Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"
  • Musicisti del forum! Ce ne sono?
    Mi unisco anche io. Anchio, da piccolo, suonavo la batteria, quando ascoltavo post-grunge e nu-metal, ma successivamente ho mollato sia lo strumento musicale che il genere musicale perché cercavo un genere musicale più calmo, allo stesso tempo melodico, e con cui potevo giocarci, producendo qualcosa anche di mio. I Darshan Ambient mi hanno fatto conoscere, casualmente, la musica d'ambiente "sinfonica" e, da quel momento, non faccio altro che comporre tracce di musica d'ambiente, ispirandomi allo stile musicale di Ken Elkinson, Max Corbacho, Tony Anderson e Hazy, e cercando per quanto mi è possibile di migliorare sempre, perché come si sa, non si smette mai di imparare. 
    Se volete ascoltare il mio primo album di musica d'ambiente, cliccate su https://andrewambient.bandcamp.com/album/the-earth
    Accetto qualsiasi critica da parte vostra, basta che sia costruttiva, perché anche il vostro parere per me è importante, e per il fatto che sto attualmente producendo le tracce per il secondo album (in uscita forse prima della fine di quest'anno) ed è per sapere a che punto sono le mie composizioni.
    Inoltre, se siete veramente appassionati di musica e/o la componete, vi consiglio di iscrivermi al forum di Musica Digitale.
    Vi forniscono consigli sul tema della produzione, missaggio e mastering di musica gratuitamente ed è possibile partecipare anche ad un contest online gratuito ogni mese.
  • Esiste qualcosa nella quale a livello competitivo le donne dominano?
    Tutto questo è interessante ma rimane teoria.
    A livello pratico ci sono risultati d'elite prettamente femminili in qualcosa di competitivo?
    Non trovo classifiche ufficiali, ma gli esempi al "top" di questa abilità che ho visto in rete provengono tutte da candidate femmine.
    Lei parla a più di 600 parole al minuto.

    Anche se, proprio ora, ho trovato questo(oltre 500 parole al minuto):

    Per rispondere, bisognerebbe riferirsi ad un contest con molti partecipanti.
  • La tecnologia provoca un "aumento dell'autismo"? (qualsiasi cosa significhi)
    @Simone85 le sisestesie "naturali" sono dovute ad una mancata potatura delle connessioni neuroniche, esistenti nel neonato, tra le varie aree cerebrali deputate ai singoli sensi.
    per cui parte di queste connessioni rimangono per tutta la vita.
    quelle "artificiali" sono indotte da notevoli stimoli sensoriali. allora una parte delle sensazioni percepite come stimoli appaganti favoriscono la chiusura nell'attività ludica per esempio con i videogames.
    per me, la passione per l'informatica ha lo stesso identico valore di qualsiasi altra passione che sia stata il centro dell'interesse delle precedenti generazioni.
    è che non ne capiscono la portata: a parte quei pochi che vi si alienano (ma lo farebbero anche che so, forse con le droghe), le comunità giovanili che si agregano dalla passione per la tecnologia sono notevoli. basti pensare al mondo dei videogames multiplayer, e a tutto quello che ruota intorno al fantasy: cosplay, cartoon, eventi di massa notevoli che includono i contest quali il romics ecc.
    e quindi il problema è solo l'alienazione. ma questi sono casi a se stanti, che derivano da altro e non dalla tecnologia.
    se dividi il ragazzino dalla tecnologia, ne farai un'escluso sociale, perché il modo va in quella direzione.
    e da appassionato quale sono, direi che i nerd e i geek ci sono semplicemente portati.
    il problema per me nasce quando il genitore compra il dispositivo mobile al ragazzino giusto per tenerlo buono a cuccia mentre stanno al ristorante, per poi negarglielo al primo capriccio, facendone quindi un oggetto di attaccamanto anziché di crescita.
  • In arrivo l'allineamento dei pianeti
    La foto di tal Andrea Guzzini che per ora ha vinto il contest #givemefiveplanets.
    è una panoramica di più scatti, con Canon 60D+sigma 17-50 OS HSM, a 17mm, f/2.8, 8 sec…
    ogni scatto HDR di ISO200 e ISO800.
    Nei riquadri crop dei pianeti ingranditi al 300%
    image
  • Contest: Disegna un'infographic per la Sindrome di Asperger (in palio 2 biglietti per expo)
    Il contest scade il 20 ottobre 2015 (martedì) a mezzanotte. Mercoledì verrà annunciato il vincitore che dovrà comunicare privatamente una casella di posta a cui inviare i due biglietti per expo (si lo so che c'è poco tempo).

    Postate qui un'infographic sulla Sindrome di Asperger. 
    - L'infographic deve essere originale e non coperta da copyright
    - postandola cedete i diritti d'utilizzo gratuito a Spazio Asperger
    - Ovviamente tenete il diritto intellettuale.
    - Inserite nell'infographic un "di XXX per Spazio Asperger ONLUS"

    Grazie!

    P.S.
  • Supporto Aspies

    Ciao, mi sono presentata da poche ore nel forum e vi ringrazio per la vostra accoglienza.

    Scrivo in questa sezione pur non avendo un "vero" rapporto di coppia (lui se si sente sotto pressione da questo punto di vista dice che siamo amici, ma il comportamento quotidiano non mi sembra proprio da amico...) con il presunto Aspie che frequento da più di 3 anni ("frequentazione" che include il telefonarmi tutti i giorni più volte al giorno e per lungo tempo, e avere contatti fisici e rapporti intimi), perchè comunque a lui tengo e di sicuro ci vogliamo bene (e questo ce lo siamo detti apertamente e più volte entrambi).

    Come anticipato nella presentazione, ho voglia di creare valore e rendere migliore e più felice per entrambi il nostro rapporto quotidiano. Siccome spesso non riesco ad interpretare bene i suoi comportamenti (come penso accada per lui e anche con più fatica con i miei) e questo mi porta di sicuro spesso a sbagliare e metterlo involontariamente in difficoltà, chiedo il vostro support per aiutarmi a "decodificare" alcuni suoi comportamenti e per ricevere validi suggerimenti per agire e reagire al meglio per entrambi.

    Ad esempio: ieri mattina gli ho fatto notare che aveva usato la frase "ma va" in un modo che mi feriva. Spiego meglio. Tempo fa gli avevo chiesto se gli andava di vederci per una pizza la sera (non usciamo mai per pizze, caffè, aperitivi, cinema. Ultimamente, non usciamo mai neanche per passeggare nel parco o andare al centro commercial. Specifico che lui non ha amici e che svolge le sue attività fuori casa da solo. Cioè, non è che non esce con me ma con altri sì, giusto per chiarire. Il contatto emotivo/intimo con le persone lo evita chiaramente sicuramente anche a causa delle ferrite della sua infanzia. Si è come chiuso per protezione). La sua risposta è stata "Ma va! C'è Verona Inter". Io l'avevo presa malissimo. "Ma va",in questo contest, per me, è un modo espressivo che implica rifiuto totale, quasi come dire "ma va, figurati se esco con te quando ho altro da fare". Diciamo che per me è molto "brutale" e mi trasmette disinteresse e rifiuto nei miei confronti. E anche: preferisco fare altro piuttosto che vedere te. La cosa mi aveva ferito, ne era poi nata una discussion, poi si è sistemato tutto.

    Bene, ieri mattina gli mando un'immagine con un evento che si terrà a teatro venerdì, scrivendogli "se ti fa piacere andarci, ti giro tutti I riferimenti". Premetto che io ci vado già, con amici, e lui lo sapeva. La sua risposta è stata "ma va".

    Bene, ho provato a spiegargli cosa mi provocava il suo "ma va" in questo caso (senso di infastidire, rompere le scatole, essere inopportune,disturbare, etc) ed ho provato a suggerirgli di rispondere in questi casi con un "grazie per l'informazione". Nel caso in cui si fosse sentito pressato per venire con me, gli ho specificato che non gli avevo scritto perchè ci andasse con me (in quanto già organizzata con amici), ma solo per informarlo dell'evento e poi stava a lui decidere se andarci o meno.

    Bene. E' sparito. Fino ad oggi, quando mi ha scritto nuovamente, mandandomi un salute, come nulla fosse successo. Io ho ricambiato il salute, ho chiesto come stava, se gli fosse passato il raffreddore (era stato a casa 2 gg per un forte raffreddore e oggi rientrava al lavoro), mi ha risposto "non ancora". A quel punto gli ho scritto che mi dispiaceva (che avesse ancora il raffreddore)e poi ho aggiunto, ripensandoci forse sbagliando: "ieri poi sei sparito. Mi chiedevo cosa ti fosse successo" . Nessuna risposta. Dopo un minuto gli ho fatto una domanda diretta su un altro argomento (di lavoro). Nessuna risposta.

    Ora, di sicuro queste sono anche piccolo cose, ma a me piacerebbe riuscire a rendere più semplici le cose per tutti e due. Quindi vi chiedo: ho sbagliato qualcosa nelle mie comunicazioni? Cosa avrei dovuto dire? Il suo nuovo silenzio dalle 9, dopo la mia domanda sul lavoro significa qualcosa? Secondo voi dovrei aspettare lui rispettando il suo silenzio o scrivergli nuovamente qualcosa tipo "buon pranzo" o altro? A questo punto non so più come comportarmi, ma se iniziamo che ogni cosa che gli dico che lo turba lui non risponde e sparisce per ore, capite che non andiamo nel senso di un miglioramento del rapporto...

    Help me :(

  • musica deliziosamente ossessionante (ratatouille)
    Loop del giorno. La prossima settimana li sentiremo all'Eurovision Song Contest.
  • Grazie per le immagini delle categorie!

    Abbiamo cercato di limitare i colori tenendo solo i due distintivi di Spazio Asperger, cioè il blu e il viola variandone solo le gradazioni di intensità e aggiungendo il grigio per necessità di composizione.

    Avevamo creato una discussione dove era stata inserita una prima immagine realizzata delle categorie per avere un feedback dagli utenti del forum, sia sul tipo di disegno che sulla colorazione: http://www.spazioasperger.it/forum/discussion/4349/contest-disegna-dei-banner-per-le-sezioni-del-forum/p1  

  • musica deliziosamente ossessionante (ratatouille)
    Elina Born & Stig Rästa - Goodbye To Yesterday
    Mi ha conquistato al primo ascolto e in due giorni l'ho ascoltata circa 10 volte.

    Questa bella canzone rappresenterà l'Estonia all'Eurovision Song Contest 2015
    (per l'Italia ci saranno i vincitori di Sanremo Il Volo con "Grande Amore").
    È rarissimo sentire musica di qualità in quella manifestazione dove solitamente trionfa il pop-trash.
  • brainstorming di gruppo sui simboli da utilizzare
    Eccomi. Ok, mi sembra una buona cosa. Mi faccio un'idea generale di quante e quali sarebbero le icone e una più precisa rispetto alla mia idea. Magari vediamo se risponde qualcun altro sul contest e cerchiamo di coinvolgere anche gli utenti che non parteciperanno alla realizzazione, ma ai quali comunque va di partecipare all'ideazione. :D
  • brainstorming di gruppo sui simboli da utilizzare
    Come è stato scritto da wolfgang, c'è un contest per disegnare i simboli da mettere vicino a ogni dicitura, Bar avrà un suo simbolo, la piazza un'altro. Visto che non é così scontato che i simboli siano di facile intuizione per tutti, sarebbe bello dare ognuno delle opzioni per le varie voci. Ad esempio a me per piazza viene in mente un megafono, al bar metterei un caffè o un cocktail con l'oliva dentro. Voi che simboli avete in mente? Strano ma vero ho pensato a questo come lavoro di gruppo e mi piace come idea, eppure nella realtà ho sempre detestato "lavorare" in team
  • Contest: Disegna dei banner per le sezioni del forum!
    Chiamata per i vari grafici, disegnatori, fotografi, etc. che sono nel forum.
    Vorrei che ogni:
    - categoria (le trovate a destra)
    - la chat
    - Il bar (come categoria e da solo)
    - Ognuna delle reazioni (evidenza, interessante, emozionante, lol, d'accordo)
    - Il meglio di spazio asperger
    - il meglio della settimana

    Avesse un banner che lo contraddistingue

    Regole: per le categorie e la chat un banner orizzontale: 600 x 200
    Per le reazioni ed "il meglio di..", banner quadrato 250x250
    Più uno per il bar/off-topic 600x300 che contenga la scritta "chiacchiere off-topic al bar"

    Chi vuole partecipare basta che carichi l'immagine attraverso il pulsante in alto a sinistra (sulla barra per formattare il testo) - dimensione massima immagine 300kb.

    Grazie!

  • Importante: Spazio Asperger Forum 2.0 In funzione! Riportare bug e suggerimenti!
    Ho esplorato un pò il nuovo forum e ho notato alcune cose, faccio delle domande al superadmin:
    1)dov'è il regolamento?
    2)dov'è la sezione bar/cazzeggio/svago?
    3)dov'è la lista degli utenti? È proprio necessaria? E perchè nel 'modifica profilo' è possibile togliersene fuori se ancora non c'è?
    4)non esiste proprio modo di poter implementare le funzionalità di questa casella per scrivere commenti (grassetto, sottolineato ecc.) per iPad e Tablet?

    5)si lascia definitivamente così il sistema Yaga Contest dei pulsanti di commento (LoL, grazie, flame, ecc.)?
    6)esiste un modo di ripulire la casella 'le mie bozze' come chiedeva @Indeciso ?
    Spero di essere stato utile, grazie del rinnovamento del forum: ci voleva :)
  • Quanto fa figo essere (o fingersi) intellettuali?
    sperando che i plurimi "ce l'hai con me" siano sempre solo subliminali citazioni o dejavu  su taxi driver,
    premettendo che non so a quale gruppo ti riferisci ma sono certa che non ne faccio parte non avendolo nemmeno percepito,
     lo sfogo contro l'intellettualizzazione del pissing contest, piuttosto che il gregarismo reverenziale ci stava. 
    ma lasciamo vivere, gli ascoltatori di musica, quale essa sia.
    per cui @slowbill, fosse per me ti eleggerei ad anti-papa del forum.
    non
    perchè sia er mejo qualsiasi "anti" (intellettuali, borghesi, 'nsomma io
    taccio), però che circolino papi e bibbie e testamenti e orride eredità
    è una realtà che prendere a cazzotti non serve.
    e la polemica intellettuale è estenuante. ma saparerei le due attività : il problema non è l'intelletto ma usarlo al posto della clava, o al posto di qualsiasi altro feticcio di supremazia,e senza accorgersene, senza consapevolezza. (esplicito: non ce l'ho con nessuno, cioè se volete ce l'ho con un idea molto ampia con cui mi confronto mio malgrado da quando esisto, lasciamo perdere)
    certo è asperger (qualsiasi cosa sia, qua: una religione demenzial-surrealista professata da una sfigata per protesta verso i winner ...) preferire spesso essere kamikaze nel confronto sociale per combattere una ferita alla propria prospettiva che è in realtà una ferita al proprio io, se va squallida: è una ferita alla grandiosità dell'ego, se va tragica: è una ferita ai propri bisogni emotivi più sani.
    po va bene tutto, vivi-e-lascia-vivere vorrei prenderlo per cognome, ma l'inconsapevolezza per cui non ci si assume la responsabilità della propria dose di aggressività, frustrazione, e si è invece convinti di essere assolutamente nel giusto, per cui dagli de polemica e de bolle papali, de atteggiamenti passivo-aggressivi e di vittimismo implicito, quello mi fa cadere le braccia, ed è un atteggiamento diffuso in modo trasversale tra colti e bifolchi: sempre evoluzione della clava : i semplici scazzotano (con l'onestà dell'esser palesi) , i "più civilizzati" (?) polemizzano e competono in contesti sublimati, ma sempre di aggressività o di atteggiamenti difensivi si parla.
  • Kubrick VS Pasolini
    Alcune, brevi e personali, considerazioni:
    Kubrick evolve e influenza il cinema perché ne fa pienamente parte. Kubrick è Cinema e con questo influisce sul pensiero esprimendo il proprio.
    In Pasolini il cinema è prevalentemente un mezzo, un codice che lui usa per esprimere la sua poesia. È la poesia che usa il cinema. Pasolini non è regista, non fa cinema: Pasolini è un Poeta.
    Se Kubrick è tutt’uno col mezzo, vi aderisce, ci cresce dentro e gli imprime la sua personale e originale forma, Pasolini non è mai tutt’uno con niente ed erompe da ogni mezzo perché nessun mezzo è così complesso e profondo da poterlo contenere tutto.
    Ma poiché questo è un contest - contest che io ironicamente contesto, per i motivi suddetti - mi schiero e dico che: Pasolini lo preferisco quando esprime la sua Poesia con la scrittura e che la mia personale e poco affinata sensibilità mi fa preferire il cinema “propriamente detto” e quindi scelgo il cinema - cinematografico di Kubrick.
    ***
    Inoltre vorrei condividere, per il mio affetto e gratitudine verso Pasolini, una riflessione amara stimolata dalla “nostranità” citata da @Lycium_b (e chiedo scusa per l’OT):
    Sono profondamente convinta che se l’Italia è nelle sue attuali condizioni, è in gran parte dovuto al fatto che gli italiani, da molti anni ormai, sono cresciuti orfani del pensiero più onesto, intelligente, originale, brillante, acuto, complesso e libero, libero davvero, di uomini e donne come Pasolini - e molti, TROPPI, altri - che hanno avuto in comune con Pasolini, oltre alla straordinaria libertà e onestà di pensiero, anche la sua fine: sono tutti morti ammazzati, uccisi.
    Spessissimo negli anni mi sono chiesta, soprattutto davanti ad avvenimenti sociali/politici/antropologici difficilmente spiegabili per il loro alto grado d’inciviltà e - apparente - illogicità umana: “Chissà Pasolini - e tutti gli altri, ormai fantasmi - cosa avrebbe pensato/fatto/scritto di questo”. Non lo sapremo mai.
    Se tutti quegli omicidi non fossero stati commessi e quindi se tutti quegli uomini liberi avessero continuato a lavorare ed esprimere il proprio pensiero, oggi, l’Italia, e gli italiani, sarebbero migliori. (Tanto per ri-sottolineare, una volta ancora - che non è mai abbastanza - il ruolo fondamentale e fondante dell’educazione e dell’esempio).
    Ma è anche vero che se gli italiani fossero stati migliori, nessuno avrebbe commesso tutti quegli omicidi.
    Forse, e spero che non sia vero, gli Italiani, semplicemente, non si meritavano Pasolini (e tutti gli altri).
    Bellissima analisi, sono d'accordo.
  • Kubrick VS Pasolini
    Alcune, brevi e personali, considerazioni:
    Kubrick evolve e influenza il cinema perché ne fa pienamente parte. Kubrick è Cinema e con questo influisce sul pensiero esprimendo il proprio.
    In Pasolini il cinema è prevalentemente un mezzo, un codice che lui usa per esprimere la sua poesia. È la poesia che usa il cinema. Pasolini non è regista, non fa cinema: Pasolini è un Poeta.
    Se Kubrick è tutt’uno col mezzo, vi aderisce, ci cresce dentro e gli imprime la sua personale e originale forma, Pasolini non è mai tutt’uno con niente ed erompe da ogni mezzo perché nessun mezzo è così complesso e profondo da poterlo contenere tutto.
    Ma poiché questo è un contest - contest che io ironicamente contesto, per i motivi suddetti - mi schiero e dico che: Pasolini lo preferisco quando esprime la sua Poesia con la scrittura e che la mia personale e poco affinata sensibilità mi fa preferire il cinema “propriamente detto” e quindi scelgo il cinema - cinematografico di Kubrick.
    ***
    Inoltre vorrei condividere, per il mio affetto e gratitudine verso Pasolini, una riflessione amara stimolata dalla “nostranità” citata da @Lycium_b (e chiedo scusa per l’OT):
    Sono profondamente convinta che se l’Italia è nelle sue attuali condizioni, è in gran parte dovuto al fatto che gli italiani, da molti anni ormai, sono cresciuti orfani del pensiero più onesto, intelligente, originale, brillante, acuto, complesso e libero, libero davvero, di uomini e donne come Pasolini - e molti, TROPPI, altri - che hanno avuto in comune con Pasolini, oltre alla straordinaria libertà e onestà di pensiero, anche la sua fine: sono tutti morti ammazzati, uccisi.
    Spessissimo negli anni mi sono chiesta, soprattutto davanti ad avvenimenti sociali/politici/antropologici difficilmente spiegabili per il loro alto grado d’inciviltà e - apparente - illogicità umana: “Chissà Pasolini - e tutti gli altri, ormai fantasmi - cosa avrebbe pensato/fatto/scritto di questo”. Non lo sapremo mai.
    Se tutti quegli omicidi non fossero stati commessi e quindi se tutti quegli uomini liberi avessero continuato a lavorare ed esprimere il proprio pensiero, oggi, l’Italia, e gli italiani, sarebbero migliori. (Tanto per ri-sottolineare, una volta ancora - che non è mai abbastanza - il ruolo fondamentale e fondante dell’educazione e dell’esempio).
    Ma è anche vero che se gli italiani fossero stati migliori, nessuno avrebbe commesso tutti quegli omicidi.
    Forse, e spero che non sia vero, gli Italiani, semplicemente, non si meritavano Pasolini (e tutti gli altri).
  • Kubrick VS Pasolini
    Vorrei aprire un contest: chi preferite fra i due? Li vedo piuttosto simili, sotto alcuni aspetti.
    Premetto che ho seguito in parte la filmografia sia di uno, che dell'altro. Mi sono ripromesso più volte di vedere tutti i film rimanenti ma, si sa, alla fine come vanno queste cose :/
  • Un racconto quasi horror: La vita cinquemila anni fra By Aspirina
    @aspirina tu che te ne intendi, perché non organizzi qualche contest simile su questo forum? Sarebbe bello :)
  • Frustrazione sulla non-diagnosi


    La psicoanalisi non è l'orientamento giusto per l'asperger ma è l'orientamento giusto per spingere una persona nello spettro all'esasperazione.

    (Te lo dice una che nonostante tutto ama l'approccio psicoanalitico, ma per l'asperger è quasi come andare dal callista)


    @aspirina
    qsa tua osservazione tocca un mio cruccio : 
    praticamente io ho capito di essere AS proprio in virtù di un processo  di individuazione, spontaneo nel crescere, durato anni  (senza "professionisti" , "psicanalisti" coinvolti , e li mortacci... ). 
    detto chiaro: se non mi fossi stufata di recitar la parte dell'adattamento efficace (cmq un falso sè), e non avessi preteso un diritto a esser me stessa  non andavo in nuova crisi da:
    "ma come, tutti  dicono che dovevo essere me stessa e mo' me vogliono epurare?" (ho letto qualche donna in qualche discussione che ha avuto un iter di qs tipo), 
    e dunque non mi, e non vi, trovavo,  e poi mi mancavate... :\">

    ma ora resto con il domandone: a cosa dovrei adattarmi? o vado dallo psicoterapeuta come da un educatore socio-cultrurale  per essere "contenuta" in un progetto di vita? 
    ...dopo che sono sopravvissuta da sola per quasi 40 anni senza fare grosse storie? con anche in mente le esperienze espressivo-educative e vari yoga col trademark (mindfullness) di cui ho letto ti sei data (io pure), 
    la terapia mi  toglie l'amarezza che cose che avrei voluto fare, davvero non posso più farle? 

    e sul piano psicoanalitico: signori, mi dispiace io non acquisirò mai il principio di realtà come ce l'ha un NT, come peraltro anche quello di piacere.
    altro che "paziente"
    (cmq la parola usata dagli piscologi mi ha sempre tanto fatto "pissing contest" con gli psichiatri..., più che relazione con "cliente", tié)

    non c'è polemica nella mia posizione, ma genuino non saper che pesci pigliare, e ti ringrazio per la descrizione della cognitivo-comportamentale, più, come dire , pratica , che però forse sbaglio, messa così assomiglia a un'educativa personalizzata , più che una psicoterapia (pensando alla parola "funzionamento")
     e ho anche credo paura a investire le misere, miserissime mie risorse pecuniarie  (vista la sotto- quando non dis- occupazione intermittente, se non forse ormai perenne). 
    ... non so più...  aiuto!

    cerco di focalizzare: secondo voi tutti gli AS devono passare per la cognitivo-comportamentale ? 
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online