Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Greta Thanberg

135678

Commenti

  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,420
    @wolfgang qual è il rapporto tra emotività ed espressioni facciali?
    Io sapevo che le espressioni facciali spontanee sono una diretta espressione dell’intensità delle emozioni che uno prova e che gli asperger le emozioni sul viso le hanno (almeno io ce le ho). È vero che molti asperger hanno la faccia seriosa in contesti sociali (anche io ce l’ho), ma non è per una mancanza di emozioni ma perché i contesti sociali mi provocano sensazioni di disagio ed emozioni negative, perciò mantengo forzatamente la faccia seriosa per non esprimere emozioni negative. Quindi la sua più che una faccia non espressiva è una faccia che reprime l’espressione delle emozioni.

    Poi voglio un po’ provocarti e ti posto un articolo che ho trovato in un commento su Facebook. In un modo totalmente irrispettoso dice che lei non cambierà le cose perché non sa nulla della complessità di questi argomenti. Che ne pensi?
    https://www.butta.org/2019/03/04/voglio-la-pace-nel-mondo11/
    rondinella61
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,420
    @Melisande magari manca totalmente del senso di vergogna o ce lo ha alterato come il mio.
    Io da piccolo il senso di vergogna ce lo avevo molto forte e ci soffrivo tanto. Ora invece ce l’ho a metà: per vergognarmi per un qualcosa che mi dici ti devo rispettare a livello inconscio, che non significa per forza che mi stai simpatico ma che ti considero meritevole di avere un’opinione, mentre se non ti rispetto a livello inconscio delle tue critiche o dei tuoi insulti non me ne frega niente e con questi mezzucci accresci solo il disprezzo che ho per te
  • MarkovMarkov Pilastro
    modificato 15 March Pubblicazioni: 9,028
    Io mi sono informato molto (poco su Greta però) e seguo le anomalie quasi ogni giorno.
    Le strumentalizzazioni ci sono state e la stessa Greta sembra discernere pochino. (Non saprei, un po' ingenuotta pare, mi sembra più interessata al suo ideale).
    Il fatto che l'ultima estate svedese sia stata calda non c'entra nulla col cambiamento climatico, è stato un fenomeno locale dovuto semplicemente ad un richiamo delle correnti meridionali che loro non vedranno più per un bel po'. Decisamente meno eccezionale rispetto all'estate russa 2010, neanche eccezionale rispetto all'estate 2003 europea (dove almeno l'anomalia forte è durata 4 mesi anziché 1).
    AJDaisyTormalinaNera
    Post edited by Markov on
  • MarkovMarkov Pilastro
    modificato 15 March Pubblicazioni: 9,028
    Semmai la vera cosa interessante è che in realtà ultimamente gli aumenti di temperatura media globale sono avvenuti nel giro di mesi.
    Nel 2016 è aumentata di 0.5°C tutta d'un colpo e il riassorbimento è stato molto lento (gli anni successivi sono stati secondo e quarto più caldi da quando si misura (con 2015 terzo). Il 2019 è addirittura tornato alle anomalie del 2016, quindi si gioca il secondo posto).
    Nel '97 e '98 accadde una cosa simile: incremento tutto d'un colpo e riassorbimento durato 15 anni (fino al 2013 non ci sono stati aumenti).

    Quindi di fatto per arrivare a 2 gradi di anomalia basterebbero altri 3 anni come il 2016 ben disseminati nel secolo...
    AJDaisy
    Post edited by Markov on
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,733
    @Ronny
    a) Il 20% degli Asperger hanno una "flat face" cioé una faccia piatta. L'espressione delle emozioni è piatta / atipica per la difficoltà nel controllo spontaneo della muscolatura del volto.
    b) Non bisogna sapere di cosa si parla (e credo che Greta ne sappia più di tanti) per cambiare le cose. C'è una netta distinzione tra chi studia un argomento (scienziato) e chi muove una causa (attivista). Questo è vero oggi come in passato.

    Sniper_Opsrondinella61
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,733
    @Markov non ci stanno da fare tanti conti "a spanne", ci sono tonnellate di letteratura scientifica a riguardo. Con il ritmo attuale ci si arriva nel 2050/2100 a seconda dei modelli, e siamo fregati. Nell'ipotesi migliore il processo diventa irreversibile nel 2030.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,733
    Per comodità vi riporto qui un pezzo dell'articolo:

    Due studi scientifici recenti, pubblicati su Nature, hanno finalmente mostrato senza ombra di dubbio la realtà e l’importanza del riscaldamento globale. 

    Nel primo studio, derivato dall’analisi dei satelliti è stato dimostrato che la probabilità che il riscaldamento globale sia causato dall’uomo è del 99.9999%. La stessa sicurezza che abbiamo per il bosone di Higgs e per fenomeni fisici che diamo per certi

    Il secondo studio, analizzando oltre 5 milioni di diversi modelli climatici, ha mostrato che ottimisticamente abbiamo tempo fino al 2030 per ridurre le emissioni, pessimisticamente abbiamo già perso.


    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • riotriot Moderatore
    modificato 15 March Pubblicazioni: 5,638
    wolfgang ha detto:

    riot ha detto:


    e così scopriamo che il cambiamanto climatico è ormai scientificamente dimostrato essere una variazione ciclica dovuta a fattori del tutto naturali.
    altra cosa, invece, il problema dell'inquinamanto, questo si risultato prodotto delle attività umane, ma le due cose non sono più correlate.

    @Riot temo tu sia vittima della disinformazione. Il cambiamento climatico è ovviamente dovuto anche a cause cicliche ambientali (stiamo vivendo la fine di una piccola glaciazione), ma il rapido aumento delle temperature è certo che dipenda anche (e a sufficienza) dal contributo umano (referenze nell'articolo che ho scritto). Ma soprattutto, indipendentemente dalla parte legata al riscaldamento naturale, le politiche ambientali umane possono fare la differenza per arrivare al target di +2°C per il 2100. Mancare quel target significa avere problemi grossi, molto grossi per la sopravvivenza della nostra specie.


    wolfgang il tuo timore è solo un timore.

    altrettanti autorevoli studi - bada bene che si parla sempre di studi e di simulazioni, e già la teoria dell'incidenza della CO2 è ormai stata sfatata - sostengono anche il contrario di quanto afferma la teoria mainstream del riscaldamento globale, e basandosi su dati oggettivi.

    cioè non c'è una condivisione unica a livello di scenziati mondiali.
    e a tal proposito, potrei citare centinaia e centinaia di articoli altrettanto autorevoli...

    per "rimanere in casa", anche scienziati italiani chiedono che vi sia una revisione dei dati già da un paio di anni:
    (visto che ci piace citare...)

    comunque, trovo riduttivo dire "sei vittima della disinformazione", in quanto io sono decenni che mi documento e che applico concetti di sostenibilità ambientale (che è l'altro vero problema) anche nel mio ambito lavorativo.
    posso citarti aspetti della mia professione che riguardano materiali riciclabili e nuove tecnologie studiate anche con l'università di Roma III insieme ad aziende produttrici già in tempi "non sospetti", o la produzione di acqua calda da fonte solare realizzata da mio padre alla fine degli anni '70, e di cui io - ai tempi adolescente - ne ho seguito le fasi.
    cioè, non sono nuovo a 'sta roba...

    la differenza la possono fare, oltre alle singole persone attraverso le proprie abitudini, anche le aziende che sono fermamente interessate a questi fenomeni, e che hanno la passione della ricerca.

    purtroppo, quello che penso è che Greta sia manipolata a favore delle politiche occidentali e da interessi finanziari giganteschi.

    molti dei colossi industriali a livello mondiale creano prodotti altamente inquinanti, e al 99% non riciclabili, e non c'è casa, ufficio o negozio che non abbia prodotti di queste aziende, prodotti che rilasciano nell'ambiente notevoli quantità di sostanze quali la formaldeide, altamente tossiche ed inquinanti, e che per l'appunto non sono riciclabili.

    quello che penso, è che i colossi industriali hanno già da decenni le tecnologie adatte, ma non le usano in quanto è ancora più renumerativo far produrre in paesi poveri, dove oltre alla mancanza di tutele per i lavoratori, manca del tutto la filiera delle materie prime.
    infatti, in Italia dove nel pubblico vigono regole molto severe, questi prodotti non possone essere certificati.

    stesso discorso, visto che vivi in Germania, con l'inquinamento delle autovetture a gasolio: c'è stato lo scandalo, poi le piccole multe, e poi? qui è tutto dimenticato.
    ma vogliamo veramente credere che quei colossi industriali non hanno già tecnologie adatte a ridurre l'inquinamento?
    e certo, poi il consumatore non si sente gratificato dalla potenza più ridotta, fregandosene di non far respirare i suoi fumi di scarico.
    è questione di mentalità, per questo scrissi che per le questioni dell'inquinamento, e aggiungo della sostenibilità ambientale, Greta è importante.

    ma tutto il discorso è troppo esteso e complesso da tenere sul forum.

    Post edited by riot on

  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 9,028
    wolfgang ha detto:

    @Markov non ci stanno da fare tanti conti "a spanne", ci sono tonnellate di letteratura scientifica a riguardo. Con il ritmo attuale ci si arriva nel 2050/2100 a seconda dei modelli, e siamo fregati. Nell'ipotesi migliore il processo diventa irreversibile nel 2030.

    Ma il dettaglio interessante secondo me è proprio che la temperatura aumenta di tantissimo in poco tempo per poi restare stazionaria alcuni anni.
    Prendere spunto dal luglio 2018 svedese non è un'argomentazione valida, e non ho ben capito se sia stata lei o i giornali ad usarlo come argomento.

    Ciò che aumenta invece più costantemente è la quantità di calore accumulata negli oceani.
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 9,028
    Comunque non credo affatto che Greta sia manipolata da qualcuno, però sì, mi dà tutta l'idea di essere una fanciullina appena uscita dal regno delle favole dotata di un'abilità a mettere insieme i pezzi molto parziale (sotto la media per un sedicenne che investe sulla logica anziché su ideali di cristallo). Apprezzabile però per la determinazione.
    Antares
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online