< Torna all'archivio delle news

Metamemoria nei bambini autistici

La "sensazione di conoscere" tra memoria episodica e semantica


Autori dello studio: Wojcik, Dominika Z.; Moulin, Chris J. A.; Souchay, Celine

Articolo scientifico originale: Metamemory in Children With Autism: Exploring “Feeling-of-Knowing” in Episodic and Semantic Memory.


Riportato e annotato da David Vagni


Un nuovo studio porta alla luce le differenze tra memoria semantica ed episodica nell´autismo.




Di recente, c´è stato un forte interesse nella comprensione della memoria nelle persone ASD. Gli studi hanno rivelato deficit sottili nell´ASD sui compiti che richiedono ai partecipanti di apprendere nuove informazioni (memoria episodica), ma prestazioni intatte in compiti di cultura generale (memoria semantica).


La novità di questo studio è stato quello di esplorare la metamemoria (cioè la consapevolezza della memoria) e di esaminare se i bambini con ASD abbiano un deficit generalizzato metamemoria comune a tutte le forme di memoria, o presentino solo problemi di metamemoria per quanto riguarda la memoria episodica (relativa ad episodi di tipo narrativo).


Memoria episodica: Tracce che contengono specifici riferimenti spazio-temporali e personali (contestualizzate)
Memoria semantica: Tracce relative ad informazioni astratte e generali
La distinzione tra memoria episodica e memoria semantica si riflette linguisticamente nella distinzione tra ricordare e sapere.


Per valutare il funzionamento della metamemoria Wojcik e colleghi hanno somministrato due test di metacognizione sulla memoria (metamemoria) (FOK - feeling-of-knowing, sentimento di sapere), per al´ttività episodica e per i materiali semantici.


In questi compiti, i partecipanti sono invitati a prevedere la probabilità di riconoscere informazioni successive che attualmente non sono state riportate alla mente.


E´ stato trovato che i bambini con autismo fatto previsioni FOK meno corrette dei pari neurotipici, ma solo per i test episodici.


Un deficit specifico nella metacognizione emerge per una sola serie di materiali. Gli autori sostengono che questo problema possa essere concepito come il riflesso di un deficit nel "ricordo", che deriva da una incapacità di esprimere il sé nel passato e quindi recuperare le informazioni circa l´episodio oggetto dello studio.
Commenta questo articolo sul nostro forum.

< Torna all'archivio delle news

Ti è piaciuta la news? Fanne parola!