

     

     

    Post edited by abloner on
    Io non voglio abitare il mondo umano
    sotto mentite spoglie.
    Janet Frame
  • ablonerabloner Veterano
    modificato August 2012 Pubblicazioni: 296

     Voglio precisare che Bateson era un evoluzionista convinto e non apparteneva ad una fede religiosa (neanch'io per questo, si parva licet). Tutto era fuorchè  creazionista o sostenitore di un intelligent design, ma il suo ragionare era estremamenete ellittico e si prestava male, per fortuna, a farne un maitre a penser del tipo di quelli che circolano in Francia, o per fare un riferimento di pesssimo gusto, in Slovenia..

    Post edited by abloner on
    Io non voglio abitare il mondo umano
    sotto mentite spoglie.
    Janet Frame
  • ablonerabloner Veterano
    modificato August 2012 Pubblicazioni: 296

    Più che un riferimento di pessimo gusto è un riferimento al Zizek (sloveno) trionfante, autore di circa 70 libri e fondatore di una rivista su se stesso,  critico di Stalin, di Hitler, di Pol Pot per la loro insufficiente violenza. Furoreggia anche nelle TV di tutto il mondo.

     

    Post edited by abloner on
    Io non voglio abitare il mondo umano
    sotto mentite spoglie.
    Janet Frame
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online