< Torna all'archivio delle news

Prevalenza del bullismo nello Spettro

Prevalenza e correlati del bullismo tra gli adolescenti con condizioni dello Spettro Autistico


Autori dello studio: Sterzing PR, Shattuck PT, Narendorf SC, Wagner M, Cooper BP

Riportato da David Vagni
Articolo originale: Bullying Involvement and Autism Spectrum Disorders: Prevalence and Correlates of Bullying Involvement Among Adolescents With an Autism Spectrum Disorder

Uno studio disegnato per stimare la percentuale di coinvolgimento nel bullismo da parte di adolescenti con condizioni dello spettro autistico in rapporto alla popolazione tipica e con altre condizioni evidenzia che circa la metà dei ragazzi ASD sono vittime di bullismo e 4 su 5 ne sono coinvolti.




All´interno delle Indagini rappresentative a livello nazionale dal 2001 degli Stati Uniti sono stati selezionati i genitori di adolescenti con ASD, i presidi delle scuole che hanno partecipato, i membri dello staff più familiari.


L´obiettivo era determinare la relazione tra vittimizzazione, compimento, e vittimizzazione / compimento nel corso dell´anno scolastico passato.


I tassi di prevalenza di coinvolgimento bullismo per gli adolescenti con ASD erano:
46,3% per la vittimizzazione,
14,8% per la perpetrazione,
8,9% per la vittimizzazione / perpetrazione.


La vittimizzazione era correlata ad avere una etnia non-ispanica, disturbi di attenzione, scarse competenze sociali, una qualche forma di capacità di conversazione, ed essere coinvolto in un percorso di istruzione mainstream.


Correlati della perpetrazione includevano: essere caucasico, avere disturbi di attenzione, e stare insieme con gli amici, almeno una volta alla settimana.


I correlati della vittimizzazione / perpetrazione erano associati con l´essere bianchi non ispanici, disturbi di attenzione, e stare insieme con gli amici, almeno una volta alla settimana.


In conclusione a Scuola gli interventi mirati a ridurre il bullismo vanno indirizzati ai deficit di base dell´ASD (capacità di conversazione e le abilità sociali) e le condizioni di comorbidità (per esempio, l´ADHD).


I futuri interventi devono anche affrontare i più elevati tassi di vittimizzazione che si verificano in contesti di istruzione generale, aumentando l´integrazione sociale in gruppi di pari, la protezione, l´empatia e le abilità sociali negli studenti tipici verso i loro coetanei con ASD.
Commenta questo articolo sul nostro forum.

< Torna all'archivio delle news

Ti è piaciuta la news? Fanne parola!