Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Clemy

ClemyClemy Membro
modificato January 2018 in Mi presento
Buongiorno,
Sono una donna di 47 anni diagnosticata asperger da qualche mese. Ho due figli in attesa di diagnosi asperger e un marito NT. Sono casalinga. Avere la diagnosi per me è stato un duro colpo ma ha dato finalmente concretezza alle stranezze e alla percezione della vita e delle persone alle quali non sapevo dare spiegazioni. Molti riferiscono, per quanto ho letto, che la diagnosi corrisponde ad una rinascita ma a me ha dato la sensazione di scavare dopo aver toccato il fondo. Forse però è presto per dare una svolta alla propria vita, anche perché la routine familiare mi impegna molto e mi toglie parecchie energie, non consentendomi di concentrarmi su me stessa per iniziare a trovare nuove soluzioni (sia in me che fuori) alla luce di questa sindrome. Il fatto è che devo anche pensare alle difficoltà dei miei figli ed è difficile "avanzare con un carro così pesante". Con loro sono però fiduciosa perché hanno tutta la vita davanti per migliorare e non saranno certo "messi da parte" e derisi come hanno fatto nella mia famiglia d'origine, famiglia che tutt'oggi fatica ad accettare la mia diagnosi.
rondinella61OrsoX2WendyAndato_52Marco75
Post edited by Clemy on

Commenti

  • OrsoX2OrsoX2 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 854

    Benvenuta tra noi Clemy! :)

    Come dico spesso (... ma ci credo) a chi ha avuto la diagnosi da adulto (come il sottoscritto), se sei riuscita a cavartela fino a adesso, puoi sicuramente sfruttare ancora di più i tuoi punti di forza e compensare meglio i tuoi punti di debolezza, ora che, dopo la diagnosi, ne sei più consapevole; per lo stesso motivo, puoi anche trovare maggior determinazione ed energia per aiutare i tuoi figli.

    ("Caducità delle umane cose!" - considerazione indifferentemente attribuibile a Umani e Non)
  • Simone85Simone85 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 2,791
    Benvenuta.  :)
    Suo marito come sta prendendo tutto questo?
  • ClemyClemy Membro
    Pubblicazioni: 15
    Tra me e mio marito ci sono sempre state difficoltà ma il rapporto ancora va avanti per il legame profondo che ci unisce da 27 anni. Pur condividendo idee e principi di base, su quella base lui sente di non essere riuscito a costruire qualcosa di forte e robusto. Lui non percepisce da me quella sintonia che deriva dalla comunicazione non verbale ed è sempre stato provato dai miei sbalzi d'umore, dai miei comportamenti insoliti. È sempre stato faticoso per noi comunicare e comprendere i sentimenti dell'altro.
    Tuttavia malgrado le nostre difficoltà di relazione la sua reazione alla mia diagnosi mi ha confortata e ci ha avvicinato. Per lui sapere che tutte le caratteristiche di me hanno un nome non ha cambiato nulla nei miei confronti, anzi, gli ha permesso di non arrabbiarsi più con me come prima. Ora cerca di capirmi di più e di essermi più vicina. Prima scambiava la mia stanchezza per pigrizia, ora sa che deriva da sovraccarico sensoriale. Ha anche compreso le mie difficoltà nell'organizzare le attività familiari nella giornata e in questo è diventato molto tollerante mentre prima mi riprendeva spesso. Infine, non avendo nessun aiuto dai familiari, mio marito ha finalmente compreso quanto sia difficile per me arrivare non sfinita a fine giornata.
    Wendyrondinella61SophiaOrsoX2
  • ClemyClemy Membro
    Pubblicazioni: 15
    Senz'altro OrsoX2. Confido in una ripresa anche per me in un prossimo futuro e nella determinazione, che tra l'altro mi ha sempre contraddistinta ma che ultimamente ho dimenticato a causa di un profondo senso di fallimento che sto cercando di allontanare da me.
  • ClemyClemy Membro
    Pubblicazioni: 15
    Grazie ad entrambi per avermi risposto :)
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 5,902
    Benvenuta tra noi @Clemy
    Spero ti troverai bene qui con noi :)

    Mi complimento per il tuo approccio propositivo.

    Trovon illuminante la tua frase in merito al tuo compagno. Trovo possa essere utile a chi legge e magari si trova in dofficoltà proprio con il compagno non sapendo se condividere o no:

    "Ora cerca di capirmi di più e di essermi più vicina. Prima scambiava la mia stanchezza per pigrizia, ora sa che deriva da sovraccarico sensoriale. Ha anche compreso le mie difficoltà nell'organizzare le attività familiari nella giornata e in questo è diventato molto tollerante".

    Ti consiglio la lettura di Neurotribù, il libro di Silberman che spiega la storia dellautismo in un'ottica positiva, inquadrando la Neurodiversità in un'accezione nuova che si sposa molto con la filosofia di questo Spazio e dei suoi ideatori.

    http://www.spazioasperger.it/forum/discussion/9396/neurotribu-recensione-al-libro-di-steve-silberman#latest

    Spero possa aiutarti a far luce ancora di più suo vostri punti di forza.


    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • ClemyClemy Membro
    modificato January 2018 Pubblicazioni: 15
    Grazie Lollina per l'informazione. :)
    Penso che leggerò senz'altro neurotribu' perché penso sia essenziale lavorare sui punti di forza per non permettere alle debolezze di trascinarmi in un vortice negativo. Ho compreso l'importanza di "remare per non finire nel gorgo della disperazione" e ogni giorno mi concentro sui "remi". Nell'articolo di presentazione mi ha anche colpito la frase: "Ilberman presenta l'autismo ..... attraverso l'evoluzione dei nostri pensieri sull'argomento, con l'intento di affermare un nuovo approccio nei confronti della diversità cognitiva." Confido tanto in questa evoluzione di pensiero a livello sociale affinché in futuro le persone asperger non debbano più soffrire a causa dell'ignoranza (soprattutto) ma anche dell'incomprensione da parte di chi, pur avendo saputo e letto cosa significa la loro condizione, continua a vessarle o deriderle. Questo significherebbe rendere quel "gorgo" molto meno faticoso e dannoso.
    Post edited by Clemy on
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    modificato January 2018 Pubblicazioni: 5,902
    @Clemy questo Spazio, i suoi ideatori e anche gli utenti stanno contribuendo per questo e tanto lavoro c'è ancora da fare, ma non demordiamo.

    Se vorrai il 18 Febbraio a Roma si svolgerà l'evento proprio per la divulgazione della neurodiversità, secondo la prospettiva della Psicologia positiva e di Hans Asperger, attraverso il libro Neurotribù, la presenza di clinici esperti e le testimonianza di Asperger adulti di questo forum.

    Il forum sarà uno dei protagonisti di eccellenza a testimoniare quanto l'impegno, la conoscenza, la corretta divulgazione ed il corretto supporto siano essenziali per la condizione neurodiversa.

    L'evento è gratuito, si svolgerà nella giornata mondiale delle Sindrome di Asperger; serve l'scrizione.Ti lascio il link

    http://www.spazioasperger.it/forum/discussion/10414/18-febbraio-2018-giornata-mondiale-della-sindrome-di-asperger-evento-gratuito-a-roma#latest
    Post edited by Sophia on
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • ClemyClemy Membro
    Pubblicazioni: 15
    Ci sarò :)
    Sophia
  • ClemyClemy Membro
    Pubblicazioni: 15
    Da quando ho avuto la diagnosi questo forum ed il sito sono stati di vero sostegno per me e ne sono davvero riconoscente : finalmente "aria pulita ed acqua fresca" in un contesto inquinato da incomprensioni e diffidenza.
    OrsoX2Sophiariot
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online