Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"
  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    6 dicembre 1943
    Mia carissima Olive,
    Mi dispiace di non essere stato in grado di scrivere per un po' di tempo, ma la BBC e i giornali probabilmente hanno reso la ragione abbastanza ovvia. A volte mi chiedevo se avrei mai più scritto, ma grazie a Dio ne sono uscito bene e ora penso che ci aspetta un bel riposo lungo.
    Bene, pensavo che la maledizione del mese di ottobre fosse piuttosto brutta, ma penso che questa più recente sia stata anche peggio. Una breve descrizione giorno per giorno ti darà un'idea di ciò che abbiamo passato.
    Abbiamo trascorso diversi giorni in una zona di raccolta proprio vicino all'artiglieria e giorno e notte siamo rimasti svegli per il fragore delle loro armi. Poi una notte, abbiamo marciato per circa dieci miglia, abbiamo guadato un fiume(1) e ci siamo fermati in un area di adunata. Non dimenticherò mai il mio corriere, gravemente ferito da allora, povero piccolo compagno, che mi segue nel fiume esclamare in tono di grande sorpresa, "Gesù, è fredda!". Il giorno seguente e la notte ci siamo allungati nelle nostre trincee e la mattina seguente siamo andati avanti. Siamo stati fatti oggetto di alcuni bombardamenti molto pesanti, che hanno causato un certo numero di vittime, tra cui Alan Smyth (Ten. Albert Smyth), ucciso. Era il terzo ufficiale della compagnia. Abbiamo avuto un'altra fredda notte ghiacciata, senza coperte, cappotti o cibo e il giorno seguente abbiamo effettuato un grande attacco. Per una volta, i "Faughs" hanno avuto un momento facile: la linea è stata rotta grazie a noi. Sebbene fossimo avanzati di una certa distanza, siamo andati incontro a pochissime perdite ed abbiamo catturato molti prigionieri. Quella notte, tornando al punto di razionamento, sono caduto da un precipizio e mi sono schiantato a circa 40 piedi(2). Ero piuttosto stordito e sono stato molto male per un po '.
    Il giorno dopo, ci siamo asciugati su di un'area considerevole di un' aspra campagna. Quella notte, siamo stati abbastanza confortevoli in una casa colonica e siamo riusciti finalmente a dormire un po'. Il giorno e la notte successivi sono trascorsi abbastanza tranquillamente. Il mattino seguente, sul presto, ho ricevuto un messaggio per prendere il comando della Compagnia A immediatamente dopo che Toby Jewell era stato ferito. Questa Compagnia era appena tornata da un impetuoso pattugliamento di 36 ore ed ho scoperto che avevo un ufficiale, Edward, 1 Sergente, 2 Caporali e 2 Luogotenenti/ Caporali. Ho passato la giornata a riorganizzarmi e quella notte abbiamo marciato in avanti per circa 12 miglia(3) e preso posizione su un crinale quali truppe più avanzate dell'ottava armata(4).
    Il mattino seguente, abbiamo scoperto che i Tedeschi erano saliti sulla stessa cresta quella notte e si è verificata la battaglia più confusa immaginabile(5). Il Comandante ha tenuto la mia compagnia in riserva per un po' di tempo, ma improvvisamente i tedeschi hanno sfondato il centro e portato un pesante fuoco da parte di MG(6) sul quartier generale del Battaglione. Il Comandante mi ha detto: "Prendi ciò che resta della tua Compagnia più in fretta che puoi, Lawrie, e pulisci questa cresta". Dio, che ordine!
    In qualche modo, abbiamo raggiunto la cima e poi è arrivato il compito di localizzare queste loro posizioni. All'inizio ho messo una sezione in avanti, ma gli uomini erano stanchi e nervosi e non avrebbero spinto in avanti e sono dovuto andare davanti da solo. Siamo stati oggetto di fuoco nemico in ogni momento ma non siamo riusciti a localizzare la loro posizione. Alla fine, ho avuto un'idea abbastanza perspicace e ho chiesto i miei Brens(7) per far fuoco e ho scoperto che solo uno di essi era in azione, quindi il soldato mitragliere della Bren ed io, con la mia Tommy gun(8), abbiamo tenuto un duello di fuoco con il Crucco(9). All'improvviso, si è fermato, ma abbiamo continuato per un breve periodo e poi siamo andati in ronda per poi scoprire che ne avevamo uccisi tre, due feriti e il resto era riuscito a scappare, ma lasciando lì le loro armi.
    Quando ho riferito al Comandante tramite il telegrafo, lui ha detto: "Ben fatto, ben fatto davvero". Quella notte, abbiamo scavato sul crinale e il giorno seguente siamo stati fatti bersaglio di un fuoco di mortaio molto pesante. La sera ci siamo sentiti sollevati e avevo due ricognizioni molto spiacevoli da fare. Quella notte, siamo stati svegliati e abbiamo marciato indietro di 12 miglia e anche allora siamo stati bombardati sulla maggior parte della via del ritorno.
    Le vittime hanno raggiunto un gran numero: Tommy Wood (il Maggiore Richard Wood) morto, McNally ferito, ci sono rimasti pochissimi ufficiali, ma Denis, Edward (che mi ha sostenuto splendidamente) e Dicky Richards stanno bene. Povero piccolo "Ginger" Rhodes (Caporale Bertram Rhodes), di cui ti avevo detto che era stato ucciso a 19 anni. Era Caporale in seconda di una Sezione e il Caporale al comando della Sezione aveva stretto un'enorme amicizia con lui, improvvisamente è diventato pazzo furioso, ha iniziato a correre in avanti, sparando e urlando selvaggiamente. Hanno dovuto colpirlo e tramortirlo ed ora è impazzito. Questa è la guerra, Olive, spogliata di tutte le belle chiacchiere di radio e giornali. Odiamo certamente il Crucco di ieri: un uomo che ha sventolato una bandiera bianca ed ha poi colpito due dei nostri uomini. Lui non è vissuto a lungo.
    La fatica è stata terribile, mi sento un vecchio uomo stanco, ma suppongo che mi riprenderò dopo un periodo di riposo. Ho appena preso il comando della Compagnia B , la mia vecchia compagnia e gli uomini sembrano felici di riavermi con loro e sono felicissimo di comandare i miei stessi ragazzi che so che mi sosterranno nel bene e nel male. Siamo tutti disperatamente stanchi. Non ho avuto la possibilità di cambiare i vestiti da circa 3 settimane e mi sento assolutamente sudicio. Ieri sera mi sono tolto gli stivali per la prima volta dopo 9 giorni.
    Tutto il mio amore per te e la cara piccola Valerie, cara.
    Il tuo devoto marito
    Lawrence
    (1) Il fiume Sangro
    (2) Circa 12 metri
    (3) Circa 19 chilometri
    (4) L'intera forza di invasione alleata in Italia, guidata dal generale Eisenhower, era composta dall'8a Armata britannica del generale Bernard Law Montgomery e dalla 7a Armata statunitense del generale George Smith Patton; in questo frangente il Cap. Lawrence Franklyn-Vaile è al comando delle truppe più in avanti sul fronte di combattimento, tra tutte quelle dell' intera 8a Armata.
    (5) Si trova su una cresta addossata sul fiume Moro, uno stretto corso d'acqua tra San Vito Chietino ed Ortona.
    (6) Una potente mitragliatrice prodotta dalla Germania
    (7) Una mitragliatrice leggera, nella seconda guerra mondiale ne veniva fornita una per ogni gruppo di fucilieri
    (8) Un'altra mitragliatrice
    (9) Il termine tradotto alla lettera sarebbe Unni, ma nel corso delle due guerre mondiali veniva usato come termine dispregiativo, dunque il senso viene reso bene con l'italiano Crucchi.
  • Amicizia e Asperger
    @Corocottas
    Non sarei tanto sicura che i nt classificano le persone, a me sembra che più che le persone tendano a catalogare le situazioni, organizzandole secondo l'uso sociale previsto.
    È uso fare una cena a fine corso, a fine anno tra i colleghi o roba simile, è la situazione che
    crea l' evento e si agisce per consuetudine.
    Il problema è che non sempre i neurotipici si comportano da neurotipici ... forse perché non sanno d'esserlo? O forse perché questa è una catalogazione fittizia?
    Curiosa invece la tua schematizzazione, e leggendola mi ritrovo proprio nella modalità nt!...
    Suddivido esattamente ogni individuo in una cartella, occupata da un individuo
    Es n 1 partner - n 1 amico e poi la cartella conoscenze. Ognuna con comportamenti per definiti. Poi c'è la cartella "chiuso" direi la più numerosa.
    ......
    @AndrewAmbient
    mi è capitato, e continua a capitare.
    Potrei dirti di osservare se tra di loro i tuoi compagni di corso hanno stabilito amicizie, se la risposta è negativa probabilmente è da valutare che le.persone non avevano intenzione di far amicizia a prescindere.
    Se han fatto amicizia, non crucciarti, quando si è particolari è normale non piacere a tutti.
    I motivi che spingono le.persone ad una reciproca attrazione amicale sono strani.
    A volte dipende da come ci poniamo, e potrei dire che senso ha fotoshoppare la propria personalità, ci porrebbe in una condizione di rinnegare noi stessi, ed alla lunga salterebbe fuori che siamo fasulli ( e sarebbe vero!).
    Non focalizzarti troppo solo su quel gruppo.
  • Amicizia e Asperger
    @AndrewAmbient io credo che sulla difficoltà dei rapporti sociali tra neurotipici e neurodiversi incida molto il modo in cui gli uni e gli altri "classificano" le persone.

    Negli uni e negli altri, nt e nd, il cervello, che potremmo paragonare ad un pc, alterna fasi in cui riceve dati che vengono elaborati in una "memoria temporanea", attiva tra un ciclo di veglia e l'altro, e fasi in cui ha bisogno di disattivare la ricezione dati, ponendo il corpo in uno stato di quiescenza che si interrompe solo al superamento di una determinata soglia di temperatura, ritmo cardiaco e ritmo respiratorio... giusto?

    Io credo che durante questa fase di quiescenza il cervello sia impegnato in un'operazione di "smistamento" in cui questi dati vengono trasferiti alla memoria a lungo termine, confrontati e sovrapposti a quelli già memorizzati, per capire un volto o una conversazione in quale "cartella" vadano salvati, e se costituiscano l'aggiornamento di un file esistente (la mia mente riconosce l'incontro Alberto come aggiornamento del file "Alberto") oppure sia il caso di creare un file nuovo.

    Questo è essenzialmente ciò che succede in realtà nei sogni, perlomeno per quel che ho potuto constatare su me stesso (che "studio" e controllo i miei sogni da lungo tempo) e intuire dai racconti degli altri. La nostra idea di "sogno" è l'interpretazione che tentiamo di dare al risveglio, ovvero
    in uno stato mentale di coscienza e "percezione dati attivata", di un'attività del cervello che ha invece bisogno, per poter essere eseguita, di non ricevere dati dall'esterno.

    Su questo non mi dilungo, è però opportuno sottolineare il ruolo del sogno, o meglio di ciò che noi chiamiamo sogno, perché - almeno nel mio caso - ciò che accade realmente nel sogno non solo è in genere diverso da ciò che si ricorda al risveglio, ma è essenziale perché gran parte di quel lavoro di "salvataggio in cartelle" dei dati (e quindi anche delle interazioni con le persone che si conoscono) nel passaggio dalla "memoria provvisoria" a quella a lungo termine, avviene in realtà in quella fase.

    Qui entra in gioco la differenza tra mente neurotipica e mente autistica (almeno per quel che ho constatato io, questa è una teoria e non legge universale).

    Quando si paragona la mente ad un pc, si tende spesso a spiegare la neurodiversità come un "sistema operativo diverso" o con una diversa interfaccia, che porta la "macchina umana" con il "software autistico" a poter virtualmente svolgere tutte le operazioni della "macchina non autistica", ma con "comandi" diversi. Non voglio mettere in discussione questa visione "divulgativa" dell'autismo che tutto sommato rende abbastanza bene l'idea, anche se secondo me gran parte della differenza tra mente neurotipica e mente autistica si basa, più che sul "programma" o "sistema" utilizzato, su una "differente organizzazione di cartelle".

    Credo che nella mente del bambino neurotipico, infatti, gran parte dell'istinto creativo venga quasi subito "incanalato" nello sforzo teso all'apprendimento e al raggiungimento della "via più facile" per ottenere una "struttura di cartelle dati" il più possibile semplice, facile da consultare e da confrontare con quelle degli altri.

    Così il bambino neurotipico, come nei giochi tende a imitare le attività degli adulti e a seguire sport popolari nella sua città o nazione, allo stesso modo il suo cervello "organizzerà le cartelle" secondo gerarchie che sono "copiate" dagli altri, da quello che i suoi simili fanno da generazioni e generazioni.

    In una persona che ha avuto una crescita normale, le "cartelle" delle persone saranno naturalmente organizzate in amici, conoscenti, partner; e anche le dimensioni delle cartelle saranno, per comodità, "apprese per imitazione": potenzialmente sconfinata quella degli amici, mentre al contrario quella del partner conterrà solo una persona alla volta.

    Questa organizzazione per apprendimento imitativo è comoda, semplice e una volta che la si assume, può essere facilmente rispettata per tutta la vita, perché l'operazione notturna di "scansione e salvataggio dei dati" diventa rapida e facile, al punto da ridurre notevolmente la necessità di ore di sonno (l'adulto neurotipico medio dorme molto meno di un bambino, pur non avendo una vita più tranquilla).

    Ha però come rovescio della medaglia il fatto di avere poca tolleranza alle eccezioni. Le "cartelle" della mente neurotipica sono rigide, come compartimenti stagni, per cui se, per esempio, la cartella "partner" è già occupata, "non si sa in che cartella mettere" un'eventuale altra relazione, che allora finisce nella cartella "nascosta", dove si mette tutto ciò che "non può essere tollerato" nelle altre cartelle.

    La mente autistica non fa niente di tutto ciò. La mente autistica organizza, sì, la memoria in cartelle, ma non tiene conto della classificazione "socialmente accettata", che in genere è originata da uno schema appreso "per scorciatoia", per imitazione, e trasmesso da una generazione all'altra.

    Per una persona autistica è difficile definire l'amicizia, l'amore o altre emozioni di questo tipo semplicemente perché la mente autistica "non copia le cartelle" ma se le fa sue, e il guaio è che ognuno se le fa a suo modo.

    Uno, magari, "salva" tutto sul desktop e per questo nella sua testa è tutto ugualmente importante, ma questo va a scapito della facilità del confronto tra dati e relativo "salvataggio"; questo potrebbe essere il motivo per cui, secondo me, chi tende ad avere un'organizzazione mentale di questo tipo tende a non ricordarsi i volti (e in generale potrebbe essere uno dei "meccanismi" della prosopoagnosia). Un altro invece magari crea mille cartelle che per i più sarebbero inutili ma ce n'è una sola, nascosta, dove le cose importanti sono chiuse tutte insieme.

    Accade così che un gruppo di persone sconosciute come di un corso di aggiornamento, che un cervello neurotipico classificherebbe tutti insieme come "Compagni di corso" salvandoli temporaneamente nel limbo dei "conoscenti" cui non si proporrebbe mai una pizza se non ce n'è un valido motivo, nell'attesa poi di "smistarli" magari in altre cartelle nel caso la relazione si evolva, vengono invece, magari, immediatamente percepiti come "occasione di socialità" e smistate subito, qualcuna nella cartella "Cose belle" (per esempio una compagna di corso attraente) e qualcun'altra magari direttamente in "Cose da ignorare a prescindere".

    Non avendo familiarità con il tipo di organizzazione in cartelle della mente neurotipica, la mente autistica in quel caso va in "tilt" e allora adotta comportamenti estremi, che vanno da una chiusura totale (che può portare i neurotipici a porre il soggetto autistico nella cartella dei "nemici" o "antipatici") a proposte fuori luogo o avanzate con modalità bizzarre (che frustrano ulteriormente il soggetto perché non lo pongono affatto all'interno degli "amici" ma dei "sospetti").

    Gran parte di questo lavoro della mente, però, secondo me non è assolutamente cosciente e, nello specifico, viene svolto durante il sonno, in quelli che noi chiamiamo sogni. Se si analizzano i sogni da questo punto di vista si trovano spunti interessanti per riflettere non soltanto sulle correlazioni tra Asperger e amicizia ma anche su molti altri comportamenti e dinamiche, legate all'autismo e non solo. Pensavo di aprire un topic al riguardo, se qualcuno è interessato lo faccio.
  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    23 novembre 1943
    Mia carissima Olive,
    Ho ricevuto la tua lettera dell'11 settembre, un'altra deliziosa lettera. In essa dici: "Questa è la prima volta dal nostro matrimonio che non posso assolutamente aiutarti e lo sento molto". Tesoro, quanto sei completamente in errore - le tue ultime due lettere mi hanno aiutato enormemente e te ne sono profondamente grato. È stato meraviglioso sentirti capire così bene e mi scuso umilmente se alcune delle mie lettere nelle ultime due settimane siano apparse piuttosto fuori mano. So che capirai e mi perdonerai. È stato un periodo di grande stress mentale, ma almeno mi sento molto più felice negli ultimi giorni. È davvero bello avere una moglie che mi conosce e mi capisce così bene ed è lo stesso nella pioggia e nella luce del sole.
    Per quanto riguarda l'aspetto di John, aveva i capelli molto chiari, gli occhi blu, era circa 1 pollice più piccolo di me(1). Non posso parlare molto dell'abitudine di arrotolare le sigarette perché era solito fumare la maggior parte delle mie ma ricordo che in un'occasione in cui noi tre eravamo completamente senza sigarette, Dennis Dunn ha prodotto del tabacco e Johnny ha proceduto ad arrotolare abilmente alcune sigarette. Potresti dirmi di cosa si tratta. Sally crede di conoscere John o ti ha dato qualche indizio nella sua lettera che ti fa pensare che tu l'abbia visto? In ogni caso, dovresti ricevere le foto di lui che ho mandato molto presto. Ho scritto a Muriel Glennie nello stesso momento in cui ti ho scritto, quindi è possibile che la lettera l'abbia raggiunta prima del telegramma dell'Ufficio della Guerra. Dà una grande responsabilità nei confronti della povera ragazza, ma mi ha chiesto di scrivere se qualcosa fosse accaduto e dai racconti di John lei sembra molto ragionevole, quindi presumo che troverà un modo per comunicare dolcemente la triste notizia.
    Ho ricevuto due lettere da Pat Vaile, una datata 26 agosto e l'altra 6 settembre. Erano lettere allegre molto brillanti e mi ha fatto molto piacere leggerle. Lei è una brava ragazza. Hai mai sentito parlare di Philly o hai visto qualcosa su di lui?
    Ricorda quando ti parlavo di Edward in una recente lettera. ... Ho deciso di parlare con lui e oggi siamo riusciti a fare una breve passeggiata insieme. Ha detto che gli sarebbe piaciuto lasciare il battaglione e che io ero l'unico vero amico che avesse qui. Un'osservazione che sentivo ben oltre i miei meriti, come avvolto vivo e morto in Johnny avevo avuto poco interesse per lui. Tuttavia, abbiamo fatto un'ottima chiacchierata e lui è stato in grado di aprirsi abbastanza cosa non facile per lui e alla fine ha detto: "Sei un vero amico Lawrie, ti sono incredibilmente grato", quindi suppongo che io sia riuscito a fare del bene ... Probabilmente un cambiamento per lui sarebbe la cosa migliore ... Quindi, ancora una volta, torno a chiedere a qualcuno di appoggiarsi a me, la mia robusta "roccia" è partita.
    Le mie "piaghe del deserto" nel complesso stanno migliorando un po' anche se sto ancora avendo qualche piccolo problema e disagio. L'Ufficiale Medico me le sta trattando e sta facendo un buon lavoro. Ho avuto un po' di raffreddore negli ultimi giorni, ma oggi va un po' meglio. È buffo pensare che in questo periodo dell'anno scorso, ero impegnato in un furibondo corso di battaglia a Barnard Castle. Non mi piaceva particolarmente, ma almeno avevo il pensiero che sarei tornato presto da te.
    Non riceviamo molte notizie da casa, ma le campagne russe sembrano andare ancora molto bene, anche se i Tedeschi sembrano resistere nel sud(2). Tuttavia, c'è da fare ancora qualche combattimento.
    Leggere di ciò che Valerie sta facendo è sempre una grande fonte di piacere e delizia. Certamente è una grande bambina. Invia alcune foto quando puoi, anche se so che il tempo è brutto adesso.
    Tutto il mio amore e baci, preziosa
    Lawrence.
    (1) Quasi tre centimetri
    (2) La Russia avanzò molto più facilmente e velocemente anche per motivi geografici ed ambientali; gli alleati in centro Italia incontrarono notevoli difficoltà perché i Tedeschi, strategicamente molto preparati, avevano deciso di difendersi ammassando truppe lungo la linea Gustav, una strettoia tra Ortona (CH) e Cassino (FR), attraversata da fiumi e prevalentemente montuosa, quindi facilmente difendibile.
  • Amicizia e Asperger
    Ciao, alla fine ho deciso di non proporla per la terza volta perché non c'erano i presupposti. Ma la cosa che mi fa tremendamente e soffrire molto é il fatto che non riesco a stringere almeno una relazione sociale di amicizia con i miei e mie coetanee! Credetemi, prima del corso non avevo cosí tanta frustrazione. Centra anche l'interesse e attrazione fisica per alcune ragazze del corso, compresa l'insegnante, ammettendo che mi piacciono ma, ripeto, non essere riuscito neanche in queste occasioni di stringere almeno una relazione di amicizia e conoscenza mi fa abbassare notevolmente l'autostima, classificandomi come un'incapace e demente. M'annaggia la pipa! Se a voi é capitata una situazione simile come avete gestito la situazione? (L'unica relazione che ho instaurato é col PC xD)
  • Chi ha il QI certificato? Fatevi avanti!
    Lo scrivo qua, pure se non è proprio in tema.
    Mi sto rendendo conto che non riesco più a riconoscermi in nessun profilo cognitivo. Ormai quando capita uno molto verboso e logico la mia tipica reazione è che da un lato rimango sorpreso per la facilità con cui tira fuori lessico arduo e ben incastrato, dall'altro però mi viene da pensare: "Sì, va bè, questa parte è ovvia, andiamo avanti", oppure: "Precisazione non necessaria"... Tanto che alla fine mi riesce meglio lo stile 'a buon intenditor poche parol'.
    Quest'anno ad un corso (di importanza secondaria) capitò un prof che definiva in modo rigoroso e puntiglioso ogni concetto, con notazione insiemistica molto accurata. Ma nel tempo in cui faceva ciò, avevi già capito cosa voleva dimostrare e come... veniva quasi da dirgli: "Sì, stai dimostrando l'acqua calda, è inutile che scrivi tutte queste notazioni".


    Trovo più intriganti quelli con stile misto... che non scendono nei dettagli ma magari usano tanti sguardi, espressioni o gesti e si intendono bene così.
    Son d'accordo con te sul fatto di essere più concreti e meno "ricamosi". Ad ogni modo ognuno ha le sue peculiarità :)
  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    15 novembre 1943
    Mia carissima Olive,
    Ho appena ricevuto la tua lettera del 7/11. Sembra che stiano arrivando molto più velocemente ora, anche se sto ancora aspettando le lettere inviate in Nord Africa per colmare le lacune riguardanti le notizie precedenti. Mi ha fatto molto piacere sapere che Valerie sta abbastanza meglio, perché ero molto preoccupato per lei. Mi aspetto di vedere un'enorme differenza in lei ora. Sarà un giorno felice quando rivedrò entrambi.
    Stiamo prendendo le cose abbastanza tranquillamente al momento, facendo un punto di riorganizzazione e allenamento leggero sotto il nostro nuovo Comandante. È davvero un brav'uomo, che è stato qui fin dall'inizio della campagna nordafricana ed è stato ferito tre volte. Le sue idee sono molto sane e sensate e tutti sono molto contenti di averlo qui - dopo il disastro di un paio di settimane fa, ci stavamo chiedendo chi avremmo preso il comando. Avevamo bisogno di qualcuno che capisse il Battaglione e sapesse a cosa era andato incontro ed ora abbiamo l'uomo giusto. Non posso menzionare il suo nome, ma in ogni caso non ti direbbe nulla(1).
    Viviamo in questo momento in una fattoria molto piccola. Noi tre occupiamo una piccola stanza - sopra di noi pendono dal soffitto foglie di tabacco secche ed i ratti ci corrono dentro di notte. Il nostro sonno è disturbato dal continuo fruscio. Tutto è molto fangoso perché ultimamente ha piovuto molto, il che è molto vantaggioso per i Tedeschi.
    Denis (Haywood) e io siamo riusciti a stare insieme un bel po' ultimamente e abbiamo avuto diversi lunghi colloqui. Si sente molto amareggiato contro molte cose che non posso menzionare molto bene. È molto più duro e cinico - come dice lui, l'orribile spreco di vita fa chiedere ad uno quanto tutto valga la pena. Secondo lui, dopo un po', l'autoconservazione diventa l'unico fattore e si diventa assolutamente insensibili anche alla morte degli amici. Non sembra adottare la visione di alcuni individui da poltrona in base alla quale la guerra nobilita il carattere umano. Ingrid è riuscito a stare insieme con un'altra ragazza norvegese e stanno condividendo una casa a Westmorland e stanno piuttosto bene. Mi ha mandato il suo affetto e le congratulazioni per aver ottenuto il grado di Capitano e mi ha chiesto se sei riuscita a sistemarti.
    Ho letto questo, più o meno parola per parola, in una lettera di questa mattina(2): "Ricordi il nostro comandante di plotone che ti ho detto di essere stato ucciso di recente. Il nostro Capitano ci ha ringraziato per il modo in cui abbiamo combattuto con lui ieri. Era molto gentile e ci sentivamo tutti molto dispiaciuti e tristi per lui perché erano compagni reali e facevano sempre la ronda insieme. Nel loro tempo libero non abbiamo mai visto uno senza l'altro. Il Capitano è cambiato molto da quando è tornato dall'ospedale - è molto tranquillo ora e sappiamo che gli manca un sacco. Ci ha detto che dovevamo considerarlo un vero amico, per ciò che avevamo fatto ".
    Avevo avuto una dozzina di sopravvissuti del plotone di John ieri e ho fatto questa piccola chiacchierata con loro dicendo che ho apprezzato profondamente quello che avevano fatto quella notte, poiché sapevano che era il mio più grande amico e li ho ringraziati per questo motivo.
    C'è una modo di dire qui per riferirsi al fuciliere come "l'uomo maiale", o "la forma più bassa della vita". Parlando con i ragazzi ieri, improvvisamente mi sembrava di essere fuori me stesso e mentre stavo parlando guardavo quei volti, ascoltando molto silenziosamente, molto intensamente e in qualche modo ogni uomo sembrava essere uscito dal noioso, brutale atto di guerra e sui loro volti era espressa un'emozione, una luce sembrava brillare, e nei loro pensieri, in qualche modo rendevano inconsapevolmente omaggio a un leader che avevano amato e rispettato. Mi sentivo come se il piccolo gruppo di noi fosse stato là in un ring, e John che stava morendo, forgiava un legame tra questi uomini e me, e a causa sua, succeda ciò che succeda, ci sarà sempre un cameratismo tra di noi.
    Mi chiedo se capisci i miei sentimenti. Non hai mai espresso commenti finora sui vari argomenti che ho discusso o sulla mia amicizia con John. Vorrei che tu esprimessi un'opinione su cose diverse di cui discuto, perché i tuoi punti di vista sono sempre molto sani e non so se siamo sempre sani di mente qui giù. Discutere delle questioni sulla carta è l'unico modo che abbiamo ora di mantenere le nostre menti attive, per non permettere di lasciarli andare alla deriva come spesso accadde nell'ultima guerra(2).
    Regala a Valerie un grande bacio dal suo papà e un mucchio intero alla mia cara piccola moglie.
    Il tuo devoto marito
    Lawrence
    (1) È il Ten. Col. Dunnill
    (2) Una lettera di un suo commilitone, dove parla del Capitano si riferisce a Lawrence.
    (3) Nel corso della Prima Guerra Mondiale si verificarono molti problemi psicologici sui soldati, si parlava di Shell Shock (Shock da granata), per chi volesse approfondire:
    https://www.focus.it/cultura/storia/quando-la-guerra-fa-ammalare-mente-e-corpo
    https://www.vanillamagazine.it/12-fotografie-mostrano-il-traumatico-effetto-dello-shell-shock/?amp_markup=1
  • Morale ed etica negli Aspie
    @wolfgang cioè un asperger può avere alti livelli di fantasy ma bassi livelli di perspective taking?
    Comunque per gli psicopatici avevo usato di proposito la distinzione empatia cognitiva/teoria della mente, intendendo con la prima la capacità intuitiva innata di capire l'altro e con la seconda la capacità di comprensione dell'interlocutore sviluppata nel corso della vita. Ad esempio noi aspie possiamo sviluppare la teoria della mente, ma non potremmo mai avere l'empatia cognitiva, dato che la nostra teoria della mente è data dal ragionamento
  • Dare e ricevere
    @ale82 io nella mia vita ho fatto molti regali non corrisposti, ma il fatto che non fossero corrisposti non mi ha mai dato fastidio, anzi non ci pensavo proprio. Invece nelle situazioni sociali (per esempio Natale), ci rimango male se mi aspetto un regalo che non arriva, per lo meno dai familiari. Perché è come se la persona si fosse dimenticata di me.
    @osur l'ho studiato nel corso di "Psicologia della Famiglia", ma è meglio non addentrarsi in questo ambito se no ci si incasina ancora di più 
    :D
    @UnconventionalLover non è detto che se doni, l'altro ti debba voler bene. Secondo me, il massimo che puoi pretendere a livello immateriale è la riconoscenza.

    ... diciamo che è l'espressione "con tutto quello che ho fatto per te!" che non capisco se sia una frase giusta da dire...

    Edit. @Sniper_Ops e nel caso il "dare" non sia un qualcosa si materiale? Immagino che vi siano molte più situazioni...
  • Chi ha il QI certificato? Fatevi avanti!
    Lo scrivo qua, pure se non è proprio in tema.
    Mi sto rendendo conto che non riesco più a riconoscermi in nessun profilo cognitivo. Ormai quando capita uno molto verboso e logico la mia tipica reazione è che da un lato rimango sorpreso per la facilità con cui tira fuori lessico arduo e ben incastrato, dall'altro però mi viene da pensare: "Sì, va bè, questa parte è ovvia, andiamo avanti", oppure: "Precisazione non necessaria"... Tanto che alla fine mi riesce meglio lo stile 'a buon intenditor poche parol'.
    Quest'anno ad un corso (di importanza secondaria) capitò un prof che definiva in modo rigoroso e puntiglioso ogni concetto, con notazione insiemistica molto accurata. Ma nel tempo in cui faceva ciò, avevi già capito cosa voleva dimostrare e come... veniva quasi da dirgli: "Sì, stai dimostrando l'acqua calda, è inutile che scrivi tutte queste notazioni".


    Trovo più intriganti quelli con stile misto... che non scendono nei dettagli ma magari usano tanti sguardi, espressioni o gesti e si intendono bene così.
  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    _20180512_230902
    Linee del fronte della Seconda Guerra Mondiale in Italia centrale, la Linea Gustav (in rosso) era quella dove si verificarono gli scontri più aspri.
    29 ottobre 1943
    Mia carissima Olive,
    Ho passato alcuni giorni terribili, culminati con la morte di John Glennie e Dennis Dunn(1) che sono stati uccisi ed io che sono stato ferito. La mia ferita non è seria - un colpo di artiglieria è esploso e frammenti mi hanno forato il petto e il braccio sinistro, ma il povero Dennis, che era accanto a me, è stato colpito alle spalle ed è morto immediatamente. Sono in ospedale al momento e, a parte una certa difficoltà nel movimento e una sensazione di stanchezza, sto soffrendo più che altro per uno stato di depressione mentale. Nel caso in cui tu avessi ricevuto un telegramma dall' Ufficio di Guerra che sono stato ferito, sappi che si riferisce a questo. In realtà, spero di tornare a breve con il battaglione.
    Abbiamo lanciato un pesante attacco notturno uno dei giorni precedenti(2) ed abbiamo incontrato un'opposizione molto feroce. La mia Compagnia è andata piuttosto male, vagavamo senza meta e in mezzo alla confusione, io e John ci siamo scontrati l'uno contro l'altro. Abbiamo deciso di radunare tutti gli uomini che potevamo e andare avanti e, guardando con attenzione il nostro terreno, abbiamo fatto un notevole passo avanti. Nonostante il rumore eccezionale, non mi sono mai sentito più fresco o più fiducioso. Qui, stavo combattendo accanto al mio più grande amico e la mia mente più matura e il suo giovanile slancio e allegria ci hanno portato in avanti. Ha riso e scherzato nell'inferno e ho sentito che la sua forza era mia. Una volta, sono stato colpito in faccia da un frammento di proiettile d'artiglieria e ho emesso un gemito e lui è corso fuori esponendosi e ha insistito per esaminarmi, prima che tornasse di nuovo al riparo.
    Alla fine, siamo stati presi nel mezzo di un campo arato: Johnny ha ricevuto un colpo al braccio ma non era serio e, con l'aiuto di un Caporale, l'ho bendato. Stavamo cercando di tornare indietro da questa brutta posizione quando c'è stata un'esplosione di fuoco MG(3) e lui è caduto dal suo lato ed ha esclamato "Sono stato colpito al petto". Ho perso completamente il senso del rischio personale e non so come l'ho riavuto, ma con i proiettili MG che volavano dappertutto, sono riuscito a portarlo al coperto. Aveva un buco terribile, ma abbiamo fatto quello che potevamo e abbiamo cercato di portarlo dove potevano essere i barellieri. Gli stavamo causando troppa sofferenza e così ho mandato i nostri pochi uomini rimasti a cercare gli barellieri e per un'ora e mezza mi sono sdraiato con lui in un campo aperto fino alla sua morte. Soffriva molto, quindi almeno ho la consolazione del fatto che non è morto abbandonato ed ho cercato di calmarlo. All'inizio,gli ho detto: "Tu sai che sono qui, Johnny" e lui disse "Lo so Frank". Un paio di volte ha detto: "Sei ancora lì, Frank, non lasciarmi, ok?" Alla fine, ha pianto un po' ed ha chiamato sua madre e poi se ne è andato tranquillamente tra le mie braccia. Questo coraggioso ragazzo galante , così pieno di vita e di buonumore - che sanguinoso casino è. Solo due settimane fa, sua sorella ha chiesto di scrivere prima a lei se fosse successo qualcosa e lo sto facendo.
    La terribile tragedia del povero Dennis si è verificata poche ore dopo, ho proseguito per la maggior parte della giornata, ma verso sera ho iniziato a sentirmi molto male e il MO(4) mi ha portato in ospedale. Ora non mi sento troppo male, a parte il fatto che il mio morale è a zero. Abbiamo avuto 10 giorni orribili e, al momento, nulla sembra valere la pena. Tu e Valerie e la casa sembrate così lontani ed inaccessibili. Avrei potuto sopportare qualsiasi cosa qui eccetto la morte di Johnny - non ho mai avuto un migliore amico e ora c'è un enorme vuoto che non so come potrei riempire. In realtà, non lo sarà mai.
    Ti parlerò del Battaglione un'altra volta, ma Denis Hayward sta bene, grazie al cielo. Non preoccuparti, tesoro. Penso che saremo fuori dai combattimenti per un po' di tempo.
    Tutto il mio amore per te e Valerie.
    Lawrence.
    (1) erano suoi stretti amici, in particolare di John Glennie ne parlava con particolare affetto nelle lettere immediatamente precedenti e lo aveva conosciuto sin dalla partenza in agosto.
    (2) il 27 ottobre a San Salvo: qui passava la Linea Barbara, si sviluppava a circa 15 chilometri a sud della Linea Gustav, e alla stessa distanza a nord della Linea del Volturno (che passava per Termoli). Dopo quest'ultima, la linea Barbara fu la seconda ad essere utilizzata, in ordine cronologico, dai nazisti in ritirata ed era più che altro una linea tattica ritardatrice, perché i Tedeschi si stavano fortificando per resistere solo presso la Linea Gustav che passava per il fiume Sangro, la strettoia est/ovest più facilmente difendibile della penisola italiana
    (3) Machine Gun: è un'arma automatica, una mitragliatrice poggiata su un bipode
    (4) Medical Officer: Ufficiale Medico
  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    Termoli stazione
    Soldati britannici a Termoli, sullo sfondo la stazione.
    19 ottobre 1943
    Mia cara Olive,
    Ho ricevuto la tua lettera datata 6 ottobre ieri, quindi è arrivata abbastanza velocemente. La lettera precedente era datata 22 settembre , quindi presumo che ce ne siano alcune intermedie, poiché spero che tu stia scrivendo ogni due giorni e viceversa perché le lettere come la posta via aerea qui sono acqua per un uomo che muore di sete. Anche se ci sono poche notizie, è molto bello sentirti e leggere tutto su ciò che Valerie sta facendo, anche se a volte mi dà un po' di mal di cuore. Sicuramente sembra fare grandi passi avanti. Sono felice che tu sia tra le persone piacevoli come i Bennington, ma spero che presto avrai la casa. Mi aspetto che i cani siano stati molto contenti di averti di nuovo con loro.
    Il Comandante mi stava parlando di Omagh l'altra sera e mi ha chiesto cosa fosse successo a "quel tipo ubriaco, ...". Povero Geoffrey, ho sentito che potrebbe venire qui tra poco, ma temo che riceverà un povero benvenuto in questo battaglione, non è il tipo che stia simpatico al nostro Comandante, che è un buon diavolo per combatterci e l'uomo più freddo che abbia mai incontrato. Anche la situazione più critica lo lascia completamente imperturbato e ne abbiamo avute alcune negli ultimi tempi.
    John e io abbiamo cenato con una famiglia italiana l'altra sera(1). Era piuttosto preso con la figlia, una ragazza bruna di circa 21 anni, che era un'insegnante molto intelligente, anche se non stava facendo molto insegnamento con tutto completamente disorganizzato. Parlava correntemente il francese ed anche abbastanza bene, quindi ha tradotto per la sua famiglia e ha tradotto per me, quindi ha funzionato abbastanza bene. Hanno pochissima conoscenza di ciò che sta accadendo in guerra. Non ci sono giornali e, dato che la città è priva di luce elettrica e batterie non se ne trovano, a loro giungono le notizie più vaghe. Non sapevano che Napoli fosse caduta(2). Esprimevano il massimo disprezzo per Mussolini - ci si chiede come mai fosse al potere, se si dovesse prestar fede a tutte le persone che ora lo denigrano. Si sono rifiutati di commentare Badoglio, ma abbiamo avuto l'impressione che non pensassero molto a lui. Ho chiesto perché sono andati in guerra contro l'America, hanno scrollato le spalle e incolpato i politici(3). C'era completa ignoranza riguardo alla Russia. Ho chiesto a John cosa pensassero loro della guerra in Russia e la prima risposta è stata "È finita?". Ho chiesto chi pensavano avrebbe vinto la guerra, dal sunto della loro opinione mi è sembrato che, sebbene non avessero idea di cosa stesse accadendo, pensavano che i Russi avrebbero potuto sconfiggere la Germania. Prima che lasciassero quella particolare città, i Tedeschi avevano detto che erano in ritirata solo temporaneamente e sarebbero tornati nel 1944(4).
    Desmond Woods e Marmorstein sono qui con il LIR. Ho avuto una lunga conversazione con Desmond, che è molto contento di essere qui. Lui è secondo in comando di una Compagnia. Spero di contattare Marmy a breve, e ho lasciato un messaggio per lui. Il Comandante mi ha detto che Norman Dicks è ora al comando di un battaglione del reggimento RAF e "Bunny" Hill è nello stesso battaglione.
    Di' a Sally e Myrtle di scrivere e dirmi tutte le notizie e di' loro di mandare lettere di posta aerea. Le altre sono inutili: impiegano troppo tempo. Uno di questi giorni arriveranno le tue lettere del Nord Africa(5) e mi aspetto che Pat Vaile e Ted Foster abbiano scritto lì. Se avessi saputo allora quello che so ora, non avrei mai dato quell'indirizzo.
    Il tempo sembra essersi riscaldato di nuovo ed è molto caldo oggi. Sto tenendo molto bene e sono abbastanza allegro, ma vorrei non aver avuto così tanti morsi. È semplicemente orribile il modo in cui siamo morsi qui. Molte persone soffrono di piaghe molto cattive. Credo che Tony Pierce abbia passato un brutto periodo con loro prima che fosse ferito.
    Mantieni alto il morale, carissima ragazza. Sarà un grande giorno quando saremo di nuovo insieme.
    Tutto il mio amore e baci
    Lawrence
    (1) Si trova ancora a Termoli
    (2) La città di Napoli cadde tra il 27 ed il 30 settembre 1943, ad un mese quasi dalla sua liberazione a Termoli non ne erano ancora a conoscenza
    (3) Qui mi pare di ravvisare una piccola critica molto diretta da parte del cap. Lawrence Franklyn-Vaile verso il popolo italiano. Trattandosi di una lettera privata indirizzata alla moglie non aveva problemi di diplomazia. Accusa il popolo italiano di aver prima osannato Mussolini, poi di averlo denigrato, quindi di essere indifferenti a Badoglio (al momento capo del Governo) e poi di incolpare i politici per la dichiarazione di guerra agli alleati.
    (4) Si trattava evidentemente di una tattica tesa a far sentire minacciata la popolazione locale per evitarne l'alleanza e l'aiuto agli Inglesi che avevano conquistato la città, oppure la convinzione dei Tedeschi era quella di asserragliarsi in quella che sarebbe stata chiamata la Linea Gustav, più a nord, per stremare in inverno le truppe alleate (cosa che avvenne) e provare a contrattaccare l'anno successivo.
    (5) Le lettere spedite dalla moglie quando Lawrence era in Nord-Africa, in pratica seguivano il soldato nel corso del suo trasferimento.
  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    7 ottobre 1943
    Mia carissima Olive,
    Come vedrai da quanto sopra, ho ottenuto i gradi di Capitano, per cui sono sicuro che ti sentirai molto soddisfatta. Devo ammettere che ne sono molto contento ed è bello ancora una volta essere definito "Capitano". Quindi, non sono più IO (Ufficiale di Intelligence) - il Comandante mi ha detto stamattina che mi stava facendo diventare il secondo in comando della Compagnia B e che mi stava dando i gradi di Capitano ed è stato abbastanza gentile da dire che egli sentiva che non sarebbe passato molto prima che io avessi comandato ancora. Ha detto a Dennis Dunn, il mio nuovo Comandante di Compagnia, che sebbene fosse soddisfatto di me come IO, sentiva che sarei stato più felice in una Compagnia di fucilieri e avendo comandato a lungo era solamente doveroso darmi nuovamente l'opportunità. I quattro Comandanti di Compagnie di fucilieri ora sono tutti Maggiori, così Dennis Dunn e Denis Hayward sono appena stati promossi a quel livello. Dennis Dunn ha fatto una carriera vertiginosa dato che era un Tenente in seconda un anno fa, ma aveva fatto molto bene sin da quando è venuto qui a febbraio. Il Comandante mi ha detto "Certo che sei molto più anziano di Dunn, ma l'unica cosa che si può dire è che lui ha avuto l'esperienza di battaglia". Gli ho detto che non mi dispiaceva minimamente ed ero molto lieto di servire lui. Ma Dennis merita sicuramente la sua promozione e lui è altrettanto tranquillo e modesto su di questo come al solito. Lui è davvero un grande compagno.
    Il divario di tempo dall'ultima lettera è dovuto al fatto che ho appena avuto la mia prima esperienza di battaglia(1). Non posso dire molto su questo, tranne che ne sono uscito abbastanza bene. Una pallottola mi ha sfiorato la mano e mi ha lasciato una leggera cicatrice, ma non c'è stato altro. È stato piuttosto triste ma anche piuttosto eccitante. In primo luogo i Tedeschi hanno lanciato un forte attacco a sorpresa sull'area occupata dalla mia Compagnia. Dennis Dunn era tornato con il Comandante e dovevo portare la compagnia fuori da lì in una nuova posizione. I Tedeschi si muovevano molto velocemente e quasi ci tagliavano la strada e abbiamo avuto la bella esperienza di strisciare giù da un fossato poco profondo con proiettili che ci sfrecciavano sopra le teste e sbattevano contro il muro di mattoni dietro. Ogni tanto, il fossato era bloccato e dovevamo alzarci e correre. Ho tirato fuori la Compagnia da questa posizione molto spiacevole senza una sola vittima, il che è stato bello. Successivamente abbiamo effettuato un attacco di grande successo. I 'Faughs' si sono comportati molto bene come al solito. Sono stato molto contento di scoprire che sono rimasto estremamente freddo e non ho mai sentito la minima sensazione di panico. John Glennie ha avuto un po 'di shrapnel(2) al collo ma ha continuato e ha fatto molto bene. In seguito mi ha detto che non se ne preoccupa mai veramente - se succede, beh, è ​​semplicemente un peccato. Ha detto che l'unica cosa che non gli piacerebbe sarebbe la signora Vaile in lutto(3). Mi piace immensamente, ma è un Ulsterman(4) dal cuore duro che non ha molto a cuore il sentimento, anche se penso che abbia un debole per me, anche se per pochissimo. L'altra notte abbiamo fatto un brutto tragitto in attacco. Sono arrivato in qualche modo dietro nelle retroguardie del nostro gruppo e quando sono entrato, mi ha preso entrambe le mani nelle sue e mi ha stretto forte per un momento e poi ho lasciato andare con una risata piuttosto imbarazzata e mi ha preso in giro per dove ero stato.
    Il tempo caldo è cessato e ora stiamo avendo molta pioggia, il che non rende le notti all'aperto molto piacevoli. Tutta la polvere è stata trasformata in fango, ma le mosche e le zanzare sono altrettanto cattive che mai e ovviamente vicino al nemico, non è molto pratico dormire sotto le zanzariere. Abbiamo fatto prigionieri alcuni tedeschi, erano un gruppo molto sconsolato, solamente troppo ansiosi di aiutare in ogni modo e nulla importava loro relativamente al Prussianesimo o al Nazismo. È curioso quanto ci si senta impersonali: nessun sentimento di odio nei loro confronti è solo questione di portare a termine il lavoro da fare.
    Non preoccuparti, tesoro. Ho fiducia nella mia buona stella, per tutto il tempo in cui la battaglia era in corso, sentivo che ne stavo uscendo bene.
    Tutto il mio amore e baci alla mia preziosissima moglie e mia cara figlia.
    Lawrence
    (1) si trova a Termoli, in Molise, dove gli alleati avevano gettato una testa di ponte nell'entroterra
    (2) lo shrapnel è un proiettile di artiglieria a punta cava e pieno di frammenti di piombo che esplode al momento di impattare al suolo per aumentare gli effetti dannosi
    (3) la moglie di Lawrence Franklyn-Vaile
    (4) abitante dell'Ulster, nell'Irlanda del Nord, qui usato in senso lato per intendere patriota, guerriero orgoglioso
  • Questo sono io
    Buongiorno a tutti,
    Sono un ragazzo
    ventitreenne, ho da poco scoperto la Sindrome di Asperger e
    voglio sapere se rientro nella categoria così da intraprendere un percorso più mirato.
    Ho
    tante difficoltà sia generali sia con le persone e fino adesso di tutto ho dato colpa a delle
    carenze nella mia persona: scarsa motivazione e pigrizia- sapere se ho
    un disturbo di tipo cognitivo e genetico mi farà accelerare la strada
    della mia evoluzione, nel senso di strategia da prendere.
    Tutta
    la mia vita sono stato da solo, in primis per vivere in un ambiente con
    scarsi contatti da fuori. Dalle scuole, quando avevo la possibilità di
    stare con le persone il rapporto mi faceva male...durante elementari e
    medie ero continuamente preso in giro. Dopo- da quando ne ho avuta la
    possibilità ho smesso di frequentare la scuola senza prendere il
    diploma, un grande sbaglio(sto rimendiando quest'anno)...ma dover reggere le persone tutto quel
    tempo mi esauriva. Ho cominciato con la fissazione della lettura, e ad
    oggi, anche se non sono fiero della mia cultura perché in genere
    circoscritta nella letteratura- e ad un certo punto ho avuta una
    dipendenza debilitante che mi ha impedito di approfondire quanto avrei
    voluto- se parlo di libri, ma lo faccio solo con una cugina che
    condivide la mia passione, riesco a stupirla per quel che so.
    Del
    resto non vedo nessuno e non ho amici. Tutto è nell'ambito famigliare.
    C'è una cugina, mia sorella...e da fuori mi è rimasto un vecchio
    compagno di medie( che mi ha tanto aiutato)- ed é sempre lui a cercarmi.
    Mi ha mandato un messaggio ieri ma ancora non ho risposto. Sono lento,
    quando si tratta di rapporti cerco di evitare. Se qualcuno dovesse
    bussare a casa mia- potrebbero essere solo parenti, evito di rispondere,
    come a far finta di dormire. Mi disturbano!
    Sono
    da sempre solitario, ma mi disturba solo quando mi comparo agli altri.
    Ho integrato dentro di me il concetto spirituale di non-separazione
    dunque non mi sento solo, anche se penso che avere qualcuno al mio
    fianco mi aiuterebbe tanto.
    Quell'amico di cui
    dicevo, quando ho avuto un momento di espansione, mi ha portato in
    discoteca, ho ballato( male) con una ragazza ma è stata una esperienza
    che non voglio ripetere. Non riesco ad avere conversazioni banali. Ma è
    inesaustivo. Ultimamente studio psicologia, ipnosi e formazione
    personale. Anche se a lavoro ho conosciuta una signora che apprezza
    l'argomento non riesco a reggere la conversazione, quando esce fuori dal
    discorso teorico. Di solito dico "Si"e deve andare avanti lei- o "Va
    bene" e deve sempre andare avanti lei. Non riesco e non ho voglia di
    entrare nel personale. 
    Paura? 
    Adesso
    passiamo alla dipendenza. L'ho da tanti anni e mi ha rovinato la vita.
    In tutto questo tempo ho avuto sei mesi sani e sono stati i più belli
    della mia vita...sono stato veramente ad alto funzionamento. Da quando
    ho questa trappola dentro di me non riesco a fare niente e perdo
    continuamente tempo, non ce la faccio ad organizzarmi...la mia
    dipendenza è diventata un ossessione di tipo autistico, penso, un
    pattern che ripeto ogni giorno.
    Ma di questa cosa mi vergogno e non voglio approfondire.
    Da
    sempre ho scarsa attitudine fisica che se letta con l'Asperger mi si
    risolve in un baleno. Da piccolo non riuscivo a tirare un pallone! Anche
    oggi sono imbranato , quando mi muovo si vede la scarsa sicurezza e una
    persona mi diceva quanto ero rigido, appunto.
    Ora
    lavoro- sto in pubblico! ( È un'azienda di famiglia, altrimenti so che
    non sarei andato da nessuna parte)Il lavoro mi ha aiutato tanto a
    crescere da due anni fa, quando ho cominciato -tuttavia io sono bravo e
    preciso, professionale. Ma non riesco nell'unica cosa che dovrei fare
    bene, cioè il contatto. Posso vendere benissimo, ma quando mi fanno una
    battuta sembro un rincoglionito. Appena usciamo dal seminato, loro
    magari mi dicono qualcosa di personale, io mi produco in un sorrisetto, e con una voce strozzata tento di rispondere...ma dico
    sempre le stesse cose, frasi di circostanza. E lo stress di dare del tu o
    del lei!
    Sembro un ingenuo anche se nel mio spirito ho avuto un percorso importante che quegli altri nemmeno potrebbero capire!
     E per quanto io sia realmente ingenuo quando si tratta di rapporti...sono vergine, ovviamente.
    Ho
    fatto questo corso di formazione un mese fa, c'è una ragazza, anche lei
    un po' distante per timidezza o che so io, e ci accompagniamo alla
    stazione. Mi da il suo numero e mi chiede di chiamarla così avrà il mio.
    Non lo faccio e quando la reicontro sempre al corso me lo fa notare. Le
    do il mio numero. Lei mi scrive e io continuo a farle uno specchio. Mi
    fa -come stai?- Bene ,e te?- Ora studio, quando ci vediamo? Non ho
    risposto.
    A lavoro ne parlo. Mi fanno: dai,
    approfittane, fai esperienza. Ti fa bene. Ti sblocchi. Le posso solo fare del male. Perde
    tempo con me. ( Ci avrei provato non per lei ma per me, per l'esperienza)Quindi mi sento super empatico verso le persone. È una
    cosa che faccio spesso, cercare di capire l'altra persona. Come cercare
    di guardare negli occhi. Anche se scrivendo ora mi rendo conto che è un
    modo di sopperire a una mancanza naturale. Sempre a proposito, sono
    anche iper sensibile. Mi è capitato di piangere per delle cose...e di
    avere dei sentimenti umani veramente complessi e profondi, che fanno
    capo al Tempo alla Solitudine. Per quanto ho un bell'umorismo nero in
    altri momenti.  Non mi importa niente di stragi e terremoti e morti
    ammazzati, anzi ci rido sopra. Riesce ad importarmene giusto delle
    persone singole perchè cerco di aiutarle, anche se solo sino un certo
    punto. Penso che ogni dolore non può che aiutare a crescere, dunque
    lascio correre...
    Riesco a vedere dentro le
    persone, penso di essere un buon osservatore...parlo alle persone dei
    loro difetti anche se non me lo chiedono e penso: gli sto solo facendo
    un favore, sono l'unico che gli dice qualcosa di sincero e loro mi
    guardano con occhi storti!
    Per finire ho anche
    difficoltà con le lancette.Mi ci devo impegnare, per dire. E in passato
    ho avuti degli scatti di violenza terribile, non solo verbale.
    Questo
    è abbastanza esaustivo. Ieri appena leggevo di questa cosa ho pianto
    perché sono riuscito ad avere un sacco di risposte sui miei
    comportamenti diversi.
    A
    me con questa sintomatologia sembra di essere Asperger, tuttavia sarò
    felice di sapere se per voi può essere qualcosa di meno drastico, come
    un semplice disturbo sociale dovuto alla famiglia (ma pensandoci anche i
    miei genitori potrebbero essere Asperger, soprattutto mia madre).
    Avendo questo sospetto con chi devo parlare per avere la conferma di questo dubbio? E poi come essere supportato? Cercare di cambiare e adeguarmi o spremere il massimo dalla diversità?
    Grazie a tutti per l'ascolto :-)
  • La morale della storia: un dialogo con Tiziana Zalla
    @Ronny Tra gli estremi "esiste un criterio morale innato" e "non esiste alcun criterio morale: le leggi morali sono solo frutto di convenzioni arbitrariamente poste" esiste una terza strada: è possibile che esista un senso morale condiviso dall'umanità (escludiamo, forse, il caso degli psicopatici), ma solo tramite la cultura, frutto molto spesso di esperienza e riflessione sugli errori, si possono affinare le leggi morali.

    In altre parole, esiste un senso morale che dà una direttiva per l'agire, che in periodi storici ha prodotto paradigmi diversi. E ogni nuovo paradigma è subetrato a quello che andava a sostituire nel momento in cui ci si è accorti che era maggiormente compatibile col senso morale innato.

    è come se si incrementasse lo stato di perfezionamento, se si convergesse ad una stesura delle leggi morali sempre più perfetta e che soddisfa, in maniera sempre più stringente, il senso morale. 

    Un'idea (progresso delle leggi morali nel corso del tempo).

    PS: Gli antichi greci credevano che bastasse la cultura, da sola, a garantire l'applicazione di un criterio morale. In pratica, "se conosci come è bene agire, agisci bene". La storia dimostra che non è così: gli ufficiali nazisti erano, generalmente, persone molto colte.
    Dal medioplatonismo in poi si è scoperto che la cultura, da sola, non basta: per agire bene è necessario anche che tu scelga di agire bene. La volontà ha un ruolo cruciale.

  • Corso ABA / RBT - Roma a Luglio con Crystal Slanzi

    CORSO RBT / ABA - ROMA - con Crystal Slanzi 

     Tecnico del Comportamento Certificato (Registered Behavior Technician™, RBT)

    ROMA, 06-07-08 e 20-21-22 LUGLIO 2018


    Perché iscriversi? 

     40 ore sull’analisi del comportamento applicata più 2 ore di pratica, per chi desidera una formazione di base ricca e completa e vuole ricevere la certificazione internazionale di tecnico del comportamento.

    Programma 
     Dal 06 al 08 luglio e dal 20 al 22 luglio 2018, 6 giorni di corso dalle 09.00 alle 18.00 presso la sede di CuoreMenteLab 
    1.  Identificare i principi dell’analisi del comportamento 
    2.  Descrivere e utilizzare le principali procedure applicative dell’analisi del comportamento 
    3.  Identificare e selezionare i comportamenti non adeguati, analizzarli funzionalmente e identificare i fattori che li mantengono 
    4.  Applicare interventi per insegnare nuove abilità e ridurre comportamenti non adeguati nel rispetto dei principi etici nazionali ed internazionali 
    5.  Monitorare i progressi verso gli obiettivi stabiliti per controllare l’efficacia dell’intervento.



    evento_slanzi

  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    Lt-Colonel Butler DSO, CO of 1 RIrF.
    Il Tenente Colonel Butler DSO, Comandante del 1o battaglione Royal Irish Fusiliers che promosse Lawrence nel corso della seconda guerra mondiale.
    22 settembre 1943
    Mia cara Olive,
    Oggi, sono stato nominato Ufficiale di Intelligence per il Battaglione, e sono probabilmente la persona più inadatta di tutti per questo lavoro. Stamattina, stavo iniziando una lezione con la Compagnia di Assalto Navale quando è arrivato un messaggio: l'Aiutante(1) mi voleva immediatamente. All'arrivo, il comandante (tenente colonnello Butler), che ho incontrato solo ieri per la prima volta, in precedenza l'ho conosciuto solo un po' a Omagh, è uscito e ha detto "Colin Hill (l'IO) sta andando in ospedale, e voglio che tu diventi il mio IO(2)". Ha continuato dicendo che richiedeva qualcuno con esperienza, e che era un peccato che non fossi mai stato in azione, ma la mia esperienza come comandante di compagnia sarebbe stata molto utile. Gli dissi che non sapevo davvero nulla del lavoro, ma disse che lo avrei appreso abbastanza velocemente.
    Non è un lavoro che suscita il mio entusiasmo, ma allo stesso tempo fornisce un'esperienza preziosa. Io agisco da Aiutante quando l'Aiutante è assente e, come IO, vado dappertutto con il comandante. In battaglia, quando va a ricevere ordini dal Generale di Brigata, vado con lui e quando va in ricognizione, io sono l'unica persona con lui e poi metto i comandanti della compagnia nelle mappe mentre lui completa i suoi piani. Frequento tutte le conferenze di brigata con lui prendendo appunti per lui ecc. Da quel punto di vista, è molto interessante. Imparo molto più della media di ciò che sta realmente accadendo. C'è anche il vantaggio di imparare un nuovo lavoro, mentre come comandante di plotone conoscevo il lavoro nelle retrovie. Ecco qualcosa di nuovo che metterà sicuramente alla prova il mio cervello. Successivamente, a volte, si può diventare un Aiutante, specialmente in un caso come il mio con un servizio abbastanza lungo. Tony Pierce ha occupato questo lavoro per 8 mesi fino a quando non è stato ferito lo scorso marzo e lo aveva tenuto in quanto Capitano. Naturalmente, non è necessario il grado di Capitano e il grado dipende interamente dalla promozione disponibile. L'IO dovrebbe mantenere il suo Comandante edotto su tutti i tipi di informazioni che io dovrei essere in grado di avere, ma dovrebbe anche essere un esperto lettore di mappe e molto capace con la bussola e mentre io sono abbastanza bravo come comandante di una compagnia, non sono certamente dello standard richiesto. Tuttavia, posso solo esercitarmi e fare del mio meglio.
    Ieri sera sono stato ospite della Douglas Room alla Brigade Guest Night e mi sono divertito molto. Era una festa relativamente piccola e selezionata e molto piacevole. Douglas era in ottima forma, a discutere dei vecchi tempi. Ha detto che il caffè che aveva a casa come L / Cpl(3) gli ha salvato la vita. Spesso si parla di mancanza di gratitudine nelle persone, ma nel caso di Douglas è davvero una persona grata e un ottimo amico.
    Anche il corso si è concluso ieri. L'ho trovato molto interessante e, a parte il fatto di insegnare, avevo imparato una cose abbastanza utili. Era un'atmosfera molto felice. Sia John Glennie che io abbiamo contrastato fortemente l'atmosfera nel battaglione. Abbiamo giocato un ottimo bridge in quattro e abbiamo fatto altri bei giochi.
    La guerra sembra andare abbastanza bene, anche se non sarà molto facile far uscire dall'Italia i tedeschi. È stupefacente come essi siano riusciti a far fuggire Mussolini, mi pare strano(4). I Russi continuano ad avanzare e suscitano molto entusiasmo qui.
    Puoi mandarmi un cinturino per il mio orologio, tesoro? Temo che l'attuale si spezzi.
    Tutto il mio amore per te, mia preziosissima moglie e per la mia cara piccola figlia.
    Lawrence
    (1) è la carica di assistente del Comandante
    (2) Intelligence Officer: il suo nuovo ruolo di ufficiale di Intelligence, in questa lettera emerge bene il fatto di come sia ben visto all'interno del battaglione da parte dei suoi superiori
    (3) caporale di lancia: è il grado iniziale, quello più basso
    (4) parla della liberazione del duce a Campo Imperatore prima di essere ucciso
  • Amicizia e Asperger
    Io ho una possibile spiegazione: non è il contesto giusto in cui proporre una pizzata.
    Mi spiego meglio. È vero che i neurotipici socializzano proponendosi questo tipo di incontri, ma la cosa viene davvero fatta se percepiscono l'ambiente in cui viene proposto come un ambiente "caldo", nel senso che quell'ambiente e le persone che ci sono trasmettono delle emozioni positive. Dato che l'ambiente che frequenti è un corso di formazione, immagino che le persone che ci vanno lo fanno per imparare alla svelta quello che gli serve per lavorare e che in generale non sia un ambiente caloroso. Questo porta la gente in generale là dentro a non essere interessata a conoscersi a vicenda e a preferire altre persone con cui si sente più unita per uscire
  • Amicizia e Asperger
    Ops....!!!..
    Ma quanto mi è familiare questa cosa...
    Però permettimi alcuni puntualizzazioni:
    Tu 26 loro 30 , non vi è una differenza di età sostanziale.
    Te lo dice una che l'età non la vede, interagisco bene/male (dipende dai punti di vista) sia con molto più recenti che non anagraficamente.
    Ma torniamo alla pizza, anch'io poco tempo fa a fine corso proposi (un impeto di socializzazione - raptus?) una pizza, ed inmiei interlocutori hanno reagito con "freddezza" "titubanza"? Beh non so.
    Ma dopo mi sentii molto arrabbiata.
    Beh.. la pizza anzi la pinsata alla fine l'abbiamo fatta, per quel che ne so, o da quanto mi è sembrato sono stati bene.
    (Supposizioni eh?.. a me se non lo dicono esplicitamente rimane sempre il dubbio).
    Cmq torniamo a te.
    Se una persona dice "per me non è un problema" equivale ad un "Si".
    Probabilmente (e credo che sia quello che è successo al mio ex gruppo), c'è l'imbarazzo di decidere il dove e quando
    Noi abbiamo fatto così
    Io mi sono autoincaricata (con gran senso do responsabilità) di trovare le opzioni, facendo un sopralluogo esterno.
    Poi un eroe, ha telefonato e prenotato.
    Quindi, ti consiglio, senza farti troppe aspettative circa l'altrui entusiasmo, di trovare un luogo e proporre una data.
    Bisogna provare... provare e provare.. poi cercando di non notare troppo i dettagli (il mio grosso problema è che faccio il pelo alle pulci nelle situazioni sociali e ricordo tutto sight!).
    Guarda all'amicizia in modo sfocato, almeno all'inizio.
  • Traduzioni di lettere dal fronte italiano della seconda guerra mondiale.
    19 settembre 1943
    Mia carissima Olive,
    Oggi è piacevolmente fresco - il primo giorno di questo tipo che abbiamo avuto da quando sono arrivato qui. Mi sto divertendo parecchio sul corso, imparando molto sulle istruzioni e imparando bene tutto ciò che riguarda le mine. Ora mi sento ragionevolmente competente per liberare un campo minato nemico e per rendere innocue mine nemiche. Siamo un gruppo estremamente piacevole qui e noi siamo trattati molto bene per il cibo, molto meglio del battaglione. In realtà, preferisco di gran lunga il 1o Battaglione, molte cerimonie e cose del genere con loro.
    L'altra sera il Generale di Brigata Russell è venuto a cena(1). Come sai, viene da Lisburn ed era comandante del 6o. Un paio di giorni prima gli ero stato presentato sul campo e mi aveva fatto un bel po' di domande e ha finito dicendo "Hai fatto una buona esperienza". C'erano diversi arrivi recenti a cena e Jack White ha detto: "Conosce FV signore?", e il Generale di Brigata ha risposto: "Oh, sì, lo conosco bene." In seguito, Frank Lyness ha detto: "Era il mio comandante di compagnia a Omagh, signore," e il Generale di Brigata, con la sua voce strascicata, ha detto: "Non si sa mai che potrebbe essere di nuovo il comandante della compagnia". E' stata una festa molto allegra che è andata avanti fino alle 2 del mattino. Non riuscivo a capire perché il mio vino fosse così buono nelle ultime fasi della serata e alla fine scoprii che John Glennie ci stava versando del rum ogni volta che non guardavo.
    Questo gruppo pensa molto bene di Denis Hayward. Lyness dice che è tranquillo e senza pretese come sempre e tende a passare inosservato fuori dall'azione, ma in azione è fantastico e come un leone. Lyness, McClinton, Seymour e io abbiamo fatto dei bei discorsi sui vecchi tempi a Omagh e sui tanti bei momenti che abbiamo trascorso lì.
    Siamo in una parte agricola qui(2), ma le persone devono lavorare terribilmente per sopravvivere. Le fattorie sono molto povere e la maggior parte degli animali sono in condizioni spaventose. Di notte, si vedono i nostri uomini seduti fuori dalle fattorie con gli abitanti e anche se naturalmente non c'è molta conversazione, tutti sorridono allegramente e bevono il vino locale. Sono abbastanza convinto che a loro piacciano molto i nostri ragazzi. Ho stretto una bella amicizia con una bambina di 7 anni di nome Nina. È scura di carnagione e molto carina con occhi adorabili e un sorriso adorabile. Diciamo "buongiorno", "buonasera" e qualche altra frase in italiano e il resto del tempo facciamo conversazione con sorrisi e gesti. Era molto interessata alle foto di te e Valerie ed è rimasta stupita dai capelli biondi di Valerie che paragonava ai suoi e faceva osservazioni che non riuscivo a capire.
    Se in qualsiasi momento passa un po' di tempo tra le mie lettere, cara, non preoccuparti perché scriverò il più regolarmente possibile ma ci saranno occasioni in cui non sarà possibile scrivere per qualche giorno e questo non significa necessariamente che siamo entrati in azione. Non dovrebbe passare molto tempo prima che riceva da te la prima lettera tesoro.
    Ricorda, ti amo molto al di là di qualsiasi cosa al mondo, cuore mio, tutte le mie benedizioni per te e Valerie.
    Il tuo devoto marito
    Lawrence
    (1) Nelson Russel era il comandante della 38a divisione Irish Brigade che liberò l'Italia dalla Sicilia fino al Volturno
    (2) sono ancora in Sicilia
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586